Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Marco solitario

Date rapide

Oggi: 24 ottobre

Ieri: 23 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaTerminal bus SITA da Amalfi verso Maiori: approvato progetto per il Demanio. Il no delle minoranze

La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pellet euro 4,30 per 15KGRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Terminal bus SITA da Amalfi verso Maiori: approvato progetto per il Demanio. Il no delle minoranze

Scritto da (Redazione), giovedì 20 ottobre 2016 19:21:04

Ultimo aggiornamento domenica 23 ottobre 2016 12:35:10

Il Consiglio Comunale di Maiori ha approvato, in data odierna, la proposta di realizzazione del terminal bus SITA in località Demanio.

Un progetto dettato dalla necessità di delocalizzare da Amalfi la logistica dell'azienda del trasporto pubblico: deposito, officina, distributore carburante, ricovero mezzi. La proposta è stata approvata dal solo gruppo di maggioranza (assente il solo Andrea Gatto). Contrarie le tre minoranze, sempre più unite negli ultimi tempi sui grandi temi, Città Nuova, Insieme per Maiori e Civitas 2.0.

Cinquemila metri cubi di strutture per l'ottanta per cento in superficie il cui progetto, definito "eosostenibile", secondo le minoranze necessiterebbe della modifica del PUT (Piano Urbanistico Regionale) che ad oggi prevede, in quella zona, soltanto realizzazione di opere per l'attività sportiva.

«Non serve un genio per capire che il progetto di Sita Sud provocherebbe un ulteriore congestionamento di Via Nuova Chiunzi, già ora invivibile -denunciano in una nota i gruppi di minoranza - notoriamente inquinantissimi veicoli, come dice la società stessa, attraverserebbero quotidianamente almeno per venti passaggi in più (una stima di per se impressionante, ma anche di gran lunga al ribasso) l'arteria principale del paese, che già oggi sconta criticità per inquinamento acustico e ambientale oltre ogni limite, a causa della delocalizzazione dell'unica stazione di servizio del circondario, della Cartiera Confalone e dello svincolo di Angri. Con le relative conseguenze su carico ambientale e peso strutturale che i palazzi di Via Nuova Chiunzi si troveranno ad affrontare».

«Solo l'Amministrazione Capone riesce a vedere una "pubblica utilità" nel porre Maiori quale spugna dei danni ambientali della Sita per conto dell'intera Costiera Amalfitana senza contropartite dignitose; e probabilmente la vede il Comune di Amalfi che accetta volentieri - deve supporsi - il regalo di un bel po' di spazio ad incremento della propria capacità di accoglienza turistica.

A meno che non si consideri sufficiente l'obolo di un quadriennio gratuito (più o meno 150000 euro in servizi) offerto dalla Sita al Comune di Maiori per la navetta che collega il centro ai villaggi. Si badi bene, gratuito per l'Ente, non per i cittadini, che pagano lo stesso biglietto dei salernitani per muoversi nella propria cinta urbana e anzi fino a Cava.

Per questa elemosina noi dovremmo essere disponibili a:

  • rinunciare alla prospettiva delle attrezzature sportive cui l'area è urbanisticamente destinata;
  • accettare l'aggravamento della situazione ambientale e della mobilità di via Nuova Chiunzi penalizzando oltremisura le attività produttive e i cittadini residenti;
  • credere che in zona rossa a rischio elevato da frana e in parte molto elevato da colata si possa mettere questa struttura "perché non altrimenti localizzabile": il che, naturalmente, non è vero. Perché qui mica siamo di fronte ad un obbligo di legge per l'Ente, come può essere un depuratore. Siamo di fronte ad un privato che ha bisogno di una struttura per meglio corrispondere ai propri interessi privati e ai propri doveri di concessionario pubblico; e trova comoda questa soluzione perché è diventato proprietario del suolo e perché si trova di fronte un interlocutore istituzionale di non grande peso specifico.

Il nostro suggerimento alla SITA Sud, permanendo queste condizioni, è di provare da un'altra parte.

Noi comunque - concludono i consiglieri di minoranza - ci opporremo in ogni possibile modo a questa ulteriore svendita del territorio e dell'ambiente di Maiori».

