Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 21 minuti fa S. Donnino martire

Date rapide

Oggi: 21 marzo

Ieri: 20 marzo

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniPoliticaUn Museo del Vino per Tramonti, l'idea di Raffaele Ferraioli [L'INTERVISTA]

La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Politica

Nuove idee di sviluppo e valorizzazione del territorio

Un Museo del Vino per Tramonti, l'idea di Raffaele Ferraioli [L'INTERVISTA]

Scritto da (Redazione), lunedì 11 marzo 2019 22:41:26

Ultimo aggiornamento lunedì 11 marzo 2019 22:52:36

Un Museo del Vino per Tramonti, il Chiantishire della Costa d'Amalfi. È l'ultima (in ordine di tempo) del mai domo sindaco di Furore Raffaele Ferraioli, uno degli ultimi politici lungimiranti e illuminati della Costa d'Amalfi, che durante la sua esperienza alla presidenza della Comunità Montana ha partorito il progetto della Casa del Gusto proprio a Tramonti. Noi lo abbiamo intervistato.

Sindaco, non più tardi di un paio di mesi fa, nella doppia veste di Sindaco di Furore e di Coordinatore Regionale delle Città del Vino, ha avanzato una proposta di istituzione a Tramonti presso la Casa del Gusto di un Museo del Vino. Ci illustra meglio questa idea?

Il perdurante abbandono o, se si preferisce, il mancato utilizzo di una struttura come la Casa del Gusto grida vendetta. Viviamo in un mondo dove il senso di responsabilità si è molto affievolito, ma chi ancora non ha perduto del tutto il gusto del fare non può assistere a una tale realtà senza indignarsi. Nel mio caso, poi, c'è un ulteriore senso di frustrazione che deriva dall'essere stato io l'ideatore di quella magnifica struttura, destinata a svolgere il ruolo di Vetrina-Laboratorio di tutta la produzione enogastronomica di eccellenza del nostro territorio ed invece chiusa a tempo indeterminato.

So che sono stati esperiti alcuni tentativi di affidamento in gestione senza esiti positivi, così come conosco lo spirito di concretezza dell'attuale Presidente della Comunità Montana Monti Lattari, ente proprietario della struttura e sono sicuro che vorrà porre ogni ulteriore impegno perchè essa decolli e svolga la funzione per la quale è stata realizzata. Con questi presupposti nasce l'idea del Museo Interattivo - Centro di Documentazione e Laboratorio di Ricerca, come risorsa di arricchimento del paniere dell'offerta turistica della Costa d'Amalfi, da una parte, e come supporto alla produzione, alla distribuzione e al consumo dei vini e di tutte le eccellenze gastronomiche campane, dall'altra.

Lei parla di museo interattivo, in che cosa dovrebbe consistere?

Si tratta di superare l'ormai anacronistica concezione di museo inteso come una semplice, ordinata esposizione di "reperti" di valore storico e considerarlo come "luogo d'incontro interattivo", nel nostro caso, fra i produttori enogastronomici di eccellenza e il pubblico. Grazie allo sviluppo tecnologico in continua evoluzione, legato al mondo digitale, è completamente cambiata la nozione di museo ed è andata via via assumendo il carattere di "mostra virtuale" : l'unica che consente il "racconto" e la presentazione completa degli elementi di testimonianza che si vogliono offrire al visitatore. Del resto la coltivazione della vite in Campania fin dalle epoche più remote è ampiamente documentata.

L'area flegrea e quella vesuviana, il Massico, il Cilento, la Terra di Lavoro, il Sannio, l'Irpinia e la nostra Costa d'Amalfi conservano intatta la loro antica vocazione e non difettano di documentazione. A questo proposito c'è anche un interessante lavoro svolto dal Centro di Storia e Cultura Amalfitana alcuni anni fa, su commissione della Comunità Montana, all'epoca da me presieduta, i cui risultati attendono solo di essere di essere utilizzati e divulgati.

Ci vuole solo passione e convinzione nell'andare alla raccolta di oggetti, strumenti e documenti destinati a formare la "testimonianza della realtà storica della vitivinicoltura contadina", notoriamente interdipendente con il territorio, il paesaggio e la vita stessa della nostra gente.

Gli areali, i terrazzamenti costieri, il magistero dei muri a secco, i sistemi di coltura della vite (dall'Alberata aversana al Pergolato amalfitano), le tecniche di riproduzione dei vitigni, la potatura e l'innesto, le pratiche di vinificazione, le cantine, i cellai, i torchi, le bottaie, i palmenti e gli "ngegni", i trattamenti (dalla Poltiglia Bordolese ai moderni prodotti antiparassitari), la pigiatura e la fermentazione del mosto, la spillatura, l'imbottigliamento, le etichette, i tappi, i cavatappi, l'invecchiamento, le botti, le bottiglie e i bicchieri del vino, gli attrezzi di cantina, gli attrezzi per la degustazione costituiscono un patrimonio di grande interesse culturale, a rischio di scomparsa e di oblìo. Il Museo può e deve recuperare, conservare e presentare queste identità a quanti ne sono interessati.

