Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Adelaide vergine

Date rapide

Oggi: 16 dicembre

Ieri: 15 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La SICME Energy e Gas augura a tutti i lettori de Il Vescovado de Il Portico e di Ravello Notizie un Natale all'insegna della luce e del calore. Auguri da SICME!La pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOSMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineI super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizieCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficiale, augura a tutti i lettori un Sereno NataleTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieBayreuth, sulle orme di Wagner

Regali di Natale, con MielePiù approfitta delle promozioni anche on lineFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleLa dolcezza del Natale a portata di Click con i Panettoni e le specialità natalizie di Sal De RisoPalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoPellet a euro 5,00 fino al 30 novembre 2019D'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i capolavori di dolcezza e genuinità artigianale del Maestro Pasticciere Sal De Riso

Storia e Storie

Bayreuth, sulle orme di Wagner

Scritto da www.libero.it (redazione), lunedì 27 luglio 2009 13:01:59

Ultimo aggiornamento lunedì 27 luglio 2009 13:01:59

Se Salisburgo è considerata la città di Mozart, Bayreuth è quella di Wagner. Ogni anno verso la fine di luglio gli appassionati della musica de grande compositore tedesco sentono il richiamo del maestro e si danno apppuntamento a Bayreuth. La cittadina bavarese è infatti indissolubilmente legata al compositore prediletto di Ludwig II di Baviera. Anche quest'anno dunque, dal 25 luglio al 28 agosto Bayreuth si riempirà di un folto pubblico di intenditori venuti ad ammirare le messe in scena delle opere di Richard Wagner e, perché no, per mettersi in mostra. In un festival che non è solo uno dei grandi eventi musicali ma anche un incredibile fenomeno mondano.

Il Festspielhaus di Bayreuth è un teatro d'opera voluto fortemente da Wagner e dedicato esclusivamente ai suoi drammi musicali e nel quale il compositore ha saputo trasferirvi tutto il suo genio visionario, fino ad adottare soluzioni architettoniche assolutamente rivoluzionarie per l'epoca. Alla sua inaugurazione nel 1876 con l'Anello del Nibelungo il teatro fece scalpore per la semplicità dei suoi interni. Disposta a semicerchio la sala non presentava i classici palchi laterali e i vari posti d'onore: in questo modo il pubblico poteva dimenticarsi dei rituali mondani per aprirsi anima e corpo alla musica. Ma la voglia di coinvolgere il pubblico di Wagner era maniacale e con un altro colpo di genio "confinò" l'orchestra sotto il palcoscenico, completamente nascosta al pubblico in modo da poter farsi coinvolgere dal dramma sulla scena. Inoltre, fatto unico nella storia della lirica, si spegnevano le luci durante la rappresentazione lasciando gli spettatori in un silenzio religioso.

A dare un po' di colore a un festival che ha fatto della tradizione il suo segno distintivo ci pensano gli eredi di Wagner. Katharina Wagner, la pronipote del ompositore tedesco ha succeduto al lungo regno di suo padre, Wolfgang Wagner, nella direzione del festival che è sempre stato un affare di famiglia. Katharina è una giovane 31enne, bionda e bella che sembra una valchiria. Il suo obietticvo è semplice ma ambizioso: vuole infondere nuova linfa al Festival di Bayreuth. E per mostrare di che pasta è fatta si è subito al lavoro annunciando grandi novità. Innazitutto vuole aprire il festival a un pubblico più giovane e valorizzare il marchio "Bayreuth". Tutto questo sarà possibile anche grazie alle rappresentazioni in diretta su grande schermo del Festival, iniziativa iniziata con successo l'anno scorso. Che il Festival nonostante l'enorme successo di pubblico fosse bisognoso di qualche ritocchino lo si era capito già l'anno scorso quando la direzione decise a diffondere le opere della più importante manifestazione operistica tedesca online. Una rivoluzione se si pensa che dal 1876 il Festival si confondeva con la città.

Chi volesse immergersi nell'atmosfera visionaria delle opere del compositore dell'Anello del Nibelungo non potrà non visitare visitare Villa Wahnfried che fu la dimora di Richard Wagner. Il nome è composto dalle parole tedesche Wahn (illusione, follia) e Fried, (pace, tranquillità). Esso deriva dalla frase di Richard Wagner che compare sulla facciata della casa: "Hier wo mein Wähnen Frieden fand ? Wahnfried ? sei dieses Haus von mir benannt." ("Qui, dove le mie illusioni trovano pace - Wahnfried - così sia questa casa da me chiamata". Ora l'edificio è la sede del Museo di Richard Wagner, e mette in mostrala vita e le opere del compositore che a Bayreuth raggiunse il massimo del successo. Nel suo seminterrato Villa Wahnfried il visitatore potrà vedere modellini di scenografie del passato e potrà inoltre, ascoltare brani registrati di varie rappresentazioni delle opere di Wagner.

Ma Bayreuth non offre solo Wagner: le terme di Lohengrin sono il complemento ideale per rilassarsi pensando e sognando ancora su qualche aria ascoltata al Festspilhaus. Chi invece preferisce attività più aerobiche potrà cimentarsi sul green e terminare la serata assaggiando le delizie di una grande varietà di piatti e specialità gastronomiche.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l’informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Matteo Lembo, un modello per i giovani con la passione per lo sport

Venerdì scorso sono stati celebrati, nella Basilica di Santa Trofimena di Minori, i funerali di Matteo Lembo, ex calciatore nel decennio 1960 - 1970, bandiera della Battipagliese, tedoforo nelle Olimpiadi del 1960, esponente di punta del ramo organizzativo delle attività ginnico-sportive in costiera....

Sant'Aniello, il protettore delle donne gravide. Ma non di tutte...

Oggi la chiesa fa memoria di Sant'Aniello, riconosciuto come protettore delle partorienti, ma non di tutte. Si era convinti che, venendogli meno di rispetto, la donna gravida avrebbe potuto mettere al mondo un figlio con grave handicap fisico. Anche i mariti dovevano astenersi dallo svolgere attività...

La Transumanza è patrimonio culturale dell'Unesco

La transumanza patrimonio culturale dell'Unesco, anche se immateriale. La tradizionale pratica di migrazione stagionale del bestiame, è stata iscritta, all'unanimità, nella Lista Rappresentativa del Patrimonio culturale immateriale dell'Unesco. Da oggi, inoltre, l'Italia acquisisce il primato di iscrizioni...

Il duro lavoro delle "Formichelle" della Costa d'Amalfi

di Sigismondo Nastri Abitavo all'inizio della scalinata per Pontone, ogni giorno passavano di lì donne che trasportavano limoni, fascine, vino, carbone. Spesso si fermavano qualche minuto per prendere fiato, si rivolgevano a mia madre per un bicchiere d'acqua. Sono scene che mi sono rimaste bene impresse...

La Ravello di cent'anni fa: aspetti storici e sociali ai tempi della visita di San Massimiliano Kolbe nel 1919

Salvatore Amato Agli inizi del 1919, nel giorno dell'Epifania, l'Arcivescovo di Amalfi, Ercolano Marini, pubblicava la sua sesta lettera pastorale, dal titolo "Dopo la Vittoria", in cui, ripensando all'appena trascorso conflitto mondiale, auspicava un risveglio di fede, "perché - scriveva - nel multiforme...