Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 43 minuti fa S. Viviana vergine

Date rapide

Oggi: 17 dicembre

Ieri: 16 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniSalerno e ProvinciaFalsi contratti telefonici al TAR di Salerno: scoperta maxi truffa

Il Costa d'Amalfi torna alla vittoria: battuto il Sant'Agnello

«Stemma comunale usato per attacco politico» Vuilleumier ammonisce sindaco Di Martino e difende sua amministrazione

Maiori, beautycenter Bellessere si rifà il look: domenica 17 la riapertura

Da Facchinetti a Fogli, svelati i big di Sanremo 2018

Vento forte: a Pontone colonnina si stacca da campanile della chiesa, paura tra i residenti [FOTO]

Mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

Gli rubarono il Doblò: anche dalla Costiera colletta per restituire il sorriso ad Erasmo Amato

“Il sogno di Walt Disney” al Maiori Music Festival Christmas

Pagine che raccontano il Natale (seconda puntata)

Premio letterario Ravello Tales 2017 alla scrittrice inglese Lara Phillips

Ritirava e poi rivendeva i biglietti non obliterati, nei guai autista della Sita

Amalfi, Grand Hotel Convento seleziona 13 figure professionali per stagione 2018

Maiori, su bollette acqua Gatto replica a Del Pizzo: «Strutture non avevano nemmeno il contatore, oggi pagano»

Piano di Zona S2: nessun termine di scadenza per domanda Reddito Inclusione 

Sorrento Civica, sabato 16 dicembre riconoscimenti per 12 cittadini benemeriti

Ravello, la politica che fa gli auguri di Natale: già frecciate tra Di Martino e Vuilleumier

La Cina sbarca a Napoli e in Costiera Amalfitana

L'Antica Cartiera Amalfitana e la storia straordinaria di Carlo De Iuliis, un imprenditore lungimirante

Cilento, matrimoni al setaccio della Finanza: sposi giustifichino spese

Scala, ecco il programma degli eventi natalizi

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Salerno e Provincia

Falsi contratti telefonici al TAR di Salerno: scoperta maxi truffa

Nei guai dodici persone indagate nel giro criminoso, in quattro ai domiciliari: truffati il T.A.R. e le compagnie telefoniche

Scritto da (Redazione), giovedì 23 luglio 2015 15:17:02

Ultimo aggiornamento giovedì 23 luglio 2015 15:17:02

Mega truffa ai danni del TAR di Salerno: sono ben dodici gli avvisi di conclusione delle indagini a seguito di una complessa indagine condotta dalla Procura della Repubblica di Salerno. I militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza hanno dato esecuzione a dieci ordinanze di misura cautelare personale (4 arresti domiciliari e 6 obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria) emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Salerno Elisabetta Boccassini. Disposti anche sequestri preventivi per equivalente per quasi 500 mila euro.

Varie le ipotesi di reato formulate dal Pubblico Ministero: associazione per delinquere, truffa aggravata ai danni dello Stato, peculato, abuso d'ufficio, falso e truffa aggravata ai danni dei gestori telefonici Tim, Vodafone, Wind, H3G, Poste Mobile e BT Italia.

I soggetti coinvolti soggetti risiedono tra Salerno, Castel San Giorgio (SA), Capaccio (SA), Cava de' Tirreni (SA), Nocera inferiore (SA), Napoli, Ravenna, Campodarsego (PD) e in Brasile.

Le indagini, dirette dal Sostituto Procuratore della Repubblica del Tribunale di Salerno Vittorio Santoro, che hanno svelato un articolato sistema di frode e una molteplicità di delitti perpetrati ai danni sia del Tribunale Amministrativo Regionale Campania di Salerno sia delle principali compagnie telefoniche operanti in ambito nazionale. Il lavoro è partito nel 2014, dopo una relazione su alcune anomalie gestionali riscontrate nel mese di settembre da un dirigente ad interim del TAR di Salerno trasmessa a questa Procura della Repubblica. Nel mese di maggio del 2015 anche il programma televisivo Report, in onda su Rai 3, aveva dedicato attenzione alle indagini.

Quello scoperto al T.A.R. di Salerno costituisce un caso unico per modus operandi, dimensioni del fenomeno e coinvolgimento di pubblici funzionari di livello apicale, pur non escludendosi che lo stesso possa essere stato replicato in altri Enti o in altri contesti territoriali.

