Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 12 ore fa S. Cecilia vergine e martire

Date rapide

Oggi: 22 novembre

Ieri: 21 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaRavello nel Cuore vara piano culturale: tra proposte occupazione laureati in Beni Culturali

Reggio Emilia: Giovanni Mandara porta la pizza di Tramonti alla cena di solidarietà di Correggio

Amalfi: 26 novembre la Madonna Pellegrina di Fatima fa tappa a Pogerola

Laurea da 110 e lode in Filologia Moderna per la praianese Michela De Luise

Maiori, lavori alla condotta: giovedì 23 sospensione idrica nella parte alta del paese

Ciclismo, Benedetta Palumbo di Ravello tra i professionisti nella "Conceria Zabri Fanini"

27 novembre, Minori festeggia 225° anniversario ritrovamento reliquie di Santa Trofimena [PROGRAMMA]

Virgo Fidelis, Carabinieri Amalfi: «Ricompensa a nostro lavoro il "grazie" dalle persone che aiutiamo»

Gelate del periodo 5-25 gennaio 2017: domande di aiuto per le aziende agricole entro 10 dicembre

Salerno e Costiera: quando il gioco si combatte

Enel, 22 novembre interruzione fornitura elettrica a Ravello

Calcio a 5: la Salernitana femminile impatta sul campo del Cus Cosenza

Q8 e AzzeroCO2 piantano 1000 alberi ad Amalfi, azione "green" contro rischio idrogeologico [FOTO]

A Sal De Riso il premio per la Migliore Presenza Digitale dell’Anno

Da femmina a maschio, 30enne cambia sesso a Salerno. E’ il primo caso

Il segreto del successo di Franco Nuschese: «Se non fossi nato a Minori non avrei avuto coraggio di avventurarmi» [VIDEOINTERVISTA]

1000 alberi per Amalfi con Q8 e AzzeroCO2

Fiorello arriva a Minori con il suo "Angolo Antitrust" dai Fratelli Mandara

Cibo e salute: mangiare in fretta favorisce malattie cardiovascolari, lo afferma studio giapponese

L'ultimo saluto a Maria Lampo, sindaco De Lucia: «Se ne va un pezzo di storia di Positano»

Da Maiori alla Cina, chef Pierfranco Ferrara testimonial dello yogurt “Ambpoeial” [VIDEO]

Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Politica

Ravello nel Cuore vara piano culturale: tra proposte occupazione laureati in Beni Culturali

Scritto da (Redazione), mercoledì 16 marzo 2016 09:41:35

Ultimo aggiornamento mercoledì 16 marzo 2016 09:44:37

Continua il lavoro del movimento Ravello nel Cuore in vista della prossima tornata elettorale. Si susseguono settimanalmente gli incontri tra la base del gruppo rappresentato in consiglio comunale da Luigi Mansi e i simpatizzanti della linea portata avanti dal sodalizio. Dopo le proposte programmatiche avanzate per la stesura del PUC, e le destinazioni della Tassa di Soggiorno, l'attenzione si è concentrata sul programma culturale da sottoporre ai cittadini in campagna elettorale. Ravello nel cuore cerca un coinvolgimento più largo possibile, condividendo di volta in volta nuove proposte per essere trasfuse nel più completo programma elettorale. Di seguito testo della proposta culturale di Ravello nel Cuore.

"La cultura è l'unico bene dell'umanità che,

diviso fra tutti,

anziché diminuire diventa più grande"

H.G. Gadamer

Indirizzo culturale Ravello nel Cuore

Lì dove la cultura, la sua promozione, la sua gestione diventi cosa privata, interesse di pochi uomini al comando, lì la comunità si svuota di significato mettendo in pericolo la democrazia stessa. La cultura è di tutti e deve essere condivisa e trasmessa.

Comunità e condivisione, quindi, community e sharing pescando nel dizionario della web economy, oggi più che mai rappresentano lo snodo su cui la politica deve agire per risolvere la crisi. Si tratta, cioè, di favorire il benessere collettivo, anziché privilegiare quello individuale, in termini non solo economici, ma anche culturali e spirituali; si tratta, inoltre, di promuovere una nuova classe intellettuale e dirigente portatrice di nuove idee e di nuovi significati in termini di innovazione, solidarietà, integrazione e occupazione.

