Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa S. Orsola martire

Date rapide

Oggi: 21 ottobre

Ieri: 20 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

A Scala è tutto pronto per la Festa dedicata alla Castagna, Costiera Amalfitana, Sagre, Gusto GiustoGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaSindaco di Ravello scrive a Brunetta:«Da Fondazione capricci e scortesie» e chiede nuovo corso istituzionale

La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pellet euro 4,30 per 15KGRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Sindaco di Ravello scrive a Brunetta:«Da Fondazione capricci e scortesie» e chiede nuovo corso istituzionale

Scritto da (Redazione), martedì 26 agosto 2014 14:04:15

Ultimo aggiornamento martedì 26 agosto 2014 14:25:30

Lette finalmente le carte, il sindaco di Ravello, Paolo Vuilleumier, sembra aver ben chiara la situazione a una settimana esatta dalla pubblicazione della delibera di Giunta Regionale dell'8 agosto scorso attraverso la quale la Regione Campania affidava in concessione amministrativa il complesso di Villa Episcopio alla Fondazione Ravello.

Con ogni probabilità le feroci polemiche degli ultimi quindici giorni sollevatesi a tutti i livelli, ma soprattutto la sensibilità istituzionale, hanno indotto il Primo cittadino a operare una riflessione diligente a tutela dell'ente rappresentato: il Comune di Ravello, l'ente più vicino alla cittadinanza.

E dopo aver scritto al governatore della Campania Stefano Caldoro (che attendiamo di poter pubblicare) Paolo Vuilleumier redige una missiva anche al presidente della Fondazione Ravello Renato Brunetta, che ha concluso le proprie vacanze nella città della Musica proprio ieri.

Un vero e proprio disperato sfogo del Primo cittadino che ripercorre le tappe fondamentali di questi primi 40 mesi di amministrazione collegati alla Fondazione, dopo aver ingoiato e sopportato «scortesie istituzionali e capricci di ogni tipo» stavolta davvero batte i pugni sul tavolo in difesa del Comune di Ravello, sempre più isolato all'interno della Fondazione.

Ma le responsabilità di questo stile di governance, che va avanti incessantemente dal 2006, non sono soltanto additabili a Brunetta. La giornata di ieri, assai frenetica per Vuilleumier, dopo gli incontri con i tecnici di Villa Episcopio e la redazione della delibera di affidamento dei sevizi dell'Auditorium, ha visto un continuo via vai a Palazzo Tolla di assessori, consiglieri comunali e assistenti di vario genere, legati dal doppio filo al Comune e alla Fondazione, a Paolo Vuilleumier e a Secondo Amalfitano i cui rapporti sono terminati da tempo oramai. Di seguito il testo integrale del Sindaco di Ravello.

___________________________________________________

All'indomani della mia elezione a Sindaco di Ravello, con piena convinzione e determinazione ho voluto, insieme con il gruppo di maggioranza che mi sostiene, conferirti la cittadinanza onoraria di questa splendida città che mi onoro di rappresentare, e per la quale hai sempre dimostrato grande amore.

Con questa medesima disposizione d'animo, quando si prospettò l'ipotesi della tua candidatura a presidente della Fondazione Ravello, palesai le mie perplessità e contrarietà di fronte a una proposta che avrebbe dato un'impronta politica a questa importante istituzione culturale, contrariamente alle motivazioni che ne avevano determinato la nascita e in antitesi con le finalità del suo statuto originario.

Resto ancora oggi di questa opinione, ma ciò non mi ha impedito in questi tre anni di assicurare alla tua presidenza un appoggio leale, tanto più apprezzabile perché, attraverso la mia forte e consapevole azione di pacificazione sociale - in netta discontinuità con le passate amministrazioni, non certo inclini al dialogo e al confronto costruttivo - il paese ha ritrovato una serenità che sembrava perduta. Grazie al supporto e all'azione sinergica svolta dal Comune di Ravello a favore della Fondazione da te presieduta, sono stati infatti raggiunti innumerevoli risultati positivi. Ed è ovvio che, proprio in conseguenza di quest'armonia ristabilita, la Giunta regionale sia stata invogliata a premiare la progettualità "ravellese" nell'ambito della meritoria azione di finanziamento di opere strategiche per i Comuni della Campania. E Ravello è oggi più che mai al centro dell'attenzione e degli interventi regionali e nazionali.

