Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 19 minuti fa S. Teodoro martire

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniPoliticaSindaco e Vice: «De Masi non gestirà l’Auditorium. Sì a Fondazione ma con Comune protagonista»

Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Politica

Sindaco e Vice: «De Masi non gestirà l’Auditorium. Sì a Fondazione ma con Comune protagonista»

Scritto da Emiliano Amato (redazione), sabato 19 settembre 2009 14:19:04

Ultimo aggiornamento sabato 19 settembre 2009 14:19:04

«De Masi non gestirà l’Auditorium. Se la Fondazione Ravello dovrà gestire l’Auditorium non sarà certo De Masi a farlo. Anzi, è previsto un suo depotenziamento ed un potenziamento della Fondazione stessa. Riteniamo che il Comune di Ravello debba interpretare il ruolo di soggetto primario all’interno della Fondazione perché siamo noi i rappresentanti delle esigenze di tutti i nostri concittadini».

Sono queste le convinzioni del sindaco di Ravello, Paolo Imperato, e del suo vice, Salvatore Di Martino, espresse stamane nel corso di un incontro con alcuni giornalisti locali tenutosi presso la residenza municipale, a circa due settimane dalla dichiarazione di intenti stipulata principalmente per l’affidamento dell’Auditorium "Oscar Niemeyer".

«Il nostro intento – ha spiegato il Primo cittadino – è quello di realizzare, in un’ ottica di tipo sinergica, un coinvolgimento della Regione. Siccome il presidente Bassolino è uomo che crede nelle istituzioni, ha compreso la necessità di recuperare il ruolo del Comune, in piena sinergia con le altre istituzioni presenti (all'interno della Fondazione ndr). E’ questo il presupposto di lavoro che ci ha sempre animato».

«Sinergia piena vuol dire eliminare alcune anomalie viste in passato -ha proseguito Imperato-; di qui la necessità di riscrivere l’architettura organizzativa della Fondazione con l’istituzione della figura di un segretario generale che ha tutte le attribuzioni che ancora competono al presidente della Fondazione Ravello, in particolare la delega ai rapporti con gli enti e le istituzioni. Con questa riscrittura si esalta questa figura tecnica che verrà scelta d’intesa tra la Regione Campania ed il Comune di Ravello. La seconda correzione di fondo riguarda la necessità di immaginare i tre responsabili dei tre contenitori (Villa Rufolo, Villa Episcopio e Auditorium), figure tecniche professionalmente capaci, valutate per meriti e non per privilegi di carattere politico o personale».

E sulla gestione del complesso monumentale di Villa Episcopio ci ha tenuto a precisare: «Qualche notizia sparata senza un minimo di certezza sul punto fa immaginare che il Comune di Ravello abbia passato Villa Episcopio alla Fondazione. Esiste un impegno (l’accordo di programma firmato nel 2008 con la Regione Campania ndr) che immagina di utilizzare questo straordinario complesso per percorsi musicali, attraverso il progetto di un anfiteatro all’aperto, il recupero dell’antico viale di collegamento con il Duomo. Questo fa sì che l’interlocutore principale con la Regione debba essere il Comune di Ravello, che attraverso l’Ufficio Tecnico Comunale ha già predisposto il progetto di ristrutturazione. Il ruolo di coinvolgimento gestionale della Fondazione riguarderà solo quella parte destinata alla scuola di formazione culturale».

Circa l'affidamento dell’auditorium Oscar Niemeyer, prossimo al completamento, ha aggiunto: «Avviare la gestione dell’Auditorium porterà problemi di carattere economico: c’è l’impegno della Regione Campania ad accompagnare la fase iniziale di due anni con uno sforzo straordinario di due milioni di euro. Ovviamente all’interno di questa cifra sono appostate anche le risorse necessarie per l’evento inaugurale che, immagino, dovrebbe avvenire per gennaio 2010 e che il presidente Bassolino intende curare ‘di persona’. Questo è lo schema ‘cornice’, che deve essere riempita di contenuti».

Contenuti affidati all’analisi del vice Sindaco, Salvatore Di Martino, componente del Consiglio d’indirizzo della Fondazione Ravello in rappresentanza del Comune di Ravello.

