Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 57 minuti fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniRegioneCampania a rischio sismico e dissesto idrogeologico: Legambiente presenta i dati

Maiori, consegnava cornetti in stato di alterazione psicofisica: denunciato fornaio di Minori

Salerno, al Vestuti la mostra sulla Salernitana dal 1919 al 1990

Giornate del Patrimonio, un'occasione per visitare l'Abbazia di Santa Maria de Olearia di Maiori

23-24 settembre le Giornate del Patrimonio, tante le iniziative tra Salerno e Avellino con musei aperti anche di sera

Progetto Famiglia torna a Ravello: 13 ottobre cena a Villa Cimbrone per raccolta fondi pro studentesse Burkina Faso

Minori, 23-24 settembre apertura al pubblico della Villa Marittima Romana e dell’Antiquarium

Fiocco rosa a Maiori: è nata Erica

Arrivederci estate, con l'equinozio d'autunno comincia oggi la stagione romantica

Elezioni giornalisti, seggio anche a Salerno. Lucarelli: «Attendiamo grande partecipazione»

Turismo e promozione. La Costiera Amalfitana presente in Giappone con Sunland per l'edizione 2017 del Tourism Expo Japan

Maiori: 6-8 ottobre il Campionato Italiano di Tipo Regolamentare e Coastal Rowing. Ecco campo di gara

Canoa: ad Atrani la prima di tre mini-gare della Federazione regionale Kayak

Maiori, dissequestrata la piscina dell'hotel San Pietro

Casa del Gusto Costa d'Amalfi, ecco bando per la gestione: dovrà valorizzare tipicità locali

"Serate Musicali al Duomo di Ravello", domenica 24 ultimo evento col duo Meroni-Ambrosino

Ravello Concert Society, pianoforti d'autore nel week-end

Truffe ad anziani, Cirielli: «Bene approvazione legge»

Paesi nella luce, la Costiera Amalfitana negli acquerelli del giovane Giuseppe Proto

"Puliamo il Mondo": a Tramonti giornata ecologica con gli alunni dell'Istituto Comprensivo

Incidente tra scooter a Maiori, due giovani in ospedale

Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Regione

Campania a rischio sismico e dissesto idrogeologico: Legambiente presenta i dati

Scritto da (Redazione), sabato 27 agosto 2016 19:28:50

Ultimo aggiornamento sabato 27 agosto 2016 19:28:50

In questi giorni di dolore la Campania "riscopre" di essere una tra le regioni più a rischio, nonostante le tragedie dell'Irpinia, di Sarno e delle frane di Ischia non hanno insegnato nulla. E come un film già visto si assiste agli annunci di interventi e provvedimenti legislativi del giorno dopo. Mettere in sicurezza il territorio di fronte al rischio sismico, vulcanico, idrogeologico è la "grande opera pubblica" più urgente di tutte. Un'opera urgentissima ma sistematicamente dimenticata da quasi tutti i governi regionali e dalla maggioranza degli amministratori locali. Mancano le risorse per realizzarla? Abbiamo denunciato tante volte numeri alla mano che si spendono più soldi per opere discutibili o inutili vedi il recente grande progetto del litorale salernitano che per la prevenzione e la manutenzione del territorio campano."

Michele Buonomo, presidente Legambiente Campania presenta la fotografia complessiva del rischio Campania dal dissesto idrogeologico all'abusivismo edilizio, dal consumo di suolo al rischio sismico. Informazione, prevenzione, delocalizzazione laddove e' possibile e un grande piano di manutenzione ordinaria del territorio sono le ricette per una Campania sicura. Sono - denuncia Legambiente - 504 i comuni campani in cui sono presenti zone ad elevata criticità idrogeologica, l'estensione di tali aree esposte a rischio è pari a oltre 2.598 kmq (cioè circa il 19% della superficie dell'intera regione). Si stima che sono oltre 500mila i cittadini campani che risiedono in zone esposte a rischio idrogeologico.

Secondo l'ultimo Ecosistema Rischio 2016 - commenta Legambiente - ben l' 84% del campione dei comuni intervistati ha nel proprio territorio abitazioni in aree a rischio idrogeologico e il 44% presenta interi quartieri in tali aree. Inoltre, per il 30% delle amministrazioni intervistate sono presenti in zone esposte a rischio di frana o alluvione strutture sensibili come scuole o ospedali e per il 30% sono state costruite in zone a rischio strutture ricettive turistiche o commerciali. L'urbanizzazione delle aree a rischio non è solo un fenomeno del passato: secondo l'indagine di Legambiente nel 8% dei Comuni intervistati sono stati realizzati edifici in aree a rischio anche nell'ultimo decennio.

Solo il 2% delle amministrazioni ha intrapreso interventi di delocalizzazione di edifici abitativi. La regione risulta maglia nera in Italia per i piani di protezione civile sul rischio idrogeologico. Secondo l'aggiornamento sullo stato dell'arte nazionale sui piani di protezione civile del dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, al 18 settembre 2015 in Campania solo il 39% dei comuni ha il piano di prevenzione.

In Campania il 50% delle coste è stato trasformato dall'urbanizzazione. Legambiente ha realizzato una analisi di dettaglio dei 360 chilometri di costa al netto delle isole: 181 sono stati trasformati in modo irreversibile, nello specifico 28 chilometri sono occupati da industrie, porti e infrastrutture, 51 sono stati colonizzati dai centri urbani. E' davvero preoccupante sottolineare come dal 1988 ad oggi, malgrado fosse in vigore la legge Galasso che avrebbe dovuto tutelare le aree entro i 300 metri dalle coste, sono stati trasformati da case e palazzi ulteriori 29 chilometri di costa di nuova occupazione, cioè il 16% dell'intera urbanizzazione.