Leggi anche:

Terminal bus SITA a Maiori, sindaco Capone: «Opera che avrà ricaduta occupazionale ed economica per tutto il territorio»

Si pubblica di seguito, per completezza d'informazione, nota integrale dei gruppi di minoranza uniti.

Oggi nel Consiglio Comunale di Maiori la maggioranza ha approvato da sola la dichiarazione di pubblica utilità per la ipotetica futura costruzione di un terminal per i bus della SITA in località Demanio. Questa è la dichiarazione di voto contrario delle opposizioni.

Anche se non siamo a Pasqua, l'Amministrazione tira sempre fuori una sorpresa.

E l'ha fatto anche nel Consiglio Comunale di oggi.

Una operazione di modifica del PUT e del Piano Regolatore con cinquemila metri cubi di strutture per l'ottanta per cento in superficie diventa "un terminal-bus ecosostenibile"; ci danno il progetto martedì 18 ottobre e due giorni dopo dobbiamo decidere cosa farne.

Il fatto che il preliminare sia agli atti dell'Ente da undici mesi la dice lunga sulla correttezza istituzionale e sull'effettiva volontà di questa Amministrazione di accettare un confronto civile. Perfino su una operazione, il riconoscimento della "pubblica utilità", che per definizione dovrebbe godere della maggiore condivisione possibile.

Peraltro, è già successo coi regolamenti, è già successo quando fu svenduta senza riflessione l'acqua e la rete idrica comunale, con le aree demaniali, col depuratore, con gli appalti; è successo sempre da Giugno 2015, e quindi ci siamo ormai convinti che per l'attuale Amministrazione l'apertura mentale sia una frattura del cranio.

Nel merito:

appena abbiamo letto la parola "ecosostenibile", avevamo immaginato che finalmente la SITA avesse pensato di smettere di inquinare mezza Costiera acquisendo, ad esempio, nuovi pullman a trazione elettrica o a metano.

Errore: si tratta invece dell'ennesima presa in giro di questa Amministrazione. Anche se non c'è nulla da ridere, ma solo da aggiungere questa alle altre preoccupazioni per il futuro della nostra città.

Non serve un genio per capire che il progetto di Sita Sud provocherebbe un ulteriore congestionamento di Via Nuova Chiunzi, già ora invivibile. I notoriamente inquinantissimi veicoli, come dice la società stessa, attraverserebbero quotidianamente almeno per venti passaggi in più (una stima di per se impressionante, ma anche di gran lunga al ribasso) l'arteria principale del paese, che già oggi sconta criticità per inquinamento acustico e ambientale oltre ogni limite, a causa della delocalizzazione dell'unica stazione di servizio del circondario, della Cartiera Confalone e dello svincolo di Angri. Con le relative conseguenze su carico ambientale e peso strutturale che i palazzi di Via Nuova Chiunzi si troveranno ad affrontare.

Noi argomenteremo, oggi e nel prosieguo, che speriamo breve, di questa storia, come non ci si trovi di fronte a un pubblico interesse, ma all'interesse privato di un soggetto titolare di concessione pubblica. Il che non è di per sé un male, ma solo nella misura in cui la soddisfazione dell'interesse porta benefici in pari misura ad entrambe le parti.

Cosa che, allo stato dei fatti, non è.

Tanto per incominciare, caliamo un velo pietoso sulla proposta di delibera ove si legge quasi un ricatto della Sita Sud allorché paventa ridimensionamenti, rincari e licenziamenti: un atteggiamento che sfiora il limite della denuncia alle autorità. Per di più, è un tentativo di condizionamento all'indirizzo sbagliato, perché non è certo il Comune di Maiori il soggetto giuridico responsabile dell'ottimizzazione del servizio di mobilità costiera: al momento l'Ente sta solo responsabilmente valutando in autonomia se una operazione urbanistica complessa possa essere prima di reciproco interesse, e poi indirettamente utile al resto del territorio. Almeno, noi speriamo che sia questo e non qualche strano "piacere" a qualche "amico/a".

