Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Beatrice vergine

Date rapide

Oggi: 18 gennaio

Ieri: 17 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniStoria e Storie24 aprile 1944: a Ravello il giuramento del primo Governo di unità nazionale /VIDEO

Salerno: Caffè Trucillo riparte dall’Accademia

Porto di Salerno, conclusa la fase di sperimentazione: si all’uscita delle navi anche di notte

OneMorePack, al via il concorso di creative packaging design

Unisa, 18 gennaio convegno di studi "Cittadinanza, cittadinanze e nuovi status"

Al Turistico di Minori si rilascia la patente europea per computer. Corsi aperti anche ad esterni

A Tramonti la festa di San Sebastiano, protettore dei Vigili Urbani

Da Comune di Ravello contributi a sostegno dell'agricoltura, 27 gennaio incontro con operatori

Ravello-Costa d’Amalfi mancata capitale della cultura: cosa non ha funzionato?

Il mondo dell'arte dice addio a Cosimo Budetta

2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Centro Universitario di Ravello ancora protagonista

Costa d'Amalfi, cercasi autista per NCC

Amalfi, struttura extralberghiera cerca addetta alle pulizie

Minori, 28 gennaio nuova replica del Proscenio con “Natale in Casa Cupiello”

“Non è tutto merito della cioccolata” di Pietro Ravallese e “Note di Cucina Salernitana” di Alfonso Sarno allo Yachting Club di Salerno

Disservizi segnale Rai, sindaco Andrea Reale incontra dirigenti Ministero Sviluppo Economico

Marina d’Arechi, cresce sui mercati internazionali l’interesse per il nuovo porto turistico di Salerno

Salerno, un nuovo indirizzo di studio all'Istituto Nautico: “Pesca Commerciale e Produzioni ittiche”

Causò incendio in cui morì la madre, condannato 53enne di Tramonti

Ambiente. Sorrento, consegnata una videocamera subacquea alla Guardia di Finanza

“Capitale della cultura” si diventa. Senza prevaricazioni né gelosie

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Storia e Storie

24 aprile 1944: a Ravello il giuramento del primo Governo di unità nazionale /VIDEO

Scritto da (Redazione), giovedì 24 aprile 2014 09:52:43

Ultimo aggiornamento martedì 25 aprile 2017 09:41:09

Di Antonio Ferrara*

Nel pomeriggio del 24 Aprile 1944 avveniva a Villa Episcopio, o allora conosciuta come Villa di Sangro, il giuramento del primo Governo di unità nazionale. Ne facevano parte Benedetto Croce, Carlo Sforza, Giulio di Rodinò, Palmiro Togliatti e Pietro Mancini, del partito socialista che assumevano la carica di ministro senza portafogli. L'avvocato Salvatore Aldisio della Democrazia Cristiana assumeva gli Interni. L'avvocato Fausto Gullo, latifondista calabrese e membro del partito Comunista, andava all'Agricoltura e Foreste. Arangio Ruiz prendeva la Giustizia e Omodeo l'Istruzione. Quinto Quintieri, proprietario dellla Banca di Calabria, Le Finanze; Tarchiani i lavori Pubblici, il socialista Attilio di Napoli l'Industria e Cerebona le Comunicazioni. Il governo inoltre si arricchiva di numerosi sottosegretari tra cui il socialista Nicola Salerno e l'azionista Filippo Caracciolo agli Interni, il liberale Mario Bergami all'Agricoltura, il demo-laburista Nicola Lombardo alla Giustizia, il democristiano Jervolino alla'Istruzione; il comunista Pesenti alle Finanze e alla Marina il socialista Domenico Albergo.

La quieta di un pomeriggio di primavera si animò con l'arrivo di innumerevoli autovetture che salivano e scendevano da viale Wagner reso rotabile, ma anche da tanti fotografi americani ed inglesi che vi erano convenuti per immortalare l'avvenimento (CLICCA QUI PER GUARDARE IL VIDEO).

Il generale Puntoni, aiutante di campo di re Vittorio, racconta nel suo diario ‘Parla Vittorio Emanuele III': "Alle 15,30 giurano i nuovi ministri: Come testimoni siamo presenti io e De Buzzaccarini. Badoglio legge la dichiarazione e il Sovrano legge la sua risposta. A cominciare dal Maresciallo, a uno a uno i nuovi ministri firmano l'atto di giuramento. Sua Maestà scambia qualche parola con Sforza e con Croce. Tutti i ministri sono venuti in abiti normali, Croce ha mantenuto un'aria di distacco e di sussiego. Fuori dalla villa si erano ammassati i fotografi, gli stessi di un tempo, soltanto che al posto della camicia nera avevano un uniforme cachi".