Un processo che, per una comunità come Ravello, rappresenta una strada sulla quale può fare da apripista all'intero comprensorio costiero dove, da tempo, l'azione culturale promossa naviga tra il narcisismo di pochi uomini, individualismi spiccioli e il largo disinteresse dei cittadini.

Per questo Ravello nel Cuore ritiene necessario che l'amministrazione comunale torni a sviluppare e dirigere una attività culturale, che sia:

rivolta principalmente ai cittadini;

legata al territorio e al suo patrimonio storico-artistico e paesaggistico;

sostenibile;

largamente accessibile.

A tali fini si vuole indirizzare:

l'istituzione di un assessorato alla cultura, da troppi anni assente dalle strategie politiche di chi ha amministrato finora, capace di lavorare ad una programmazione culturale e formativa sul medio lungo termine;

la strada da tracciare va verso il coinvolgimento diretto dei diversi attori culturali attivi nel Paese. L'assessorato è quindi da immaginarsi come responsabile di un coordinamento che ponga al centro della discussione i programmi delle singole associazioni e degli altri attori culturali. In particolare si intende rilanciare il Forum dei giovani facendone il fulcro di un'azione di coinvolgimento nella partecipazione della comunità alle attività e di una loro ampia diffusione sul territorio.

La delocalizzazione, ossia a un coinvolgimento concreto delle frazioni, delle cosiddette zone periferiche nella crescita culturale del paese;

la progettazione di un piano strategico di marketing territoriale;

la comunicazione è alla base di ogni seria attività sociale, culturale ed economica. In questo senso prevediamo un concreto piano di comunicazione territoriale che renda maggiormente fruibile il nostro patrimonio, sia per i cittadini che gli ospiti che ogni anno accogliamo.

La ridefinizione dei rapporti tra Comune e Fondazione;

la storia della Fondazione Ravello, dei suoi rapporti con il territorio e con le varie amministrazioni comunali che si sono succedute negli anni, restituisce l'idea di una cultura contesa dagli interessi di pochi, di brigate scarsamente interessate al ruolo concreto che deve essere svolto da chi si occupa di cultura, di patrimonio, di formazione. L'ente, del resto, è da sempre luogo di contese politiche più che di un serio e costruttivo dibattito culturale, situazione peggiorata da amministratori che nel tempo hanno abbracciato la filosofia dell'effimero, dell'evento, causando, nell'ultimo decennio un progressivo scollamento tra i cittadini e le attività culturali messe in campo, sempre meno interessate al coinvolgimento del territorio, della sua storia, delle sue tradizioni, nonché di quegli operatori che nonostante tutti continuano a lavorare con passione e abnegazione. L'abolizione degli sconti ai ravellesi per l'accesso agli eventi previsti dal Ravello Festival rappresenta, in questo senso, il momento più basso.

Si evidenzia, inoltre, l'incapacità di Comune e Fondazione, alla quale da più di dieci anni si è praticamente delegata la programmazione culturale del paese, di andare oltre la gestione del Ravello Festival, coinvolgendo e sostenendo in maniera costruttiva le tante realtà culturali, anche di grande spessore, presenti sul territorio. In questo senso sarà necessario ridisegnare i rapporti con la Fondazione mirando al rispetto dello statuto, ossia alla crescita culturale del paese e quindi dei suoi cittadini. Quando si gestiscono milioni di euro pubblici, della collettività, e non si svolgono seri bandi di concorso per le assunzioni, valorizzando soprattutto i giovani di Ravello, oppure non si prevedono bandi di idee, borse di studio, quando non si organizza nulla di gratuito per i cittadini, si restituisce l'immagine di una cultura come fatto d'élite e non come processo di crescita e innovazione.