Questo interesse noi non lo vediamo, e solo l' Amministrazione Capone riesce a vedere una "pubblica utilità" nel porre Maiori quale spugna dei danni ambientali della Sita per conto dell'intera Costiera Amalfitana senza contropartite dignitose; e probabilmente la vede il Comune di Amalfi che accetta volentieri - deve supporsi - il regalo di un bel po' di spazio ad incremento della propria capacità di accoglienza turistica.

A meno che non si consideri sufficiente l'obolo di un quadriennio gratuito (più o meno 150000 euro in servizi) offerto dalla Sita al Comune di Maiori per la navetta che collega il centro ai villaggi. Si badi bene, gratuito per l'Ente, non per i cittadini, che pagano lo stesso biglietto dei salernitani per muoversi nella propria cinta urbana e anzi fino a Cava.

Per questa elemosina noi dovremmo essere disponibili a:

  • rinunciare alla prospettiva delle attrezzature sportive cui l'area è urbanisticamente destinata;
  • accettare l'aggravamento della situazione ambientale e della mobilità di via Nuova Chiunzi penalizzando oltremisura le attività produttive e i cittadini residenti;
  • credere che in zona rossa a rischio elevato da frana e in parte molto elevato da colata si possa mettere questa struttura "perché non altrimenti localizzabile": il che, naturalmente, non è vero. Perché qui mica siamo di fronte ad un obbligo di legge per l'Ente, come può essere un depuratore. Siamo di fronte ad un privato che ha bisogno di una struttura per meglio corrispondere ai propri interessi privati e ai propri doveri di concessionario pubblico; e trova comoda questa soluzione perché è diventato proprietario del suolo e perché si trova di fronte un interlocutore istituzionale di non grande peso specifico.

Il nostro suggerimento alla SITA Sud, permanendo queste condizioni, è di provare da un'altra parte.

Noi comunque ci opporremo in ogni possibile modo a questa ulteriore svendita del territorio e dell'ambiente di Maiori.

E con noi, siamo certi, si opporranno i cittadini danneggiati dalla scelta.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Amalfi: 26 ottobre Consiglio comunale su vendita ex Confettificio Pansa

Un Consiglio comunale per discutere la proposta di vendita, da parte della Provincia di Salerno, dell'ex Confettificio Pansa di Amalfi. La richiesta - avanzata lo scorso 7 ottobre al sindaco Daniele Milano da parte dei consiglieri comunali di minoranza Antonio De Luca, Giovanni Torre, Pasquale Buonocore...

Ravello, gestione Auditorium Niemeyer deludente. Minoranza denuncia presunte inottemperanze

A Ravello, da qualche giorno, è ripresa la programmazione cinematografica all'Auditorium nell'anonimato più totale. Non è un segreto che la gestione della struttura progettata dall'archistar brasiliana Oscar Niemeyer, oggi in capo alla società "Graficamente srl" per poco più di mille euro al mese, si...

Maiori, terminal bus Sita «non è di pubblica utilità»: minoranze chiedono Consiglio Comunale

MAIORI - I gruppi consiliari di minoranza, Civitas 2.0 e Orizzonte Maiori,, rappresentati dai consilgieri Enrico Califano, Valentino Fiorillo, Maria Teresa Laudano e Lucia Mammato, hanno richiesto la convocazione del Consiglio Comunale per chiedere la revoca della delibera di giunta numero 40 del 20...

2019: cinque comuni della Costiera Amalfitana al voto

Sono cinque i comuni della Costiera Amalfitana chiamati, nella primavera 2019, al rinnovo di Sindaco e Consiglio comunale. Si tratta di Atrani, Furore, Minori, Tramonti e Vietri sul Mare, per un totale di circa 15mila elettori aventi diritto (previsti in 11 mila alle urne). Mentre dal Ministero dell'Intero...

Elezioni provinciali, per Centrodestra è Roberto Monaco il candidato presidente

A poche ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature, il centrodestra salernitano trova la quadra sul nome del candidato che andrà a sfidare il dem Michele Strianese, sindaco di San Valentino Torio, per la presidenza della Provincia di Salerno. Si tratta di Roberto Monaco, primo...