Il primo Consiglio dei Ministri avviene poi a Salerno il 27 aprile ed è interessante leggere il documento programmatico per capire gli animi di quei tempi: "Il programma del presente governo è nelle ragioni stesse della sua origine e della sua composizione: Formato dai rappresentanti dei partiti antifascisti, non è il governo di questi partiti in virile gara tra loro, ma dell'unione di essi per il bene e l'onore della Patria al fine di portare con tutte le loro forze alla migliore soluzione problemi vitali e urgenti dell'ora".

Bisogna comunque ricordare che il raggiungimento di questa tregua istituzionale non fu cosa facile. Dopo l'armistizio del Settembre 1943 e l'allontanamento della famiglia reale e del Governo da Roma, durante il congresso di Bari del gennaio 1944 i vari partiti, riunitosi in congresso, avevano deciso di non collaborare con nessun governo, finchè re Vittorio Emanuele III fosse rimasto sul trono. Anzi, si auspicava l'abdicazione in favore del figlio Umberto. Sarà Enrico de Nicola a trovare un soluzione al problema. il 19 Febbraio arriva a Ravello e prospetta al monarca la possibilità della luogotenenza, (il re pur conservando il titolo, avrebbe passato tutti i poteri al figlio come Luogotenente generale del Regno). Una soluzione che suscita l'interesse di re Vittorio e che viene subito accettato dai vari partiti presenti nel Comitato di Liberazione Nazionale.

Ma a sbloccare l'impasse sarà anche l'atteggiamento del governo russo, che già dal mese di marzo riconosceva il governo italiano, avviando relazioni dirette tra i due Paesi. Tutto ciò conferiva allo Stato italiano una personalità di diritto internazionale e, di riflesso, stimolava le potenze occidentali a fare altrettanto; a questo si aggiunse il rientro in Italia di Palmiro Togliatti che propose di posporre il problema istituzionale (allentamento di re Vittorio) e collaborare con il Governo. Forse anche dinnanzi ad un incrinare dell'Italia verso sinistra e sotto l'influenza comunista i governi anglo-americani decisero di intervenire energicamente. Infatti il 10 aprile 1944 i membri del Comitato Alleato di Controllo, composto da Harold McMillan ( futuro primo ministro britannico ) Robert Murphy e il generale McFarlane, impongono al re di ritirarsi a vita privata. Veniva inoltre fatto capire al sovrano che une decisone rapida era indispensabile perchè in caso contrario i governi alleati avrebbero potuto prendere severe decisioni nei confronti del popolo italiano. Nonostante la sua riottosità, il re cedeva e il 12 aprile pubblicava il suo l'ultimo proclama, con la sua decisione finale e irrevocabile di ritirarsi a vita privata e di nominare suo figlio luogotenente. Nomina che si avrà con la liberazione di Roma, ma che apre la strada alla formazione del nuovo Governo.

* vicepresidente Associazione Culturale "Ravello Nostra"

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Storia e Storie

La Costituzione compie 70 anni, in vigore dal 1° gennaio 1948

La nostra Carta Costituzionale compie settant'anni. Firmata il 27 dicembre del 1947, dopo 18 mesi di lavoro dell'Assemblea Costituente, dall'allora Capo Provvisorio dello Stato, Enrico De Nicola, in una sala di Palazzo Giustiniani è entrata in vigore il primo gennaio del 1948 con i suoi 139 articoli...

Il Natale di tutti

di Antonio Schiavo Come al solito, come ogni anno: la mattina del 23 dicembre ci si accorgeva che mancavano ‘e pagliente (il muschio). Tutto era già a posto: papà , novello Luca Cupiello, aveva passato tutta la sera precedente ad aggiustare una serie di lampadine a pisellini che, ormai già piazzata in...

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

di Sigismondo Nastri Fu durante la seconda guerra mondiale che i tedeschi prima e gli alleati poi estesero l'uso dell'albero di Natale anche da noi. Ma i tedeschi l'avevano già esportato in Inghilterra a metà ottocento, con il corollario delle decorazioni da appendere ai rami: fiori di carta, mele, frutta...

Pagine che raccontano il Natale ad Amalfi (prima puntata)

di Sigismondo Nastri Vi ricordate le strofette che si cantavano una volta? Mò vene Natale e sto senza denare, me fumo na pippa e me vaco a cuccà'. Quanno è 'a notte ca sparano 'e botte me 'mpizzo 'o cappotto e vaco a vedé'. Oppure quest'altra: Mò vene Natale 'e renza 'e renza, 'o putecaro ce fa crerenza,...

"La ceramica sugli scogli", la storia cancellata di Max e Flora Melamerson nel libro di Antonio Forcellino

di Paolo Spirito Una vicenda straordinaria e completamente rimossa, una delle pagine più buie della storia e di contro la grandezza dei suoi protagonisti. Antonio Forcellino, architetto, scrittore, restauratore, grande esperto del Rinascimento-ha lavorato al restauro di opere come il Mosè di Michelangelo,...