Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Rosa da Lima vergine

Date rapide

Oggi: 23 agosto

Ieri: 22 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniPoliticaTerminal bus SITA da Amalfi verso Maiori: approvato progetto per il Demanio. Il no delle minoranze

E' morto Michele Siani, il dottore dei bambini

Successo per "La Corrida" a Tramonti, tra risate e divertimento si scoprono i talenti

Fiamme senza fine, Costiera Amalfitana in ginocchio. Sarà nuova notte di fuoco [FOTO - VIDEO]

Scuola: Fedeli, portare obbligo scolastico fino a 18 anni

La Costiera Amalfitana su ItaloBog: suggerimenti ed appunti di viaggio ad alta velocità

Il ristorante Masaniello di Maiori cerca un cameriere ed un pizzaiolo

Salerno, FantaExpo 2017: tra ospiti attore Alessandro Sampaoli, rapper Coez e youtuber Sabaku

Fiordo di Furore chiuso, GdF fa sgomberare l'arenile e sequestra ombrelloni e sdraio [FOTO]  

Ischia: anche Ciro estratto dalle macerie, tre fratellini salvi

Emergenza incendi, a Cava de’ Tirreni riunione con sindaci Costa d’Amalfi: pronti a chiedere stato di calamità

Ischia: estratto anche Mattias, si scava per estrarre Ciro

Terrorismo, Prefetto Salerno: «Nessun allarme ma siamo vigili»

Al Ravello Festival i giovani talenti della Asian Youth Orchestra diretti da James Judd

Samuel L. Jackson e Magic Johnson scambiati per migranti, la foto e il “meme” diventati esperimento sociale

Transenne sulla spiaggia, chiuso Fiordo di Furore [FOTO]

Ravello: è nato Nico Schiavo, festa al bar San Domingo [FOTO]

Conca dei Marini, Furore e Valdobbiadene: un patto di amicizia in nome di arte e gusto

Anche Gennaro Contaldo durante la sua visita in Costiera riceve il Casolaro Jewels

Tramonti: Pucara si risveglia tra le fiamme. Fumo e cenere anche a Maiori

Terremoto Ischia: morte due donne, almeno 39 feriti. Estratto bimbo di pochi mesi, si cercano fratellini che sono vivi

Eventi musica live a Le Nereidi di Amalfi - La notte in Costiera Amalfitana dal 12 al 19 agosto 2017 Edizione 2017 del Ravello Festival www.ravellofestival.com Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Aspettando Gusta Minori gli eventi in calendario a Minori in Costiera Amalfitana Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Offerta pellet a prezzo eccezionale, 15kg a meno di 4 euro al kg. Clicca sul banner per maggiori info Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Politica

Terminal bus SITA da Amalfi verso Maiori: approvato progetto per il Demanio. Il no delle minoranze

Scritto da (Redazione), giovedì 20 ottobre 2016 19:21:04

Ultimo aggiornamento domenica 23 ottobre 2016 12:35:10

Il Consiglio Comunale di Maiori ha approvato, in data odierna, la proposta di realizzazione del terminal bus SITA in località Demanio.

Un progetto dettato dalla necessità di delocalizzare da Amalfi la logistica dell'azienda del trasporto pubblico: deposito, officina, distributore carburante, ricovero mezzi. La proposta è stata approvata dal solo gruppo di maggioranza (assente il solo Andrea Gatto). Contrarie le tre minoranze, sempre più unite negli ultimi tempi sui grandi temi, Città Nuova, Insieme per Maiori e Civitas 2.0.

Cinquemila metri cubi di strutture per l'ottanta per cento in superficie il cui progetto, definito "eosostenibile", secondo le minoranze necessiterebbe della modifica del PUT (Piano Urbanistico Regionale) che ad oggi prevede, in quella zona, soltanto realizzazione di opere per l'attività sportiva.

«Non serve un genio per capire che il progetto di Sita Sud provocherebbe un ulteriore congestionamento di Via Nuova Chiunzi, già ora invivibile -denunciano in una nota i gruppi di minoranza - notoriamente inquinantissimi veicoli, come dice la società stessa, attraverserebbero quotidianamente almeno per venti passaggi in più (una stima di per se impressionante, ma anche di gran lunga al ribasso) l'arteria principale del paese, che già oggi sconta criticità per inquinamento acustico e ambientale oltre ogni limite, a causa della delocalizzazione dell'unica stazione di servizio del circondario, della Cartiera Confalone e dello svincolo di Angri. Con le relative conseguenze su carico ambientale e peso strutturale che i palazzi di Via Nuova Chiunzi si troveranno ad affrontare».

«Solo l'Amministrazione Capone riesce a vedere una "pubblica utilità" nel porre Maiori quale spugna dei danni ambientali della Sita per conto dell'intera Costiera Amalfitana senza contropartite dignitose; e probabilmente la vede il Comune di Amalfi che accetta volentieri - deve supporsi - il regalo di un bel po' di spazio ad incremento della propria capacità di accoglienza turistica.

