Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 39 minuti fa S. Teodorico Prete di Reims

Date rapide

Oggi: 1 luglio

Ieri: 30 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il portale online della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneCaseificio "La Tramontina" - Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneLa storica Pasticceria Pansa di Amalfi presenta: Il Pan di Amalfi, un dolce lievitato straordinario da acquistare anche on lineSupermarket e Supermercati Netto, la convenienza a portata di clickAutenthic Amalficoast il blog sulla Costiera AmalfitanaPasticceria Sal De Riso Costa d'Amalfi - Unica sede a Minori in via Roma, 80 - non esistono sedi storicheMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air Bee

Tu sei qui: SezioniStoria e StorieA Scala i percorsi d’arte, natura e di memorie di Santi

Granato Caffè! Vendita e manutenzione macchine per il caffè, cialde, caffè in chicchi e macinato Hotel Villa Romana con SPA - Hotel di Charme in Costiera AmalfitanaDal 1830 la Pasticceria Pansa addolcisce la storia di Amalfi Amalfi Charter, prenota la tua escursione via mare in Costiera AmalfitanaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaIl Limone IGP Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto

Storia e Storie

A Scala i percorsi d’arte, natura e di memorie di Santi

Scritto da Giuseppe Liuccio (redazionelda), domenica 13 dicembre 2015 15:25:54

Ultimo aggiornamento domenica 13 dicembre 2015 15:49:06

di Giuseppe Liuccio

Scala, il sito più antico della Costa d'Amalfi, si preannunzia in tutto il suo fasto di città "ricca, nobile e potente" ad una svolta di quel budello di strada che da Castiglione si inerpica verso Ravello tra miracoli arditi di agrumeti e limoneti e rocce precipiti nella vallata. Domina l'alto corso del Dragone, che, traslucido in cima, si inabissa nella gola e rovescia nel mare di Atrani storie e leggende raccolte dai displuvi di Ravello. La bella cattedrale di San Lorenzo, maestosa nella struttura e luminosa al sole, fuori stagione, veglia sui bei vigneti di Episcopio e narra di antichi fasti religiosi e civili.

A guardarla da lontano con le case sparse nel verde delle colline e a percorrerla a piedi nel silenzio assorto delle strade linde, si stenta a credere che Scala, con la sua intraprendenza commerciale, raggiunse grande floridezza economica e lo splendore dell'arte, testimoniato da 130 chieste, 30 parrocchie e numerosi palazzi gentilizi. E tracce di un passato nobile e potente sono tutte lì, nella bella cattedrale, autentico scrigno di tesori, a cominciare dalla bellissima e splendente mitria vescovile "ornata di trenta tendini d'oro con immaginette di santi smaltate e con pietre preziose di vari colori e buon numero di perline", dono, pare, di Carlo I D'Angiò fatto nel 1270 in ringraziamento per la salvezza della sua flotta durante una terribile tempesta e per aver sconfitto i saraceni il giorno 10 agosto, festa di San Lorenzo, cui il Duomo è dedicato.

La cattedrale che merita più di una visita, è una delle tante testimonianze straordinariamente ricche di storia, sorprendenti per arte, emozionanti per bellezza dell'altra costiera, quella meno conosciuta e meno frequentata dalle correnti turistiche, irreggimentate dai tour operators e sedotte dai depliant patinati. Eppure è un percorso tutto da godere questa chiesa che conserva calici di argento e candelabri in legno dorato, pitture di buona scuola ed altari e pulpito in marmo policromo. Sono un capitolo a parte i palazzi gentilizi in cui è passata e vissuta la grande nobiltà di censo e di casato della Costa, così come gli opifici che esaltano memoria di lavoro e di intraprendenza creativa della proto industria.

E costituiranno, di sicuro, un'altra tappa del mio viaggio alla scoperta di questa città, che riserva sorprese sempre nuove nella e con la conoscenza approfondita della sua storia antica. Ma con la Festa dell'Immacolata abbiamo già cominciato a respirare l'aria di Natale e che si coglie ogni giorno di più negli addobbi delle strade, negli alberi che ostentano nei giardini delle case luci in gara di splendore con le stelle stralucenti nel blu lavagna del cielo terso e con la luna che s'affaccia sulle cime dei Lattari e scivola giù giù per le "chiazze" dei limoneti per poi festonare d'argento il mare della Grande Storia della Prima Repubblica Marinara, di Amalfi, regina di bellezza.