Proprio a tal fine ho sempre condiviso e perseguito il progetto di affidare in gestione alla Fondazione i tre "gioielli" della nostra città. Ho profuso ogni sforzo in questa direzione, sollecitando una procedura che ha avuto tempi lunghissimi e che mi ha costretto, proprio per la sua complessa articolazione, ad avviare, con i soli fondi del bilancio comunale, l'Auditorium in condizioni davvero "pionieristiche": un lavoro duro e coraggioso, nel corso del quale ho dovuto provvedere alla gestione dei servizi con affidamenti di breve durata, per poter consentire al futuro soggetto gestore di non subire condizionamenti e interferenze.

Ciò nonostante, in questi tre anni l'amministrazione comunale ha dovuto subire scortesie istituzionali e capricci di ogni tipo, sui quali ha sempre sorvolato con garbo e fair play, avendo ben chiara l'importanza e la priorità del Progetto Ravello quale opportunità di sviluppo complessivo per tutto il territorio.

Tali costanti sforzi appaiono però vanificati dalla deliberazione di Giunta regionale dell'8 agosto 2014 che, in deroga ai percorsi condivisi e, a più riprese, ribaditi sia dalla Fondazione Ravello che dal Comune, sembra non considerare affatto i punti d'intesa raggiunti nel corso del rapporto istituzionale faticosamente costruito. La piattaforma dalla quale la delibera sorprendentemente si allontana è riassumibile nei seguenti elementi di concordata operatività:

1. Gestione integrata e contestuale dei tre beni (Villa Rufolo, Villa Episcopio ed Auditorium Oscar Niemeyer);

2. Nessun limite temporale alla durata degli accordi, in quanto collegata alla permanenza dei soci all'interno dell'organismo fondazione;

3. Ruolo del Comune di Ravello all'interno della Fondazione e necessità di rivisitazione dello statuto.

Mi lascia però ancor più interdetto il silenzio della Fondazione rispetto a questo nuovo scenario che, come evidenziato, sembra abbandonare la scelta di realizzare il progetto complessivo sinora condiviso e per il quale abbiamo profuso indiscutibili sforzi. L'avere portato all'attenzione del Consiglio d'Amministrazione la delibera regionale senza alcun preventivo e condiviso confronto con il Comune di Ravello - socio fondatore - lascia quindi pensare che la Fondazione sia propensa ad abbandonare tale progetto, peraltro senza spiegarne alcun motivo.

Anche a te chiedo pertanto, come ho già fatto con il presidente Caldoro, un incontro istituzionale per chiarire e definire in tempi brevi ogni aspetto della vicenda in termini complessivi, in modo da diradare ogni ombra e poter conoscere l'eventuale nuovo corso istituzionale prescelto in antitesi con quanto faticosamente condiviso.

Il Comune di Ravello, su questi punti, non può più sorvolare né è disposto ad attendere.

Paolo Vuilleumier

Sindaco di Ravello

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Maiori, terminal bus Sita «non è di pubblica utilità»: minoranze chiedono Consiglio Comunale

MAIORI - I gruppi consiliari di minoranza, Civitas 2.0 e Orizzonte Maiori,, rappresentati dai consilgieri Enrico Califano, Valentino Fiorillo, Maria Teresa Laudano e Lucia Mammato, hanno richiesto la convocazione del Consiglio Comunale per chiedere la revoca della delibera di giunta numero 40 del 20...

2019: cinque comuni della Costiera Amalfitana al voto

Sono cinque i comuni della Costiera Amalfitana chiamati, nella primavera 2019, al rinnovo di Sindaco e Consiglio comunale. Si tratta di Atrani, Furore, Minori, Tramonti e Vietri sul Mare, per un totale di circa 15mila elettori aventi diritto (previsti in 11 mila alle urne). Mentre dal Ministero dell'Intero...

Elezioni provinciali, per Centrodestra è Roberto Monaco il candidato presidente

A poche ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature, il centrodestra salernitano trova la quadra sul nome del candidato che andrà a sfidare il dem Michele Strianese, sindaco di San Valentino Torio, per la presidenza della Provincia di Salerno. Si tratta di Roberto Monaco, primo...

Elezioni provinciali 31 ottobre: PD candida Michele Strianese a presidenza

Sarà Michele Strianese, sindaco di San Valentino Torio, il candidato alla presidenza della Provincia di Salerno per il Partito Democratico. Ieri sera l'assemblea degli amministratori e dei dirigenti del Partito provinciale, con in testa il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, lo ha indicato...

Edmondo Cirielli nell’assemblea parlamentare Nato: «Guerra a terrorismo impone ammodernamento e rafforzamento apparati militari»

Il deputato salernitano Edmondo Cirielli nella delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare della Nato. Il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico ha nominato Cirielli (già Questore della Camera) in rappresentanza di Fratelli d'Italia. L'assemblea parlamentare della NATO è un'organizzazione...