Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Apollinare

Date rapide

Oggi: 23 luglio

Ieri: 22 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie3 aprile 1955: la classe di Fausto Coppi incantò ad Agerola

Musica da camera, stasera repertorio di Schumann e Beethoven all'Annunziata di Ravello

Il rapporto Regan-Gorbaciov durante Guerra Fredda nella tesi di laurea di Angela Citarella, originaria di Minori

200 anni fa la soppressione del Vescovado di Ravello: 31 luglio giornata di studi [PROGRAMMA]

Ravello, 23-25 luglio limitazioni notturne a traffico per tinteggiatura tunnel grande

Adrienne Bailon se la gode a Positano: sole e relax per l'ex Cheetah Girl

Torna la pioggia, lunedì 23 luglio allerta Gialla in Campania

Rami Malek e Lucy Boynton: vacanza in Costiera per gli attori del biopic sui Queen

Nove giorni dopo la maturità trova il posto fisso: Alfonso di Ravello assunto in Enel

Ernest Hemingway e Amalfi, partendo da “Addio alle Armi”

Il medico e l’empatia con il paziente, convegno a Ravello nel nome di San Pantaleone

Ravello, Soprintendenza blocca lavori rampa Auditorium. Disagi viabilità continuano

A Ravello è lotta ai procacciatori di clienti per negozi e ristoranti. Sindaco: «Ne va della buona reputazione del paese»

Vacanze in Costiera per Michael Jordan: leggenda Nba a cena a Positano

Paul McCartney in Costiera: l'ex Beatles ospite sullo yacht del produttore David Geffen

La bacchetta di Jérémie Rhorer al Ravello Festival con "Le Cercle de l'Harmonie", nel segno di Mozart

22 luglio, Atrani festeggia la Maddalena: fuochi alle 23,45 [PROGRAMMA]

Il Sarchiapone atranese

Il basilico e le sue proprietà antinfiammatorie e antibatteriche

Operazione antidroga a Vietri: 23enne con cocaina e bilancini in casa, arrestato

Maiori, 24 luglio sospensione erogazione idrica

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Storia e Storie

3 aprile 1955: la classe di Fausto Coppi incantò ad Agerola

Il Campionissimo staccò tutti al Giro di Campania lungo la salita che porta ad Agerola, rendendola celebre: il ricordo di Carmine Castellano, storico direttore del Giro d'Italia

Scritto da (Redazione), venerdì 4 aprile 2014 02:13:13

Ultimo aggiornamento sabato 5 aprile 2014 11:26:43

di Carmine Castellano* - Tra la perle della Costiera Amalfitana - Positano, Ravello, il Fiordo di Furore - va certamente ricordata anche la strada panoramica che da Amalfi si arrampica con una lunga serie di tornanti verso Agerola, affacciandosi a picco sulla piccola insenatura che protegge la preziosa Grotta di Smeraldo. Ma nel mondo degli sportivi, e non solo, forse più che per le sue bellezze naturali l'ascesa di Agerola va ricordata anche per una delle più limpide imprese di Fausto Coppi.

Era il 3 aprile 1955. Coppi era già venuto al Giro di Campania l'anno precedente e dopo la scalata del Chiunzi, era riuscito a prevalere in volata su alcuni compagni di avventura. Gino Palumbo, all'epoca "patron" della corsa organizzata da " Il Mattino " di Napoli, era intenzionato a ripetere il Chiunzi sull'onda dell'entusiasmo che aveva suscitato Coppi, al quale oltretutto era legato da sincera amicizia fin dal 1944, allorché il giovane campione, sbarcato a Napoli al ritorno dalla prigionia, aveva ricevuto un prezioso aiuto per tornare a casa.

Ma l'inverno del 1954-55 fu tremendo per la Costiera Amalfitana. Un' alluvione devastò quelle zone e il Chiunzi si rese impraticabile. Palumbo non volle stravolgere il percorso che l'anno prima si era dimostrato più che valido e optò per l'Agerola, anche se meno impegnativa. La corsa attraversò all'inizio Caserta, Benevento, Avellino, Salerno e si avventurò verso Capo d'Orso ed Amalfi senza particolari sussulti e con una andatura sostenuta, seppur non proibitiva. Ma sui primi tornanti dell'Agerola Coppi cambiò ritmo e diede il via ad un'azione che stupì.

Di quei momenti fui fortunato testimone. Ero sul belvedere di Bomerano e confuso tra i tanti tifosi emozionati guardavo la strada sottostante con i corridori che, lontanissimi puntini irriconoscibili, apparivano e scomparivano, ogni tanto nascosti dalle pieghe della montagna che precipita a picco verso il mare. E man mano che i corridori si avvicinavano si cominciavano a distinguere le sagome e anche i colori, finché da un costone di roccia apparve solitaria una maglia bianco­celeste. non c'erano dubbi e come un'eco crescente si propagò un urlo di gioia: "è isso, è isso" (è lui, è lui). In quel momento ebbi la percezione, la certezza della grandezza di Coppi. Non c'era bisogno di indicarlo, chiamarlo per nome, perchè era "isso", era "lui", era l'unico, era l'inimitabile.