La formazione, la promozione e il sostegno delle realtà territoriali;

Ravello vanta una schiera di laureati nell'ambito degli studi umanistici e più in particolare nei corsi di laurea di Conservazione dei Beni culturali, Lettere, Economia e gestione dei beni e delle attività culturali, ecc., che nonostante i tanti annunci e le tante promesse non si riesce a impiegare, a coinvolgere nell'azione culturale e nei processi di conoscenza, salvaguardia e promozione del patrimonio. In questo senso Ravello nel Cuore punta ad un maggiore coinvolgimento delle eccellenze che decidono di rimanere e di lavorare nel nostro territorio, promuovendo percorsi formativi finalizzati alla progettazione per le attività culturali e per il terzo settore, mediante la creazione di specifici sportelli per il recepimento dei bandi, soprattutto di quelli europei, e mirate attività di informazione.

Sul piano della formazione, della programmazione culturale e della comunicazione territoriale ancora, il gruppo Ravello nel Cuore, anche grazie ad una più coerente interpretazione della legge in materia di tassa di soggiorno, mira di fatto a non delegare più il ruolo educativo che la politica deve avere in termini di gestione del patrimonio culturale e paesaggistico. Infatti come recita alla lettera h della bozza di regolamento presidenziale (non ancora emanata), in relazione all'utilizzo dell'imposta di soggiorno si prevede da parte delle amministrazioni comunali, tra i vari tipi di interventi da finanziare: "progetti e interventi destinati alla formazione e all'aggiornamento delle figure professionali operanti nel settore turistico, con particolare attenzione allo sviluppo dell'occupazione giovanile;" Il gruppo Ravello nel Cuore ritiene questo intervento di fondamentale importanza, in quanto si ritiene che la formazione in house, operante nel settore turistico e non, può e deve essere il più possibile perseguita. Corsi di formazione per gli addetti dei vari settori al fine dell'impiego degli stessi nei vari comparti turistici, arginando o tentando di limitare la fuga dei nostri giovani da Ravello.

Ancora, attraverso il sostegno ad attività laboratoriali e didattiche necessarie a favorire l'accessibilità a vari ambiti culturali, quali:

1- storico - artistico: Le realtà associative e culturali saranno riconosciute di interesse comunale (Ravello Nostra, Ribalta, Club Unesco Ravello, ecc...) con affidamento alle stesse di progetti di formazione nel campo specifico. Vanno il più possibile incoraggiate tutte le realtà che in questo paese fanno cultura e tutelano la nostra identità. Le tante associazioni sportive e culturali che a vario titolo si spendono per il buon nome di Ravello.

Ravello nel Cuore, considerato che da sempre Ravello è stata tra le mete privilegiate del Gran Tour, si impegnerà, inoltre, per la realizzazione di un museo di arte moderna e contemporanea favorendo l'incontro con opere e artisti, attraverso attività espositive e laboratoriali.

In particolare sarà immaginata una Galleria Civica, presso le sale di Palazzo Tolla, dove valorizzare le collezioni proprietà del comune, ospitare collezioni private presenti sul territorio (contratti di comodato gratuito), ospitare mostre e collezioni, anche straniere, in collaborazione con musei e altre realtà culturali, nazionali e internazionali, inaugurare uno spazio sperimentale, didattico, di ricerca per connettere l'arte con tutti .

2 - teatro, musica, letteratura: attraverso il sostegno ad attività seminariali, laboratoriali e performative capaci di sensibilizzare e incrementare la conoscenza di attività legate al mondo del teatro, della musica, della poesia. In particolare si punterà ad una maggiore conoscenza di Wagner, Boccaccio, Lawrence, Forster, Gide, insomma di quegli ospiti che nel tempo sono stati rapiti dalla nostra città, immaginando la creazione di una sorta di parco culturale diffuso. Non saranno inoltre escluse manifestazioni e attività legate alla musica e alle tradizioni popolari;

3 - conoscenze linguistiche (orientata all'esigenze lavorative e alla conoscenza del territorio);

4 - Sport e ambiente: sostegno alle attività sportive in particolare in relazione alla salvaguardia dell'ambiente e al benessere psico-fisico;

A tali fini, affrontando la cronica assenza di spazi sociali, si cercherà di attrezzare spazi specifici all'aggregazione dove poter, tra l'altro, avviare attività di doposcuola, Università per la terza, informagiovani e spazi per il gioco.

