Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 36 minuti fa S. Lucia vergine

Date rapide

Oggi: 13 dicembre

Ieri: 12 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie7 luglio 1915: sommergibile austriaco affonda l'incrociatore Amalfi

A Praiano la ‘Festa della Birra’: 22 dicembre musica e divertimento con il Forum dei Giovani

Positano, riecco attivo il servizio di Pediatria

Elezioni politiche 2018, si vota il 4 marzo

La notte di Santa Lucia non è la più lunga dell'anno

Libri. Maurizio De Giovanni presenta a Sorrento "Souvenir per i bastardi di Pizzofalcone"

Di qua e di là dall'Atlantico, a Scala Incontra New York si discute di modelli popolari, mercati culturali, nuovi immaginari

Ad Amalfi arriva la lampada con la luce di Betlemme

"Natale in Riserva", la rappresentazione della Natività nel verde di Valle delle Ferriere

Il cane che fiuta i tumori prima delle analisi mediche

Non solo Dna, per vivere a lungo ci vuole carattere. La ricerca su anziani del Cilento

Arriva Giracostiera, il "concierge" online della Costa d'Amalfi

Dimissioni Maffettone San Carlo, no ripercussioni su Fondazione Ravello

A Cetara si consegna il Premio inpace 2017 ad Amnesty International Italia

A Santa Lucia frittelle di mais e riposo per donne gravide

Tramonti: divertimento e beneficenza alla Tombolata dell’Associazione Gete [PROGRAMMA]

Ufficiale: Colantuono nuovo tecnico della Salernitana. Domani primo allenamento

Vietri sul Mare: nuovi traguardi per i fratelli Dorothy e Gabriele Manzo

Un amaro ispirato a Sant’Alfonso, lo produce Carlo Mansi di Minori

L'Istituto Nautico di Salerno nelle scuole medie della Costiera per "orientare" i comandanti del futuro [VIDEO]

Tramonti, domenica 17 a Gete il ritorno del quadro trafugato 25 anni fa [VIDEO]

Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Storia e Storie

7 luglio 1915: sommergibile austriaco affonda l'incrociatore Amalfi

Scritto da (Redazione), domenica 5 luglio 2015 17:07:21

Ultimo aggiornamento mercoledì 15 luglio 2015 23:44:03

Uno degli eventi cruciali del primo conflitto bellico è certamente la battaglia di Gallipoli dell'estate 1915. Come ci ricorda oggi il Giornale d'Italia diretto da Francesco Storace, in un interessante articolo a firma di Emma Moriconi che riproponiamo ai nostri lettori, esattamente cento anni fa, il 5 luglio, i britannici riportavano la vittoria a Gully Ravine, pur non riuscendo a rompere il fronte ottomano.

La battaglia iniziò il 28 giugno, dieci giorni prima truppe fresche turche erano giunte a sostegno di Mustafa Kemal, erano partite all'attacco ma erano state respinte e annientate. Così il 28 giugno furono i britannici ad attaccare a Capo Helles, non riuscirono a raggiungere il centro abitato di Kritia ma avanzarono. "Un battaglione inglese - scrive Martin Gilbert - entrando nelle trincee turche, trovò una colazione pronta a base di gallette e uova sode. C'era anche una buona scorta di sigari. ' Meno lieta fu la scoperta - annotò lo storico del reggimento [è ancora Gilbert a riferirlo, Ndr] - dei corpi di alcuni componenti del Royal Dublin Fusiliers, uccisi il 27 aprile e rimasti insepolti'".

I turchi contrattaccarono più volte e vennero sempre respinti, salvo in un caso: un reparto riuscì ad aprire un varco e segnalò la resa, ma quando gli inglesi si avvicinarono, i turchi aprirono il fuoco. Vennero presto sopraffatti dalle forze britanniche. Gli inglesi insomma avanzarono e il 5 luglio riportarono la vittoria, ma non fu nulla di definitivo: a Gallipoli la situazione restava stagnante. I britannici persero 3.800 soldati, la metà dei quali erano ragazzi inesperti. Da parte turca le perdite furono immani: 14mila uomini.

Luglio per l'Italia fu un mese difficile: molti gli attacchi e altrettanti i respingimenti. 1500 italiani vennero fatti prigionieri dagli austriaci sulle alture nei pressi di Gorizia. Il 7 luglio nell'Adriatico, nei pressi di Venezia, il sommergibile austriaco U26 colpì e affondò l'incrociatore italiano Amalfi. L'equipaggio fu salvo, ma la nave perduta. Era stata impiegata per la prima volta nella guerra italo-turca, aveva combattuto nei Dardanelli, in Cirenaica, in Tripolitania, nell'Egeo, a Tobruk. Aveva scortato il panfilo reale Trinacria con a bordo il Re Vittorio Emanuele III. E fu perduta in quella notte del 7 luglio di cento anni fa.