Distaccò subito gli avversari e tra un pubblico che impazziva nel vederlo salire agile e sicuro, imboccò il tunnel al culmine della salita con poco più di un minuto di vantaggio completando il trionfo all'Arenaccia con quasi cinque minuti sull'indomito Fiorenzo Magni. E così l'Agerola, che non ha le pendenze del Mortirolo o del Fedaia, che non ha l'estenuante lunghezza dello Stelvio, che non ha l'altezza del Gavia, che invece è una salita dolce, che con il suo accattivante panorama distrae e addolcisce l'impegno, diventò improvvisamente leggenda per gli scalatori e mito per gli appassionati di ciclismo.

Oggi un cippo posto sulla terrazza di Bomerano, a circa un chilometro dal culmine, sul belvedere dove una enorme folla di tifosi, come da un palco di un teatro, guardò le evoluzioni della corsa sui tornanti sottostanti, ricorda quella giornata di primavera di oltre cinquant'anni or sono.

Giornata irripetibile anche se il Giro d'Italia e soprattutto quello di Campania hanno ripercorso quei tornanti tante volte, anche con imprese apprezzabili come accadde nel 1968 per i tre portacolori della Filotex - Zilioli, Bitossi e Ugo Colombo - che, partiti sull' Agerola, raggiunsero da soli Napoli risolvendo in famiglia quell' ordine d'arrivo. Agerola e Coppi, Coppi ed Agerola, ormai sono diventati inscindibili, e la storia del ciclismo non potrà prescindere da quel 3 aprile del 1955.

VIDEO ARCHIVIO STORICO ISTITUTO LUCE

Fonte: Cicloamatoriale.it

*Carmine Castellano è avvocato e dirigente sportivo italiano, direttore unico del Giro dal 1993 al 2003. Dal Gennaio 2013 è Presidente Onorario del Comitato Regionale Campano FCI. In questo suo intervento racconta l'impresa compiuta dal Campionissimo lungo la salita di Agerola il 3 Aprile 1955 e le varie pagine di storia del ciclismo professionistico italiano scritte lungo i tornanti di questa ascesa, che domenica vedrà impegnati i partecipanti al XII° Giro della Penisola Sorrentina e Costiera Amalfitana.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Ernest Hemingway e Amalfi, partendo da “Addio alle Armi”

di Sigismondo Nastri Nelle pagine iniziali di "Addio alle armi" (A Farewell to Arms, 1929), il romanzo di Ernest Hemingway, di cui ieri ricorreva l'anniversario della nascita (Oak Park, 21 luglio 1899 - Ketchum, 2 luglio 1961) ambientato sul fronte delle operazioni del primo conflitto mondiale, c'è un...

Le bombe su Amalfi e quelle 11 vittime nella notte del 18 luglio 1943

"Nella notte del 18 luglio 1943, verso mezzanotte, la campana del Duomo cominciò a battere i lenti e sinistri rintocchi dell'allarme. Durante il bombardamento di Salerno, un aereo americano sganciò su Amalfi (piazza Flavio Gioia e in Via Mansone, fin quasi alla scala del Duomo) cinque bombe che provocarono...

La Saggezza di un Popolo (39): "Addò e fatto ‘state fai pure vierno"

di Antonio Schiavo Sorry my yankee Director. Adesso con il nostro Direttore, che si divide tra l'Annunziata e Central Park, bisogna conoscere l'inglese per scrivergli e per scusarsi del ritardo con cui, nonostante la buona volontà, facciamo passi in avanti nel cammino a ritroso nella memoria collettiva...

Addio a Ottavio Amato, pioniere dello scautismo ad Amalfi

di Sigismondo Nastri Nella tranquillità della sua casa, in una calda giornata di sole, circondato dagli affetti familiari, ha concluso il suo cammino terreno Ottavio Amato. Amico dai tempi lontani dell'infanzia, come lo erano i suoi fratelli, in particolare Angelo, che fece un po' da chioccia a me e...

Cronaca da quelle macerie nel cuore di Maiori [VIDEO]

di Sigismondo Nastri Il Vescovado ha ricordato una terribile vicenda di trent'anni fa: il crollo di un'ala del palazzo D'Amato, al corso Reginna di Maiori, che provocò sei vittime innocenti tra gli abitanti dello storico edificio, uno dei più belli della cittadina. Vi rimasero uccisi anche i due malfattori...