Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 30 minuti fa S. Teodoro martire

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaUn'imposta di soggiorno unica per la Costa d'Amalfi, perchè no? Produrrebbe 5 milioni di euro e servizi...

Sulle Onde del Mediterraneo - Amalfi - Piazza Municipio - Capodanno Bizantino - Valentina Stella 27 settembreLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pelletRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Un'imposta di soggiorno unica per la Costa d'Amalfi, perchè no? Produrrebbe 5 milioni di euro e servizi...

Scritto da (Redazione), mercoledì 4 gennaio 2017 18:35:38

Ultimo aggiornamento mercoledì 4 gennaio 2017 23:13:54

di Raffaele Ferraioli*

"Andiamo a zonzo: dal distretto al polo", non vi sembri esagerato, ma per qualcuno potrebbe significare che stiamo per recarci in una località dell’Antartide. Ma zonzo non è il nome di un luogo, il distretto non è quello militare e il polo non vuole essere la terra dei grandi ghiacciai.

Pur non essendo zonzo un paese, noi continuiamo ad andarci. Ci andiamo soprattutto noi Sindaci di questo territorio che, come tutti sanno, presenta una storica difficoltà a fare sistema. Nonostante tutti gli sforzi fatti negli ultimi anni alla ricerca di un minimo di coesione nella Conferenza dei Sindaci siamo giunti a un bivio: o la istituzionalizziamo, o la riduciamo in un’ inutile passerella per prime donne a caccia di applausi. Non possiamo continuare ad assistere, inerti, alla totale assenza di "governance della dimensione intermedia". Una situazione insopportabile che causa danni enormi a tutti, ricchi e poveri. E, a proposito del famoso trio canoro, mi vien da dire: "Come vorrei..." non essere più costretto a raccontare questa "storiella" che pochi conoscono e che nessuno vuole ascoltare, pur essendo una delle cause principali della mancata risoluzione dei nostri problemi.

Il turismo è un’attività assai complessa e l’assenza di una valida regia di livello comprensoriale è a dir poco una iattura. Si va avanti a zonzo in piena coriandolizzazione delle competenze: non si programma, non si collabora, non si promuove, non si controlla, non si gestisce. Non si governano, in modo corretto, integrato e coordinato settori vitali della nostra economia quali il turismo, il trasporto pubblico, la viabilità, i servizi di accoglienza e di ospitalità e tutte le altre attività annesse e connesse.

Eppure l‘esigenza di istituire un ente intermedio che operasse a misura di territorio fu avvertita dal legislatore nazionale qualcosa come trentaquattro anni fa, quando venne promulgata la prima legge quadro sul turismo (la n. 217 del 1983) che prevedeva l’istituzione delle Aziende di Promozione Turistica (A.P.T.) e faceva piazza pulita delle Aziende Autonome di Soggiorno e Turismo, imponendo il giusto principio della territorialità e abiurando quello del localismo, ispirato alla logica del "chi ha avuto, ha avuto…". Logica perversa che fa diventare il ricco sempre più ricco e il povero sempre più povero.

Non a caso i centri turisticamente più sviluppati si avvalevano della presenza dell’azienda e quelli in attesa di sviluppo restavano a guardare.

Ma una sorta di resistenza al cambiamento prevalse e la riforma restò al palo. In Campania la legge attuativa di tale riforma, la L.R. n.37 del 1987 , istitutiva delle A.P.T., non fu mai attuata.

Una ventina d’anni più tardi, il legislatore nazionale con una nuova legge quadro, esattamente la n. 135/2001 fece un ulteriore passo in avanti, affermando un’altra grande verità: non è possibile escludere il privato dal governo del turismo. Nemmeno questa volta mancarono le contestazioni sulla corretta interpretazione dell’art. V della Costituzione in ordine alla divisione delle competenze. Conflitto questo, eterno e che tuttora appassiona giuristi ed esperti. Il nuovo Ente periferico venne battezzato "Sistema Turistico locale" (S.T.L.) ma, ancora una volta non decollò.

In Campania, dopo un lungo e penoso dibattito e dopo aver "bruciato" decine di proposte di legge, il Consiglio Regionale- assessore in carica Pasquale Sommese- è riuscito a promulgare la legge n.18/2014 per la riorganizzazione dell’apparato turistico periferico, prevedendo non già gli S.T.L. ma i Poli. Ma, quel che più conta, è stato ignorato quanto previsto nel PTR (Piano Territoriale Regionale) a proposito di Sistemi Territoriali di Sviluppo (S.T.S.) e relativi ambiti, che pure erano stati correttamente disegnati con criteri assolutamente condivisibili.

In un tale quadro, a dir poco confusionario, la responsabilità di noi Sindaci aumenta e dovrebbe indurci a cercare nuove sinergie per uscire dal pantano, anziché andare a zonzo. In tutto questo caos lo Stato con la legge n.10 del 2005 ha continuato a metterci lo zampino, ideando il Distretto Turistico, ma non ne ha chiarito fino in fondo ruoli, funzioni, competenze, fonti di finanziamento, natura dei rapporti con i Comuni, con i Poli e con la Regione stessa. Siamo alla simpatica logica del "facimme ammuina!", tanto cara a noi Napoletani.

