Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 22 minuti fa S. Giuseppe Pign.

Date rapide

Oggi: 25 settembre

Ieri: 24 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

San Francesco d'Assisi Patrono d'ItaliaGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaLiquami fognari nel mare della Costiera, Sindaco Atrani: «Magistratura non è contro amministrazioni locali ma a salvaguardia ambiente»

Sulle Onde del Mediterraneo - Amalfi - Piazza Municipio - Capodanno Bizantino - Valentina Stella 27 settembreLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pelletRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Liquami fognari nel mare della Costiera, Sindaco Atrani: «Magistratura non è contro amministrazioni locali ma a salvaguardia ambiente»

Scritto da (Redazione), sabato 13 febbraio 2016 12:50:26

Ultimo aggiornamento sabato 13 febbraio 2016 18:28:09

L'inchiesta della magistratura che ha portato al sequestro degli impianti di depurazione di Amalfi e Praiano, a detta del procuratore capo Corrado Lembo non dovrebbe fermarsi ai soli due comuni costieri. Sotto la lente d'ingrandimento, da oltre un anno a questa parte, tutto il sistema di depurazione (se così può essere identificato) della Costiera Amalfitana.

Abbiamo intervistato il sindaco di Atrani Luciano De Rosa Laderchi, impegnato sin dall'inizio del suo mandato per garantire interventi di manutenzione straordinaria delle vasche di sedimentazione comunali anche al servizio dei comuni di Scala e Ravello, con buoni risultati che hanno portato, la scorsa estate al ritorno alla balneabilità delle acque di Atrani.

Sindaco, la sua battaglia per l'ambiente e per il mare parte da lontano, dai banchi dell'opposizione?

Si, è vero, parte da lontano, da quando sono stato eletto in consiglio comunale, assieme agli attuali assessori Siravo e Smeraldo e al consigliere Lauritano, in rappresentanza della lista civica di minoranza. Abbiamo da subito contestato ai vecchi amministratori l'indifferenza verso le tematiche ambientali e abbiamo concentrato la nostra iniziativa sulla raccolta differenziata dei rifiuti e, principalmente, sulla questione della balneabilità. Le nostre interrogazioni erano rivolte a conoscere le ragioni per cui, a fronte di ingenti somme di denaro pubblico per la gestione del sistema idrico integrato (sono finiti nella condotta sottomarina circa 300mila euro in pochi anni!), la situazione era disastrosa.

Cosa è cambiato nel "sistema depurativo" di Atrani, che raccoglie anche i reflui di Scala e parte di Ravello, da quando lei è stato eletto sindaco?

Abbiamo agito su due fronti. Abbiamo affidato all'Ausino s.p.a. il servizio idrico integrato. Il nuovo gestore ha provveduto ad eseguire massicci interventi che hanno interessato, tra l'altro, la pulizia dell'impianto di trattamento primario (sono state prelevate e smaltite circa 62 tonnellate di materiale di vario genere!), il ripristino delle funzionalità del sistema di paratoie (che hanno il compito di indirizzare il refluo nella vasca di dissabbiatura/sedimentazione), la disostruzione dell'imbocco della condotta sottomarina intasata da materiale grossolano. Soprattutto è iniziata la manutenzione ordinaria (e ordinaria sta per quotidiana) dell'impianto. Abbiamo affrontato, con le amministrazioni di Scala e Ravello, la problematica degli scarichi abusivi nel torrente dragone. Abbiamo sottolineato con forza, così come rilevavano le analisi condotte dall'Arpac, che la presenza di escherichia coli cresceva man mano che dal litorale di Atrani si saliva verso i comuni di Scala e Ravello, persuadendo in tal modo le amministrazioni ad intensificare i controlli e ad intervenire in merito.
Tutto ciò ha comportato un visibile miglioramento della situazione che si è concretizzato nel raggiungimento della balneabilità del litorale.

Si è battuto fortemente, la scorsa estate, per vedere l'eliminazione, dopo anni, di quella striscia rossa che delimitava la breve fascia costiera di Atrani. Se l'Arpac ha dichiarato la balneabilità, come si spiegano i rilievi di una concentrazione di batteri fecali 10 milioni di volte superiore al limite massimo?

Premesso che non ho le dovute competenze per dare una risposta, devo tuttavia dire che il miglioramento della qualità delle acque si è "toccato con mano". Le analisi condotte dall'Arpac hanno avvalorato questo miglioramento. Probabilmente, e sottolineo probabilmente, la discordanza di valori potrebbe nascere dalle differenti zone di prelievo dei campioni e dalle correnti marine.

