Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 39 minuti fa S. Bibiana vergine e martire

Date rapide

Oggi: 2 dicembre

Ieri: 1 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaIl Panettone artigianale della Pasticceria Gambardella, da oggi a portata di click. Gambardella, Minori, Costiera AmalfitanaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniPoliticaSoppressione coincidenze Sita a Maiori, l’Amministrazione: «Decisione non tollerabile»

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di Click

Politica

Soppressione coincidenze Sita a Maiori, l’Amministrazione: «Decisione non tollerabile»

Scritto da (Redazione), sabato 5 maggio 2018 10:59:44

Ultimo aggiornamento sabato 5 maggio 2018 12:32:30

Continua la protesta dei cittadini della Costiera Amalfitana, con l’hashtag #vogliamolafermataalbaroriente, contro il provvedimento della Sita Sud che abolisce le coincidenze a Maiori per Salerno, Amalfi, Nocera e Tramonti.

Sulla questione interviene, finalmente, anche l’Amministrazione comunale di Maiori, alla quale l’azienda di trasporti aveva addebitato la causa della decisione. Ma gli amministratori non ci stanno e con un comunicato diffuso agli Organi di Stampa biasimano l’atteggiamento del responsabile della Sita Sud Simone Spinosa, ritenendolo «non tollerabile e non giustificabile, distante dai canoni abituali di chi dovrebbe agire responsabilmente per garantire un servizio migliore». E avvertono: «Noi non avremo incertezza alcuna ad adeguare l’azione amministrativa ad eventuali decisioni aziendali che vadano nella direzione di creare disservizi e penalizzare gli utenti».

Di seguito il testo integrale del comunicato stampa, a garanzia della completezza d’informazione.

Riteniamo quanto mai opportuno un chiarimento sulla questione della fermata SITA di via G. Capone (storicamente definita del "bar oriente") che da qualche giorno tiene banco in numerose discussioni sui social e non solo. Abbiamo opportunamente ritardato qualsiasi forma di comunicazione allo scopo di non alimentare dibattiti, allarmismi, nonché immancabili speculazioni politiche su di un argomento, in cui forse è venuta meno una corretta informazione da parte della società di trasporti.

La "fermata" in via G. Capone non è mai stata in discussione e per quanto ci riguarda mai lo sarà. La "sosta" al contrario - prolungata o breve essa sia - mai autorizzata e sempre tollerata da tutti con senso di responsabilità ha fatto registrare da qualche tempo una serie di problemi, per i quali abbiamo richiesto all’azienda maggiore cooperazione.

Collaborazione finalizzata al rispetto di poche, semplici regole dettate dal buon senso per una civile convivenza, come quella ad esempio, dello spegnimento dei motori in caso di sosta, onde evitare emissioni di fumi nocivi, che sono ragionevolmente alla base delle recriminazioni dei cittadini residenti in zona. In virtù del vecchio rapporto tra le parti, abbiamo intrapreso ogni azione necessaria a prevenire e scongiurare situazioni che potessero arrecare danno a chicchessia, cercando di coniugare al meglio gli interessi di tutti. Ci siamo relazionati con responsabili e rappresentanti dell'azienda, e negli incontri non sono mai mancate le soluzioni alternative.

Per questo motivo, consapevoli dell'impegno profuso, il comunicato dell'azienda assume una valenza irriguardosa che ci lascia senza parole.

Quello che troviamo francamente inaccettabile è la percezione di "ricatto" che tutta la questione ha assunto e che emerge chiaramente dal comunicato stesso di soppressione della fermata. Un atteggiamento grave, non tollerabile e non giustificabile, distante dai canoni abituali di chi dovrebbe agire responsabilmente per garantire un servizio migliore, e che al contrario, assume le peculiarità proprie dei ragazzini dispettosi che si allontanano dal campo di gioco portandosi il pallone!

È un atteggiamento scortese che non possiamo tollerare e che siamo certi il Dott. Simone Spinosa - Responsabile della SITA SUD - ci auguriamo, saprà valutare al meglio.

Noi continueremo, come al solito sulla strada della collaborazione e delle proposte, finalizzate alla soluzione dei problemi e non al loro incremento, allo scopo di scongiurare eventuali disservizi che graverebbero solo ed esclusivamente sugli utenti.

Continueremo con senso di responsabilità, come sanno bene i vertici aziendali, con garbo e determinazione, ma nel caso, non avremo incertezza alcuna ad adeguare l’azione amministrativa ad eventuali decisioni aziendali che vadano nella direzione di creare disservizi e penalizzare gli utenti.

Leggi anche:

Sita Sud: a Maiori abolita area sosta in via Capone, dal 7 maggio saltano le coincidenze

Sita cancella coincidenze a Maiori, Fiorillo: «Squallido "ricattuccio", Sindaco faccia il possibile!»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Ospedale Costa d’Amalfi, Cobalto (FdI): «Ridicolo ringraziare De Luca»

Il passo indietro della Regione Campania sulla separazione del Presidio ospedaliero della Costa d'Amalfi dall'Azienda Ospedaliera e Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno ha tranquillizzato gli animi in Costiera Amalfitana. Ma ha anche lasciato perplessità circa le scelte del...

Ospedale Costa d’Amalfi, Piero De Luca (Pd): «Auspicabile riflessione ulteriore su riorganizzazione aziendale»

«Condivido le preoccupazioni dei sindaci della Costiera amalfitana sulla riorganizzazione aziendale del presidio ospedaliero Castiglione di Ravello». Così in una nota il deputato del Partito Democratico, Piero De Luca. «Ho raccolto le sollecitazioni che mi sono arrivate in queste ore dai tanti amministratori...

Ospedale Costa d’Amalfi fuori dall’Azienda Ospedaliera Ruggi. Mansi (PD Ravello): «La Regione faccia un passo indietro»

Il presidio ospedaliero della Costa d'Amalfi sarà presto fuori dalla rete dell'Azienda Ospedaliera Universitaria "San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona" di Salerno. Una scelta inaccettabile che vedrà il nosocomio costiero tra le strutture afferenti all'Azienda Sanitaria Locale di Salerno. Stravolgimenti...

Vietri, disagi per lavori stradali a Raito: L'Alternativa scrive al sindaco De Simone

«Abbiamo ritenuto di portare all'attenzione del Sindaco e degli Uffici preposti la situazione paradossale venutasi a creare a Raito di Vietri sul Mare, in via Gianturco, a seguito dello "pseudo"-inizio dei lavori relativi all'allargamento della sede stradale. Sono le parole presenti in un comunicato...

Sindaci Costa d'Amalfi a difesa dell'Ospedale di Castiglione: firmati atti ufficiali, chiesto incontro con governatore De Luca

Ognuno dei 14 comuni rappresentati nella Conferenza dei Sindaci della Costa d'Amalfi ha approvato delibera di giunta municipale con la quale si chiede al governatore della Campania, Vincenzo De Luca, di revocare la delibera di giunta regionale, la 474 del 3 novembre, che di fatto "separa" il presidio...