Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 28 minuti fa S. Fabio martire

Date rapide

Oggi: 11 maggio

Ieri: 10 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

La Salernitana torna in Serie A - BENTORNATA

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniSalerno e ProvinciaTrasporto pubblico: quando a pagare è sempre il cittadino onesto. Storia di ordinario disagio sociale

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Salerno e Provincia

Trasporto pubblico: quando a pagare è sempre il cittadino onesto. Storia di ordinario disagio sociale

Scritto da (admin), mercoledì 10 gennaio 2018 12:28:22

Ultimo aggiornamento mercoledì 10 gennaio 2018 14:28:50

di Massimiliano D'Uva

 

Una normale giornata lavorativa iniziata all'insegna di un guasto meccanico alla mia automobile mi ha condotto a Fisciano, a poca distanza dall'Università degli Studi di Salerno. Una volta consegnata in officina è sorto il problema del ritorno in Costiera Amalfitana.

Avrei potuto smuovere amici o collaboratori ma, non avendo fretta e altri impegni, ho deciso di utilizzare i mezzi pubblici per raggiungere Salerno e, successivamente, avrei utilizzato un bus di linea per arrivare a Maiori.

Dopo non più di una decina di minuti di attesa alla fermata è arrivato il BUSITALIA numero 10, recante la scritta S. Antonio Pontecagnano, perfetto per raggiungere il lungomare di Salerno. Costo del biglietto 1 euro e 10 centesimi.

Il mezzo è relativamente nuovo, decisamente meglio dei "carri bestiame" a cui ci hanno abituato in Costa d'Amalfi. Sul bus non più di 5 persone. Dopo qualche fermata sono saliti 2 persone di colore (un ragazzino di 15 anni e uno più anziano sulla quarantina), una donna di etnia rom e, successivamente, una coppia, genitore e figlio, "italiani" in palese stato di indigenza.

Giunti alla fermata Fratte, insieme a qualche altro utente, sopraggiungono un controllore Busitalia accompagnato da una guardia armata per verificare i titoli di viaggio. I primi ad essere in "difetto" sono padre e figlio (il padre aveva un regolare abbonamento mentre il figlio un biglietto non obliterato), successivamente la donna di origini rom e il ragazzino di colore (molto ben vestito con tanto di zaino, facilmente confondibile per uno studente).

I due extracomunitari non fanno una piega, evidentemente abituati ad essere identificati, mentre il ragazzo italiano, incapace di produrre una frase di senso compiuto, chiede clemenza pregando il controllore di chiudere un occhio obliterando in quel momento il biglietto. Il tutto alla presenza del padre che non accenna la minima reazione. Alla fine, insieme al figlio e alle altre persone senza titolo di viaggio, scendono dal bus pur non essendo quella la loro destinazione.

Alla richiesta del documento di identità il giovane italiano dichiara di non averlo con sé e il controllore inizia a minacciare la chiamata ai carabinieri. A questo punto della scena le porte si chiudono e mentre decidevo se scendere con loro per vedere come si concludeva la vicenda realizzo che l'unico ad essere a disagio per quanto accaduto ero io: tutti gli altri occupanti del pullman erano ormai abituati a queste scenette.

Cerco di dimenticare l'accaduto, scendo a piazza Malta per fare due passi, recuperando l'ossigeno perso all'interno del bus e, arrivato alle Poste Centrali, di fronte al bellissimo edificio da poco ristrutturato, la mia mente si riporta a 25 anni prima quando, uscito da scuola, arrivavo qui correndo per trovare un'anima buona che mi riportasse a casa in auto (i pullman della SITA dell'epoca erano ancora le corriere che avevano trasportato i soldati italiani durante la guerra in Etiopia).

Qui trovo un ragazzo della costiera di cui conosco i genitori. Mi riconosce e gli si illuminano gli occhi: "Massimiliano avrà sicuramente un mezzo di trasporto" - avrà pensato - e mi chiede se ho la macchina. Alla mia risposta negativa, iniziamo a chiacchierare e, tra le altre cose, gli confido gli accadimenti nel trasferimento da Fisciano e che anche io, pur avendo sempre il biglietto con me ai tempi della scuola, cercavo sempre un mezzo alternativo da e per Salerno. C'è poco traffico e poche auto che circolano, "sarà dura trovare un passaggio" -esclamo al ragazzo- mentre si moltiplicano le telefonate di amici (allertati dai miei post social) che si offrono di venirci a recuperare appositamente. Approfitto per ringraziare pubblicamente quanti hanno avuto un pensiero per me ma avevo piacere di fare due passi e soprattutto di "metabolizzare" quanto accaduto poco prima. Il pullman della SITA sta arrivando e il ragazzo decide di rimanere con me confidandomi che pur avendo il biglietto è raro che lo obliterasse (in pratica si sentiva in obbligo di annullare il biglietto solo se trovava un posto seduto e questo accadeva raramente).

La domanda che mi sono posto è: quanto incida il costo del biglietto sul bilancio delle società preposte al trasporto pubblico e quanto il controllo dei biglietti e ancora quale è la ricaduta di tutti questi costi sulla società civile (cioè sui contribuenti). Perché verosimilmente a obliterare il biglietto e a fare l'abbonamento sono sempre i cittadini onesti, gli stessi che poi pagano le tasse che consentono al servizio pubblico di funzionare.

Insomma il sistema di trasporto pubblico necessita di un cambio radicale di approccio al cittadino altrimenti a pagare saranno sempre i soliti noti ed il servizio a loro offerto sarà sempre peggiore.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Salerno e Provincia

Un anno senza teatro, un anno senza Esposito: oggi l’anniversario della scomparsa di Gino

Un anno senza Gino Esposito, paradossalmente coinciso con un anno senza teatro. Oggi, 30 aprile, l'anniversario della scomparsa dello storico regista e direttore artistico del Teatro Arbostella di Salerno con una messa in suo ricordo alla chiesa di Santa Maria a Mare di Mercatello alle 19. Gino, proprio...

All'Università di Salerno si torna in presenza: lezioni in aula per iscritti al primo anno

Le attività didattiche (lezioni) del secondo semestre dell'anno accademico2020/2021 per i primi anni di corso e non ancora concluse, potranno ripartire in presenza. Lo comunica l'Università degli Studi di Salerno in un comunicato sul proprio sito. Sarà comunque garantita la possibilità di fruizione anche...

Depurazione Costa d’Amalfi, Strianese: «Cantiere Conca dei Marini mai abbandonato»

Il presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, stamattina ha fatto un sopralluogo al cantiere di via Porto in cui sono in corso i lavori di collegamento dei reflui urbani del Comune di Cetara all'Impianto di Depurazione di Salerno. Si tratta del comparto 6bis del Grande Progetto che interessa...

Scandalo all'Università di Salerno: esami in cambio di fumetti da collezione: 2 arrestati e 40 indagati

Attestavano esami mai conseguiti anche in cambio - come titola il quotidiano "Le Cronache" - di fumetti da collezione. Scandalo all'Università degli Studi di Salerno: nei guai sono finite 42 persone nell' ambito di una indagine su false attestazioni di esami universitari ed irregolarità nell' iscrizione...

Prefettura Salerno. Violazioni Codice della Strada: stop presentazione a mano dei ricorsi

La Prefettura di Salerno, a partire dal 1° aprile 2021, non consentirà più agli utenti la presentazione a mano dei ricorsi avverso le contestazioni delle violazioni al Codice della Strada - che all'articolo 203 prevede la possibilità di presentarlo direttamente al Prefetto a mezzo raccomandata a. r....