Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Giovanni Maria Vianney

Date rapide

Oggi: 4 agosto

Ieri: 3 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Gambardella Minori, Costiera Amalfitana, Pasticceria, Gelateria, Lounge Bar, Liquorificio artigianaleContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureRavello Festival 2020Terra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPansa a Casa tua, le specialità dolciarie della Pasticceria Pansa di Amalfi direttamente a casa tuaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energetico

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieDescrizione ottocentesca del monastero della SS. Trinità di Ravello

Salerno e la sua Provincia, Turismo, Territorio, Tradizioni #adv #salernoemozionivicine #CCIAASA2020Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Pasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storiche

Storia e Storie

Descrizione ottocentesca del monastero della SS. Trinità di Ravello

Scritto da Salvatore Amato (Redazione), lunedì 20 maggio 2013 14:10:07

Ultimo aggiornamento lunedì 20 maggio 2013 14:10:07

di Salvatore Amato - Un recente ritrovamento, tra le carte dell'Archivio Storico Comunale di Ravello (ascrav), locus memoriae in corso di valorizzazione, ci permette di ricostruire nel dettaglio il complesso monasteriale della SS. Trinità di Ravello tra il 1812 e il 1822, che rispettivamente indicano l'anno di partenza delle monache benedettine, D. Maria Luisa Fusco, D. Chiara Gaiano, D. Maria Antonia Confalone, D. Carmela D'Afflitto, Suor Arcangela Cretella, Suor Rosa Mansi, verso il monastero di San Giorgio di Salerno, e la data del contratto con cui Paziente Mansi, figlio del capomastro fabbricatore di Ravello Gaetano Mansi, venne incaricato di diroccare gli edifici cadenti e di salvare l'unica parte che restava in piedi della struttura conventuale: la chiesa e quattro piccole stanze.

Il fascicolo, privo di datazione, si compone di 4 carte, che presentano due descrizioni speculari del cenobio e una di Casa d'Acampora, un palazzo poco distante, che corrisponderebbe alla struttura attualmente esistente lungo il viale, oggi privato, che un tempo collegava il Convento di San Francesco a Via Trinità.

Il testo fu scritto presumibilmente dalla commissione prevista dal decreto del re Gioacchino Murat del 30 luglio 1812, composta da un ecclesiastico e da due tra i maggiori possidenti della Città, che aveva il compito di amministrare le rendite del soppresso monastero.

ASCRav, num. prov. 693, cc. 1v, 3rv.