Le indagini, eseguite su delega di questa Procura, dal Nucleo di Polizia Tributaria Guardia di Finanza di Salerno, hanno in sintesi consentito di rilevare, per gli anni che vanno dal 2007 ad oggi, i ruoli e i compiti di una molteplicità di soggetti, tra cui l'ideatore - promotore telefonico A. C., l'ulteriore promotore A. V., l'allora Segretario Generale del T.A.R. di Salerno D. F. e B. T., dipendente del T.A.R e punto di riferimento operativo dei vari promotori. Attorno ad essi è stato rilevato il concorso o il supporto di altri soggetti colpiti dai provvedimenti, con ruoli di promotori, rappresentanti legali, titolari delle società coinvolte o mandatari delle compagnie telefoniche, quali D. G., D. R., A. G.,C. G., S. A., P. V.

Per comprendere il meccanismo delittuoso occorre delineare qual è il sistema degli interessi che ruota intorno alla stipula di contratti telefonici con gli Enti pubblici e che prevede in sintesi un duplice vantaggio:

  • quello dei promotori dei gestori di telefonia, interessati alle provvigioni corrisposte da una compagnia telefonica quando la Pubblica Amministrazione stipula un contratto"nuovo" o di "cambio gestore";
  • quello della Pubblica Amministrazione, che ottiene tariffe convenienti ovvero la possibilità di noleggiare o acquisire apparati a prezzi competitivi e quindi ottiene un risparmio sui costi di telefonia destinati alle attività istituzionali.

Le indagini hanno tuttavia accertato un meccanismo di frode che traeva vantaggio da entrambi i fronti, a danno del T.A.R. salernitano e delle compagnie telefoniche. Da un lato i promotori hanno infatti attuato una serie di comportamenti illeciti finalizzati all'accaparramento delle provvigioni che le società di telefonia elargivano per la stipula di nuovi contratti e per la migrazione da un gestore all'altro.

Sul fronte della Pubblica Amministrazione invece le condotte criminose erano dirette acconsentire di usufruire indebitamente della disponibilità di apparecchi telefonici e di schede SIM intestate al T.A.R. di Salerno,ottenute alle condizioni economiche di vantaggio ma destinate a scopi privati e a persone estranee alla pubblica amministrazione, rimaste non identificate, con emissione delle relative fatture a carico del T.A.R..

Le investigazioni hanno ricostruito come fossero state formate, nel tempo, più schede di adesione false a convenzioni biennali con diverse compagnie telefoniche, utilizzando i dati dell'Organo di giustizia amministrativa. Il tutto si realizzava con un consolidato meccanismo che prevedeva la redazione e stipula di una serie di convenzioni e schede di adesione false, con la sottoscrizione di D. F., nella sua qualità di dirigente pro tempore del T.A.R. di Salerno, di fatto formate e concluse al di fuori delle legittime procedure contabili previste dalla normativa e non regolarmente depositate e protocollate presso l'organo giurisdizionale amministrativo, né inviate agli organi competenti per i dovuti controlli contabili. Difatti, nella contabilità del TAR non sono stati rinvenuti atti contrattuali stipulati con le citate società di telefonia, né tantomeno i relativi impegni di spesa.

La prima convenzione, stipulata nell'anno 2007 e denominata "Tim Affare Fatto Gold", offriva la possibilità di assicurarsi schede SIM ed apparecchi cellulari in noleggio. Tuttavia, a fronte di circa 30 dipendenti in servizio, il T.A.R. otteneva la disponibilità materiale di 1.246 schede SIM e di 889 utenze cellulari, di fatto concesse a persone non identificate.

Prima dello scadere dei due anni previsti contrattualmente, i promotori procedevano al passaggio degli abbonamenti alla compagnia telefonica Vodafone in modo da beneficiare di ulteriori provvigioni, raggiungendo così il numero di ben 1.305 schede SIM sempre intestate al T.A.R. di Salerno.

Negli anni successivi le sim intestate al TAR di Salerno sono transitate, in varie soluzioni, verso altri gestori telefonici, quali Wind, H3G, Poste Mobile e BT Italia, sempre dietro il rilascio di idonei compensi percepiti dai promotori.