Come pensa debba essere articolato il museo?

Non c'è da inventarsi niente. Basta dare uno sguardo in giro per l'Italia, per non parlare della Francia e di tanti altri paesi europei, prendere esempio da realtà consolidate, come quella di Buttrio (UD) o di Torgiano (PG), per capire che occorre creare dei veri e propri "percorsi":

1- il Vigneto: coltivazione della vite (struttura di supporto: Campo Catalogo dei vitigni autoctoni);

2- la Cantina: vinificazione;

3- l'Enoteca: degustazione (struttura di supporto: Banca del vino).

Accanto al Museo funzionerà il Centro di Formazione e Ricerca, la Biblioteca - Pinacoteca da offrire anche alle scuole, nonché la Banca e la Bottega del Vino con funzioni di commercializzazione di prodotti legati alla cultura del vino.

Ci ha detto che la sua proposta è stata trasmessa agli organismi preposti. Quali altri passi intende compiere perché questo suo ennesimo desiderio possa realizzarsi?

Avendo maturato, nel frattempo, l'idea di allargare l'iniziativa dal livello locale a quello regionale, tornerò alla carica organizzando un apposito incontro qui in Costa d'Amalfi, al quale inviterò a partecipare il nostro governatore, Vincenzo de Luca sempre sensibile alle iniziative miranti allo sviluppo dei territori, il Presidente del Consorzio dei produttori, il Presidente della Comunità Montana, quello del Distretto Turistico, i Sindaci della Costa d'Amalfi , il Presidente dell'Associazione delle Città del Vino, i Presidenti delle Camere di Commercio della Campania, il Presidente della locale Strada del Vino, i Soprintendenti ai Beni Culturali e tutti coloro che in qualche modo hanno competenze e responsabilità in tema di governo del territorio e, come tali, possono essere interessati all'argomento.

Ho già pensato anche al titolo del convegno: "Museo del Vino a Tramonti: risorsa strategica per la Campania". Sono convinto che qualcosa di buono faremo. A questo punto mi sovviene quella famosa frase: "Non sbaglia chi tenta di migliorare la propria condizione e non ci riesce. Sbaglia chi si limita a lamentarsi della precarietà della propria esistenza e non fa niente per superarla."

Grazie sindaco, con la speranza di brindare presto al raggiungimento dell'obiettivo.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Minori, progetto nuova "bretella". Mormile: «In Consiglio comunale riaffermeremo la verità»

Sulla procedura per la realizzazione della "bretella" di collegamento della strada interna con la Statale 163 Amalfitana e dei relativi parcheggi e box auto, oggetto di discussione del Consiglio comunale convocato giovedì prossimo, interviene il capogruppo di minoranza Fulvio Mormile: «La verità sull'...

«Dai bastardi di Pizzofalcone ai bastardi di Ravello»: la riflessione di Umberto Belpedio

Il giornalista Umberto Belpedio, già a capo della redazione salernitana de "Il Roma" e del "Giornale di Napoli", interviene sul "pollaio di Ravello", dopo i botta e risposta tra il sindaco di Ravello Salvatore Di Martino, supportato dal direttore di Villa Rufolo Secondo Amalfitano, e il gruppo di minoranza...

"Il pollaio di Ravello" torna a far rumore: Di Martino e Amalfitano all’attacco di chi muove critiche

Non tarda ad arrivare la replica dell'amministrazione comunale di Ravello, guidata dal sindaco Salvatore Di Martino, alle contestazioni mosse dal gruppo di minoranza di Insieme per Ravello circa i disagi registrati nella giornata di ieri in paese invasa da oltre 3600 visitatori di tutta la provincia...

Successo Gran Carnevale di Maiori: Sindaco soddisfatto: «Raggiunti risultati eccezionali»

Al termine dei festeggiamenti per la 46esima edizione del Gran Carnevale di Maiori, che ha incassato unanimi consensi per l'organizzazione e la presenza di pubblico nei quattro giorni di eventi, il sindaco Antonio Capone esprime la propria soddisfazione in un messaggio pubblico: Lo straordinario successo...

Bus granturismo mettono in ginocchio Costiera Amalfitana: l'interrogazione del deputato Gigi Casciello (FI)

Il deputato salernitano di Forza Italia, Gigi Casciello, ha presentato un’interrogazione al Ministro dell’Ambiente, della Salute, al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, e al Ministro per i Beni e le attività culturali per sapere quali iniziative e quali misure di intervento intendano assumere...