Con e in questo scenario di grande seduzione e malia è d'obbligo far cenno alla vita di un Grande che a Scala ha scritto una bella pagina della sua vita di uomo e di Santo. E che Uomo e che Santo! Parlo di Sant'Alfonso Maria de' Liguori che qui venne e soggiornò a più riprese e nella serena pace del convento ideò l'Ordine dei Redentoristi e ne scrisse la regola. E non è improbabile che nel raccoglimento e nella preghiera nella grotta che porta il suo nome ebbe l'ispirazione per quel dolcissimo canto natalizio "Quanno nascette ninno aBetlemme", che è la versione in vernacolo di "Tuscendi dalle stelle", che, invece, compose a Nola, nel 1754, in occasione di una sua missione di predicazione. L'uno e l'altro canto, da allora, riecheggiano, in questi periodo, nelle sontuose basiliche come nelle minuscole chiese di campagna a riscaldare i cuori dei fedeli in adorazione di un Bambino che da oltre 2000 anni lancia messaggi di pace da una mangiatoia fredda e povera, nella sua fisicità, ma calda d'amore e ricca di ideali, che hanno cambiato il corso della storia dell'umanità e ai cui piedi si placano le sciocche e un po' dementi polemiche cariche di ideologismo che agitano il dibattito, in cui danno prova di inutile vanità i tanti che trovano pretesti per apparire.

Un viaggio a Scala nella serena pace di un villaggio accogliente e caldo di ospitalità sarebbe un salutare antidoto per guarire per dalla vanità dell'"apparire" e (ri)riscoprire la sostanza feconda dell'"essere" anche e soprattutto nel segno dell'insegnamento di Sant'Alfonso. Io questo viaggio quasi certamente lo farò anche perché ho promesso da tempo una vista al mio amico Michele Ferrigno, che gestisce ed esalta insieme alla gentile e simpatica moglie Eugenia. L'eredità preziosa e prestigiosa dell'accoglienza in, quel santuario di enogastronomia che è Zi' ‘Ntonio" Io fui tra i primi a frequentarlo nei lontani anni '60. Sento il bisogno di un recupero della mia memoria storica della giovinezza amalfitana e di un bagno di emozioni di sapori e saperi dell'enogastronomia della tradizione e della ricca e varia pasticceria natalizia dell'alta ( e non solo in senso geotopografico) Costiera. Ho voglia di ricordare nel clima caldo di coinvolgente familiarità, con il mio colto amico Michele un discorso che iniziai tanti anni fa con il padre sulle glorie di Scala, che tra l'altro fu diocesi dal 987 al 1818 e che potrebbe recitare il ruolo di Città capofila (tra l'altro glielo assegna la storia ricordando l'antica Cama) per organizzare nel nome di Sant'Alfonso, un Festival di musica sacra itinerante nelle chiese cattedrali della Costa: Amalfi, Minori, Ravello e Scala, appunto, con l'aggiunta di Santa Maria a Mare di Maiori che dispone di un organo straordinario. Sarebbe una bella occasione per un progetto organico di collaborazione di una offerta di qualità nel segno della Cultura. E per Michele Ferrigno imprenditore di grande sensibilità e di buona cultura sarebbe un invito a nozze. Ne sono sicuro.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank: 104519101

Storia e Storie

Al "Sirenuse" di Positano arriva un cofanetto prezioso: per gli ospiti le pregiate scorzette agrumi e cioccolato di Pansa Amalfi

Ottenute direttamente dagli agrumi coltivati da secoli nella tenuta di famiglia denominata Villa Paradiso, le scorzette di limone e arancia della Pasticceria Pansa sono ormai una specialità tra le più apprezzate nell'intera Costa d'Amalfi. Se poi vengono tagliate e ricoperte di tenere sfoglie di cioccolato...

Trentaquattro anni fa il crollo di un’ala del palazzo D’Amato a Maiori

di Sigismondo Nastri* Era il 27 giugno 1988. A trentaquattro anni di distanza. Ricordo ancora, nitidamente, quella brutta storia che sconvolse la vita degli abitanti di Maiori: il crollo di un'ala del palazzo D'Amato, al corso Reginna, che provocò sei vittime innocenti tra gli abitanti dello storico...

Grande partecipazione alla festa di Monte Castello di Cava de' Tirreni, adesso si attende la “Disfida dei Trombonieri”

Si è conclusa, a Cava de' Tirreni, la 366esima edizione dei festeggiamenti in onore del Santissimo Sacramento. In tantissimi hanno partecipato, ieri, 25 giugno, all'evento conclusivo: la rievocazione storica della festa di Monte Castello in onore del miracolo che pose fine alla peste bubbonica del 1656...

A Pompei il ritrovamento di una testuggine di 2000 anni fa e del suo uovo

I resti di una tartaruga di terra, una testuggine, con il suo fragile uovo custodito nel carapace, rinvenuti in una bottega di via dell'Abbondanza; testimonianza del vasto ecosistema di Pompei, composto di tracce naturali e non solo antropiche e prezioso indizio archeologico dell'ultima fase di vita...

Pontone e Vietri festeggiano San Giovanni: i riti e le tradizioni che mescolano sacro e profano in Costa d'Amalfi

Accanto alla celebrazione liturgica della Natività di San Giovanni Battista, in ambito rurale, si sono sviluppate manifestazioni ricollegabili a culti agrari e solari di origine pagana, che sono giunte ai giorni nostri e che traggono la loro origine nel fatto che, nel calendario dell'antica Roma, il...

Il Vescovado - Il portale online della Costa d'Amalfi

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.