A meno che non si consideri sufficiente l'obolo di un quadriennio gratuito (più o meno 150000 euro in servizi) offerto dalla Sita al Comune di Maiori per la navetta che collega il centro ai villaggi. Si badi bene, gratuito per l'Ente, non per i cittadini, che pagano lo stesso biglietto dei salernitani per muoversi nella propria cinta urbana e anzi fino a Cava.

Per questa elemosina noi dovremmo essere disponibili a:

  • rinunciare alla prospettiva delle attrezzature sportive cui l'area è urbanisticamente destinata;
  • accettare l'aggravamento della situazione ambientale e della mobilità di via Nuova Chiunzi penalizzando oltremisura le attività produttive e i cittadini residenti;
  • credere che in zona rossa a rischio elevato da frana e in parte molto elevato da colata si possa mettere questa struttura "perché non altrimenti localizzabile": il che, naturalmente, non è vero. Perché qui mica siamo di fronte ad un obbligo di legge per l'Ente, come può essere un depuratore. Siamo di fronte ad un privato che ha bisogno di una struttura per meglio corrispondere ai propri interessi privati e ai propri doveri di concessionario pubblico; e trova comoda questa soluzione perché è diventato proprietario del suolo e perché si trova di fronte un interlocutore istituzionale di non grande peso specifico.

Il nostro suggerimento alla SITA Sud, permanendo queste condizioni, è di provare da un'altra parte.

Noi comunque - concludono i consiglieri di minoranza - ci opporremo in ogni possibile modo a questa ulteriore svendita del territorio e dell'ambiente di Maiori».

Leggi anche:

Terminal bus SITA a Maiori, sindaco Capone: «Opera che avrà ricaduta occupazionale ed economica per tutto il territorio»

Si pubblica di seguito, per completezza d'informazione, nota integrale dei gruppi di minoranza uniti.

Oggi nel Consiglio Comunale di Maiori la maggioranza ha approvato da sola la dichiarazione di pubblica utilità per la ipotetica futura costruzione di un terminal per i bus della SITA in località Demanio. Questa è la dichiarazione di voto contrario delle opposizioni.

Anche se non siamo a Pasqua, l'Amministrazione tira sempre fuori una sorpresa.

E l'ha fatto anche nel Consiglio Comunale di oggi.

Una operazione di modifica del PUT e del Piano Regolatore con cinquemila metri cubi di strutture per l'ottanta per cento in superficie diventa "un terminal-bus ecosostenibile"; ci danno il progetto martedì 18 ottobre e due giorni dopo dobbiamo decidere cosa farne.

Il fatto che il preliminare sia agli atti dell'Ente da undici mesi la dice lunga sulla correttezza istituzionale e sull'effettiva volontà di questa Amministrazione di accettare un confronto civile. Perfino su una operazione, il riconoscimento della "pubblica utilità", che per definizione dovrebbe godere della maggiore condivisione possibile.

Peraltro, è già successo coi regolamenti, è già successo quando fu svenduta senza riflessione l'acqua e la rete idrica comunale, con le aree demaniali, col depuratore, con gli appalti; è successo sempre da Giugno 2015, e quindi ci siamo ormai convinti che per l'attuale Amministrazione l'apertura mentale sia una frattura del cranio.

Nel merito:

appena abbiamo letto la parola "ecosostenibile", avevamo immaginato che finalmente la SITA avesse pensato di smettere di inquinare mezza Costiera acquisendo, ad esempio, nuovi pullman a trazione elettrica o a metano.

Errore: si tratta invece dell'ennesima presa in giro di questa Amministrazione. Anche se non c'è nulla da ridere, ma solo da aggiungere questa alle altre preoccupazioni per il futuro della nostra città.

Non serve un genio per capire che il progetto di Sita Sud provocherebbe un ulteriore congestionamento di Via Nuova Chiunzi, già ora invivibile. I notoriamente inquinantissimi veicoli, come dice la società stessa, attraverserebbero quotidianamente almeno per venti passaggi in più (una stima di per se impressionante, ma anche di gran lunga al ribasso) l'arteria principale del paese, che già oggi sconta criticità per inquinamento acustico e ambientale oltre ogni limite, a causa della delocalizzazione dell'unica stazione di servizio del circondario, della Cartiera Confalone e dello svincolo di Angri. Con le relative conseguenze su carico ambientale e peso strutturale che i palazzi di Via Nuova Chiunzi si troveranno ad affrontare.

Noi argomenteremo, oggi e nel prosieguo, che speriamo breve, di questa storia, come non ci si trovi di fronte a un pubblico interesse, ma all'interesse privato di un soggetto titolare di concessione pubblica. Il che non è di per sé un male, ma solo nella misura in cui la soddisfazione dell'interesse porta benefici in pari misura ad entrambe le parti.

Cosa che, allo stato dei fatti, non è.