Era salpata alle 3 di notte da Venezia, scortata dalle torpediniere Calipso e Procione, per una crociera di ricognizione. Un'ora dopo un sommergibile si avvicinava alla Amalfi, che si accorse del suo periscopio ma non poté fare nulla: il siluro era già partito e un minuto dopo colpì la nave sul lato sinistro, in corrispondenza del locale che ospitava le caldaie. Si fece appena in tempo a fare un tentativo di mettere la barra a dritta per limitare lo sbandamento e di usare le pompe: l'ordine fu di abbandonare la nave. Gli ufficiali lasciarono l'Amalfi per ultimi. In sei minuti l'Amalfi si capovolse completamente, quattro minuti dopo si inabissò. Le eliche erano ancora in movimento e qualche membro dell'equipaggio rimase ferito, ma quasi tutti riuscirono ad avere salva la vita. 72 furono i morti e dispersi, 682 gli uomini messi in salvo. Solo nel 1921 venne individuato il relitto, era capovolto sul fondale, 30 metri sotto. Nel 1924 parte di esso venne demolito. Da quel momento in poi la Regia Marina e la Marina Militare poi non annoverarono mai più una nave col nome della gloriosa Repubblica Marinara.

Ancora in Italia, il 9 luglio un Regio decreto istituisce il Comitato supremo per i rifornimenti di armi e munizioni. Anche nel Bel Paese cresce così l'indotto industriale della guerra.

Intanto nell'Africa sud-occidentale tedesca l'Intesa riporta una vittoria: le truppe coloniali germaniche sono costrette ad arrendersi. Si trattava della seconda colonia tedesca in termini di grandezza, un territorio desertico in cui la Germania aveva istituito la colonia per contrastare gli inglesi nelle loro dominazioni nel territorio. Quando era scoppiata la guerra era stato il primo ministro sudafricano Louis Botha a chiedere alla Gran Bretagna di organizzare una forza di difesa, la South African Defense Force: i sudafricani misero in campo 50mila soldati.

La battaglia era cominciata nel settembre del 1914, quando i sudafricani sbarcarono a Luderitz e la occuparono, dando il via all'invasione. Dopo una pesante sconfitta alla fine di settembre, ad ottobre un generale di Botha proclamò l'indipendenza dall'Inghilterra dello Stato Libero dell'Orange, della Repubblica Sudafricana, della Provincia del Capo e del Natal. Fu sconfitto e i ribelli vennero condannati al carcere e poi amnistiati. I sudafricani ripresero l'offensiva a novembre, il 9 luglio - dopo alterne vicende - le truppe germaniche si arresero: centotredici perdite per i sudafricani, 1.331 per i tedeschi fu il bilancio della battaglia.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...

Luce e realismo nella pittura napoletana dell’Ottocento

di Paolo Spirito Ci sono due appunti nel taccuino di Giuseppe De Nittis, pubblicato nel 1894 a Parigi col titolo di "Notes e Souvenirs" e poi in Italia nel 1964 come "Taccuino 1870/1884", che meglio di qualunque altra espressione riassumono, attraverso la viva voce del pittore, la consapevolezza acquisita...

"Sant'Andrea, 'a neva 'mporéa”, gli antichi detti amalfitani legati alla festa patronale

di Sigismondo Nastri La festa patronale del 30 novembre ad Amalfi apre la porta al cambio di stagione. Infatti, un vecchio proverbio insegna: "Sant'Andrea, 'a neva 'mporéa". Cioè (come lo interpreto io): "Sant'Andrea, la neve in grembo". Sarà vero? Questa espressione, 'mporéa, è tipicamente amalfitana....

In ricordo di Alfonso Baccaro, servo della Patria

di Rita Di Lieto Alfonso Baccaro, agricoltore, nato a Maiori il 9 ottobre 1916, ha lasciato di sé un ricordo di persona sensibile, cordiale, disponibile. Già centenario, ha messo per iscritto i ricordi della sua vita militare e della sua penosa e movimentata vita da prigioniero, prima dei Tedeschi e...

100 anni fa la fine della Grande Guerra, Pro Loco Minori cerca fotografie e cimeli per una rievocazione storica

«La guerra contro l'Austria-Ungheria che, sotto l'alta guida di S.M. il Re, duce supremo, l'Esercito Italiano, inferiore per numero e per mezzi, iniziò il 24 maggio 1915 e con fede incrollabile e tenace valore condusse ininterrotta ed asprissima per 41 mesi, è vinta». Con queste parole Armando Diaz,...