«La Fondazione racchiude al suo interno tre organi istituzionali: il socio privato che è il maggiore finanziatore e tre enti territoriali ed è ritenuto strumento utile per mettere a sistema i beni territoriali che il paese possiede. Ma in questi anni non solo non ha attraversato, ma addirittura ha bypassato il paese che oggi vive uno stato di disagio, perché prende atto della parzialità della Fondazione; negli ultimi tempi abbiamo assistito a fenomeni di nepotismo che hanno visto amici, parenti alla ribalta della Fondazione e non sfugge che al suo interno ci sono interi nuclei familiari. Noi immaginiamo una Fondazione al servizio dell’istituzione (Comune ndr) e non più come corpo estraneo ma in grado di recepire i reali bisogni della collettività».

Di Martino ha rimarcato le difficoltà nel quale il Comune di Ravello costantemente si imbatte per l’organizzazione di manifestazioni rivolte all’intera collettività, dato che i fondi che Regione e Provincia destinano a Ravello sono gestiti dalla Fondazione Ravello per eventi di nicchia. «Negli altri paesi ci sono manifestazioni alle quali accedono le collettività, magari senza un biglietto, un cancello. Noi facciamo i salti mortali nel periodo di Natale per mettere in piedi una programmazione dignitosa attingendo fondi dal bilancio comunale. Abbiamo sempre denunciato la mancanza di trasparenza della Fondazione e ci è stato sempre risposto che è ente di diritto privato ma –ironizza- che ha accesso a fondi pubblici. L’auditorium, per opportunità politiche, ma anche giuridiche, verrà gestito dalla Fondazione, a condizione che il Comune abbia la piena disponibilità della struttura e utilizzarla, ovviamente compatibilmente con le manifestazioni in programma. Questo ragionamento ci ha indotto a richiedere la cifra di 150 mila euro l’anno che la Fondazione dovrà dare al Comune di Ravello e che saranno impiegati per organizzare eventi aperti alla collettività».

«Il nostro intento è quello di far capire il ruolo centrale del Comune rispetto alla Fondazione e certamente un rapporto sinergico sarà la via migliore, perché è il Comune che vive in prima persona i problemi del territorio e nei suoi compiti istituzionali c’è anche la protezione delle fasce deboli. Noi non vogliamo gestire l’Auditorium in modo clientelare ma in modo trasparente, evitando nepotismi e soprattutto permettendo ad ogni cittadino di questa comunità pari opportunità di concorrere per un posto di lavoro che richiede professionalità. Per questo bandiremo corsi di formazione specifici. Se riusciremo a fare questo lavoro sarà un grandissimo risultato per Ravello».

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Ravello, Vuilleumier attacca Amalfitano su facebook: «Rup avrebbe percepito compensi per legge». Una storia già vista

«Un certo nervosismo serpeggia all'interno delle Torri della nostra Villa Rufolo». A dirlo - e a scriverlo - è l'ex sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier che dal proprio profilo facebook persevera sull'azione dei tre consiglieri di Indirizzo della Fondazione Ravello (Liuccio, Schiavo e Della Pietra) che...

Ravello-Costa d'Amalfi Capitale italiana Cultura 2020, presentato il dossier [FOTO]

Presentato stasera, a Villa Rufolo, del dossier di candidatura di Ravello-Costa d'Amalfi a Capitale italiana della Cultura 2020, presentato gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Al termine del vernissage della mostra Sandro Chia/Ravello a cura di Gianluca Riccio...

Ravello Capitale Cultura, carte a posto: Amalfitano "declassato" da rup a responsabile progetto

Un documento corposo e ricco di interventi, per ogni comune della Costiera, specie in materia urbanistica e architettonica. È il dossier di candidatura di Ravello-Costa d'Amalfi a Capitale italiana della Cultura 2020, presentato gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo....

Costa d'Amalfi: nasce il movimento "Noi con Salvini"

In Costiera Amalfitana nasce il movimento politico "Noi con Salvini". L'intento dei fautori è quello di «ripartire dalle esigenze dei cittadini, dalla salvaguardia del territorio e dalla risoluzione delle gravi problematiche che da troppi anni affliggono il territorio costiero». Il movimento, che vede...

Fondazione Ravello, parla Liuccio: «Maffettone non garantisce rispetto delle norme statutarie»

Riceviamo e pubblichiamo nota a firma del professor Giuseppe Liuccio nella qualità di Consigliere d'Indirizzo della Fondazione Ravello. Il Presidente della Fondazione Ravello, prof. Sebastiano Maffettone, su sollecitazione del bravo collega Emiliano Amato, ha rilasciato al quotidiano La Città la seguente...