"Si entra nel Monistero soppresso della SS. Trinità per una stanza che prima era il parlatorio. In questa si osservano a dritta ed a sinistra due grate di ferro e due ruote di legno, e nella stessa vi sono pure verso la parte di ponente due cancelle di ferro che sporgono verso la strada. Vi è una porta grande per dove si entra in uno atrio ed in seguito in un cortile in quest'atrio, ossia un piccolo spazio coverto [dove] vi esiste una scalinata di più grade (scalini) con una porta che si entra nel primo piano, in dove vi sono a mano destra una grande stanza per uso di refettorio, ed un'altra minore per cucine, che sporge con una porta nello cortile anzidetto, quali stanze e spiazzo sono situate verso Mezzogiorno, e per un'altra porta esistente nel refettorio che si va nel piccolo chiostro, a sinistra, e quasi dirimpetto al refettorio vi è una scalinata che conduce al secondo piano, nella metà di essa esistono tre stanze, due a sinistra, ed un'altra a destra. Nel chiostro vi sono due cisterne con lavatoio; verso levante vi sono due stanze sottane per uso di riponer robba, non abitabili. Verso settentrione vi esiste una scalinata che conduce nel secondo piano, ed un'altra scalinata a fianco della prima, a sinistra, che si va in un basso sotterraneo non da usarsi. Tra queste due gradinate vi esiste in mezzo un piccol corridoio che si vuol comunichino, e esso corridoio corrisponde ad un altro che conduce alla sagristia e ad un altro comunichino, in mezzo del quale vi è una stanza. Salendosi per la descritta scalinata di fabrica si entra in un corridoio verso settentrione, in dove vi sono due stanze. Vi esiste pure l'ingresso al coro, sopra la porta della chiesa, con esservi pure una gradinata per salire sull'astraco. Verso Ponente vi è un altro corridoio molto grande anticamente per uso di dormitorio. Per una porta si va al secondo coro, che esiste sopra la porta della Chiesa, da un'altra parte vi è una stanza, che per entrarvi vi sono molte grade (scalini). Nella parte di mezzogiorno vi è un altro corridoio grande simile a quello poc'anzi detto, il quale tiene una stanza a sinistra ed un'altra a fronte; nel medesimo vi esiste anche una gradinata che cala al primo piano. Il corridoio finalmente nella parte di settentrione contiene sette stanze, divise egualmente in due quartini di due stanze per ciascuno, con loggetta di fabrica avanti e tre altre distinte una dall'altra; nel medesimo corridoio vi è una gradinata che conduce in un altro quartino di tre altre stanze con loggetta piccola avanti, e prima di salire questa ve ne è un'altra, anche con loggetta, vale dunque a dire che i quattro su riferiti corridoi si corrispondono tra loro, quantunque in cattiva manifattura, o sia architettura ed hanno gli ingredienti lumi dalle finestre verso il chiostro e verso la strada dalla parte di ponente. Per quest'ultimo corridoio si ascende sopra al campanile e su sugli astrichi e due loggette, una di esse coverta di tetto e e propriamente quella che conduce al cennato campanile per questa stessa loggetta e per quella parte scoverta verso settentrione si va in una altra stanza. Vi è ancora alla parte di settentrione la chiesa che è composta di una navata. Tutte le serrature del detto locale sono alcune bisognevole d'accomodo ed alcune altre debonsi far da capo per essere tutte fracide e scassate. Verso levante vi è un piccolo giardino, che può dar la rendita di circa (manca la cifra) annui, per esser piantato di viti, alcune piante di cerasie e di fichi, per essere quasi un quarto di maggio".

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Il vero miracolo del 27 luglio

di Antonio Schiavo È l'ora della prima messa. La chiesa è addobbata a festa: lunghi drappeggi rossi coi bordi d'oro avvolgono la navata centrale, su su fino all'altare maggiore. Fuori due scoiattoli in pantaloni corti e cinturone si arrampicano su una scala lunga e poi sui rami dei pini perché c'è sempre...

In diretta dalla luna

di Candeloro Rebuffat* Se mi avessero chiesto se avessi voluto assistere all'inizio oppure in data odierna alla cosiddetta conquista dello spazio avrei scelto senz'altro la prima opzione. Nella scena osservata il 20 luglio del 1969 ad un immaginario cannocchiale al contrario, "La conquista della luna"...

Francis Nevile Reid: il busto del Principe Bambino nella sua collezione a Villa Rufolo

di Antonio Ferrara Il 12 luglio 1892 moriva, all'eta di 66 anni, sir Francis Nevile Reid. La morte del signore di Villa Rufolo dovette essere accolta con sincera commozione da parte della popolazione. Il necrologio pubblicato sul Times il successivo 21 luglio ne sottolineava le doti umane e sociali,...

Quando a Torella dei Lombardi Ennio Morricone ricordò Sergio Leone

di Lorenzo Bellofatto Torella dei Lombardi, Piazza Europa. L'altura che avvolge il Castello Candriano, terrazza della verde Irpinia, traversata a valle dalle acque del fiume Fredane, è il luogo dei natali a Vincenzo Leone, padre del grande regista Sergio Leone. Il promontorio, adagiato sulle ruvide colline...

2 Luglio 1940, il naufragio dell’Arandora Star. A bordo perirono quattro persone della Costiera Amalfitana

di Rita Di Lieto In memoria delle vittime. L'Arandora Star era un transatlantico della Star Line di Londra, una nave da crociera di lusso con cabine solo di prima classe che, a partire dal suo varo nel 1929, aveva portato in giro attraverso tutti gli oceani l'alta società del tempo, fino a quando la...