Alcuni degli autori della truffa, al fine di giustificare con le compagnie telefoniche l'attivazione delle schede sim e garantirsi quindi le provvigioni, adottavano anche la procedura detta delle "prove tecniche", consistenti nell'effettuazione di chiamate tra le stesse utenze in modo da generare quel traffico telefonico minimo sufficiente a percepire i compensi per le attivazioni. Quindi, i promotori pagavano le fatture iniziali intestate al T.A.R. ed emesse al momento della prima fornitura delle schede SIM, che venivano loro concordemente consegnate dai dipendenti del TAR, in modo da assicurarsi poi il riconoscimento di ben più cospicui compensi.

Le compagnie telefoniche, risultate all'oscuro della truffa, pagavano regolarmente le prestazioni rese dai promotori, richiedendo quindi al T.A.R. di Salerno il pagamento delle fatture per il successivo traffico telefonico effettuato. Le condotte descritte hanno determinato un'esposizione debitoria del T.A.R. di Salerno con i diversi operatori di telefonia allo stato quantificata in quasi 500 mila euro.

Ad evidenziare la gravità delle condotte poste in essere dagli indagati è stato anche l'accertamento che alcune schede telefoniche intestate al T.A.R. di Salerno venivano utilizzate da pregiudicati al chiaro scopo di ostacolare le investigazioni che li riguardavano. Inoltre, uno dei promotori era già stato coinvolto in un'indagine simile, in cui oltre 450 schede SIM erano state intestate in maniera fittizia ad un comando di polizia, utilizzando timbri e sigilli contraffatti, pur di ottenere il relativo premio di provvigione.

Da segnalare infine che dal novembre 2014, A. C. si è reso irreperibile e che D. fu licenziato per giusta causa proprio in ragione delle condotte illecite accertate nell'ambito di questo procedimento; lo stesso fu reintegrato dal Tribunale -Sezione Lavoro di Napoli con ordinanza del 25-6-2015 ed il GIP, in ragione anche di detto reintegro ha adottato la misura cautelare nei confronti dello stesso, ritenendo sussistente tanto il pericolo di reiterazione di condotte analoghe quanto quello di inquinamento del quadro probatorio.

FONTE: Comunicato Stampa della Procura della Repubblica di Salerno - Video: Salernonotizie

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

Galleria Video

rank:

Ultimi articoli in Salerno e Provincia

Cilento, matrimoni al setaccio della Finanza: sposi giustifichino spese

Matrimoni con relativie spese per il locale, fotografo, fioraio, sarto, parrucchiere ecc., finiscono sotto la lente d'ingrandimento della Compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli, coordinata dal capitano Ciro Sannino. Come riporta il sito web Stile.tv a numerose coppie convolate a nozze negli ultimi...

«Ayoub mi amava, non era un violento» parla la fidanzata del giovane suicida all'Università

«È stata la persona più importante della mia vita e vorrei che venisse ricordato come la persona meravigliosa che era». Ad affermarlo in una nota è Francesca Marotta, la fidanzata di Ayoub Namiri, il 21enne che si è suicidato giovedì scorso lanciandosi dal parcheggio multipiano dell'Ateneo di Salerno....

Picchia la fidanzata e si lancia nel vuoto: Namiri ucciso dal senso di colpa

Namiri Ayoub, 21 anni, originario di Casablanca e residente a Lacedonia, iscritto alla facoltà di Matematica dell'Università degli Studi di Salerno is è lanciato dal quinto livello del parcheggio multipiano dell'Ateneo. La tragedia dopo che il giovane aveva litigato violentemente con la fidanzata lanciandola...

Choc all'Università di Salerno: giovane perde la vita lanciandosi nel vuoto [FOTO]

Tragedia al Campus universitario di Fisciano: un giovane marocchino di 21 anni si è tolto la vita, con ogni probabilità lanciandosi nel vuoto dal parcheggio multipiano dell'Università di Salerno. Il fatto è accaduto poco dopo le 14: per il ragazzo non c'è stato nulla da fare nonostante il tempestivo...

Voragine nell'asfalto, tir "inghiottito" dalla strada

In tanti avevano pensato alla solita bufala divenuta virale sul web: in realtà è tutto vero quanto accaduto stamani a Scafati. In via Pertini un articolato è sprofondato in una grossa voragine apertasi nell'asfalto, come mostrato in queste foto da un cittadino di Scafati nel gruppo facebook ‘Sei di Scafati...