Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie25 luglio ’43. Il Gran Consiglio esautora Mussolini: perché non reagì?

Progetto Famiglia torna a Ravello: 13 ottobre cena a Villa Cimbrone per raccolta fondi pro studentesse Burkina Faso

Minori, 23-24 settembre apertura al pubblico della Villa Marittima Romana e dell’Antiquarium

Fiocco rosa a Maiori: è nata Erica

Arrivederci estate, con l'equinozio d'autunno comincia oggi la stagione romantica

Elezioni giornalisti, seggio anche a Salerno. Lucarelli: «Attendiamo grande partecipazione»

Turismo e promozione. La Costiera Amalfitana presente in Giappone con Sunland per l'edizione 2017 del Tourism Expo Japan

Maiori: 6-8 ottobre il Campionato Italiano di Tipo Regolamentare e Coastal Rowing. Ecco campo di gara

Canoa: ad Atrani la prima di tre mini-gare della Federazione regionale Kayak

Maiori, dissequestrata la piscina dell'hotel San Pietro

Casa del Gusto Costa d'Amalfi, ecco bando per la gestione: dovrà valorizzare tipicità locali

"Serate Musicali al Duomo di Ravello", domenica 24 ultimo evento col duo Meroni-Ambrosino

Ravello Concert Society, pianoforti d'autore nel week-end

Truffe ad anziani, Cirielli: «Bene approvazione legge»

Paesi nella luce, la Costiera Amalfitana negli acquerelli del giovane Giuseppe Proto

"Puliamo il Mondo": a Tramonti giornata ecologica con gli alunni dell'Istituto Comprensivo

Incidente tra scooter a Maiori, due giovani in ospedale

'In viaggio con Francesco', su Rai Radio1 una nuova rubrica radiofonica a cura di padre Enzo Fortunato da Assisi

‘Malversazione e appropriazione indebita’: sequestrati 75mila euro a presidente Riferimenti – Gerbera Gialla

Colto da infarto 72enne di Conca dei Marini salvato a Castiglione

Isola ecologica di Furore, dopo 7 anni giustizia per il sindaco Ferraioli

Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Storia e Storie

25 luglio ’43. Il Gran Consiglio esautora Mussolini: perché non reagì?

Scritto da (Redazione), giovedì 25 luglio 2013 15:58:39

Ultimo aggiornamento giovedì 25 luglio 2013 15:58:39

25 luglio '43: il Gran Consiglio caccia Mussolini, perché non reagì? Alla fine re Vittorio Emanuele, convocato il Duce nel pomeriggio a Villa Savoia per riferire, lo fece arrestare dai carabinieri: ma il fascismo era già caduto al'alba del 25 luglio, senza spargimenti di sangue, grazie a un ordine del giorno di poche righe e pure sgrammaticato. Un regime ventennale cadeva al termine di una drammatica ma ordinata votazione in cui i gerarchi rimettevano il potere nelle mani della Corona.

Mussolini, dittatore e capo del governo, ministro e comandante supremo delle Forze armate, ministro degli Affari esteri, ministro dell'Interno, presidente del Gran Consiglio del Fascismo è stranamente conciliante, non si oppone, lascia fare. Perché fu così imbelle? Commenta 70 anni dopo Sergio Romano sul Corriere della Sera: "Se i buchi nella barca non li avesse fatti lui, verrebbe voglia di concludere che, fra i molti protagonisti del 25 luglio, Mussolini non fu il peggiore".

"Falli arrestare tutti prima di cominciare". E' il pomeriggio del 24. Mussolini si appresta a recarsi presso il Gran Consiglio convocato a Palazzo Venezia. Donna Rachele ha un presentimento, consiglia il marito di farli arrestare tutti: il Duce non ha una migliore considerazione dei suoi gerarchi.

Modesti, modestissimi d'intelligenza, vacillanti nella fede, scarsamente dotati di coraggio. È gente che vive di luce riflessa; se si spegnesse la sorgente, ripiomberebbero nelle tenebre donde sono usciti. Credete a me, Chierici, essi non chiedono di meglio che di essere persuasi.

La convocazione del Gran Consiglio. Il Gran Consiglio, che non veniva convocato da tre anni, è immaginato da Mussolini come l'occasione per fare il punto della situazione, parlerà anche dell'incontro del 19 a Feltre con Hitler: non crede al complotto anche se conosce trame e tentativi che dal Vaticano alla monarchia si susseguono. Partecipano alla riunione, divisi per carica di regime e vicinanza con il duce, tutti i gerarchi. "Sede Littoria, 21 luglio XXI, riservata-personale. Il duce ha convocato il Gran Consiglio per sabato 24 alle ore 17. Il Segretario del P.N.F. (Carlo Scorza). Divisa fascista (Sahariana nera, pantaloni corti grigio-verdi)": è la lettera d'invito, con la raccomandazione di tenere la bocca chiusa.