Tanto per incominciare, caliamo un velo pietoso sulla proposta di delibera ove si legge quasi un ricatto della Sita Sud allorché paventa ridimensionamenti, rincari e licenziamenti: un atteggiamento che sfiora il limite della denuncia alle autorità. Per di più, è un tentativo di condizionamento all'indirizzo sbagliato, perché non è certo il Comune di Maiori il soggetto giuridico responsabile dell'ottimizzazione del servizio di mobilità costiera: al momento l'Ente sta solo responsabilmente valutando in autonomia se una operazione urbanistica complessa possa essere prima di reciproco interesse, e poi indirettamente utile al resto del territorio. Almeno, noi speriamo che sia questo e non qualche strano "piacere" a qualche "amico/a".

Questo interesse noi non lo vediamo, e solo l' Amministrazione Capone riesce a vedere una "pubblica utilità" nel porre Maiori quale spugna dei danni ambientali della Sita per conto dell'intera Costiera Amalfitana senza contropartite dignitose; e probabilmente la vede il Comune di Amalfi che accetta volentieri - deve supporsi - il regalo di un bel po' di spazio ad incremento della propria capacità di accoglienza turistica.

A meno che non si consideri sufficiente l'obolo di un quadriennio gratuito (più o meno 150000 euro in servizi) offerto dalla Sita al Comune di Maiori per la navetta che collega il centro ai villaggi. Si badi bene, gratuito per l'Ente, non per i cittadini, che pagano lo stesso biglietto dei salernitani per muoversi nella propria cinta urbana e anzi fino a Cava.

Per questa elemosina noi dovremmo essere disponibili a:

  • rinunciare alla prospettiva delle attrezzature sportive cui l'area è urbanisticamente destinata;
  • accettare l'aggravamento della situazione ambientale e della mobilità di via Nuova Chiunzi penalizzando oltremisura le attività produttive e i cittadini residenti;
  • credere che in zona rossa a rischio elevato da frana e in parte molto elevato da colata si possa mettere questa struttura "perché non altrimenti localizzabile": il che, naturalmente, non è vero. Perché qui mica siamo di fronte ad un obbligo di legge per l'Ente, come può essere un depuratore. Siamo di fronte ad un privato che ha bisogno di una struttura per meglio corrispondere ai propri interessi privati e ai propri doveri di concessionario pubblico; e trova comoda questa soluzione perché è diventato proprietario del suolo e perché si trova di fronte un interlocutore istituzionale di non grande peso specifico.

Il nostro suggerimento alla SITA Sud, permanendo queste condizioni, è di provare da un'altra parte.

Noi comunque ci opporremo in ogni possibile modo a questa ulteriore svendita del territorio e dell'ambiente di Maiori.

E con noi, siamo certi, si opporranno i cittadini danneggiati dalla scelta.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

comments powered by Disqus

Ultimi articoli in Politica

Emergenza incendi, a Cava de’ Tirreni riunione con sindaci Costa d’Amalfi: pronti a chiedere stato di calamità

Emergenza incendi, a Cava de' Tirreni riunione con sindaci Costa d'Amalfi: chiesto intervento di Prefetto e Magistratura Questa mattina (martedì 22 agosto), nella Sala della Giunta del Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, ospiti del sindaco Vincenzo Servalli, si sono riuniti i sindaci di Amalfi, Daniele...

I Sindaci approvarono: Ravello-Costa d’Amalfi Capitale Cultura 2020 con supporto del Centro Universitario Europeo

Non ci sta il presidente Alfonso Andria nel vedere escluso, immotivatamente e immeritatamente, il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello dal progetto Ravello-Costa d'Amalfi Capitale italiana della Cultura 2020 e replica all'ultima missiva cofirmata dal sindaco di Ravello Salvatore...

Ravello-Costa d'Amalfi Capitale Cultura: Di Martino e Amalfitano rispondono ad Andria

Non è tardata la replica del sindaco di Ravello Salvatore di Martino, rappresentante il comune capofila del progetto "Ravello-Costa d’Amalfi Capitale italiana della Cultura 2020" alla missiva del presidente del Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali Alfonso Andria con cui evidenziava l’estromissione...

Strage Barcellona, Cirielli (Fdi): «Espulsione e perdita cittadinanza per radicalizzati»

«Gli ultimi attentati devono far riflettere gli italiani e gli europei. È necessario ripensare due concetti che il politicamente corretto della sinistra e dei circoli culturali del buonismo hanno finora imposto, forti del loro controllo su molti media: l'accoglienza e l'integrazione. I fatti tragici...

Ravello-Costa d'Amalfi Capitale Cultura: Centro Universitario Europeo promotore del progetto estromesso senza ragione

Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, escluso dal tavolo tecnico per Ravello Costa d’Amalfi Capitale italiana della Cultura 2020. La prestigiosa istituzione culturale attiva dal 1983, con sede a Villa Rufolo, non risulta tra gli attori del progetto che vede comune capofila...