Resta e incombe su di noi la responsabilità di raggiungere un’intesa per l’individuazione dell’ambito territoriale del Polo (personalmente quello prefigurato nel PTR come S.T.S. n. 7 - Costa d’Amalfi mi sta più che bene) richiederne l’istituzione alla regione Campania.

Su questo fronte siamo assolutamente inadempienti. E a chi tenta di giustificare questa colpevole forma di accidia adducendo a motivo la sua contrarietà a tale riforma, bisogna far notare che anche dichiarare e motivare il proprio dissenso è un dovere. A conferma dell’antica regola che "chi tace acconsente".

A conclusione di questa lunga carrellata resta, comunque, la necessità di concepire il territorio e non le singole località, come arena nella quale cimentarsi, se si vogliono cogliere obiettivi importanti e risolvere problemi seri per tutti.

Un’ iniziativa che mi sento di suggerire - ma temo che non incontrerà un grande favore - riguarda la Tassa di Soggiorno e, più precisamente, la correzione dei criteri di applicazione, di riscossione e di destinazione di questo tributo:

  • Uniformità delle misure e dei sistemi di applicazione e di riscossione;
  • Territorializzazione del tributo, che produce un introito calcolabile intorno a ben cinque milioni di euro; una cifra cospicua con la quale si potrebbero adottare iniziative importantissime e di interesse "di area vasta", anziché disperderla, come avviene oggi, in mille rivoli.

Si potrebbe affrontare e risolvere un’infinità di problemi, tutti di grande valenza e capaci di cambiare il destino della nostra area. Cito a mo’ d’ esempio: la costruzione di uno o più eliporti, la riorganizzazione del servizio di trasporto pubblico su gomma con la creazione di un terminal bus, la realizzazione di un campo da golf, l’istituzione di un’Amalfi Coast Film Commission che attiri e incoraggi la produzione cinematografica e televisiva nelle nostre contrade, il restauro del paesaggio con interventi di cosmesi ambientale, l’adeguamento dei punti di sbarco con la dotazione improcrastinabile di comode stazioni marittime tuttora inesistenti, l’attrezzatura di tratti di scogliera per ampliare l’offerta di spazi balneabili allo stato insufficienti, la creazione di una Scuola Internazionale di Gastronomia, l’allestimento di una Farm delle eccellenze del nostro territorio.

Per il momento mi fermo qui. Attendo risposte e, perchè no, controdeduzioni, smentite, per un dibattito quanto più ampio è possibile. L’importanza degli argomenti in discussione lo meriterebbe.

*sindaco di Furore, decano dei sindaci della Costa d'Amalfi

Leggi anche:

Imposta di soggiorno, è record a Sorrento: incassati 3 milioni di euro

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Provincia, Mormile chiede rimozione transenne e newjersey da strada Maiori-Tramonti

Il capogruppo provinciale di Forza Italia alla Provincia di Salerno, Fulvio Mormile, scrive al responsabile del settore viabilità di palazzo Sant'Agostino, Domenico Ranesi, circa l'eliminazione di delimitazioni dalla strada Provinciale 2 Maiori-Tramonti, poco distante dal distributore di carburanti....

Maiori, consigliere Esposito replica a Fiorillo: «Non scendo su tuo terreno di gioco»

Riceviamo e pubblichiamo, a garanzia del diritto di replica, lettera a firma del consigliere comunale di Maiori Salvatore Esposito, indirizzata al collega di minoranza Valentino Fiorillo che qualche giorno fa, da questa tribuna, lo aveva sollecitato sull'iniziativa di evidenziare pagamenti non eseguiti...

Fondazione Ravello, Maffettone risponde a duo De Masi-Brunetta: «Disinformati e pretestuosi»

Toh chi si rivede. Anzi, chi si risente. Bisognava che si scomodassero i due ex presidenti della Fondazione Ravello, Brunetta e De Masi per stimolare l'intervento dell'attuale presidente (ma ancora per poco) Sebastiano Maffettone. Fine intellettuale e filosofo, persona perbene e dallo spiccato senso...

Fondazione Ravello, De Masi e Brunetta scrivono a De Luca: «Occorre nuova governance, capace e appassionata»

«Occorre individuare urgentemente una nuova governance, degna della mission altissima che Ravello ha il dovere di svolgere: realizzare un mix in cui livello culturale e capacità manageriali si fondano con una tensione appassionata». È l'appello che gli ultimi due ex presidenti della Fondazione Ravello...

Maiori, spiaggia libera attrezzata: consigliere comunale chiede verifiche concessione di suo zio [FOTO]

A Maiori il consigliere di maggioranza Salvatore Esposito ha inviato una nota al sindaco, al segretario comunale, al responsabile del settore demanio e, per conoscenza, ai capigruppo consiliari con cui ha chiesto di "verificare il rispetto del contratto di concessione" del tratto di spiaggia libera attrezzata...