L'ordine del giorno firmato Grandi. Due fronti raccolgono i maggiori consensi. Quello guidato da Dino Grandi, presidente della Camera dei Fasci e delle Corporazioni, che con Giuseppe Bottai, Luigi Federzoni e Galeazzo Ciano, genero di Mussolini, ha preparato un ordine del giorno in cui il comando delle forze armate è restituito al re con il ripristino dello statuto albertino. Guida l'altro fronte Farinacci: Mussolini deve capitolare lasciando il comando, ma scommette su Hitler e intende nazificare l'Italia. Una terza mozione, quella del segretario del Pnf Scorza è stata preparata in fretta e furia la mattina stessa. Dino Grandi, temendo la reazione del Duce, nasconde due granate in tasca. In realtà, a Palazzo Venezia non ci sono nemmeno i moschettieri del Duce anche se il luogo è ben presidiato.

Mussolini, dopo aver riassunto la drammatica situazione italiana chiede secco: guerra o pace? L'alleanza con i tedeschi non si discute, con loro fino alla morte. La discussione si protrae, Mussolini vuole aggiornarla, Grandi suda freddo ma si impone. Si va avanti ad oltranza, fino alla votazione che alle 3 del mattino.

I sì sono 19: Acerbo, Albini, Alfieri, Balella, Bastianini, Bignardi, Bottai, Cianetti, Ciano, De Bono, De Marsico, De Stefani, De Vecchi, Federzoni, Gottardi, Grandi, Marinelli, Pareschi e Rossoni. Sette i no: Biggini, Buffarini Guidi, Frattari, Galbiati, Polverelli, Scorza e Tringali Casanuova. Farinacci vota il proprio ordine del giorno. Un astenuto, Suardo. ‘ordine del giorno Grandi è accettato.

Mussolini capitola con urbanità: "Sta bene, mi pare che basti. Possiamo andare. Signori, con questo ordine del giorno avete provocato la crisi del regime. La seduta è tolta". Il fascismo è caduto, la guerra continua, ma per un altro mese e mezzo, fino all'8 settembre. Il 26 luglio Duccio Galimberti pronuncia lo storico discorso nella piazza principale di Cuneo che dà il via alla Resistenza. Oggi, a settant'anni di distanza è stato recuperato il documento originale del verbale della storica seduta del Gran Consiglio. Ma è stato anche ricostruito, attraverso testimonianze e bozze preparatorie, il discorso che Galimberti fece a braccio.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

Ucciso durante Seconda Guerra Mondiale, ritornano a Minori le spoglie del marinaio Salvatore Amatruda [FOTO]

È un giorno particolare, questo, per Minori. Dopo oltre settant'anni i resti mortali di Salvatore Alfonso Amatruda, marinaio cannoniere della Regia Marina impegnato sul fronte balcanico nel 1943 torneranno nel suo paese natale. Stamani il sindaco Andrea Reale a rappresentanza della città di Minori, col...

Nuove scoperte a Villa Rufolo, precisazioni e curiosità

di Alessio Amato* Negli ultimi anni abbiamo assistito a importanti cambiamenti storico-artistici su Palazzo Rufolo, una dimora dai forti tratti orientali, islamici, non per influenze commerciali bensì da motivazioni politiche. Un articolo che è oggetto di analisi da parte del Centro di Storia e Cultura...

Il culto dell'Addolorata a Torello

di Salvatore Amato Nel variegato panorama delle devozioni ravellesi, quella tributata all'Addolorata conobbe una crescente diffusione nel corso del XVIII secolo, come dimostrano le dedicazioni di cappelle e altari in diverse chiese del territorio. Alla metà del Settecento, un cappella dedicata alla Mater...

Scala 'esalta' il suo Crocifisso, tra fede e leggenda

di Alfonsina Amato La festività dell'Esaltazione della Croce che la Chiesa oggi celebra, ricorda il ritrovamento della Croce di Gesù da parte di Sant'Elena e avvenuto il 14 settembre del 320 d.C. La comunità scalese venera da molti secoli nella Cripta del Duomo di San Lorenzo il "Crocifisso", al quale...

Ferruccio, nel momento peggiore ha contrapposto l’arma della gioia alla sofferenza

di Angelo Sammarco Dire che la scomparsa di Ferruccio è stata un colpo al cuore per un intero paese è poco, ancora ieri era davanti al bancone del negozio e oggi non c'è più. E' sconvolgente!!! Io, come tutti d'altronde, in questi mesi, intimamente abbiamo tifato e pregato per lui affinchè potesse sconfiggere...