In sintesi la proposta culturale Ravello nel Cuore deve, per questo, prima di tutto diffondere l'immagine di un territorio vissuto in termini di sostenibilità, biodiversità, collettività, favorendo il dialogo, il confronto, la partecipazione e la condivisione.

Il Federalismo municipale ci permetterà, in questo senso, di destinare fondi per la manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali creando così indotto e di conseguenza posti di lavoro. In tale ottica, essendo Ravello un bene culturale, ogni sforzo sarà destinato a che si coniughi la valorizzazione del patrimonio culturale con le opportunità occupazionali.

Il binomio cultura uguale occupazione dovrà caratterizzare l'azione amministrativa nei prossimi cinque anni.

In questo senso s'immagina:

  • l'acquisizione di Villa Rufolo e Villa Episcopio al patrimonio del Comune di Ravello;
  • la massima fruibilità del patrimonio monumentale e paesaggistico, favorendo l'occupazione di personale specializzato, l'apertura al pubblico di tutti i monumenti religiosi e non, la fruizione dell'enorme patrimonio librario, la sistemazione dell'archivio storico di Ravello, etc., anche con l'ausilio dell'innovazione tecnologica;
  • d'intesa con gli organismi religiosi (sull'esperienza maturata nell'estate scorsa nei borghi) sarà curata, anche attraverso la pubblicazione di monografie affidate ad organismi associativi, la valorizzazione dei beni ecclesiastici.

Un'amministrazione che si candida a presentare un modello alternativo e rigenerante deve in primo luogo immagine una nuova prospettiva culturale puntando ai concetti, contemporaneissimi, di comunità e condivisione (community e sharing) coordinando l'azione di dialogo e incontro fra i vari attori culturali del Paese.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Sanità, Cirielli (Fratelli d'Italia): «Su rimozione Cantone presenterò esposto alla Procura della Repubblica»

«Apprendiamo dai quotidiani locali che la rimozione del direttore generale dell'azienda universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona Nicola Cantone potrebbe essere collegata alla mancata nomina a primario di Enrico Coscione, consigliere per la Sanità del presidente della Regione Campania Vincenzo...

Ravello e la rampa dei veleni: sindaco Di Martino vuole querelare Vuilleumier

Arriva dopo circa una settimana la replica del sindaco di Ravello Salvatore Di Martino al duro attacco subito dal gruppo di minoranza "Insieme per Ravello" che aveva lo aveva accusato di aver mentito alla cittadinanza circa la comunicazione dell'iter che ha portato all'ottenimento dei fondi regionali...

Depuratore unico per la Costiera a Maiori: contrario Circolo PD chiede consiglio comunale ad hoc

«Non avremo quattro depuratori ma un impianto importante a Maiori. Un grande progetto che risolverà definitivamente i problemi della Costiera amalfitana», aveva detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca lo scorso primo novembre ad Atrani. Ma non tutti i maioresi sono contenti di ospitare l'impianto...

Vietri sul Mare: cittadini lamentano anomalie nelle bollette Tari, Davide Scermino (FI): «Criteri di calcolo errati»

Bollette Tari anomale ai cittadini di Vietri sul Mare, che lamentano un eccessivo aumento della somma da pagare. A segnalare il caso è il coordinatore cittadino di Forza Italia, Davide Scermino che, nei giorni scorsi, ha ricevuto diverse segnalazioni da parte dei cittadini. «Diversi cittadini - racconta...

Maltempo e colate di fango in Costiera, FdI-An: «Occorre tavolo tecnico per situazioni di emergenza»

«Solidarietà alle comunità della provincia di Salerno colpite dal maltempo delle ultime ore e in particolare a quelle dell'Agro e della Costiera amalfitana». È quanto dichiarano in una nota Nanni Marsicano, Ugo Tozzi e Imma Vietri, coordinatori provinciali di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale. «Dispiace...