Il progetto del depuratore consortile Ravello-Scala-Atrani, era stato finanche appaltato lo scorso anno per circa 3 milioni dei 35 messi a disposizione dalla Regione per la Costiera. Cosa è poi successo? E' vero che c'è stato un dietro front rispetto a quel progetto e ora si rischia addirittura di perdere i finanziamenti?

Ho partecipato a vari incontri, sia in Provincia che in Regione, sul progetto del depuratore consortile. In una di queste riunioni è stato accennato alla possibilità di rivedere in parte il progetto stesso, ma la cosa è finita lì. La verità è che, pur avendo, sia singolarmente che congiuntamente ai sindaci di Scala e Ravello, più volte chiesto informazioni circa lo stato di avanzamento delle procedure di appalto, siamo fermi a giugno 2015. A tale data risale l'ultima nota di riscontro del provveditorato alle opere pubbliche. Venivamo informati che nel mese di marzo 2015 la commissione giudicatrice aveva redatto la graduatoria delle offerte pervenute. In sede di gara si era accertata la sussistenza, in capo a due concorrenti in graduatoria, delle speciali condizioni che, ai sensi dell'art. 86 comma 2 del d.lgs. 163/2006, fanno obbligo di valutare l'anomalia delle relative offerte e ciò aveva rallentato l'iter. Ci sono stati in seguitoulteriori solleciti volti a conoscere lo stato di avanzamento della procedura e a sottolineare l'indispensabilità e l'urgenza dell'opera per risolvere l'annoso problema della depurazione. A tutt'oggi non abbiamo avuto nessuna risposta.

Con quale stato d'animo vive il Sindaco di Atrani questa situazione che, come annunciato dal procuratore capo Lembo, non si fermerà certo ad Amalfi e Praiano?

Sono sereno, in quanto ritengo che abbiamo fatto tutto ciò che era nei nostri poteri. Sono fortemente convinto che l'iniziativa della magistratura non è rivolta, così come potrebbe apparire, contro le amministrazioni locali, ma, piuttosto, tende a mettere in luce il vero problema, che è la tutela e la salvaguardia dell'ambiente e della salute dei cittadini. Siamo dalla stessa parte!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Lutto nella politica salernitana per la morte dell'onorevole Mario Valiante

Di Sigismondo Nastri È morto l'altro ieri a Salerno, alla veneranda età di 93 anni, l'onorevole Mario Valiante, "tra i principali protagonisti della storia della Democrazia cristiana" a Salerno. I giornali ne hanno dato notizia, ricostruendone il percorso di vita e quello politico in maniera che a me...

Provincia, Mormile chiede rimozione transenne e newjersey da strada Maiori-Tramonti

Il capogruppo provinciale di Forza Italia alla Provincia di Salerno, Fulvio Mormile, scrive al responsabile del settore viabilità di palazzo Sant'Agostino, Domenico Ranesi, circa l'eliminazione di delimitazioni dalla strada Provinciale 2 Maiori-Tramonti, poco distante dal distributore di carburanti....

Maiori, consigliere Esposito replica a Fiorillo: «Non scendo su tuo terreno di gioco»

Riceviamo e pubblichiamo, a garanzia del diritto di replica, lettera a firma del consigliere comunale di Maiori Salvatore Esposito, indirizzata al collega di minoranza Valentino Fiorillo che qualche giorno fa, da questa tribuna, lo aveva sollecitato sull'iniziativa di evidenziare pagamenti non eseguiti...

Fondazione Ravello, Maffettone risponde a duo De Masi-Brunetta: «Disinformati e pretestuosi»

Toh chi si rivede. Anzi, chi si risente. Bisognava che si scomodassero i due ex presidenti della Fondazione Ravello, Brunetta e De Masi per stimolare l'intervento dell'attuale presidente (ma ancora per poco) Sebastiano Maffettone. Fine intellettuale e filosofo, persona perbene e dallo spiccato senso...

Fondazione Ravello, De Masi e Brunetta scrivono a De Luca: «Occorre nuova governance, capace e appassionata»

«Occorre individuare urgentemente una nuova governance, degna della mission altissima che Ravello ha il dovere di svolgere: realizzare un mix in cui livello culturale e capacità manageriali si fondano con una tensione appassionata». È l'appello che gli ultimi due ex presidenti della Fondazione Ravello...