La costruzione di nuovi complessi turistici edilizi, di case singole in aree libere, e l'espansione di alcuni agglomerati già presenti lungo la costa, hanno dato luogo a un profondo processo di saldatura e di densificazione. In Campania le destinazioni d'uso sono principalmente urbane e in parte infrastrutturali: in numeri, il 76% delle trasformazioni registrate (22 chilometri), è avvenuto per usi prettamente urbani (residenziale, turistico e servizi annessi); il restante 24% (7 chilometri), sono stati interventi infrastrutturali, portuali e industriali. Il mattone selvaggio non cede nemmeno dinanzi alla crisi generale del settore edilizio.

Secondo ultimo Rapporto Ecomafia di Legambiente, la Campania si conferma regione leader nel ciclo del cemento con il 18% delle infrazioni su scala nazionale. Impressionanti i dati sull'illegalità nell'intero ciclo del cemento: nel 2015 sono stati accertati 886 reati, 834 denunce, 3 arresti e 264 sequestri. Se leggiamo i dati su scala provinciale, Napoli svetta in testa alla classifica nazionale con 301 infrazioni, 377 persone denunciate e 188 sequestri. Una tradizione, quella di costruire fuorilegge o truccando le carte, che non rallenta nemmeno con la forte crisi dell'edilizia di questi anni. Perché se è vero che anche il mattone selvaggio ha subito una lieve flessione, tirare su una casa senza regole costa sempre molto meno che farlo nella legalità.

"Gli eventi tragici - commenta Giancarlo Chiavazzo, responsabile scientifico Legambiente Campania - devono costituire monito e tenere alta l'attenzione degli amministratori pubblici sulla priorità della prevenzione che sul fronte del rischio sismico passa univocamente dalla valutazione della condizione del patrimonio edilizio, attraverso verifiche della tenuta statica e alla adozione delle misure più appropriate per la messa in sicurezza. Iniziando dalle strutture pubbliche sensibili come ospedali e scuole»

Secondo Ecosistema Scuola l'indagine di Legambiente sullo stato di salute dei 500 edifici scolastici campani frequentati da circa 120mila studenti presenti nei 3 capoluoghi di provincia è poco rassicurante: il 39% delle scuole dei tre comuni capoluoghi è stato costruito prima dell'entrata in vigore della normativa antisismica del 1974. Solo 9,8% degli edifici è stato costruito con criteri antisismici, sul 28,3% è stata eseguita la verifica di vulnerabilità antisismica, percentuali troppo basse se consideriamo che ci troviamo in una regione dove il 91,1% delle scuole è in aree a rischio sismico. Anche i dati sulle manutenzioni e soprattutto sugli investimenti sono negativi.

Secondo il rapporto di Legambiente, a fronte di una necessità di interventi di manutenzione urgenti del 55,1% (16 punti sopra la media), l' investimento per la manutenzione straordinaria è in media di 7mila euro ad edificio (quasi 34 mila il dato nazionale). La fotografia di Legambiente su Rischio Campania non poteva tralasciare il rischio Vesuvio, circa un milione di cittadini a rischio in caso di eruzione del vulcano, presenti in 25 comuni inseriti nella zona rossa e che dovrebbero evacuare in caso di allarme e trasferiti nelle regioni gemellate nel resto d'Italia. Un piano aggiornato continuamente ma la cui applicazione anno dopo anno rimane solo sulla carta. "E proprio il caso di dire: io speriamo che me ne scappo" è l'amara conclusione di Legambiente.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Regione

Napoli, si è ripetuto miracolo sangue di San Gennaro

Si è ripetuto a Napoli il prodigio del miracolo di San Gennaro. L'annuncio della liquefazione del sangue e' stato accolto alle 10.05 in una cattedrale affollata, da un lungo applauso dei fedeli presenti. Il ripetersi del miracolo è letto come un buon auspicio per la città di Napoli e per l'intera regione...

Gusto, 7-10 settembre tornano a Sorrento gli “Incontri di vini e di sapori campani”

Dal 7 al 10 settembre piazza Andrea Veniero, a Sorrento, si terrà l'ottava edizione degli "Incontri di Vini e di Sapori campani", organizzati dall'associazione culturale Cryteria Project, con il patrocinio del Comune di Sorrento. Protagoniste, tipicità della penisola sorrentina, come il limone ovale...

Trasporti: De Luca prevede fino 100mila abbonamenti studenti gratis

«Arriveremo a 100mila abbonamenti per studenti». Parola del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca alla presentazione della campagna per gli abbonamenti gratuiti alla trasporto pubblico per gli studenti campani, spiega che in un primo momento era prevista la copertura per 80mila studenti,...

Campania bruciata dalle fiamme, assetata d’acqua, deturpata da mancata depurazione: il dossier di Legambiente

Un'estate da dimenticare per la Campania bruciata dalle fiamme, assetata per mancanza di acqua, deturpata da cemento selvaggio, illegale e disordinato, con ancora tanti punti critici sul fronte dell'inquinamento marino. I dati, le storie, i numeri raccolti da Legambiente in un dossier sono eloquenti...

Napoli: 23enne muore dopo aver atteso per 4 ore al Pronto Soccorso

Ventitreenne ricoverato in codice rosso al pronto soccorso dell’ospedale di Napoli Loreto Mare attende 4 ore il trasferimento e muore il giorno dopo. La denuncia arriva da Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, componente della commissione Sanità. «E’ un fatto gravissimo - dice –...