Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 27 minuti fa S. Teodoro martire

Date rapide

Oggi: 20 settembre

Ieri: 19 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaTerra di Limoni, Acquista on line il limoncello della Costa d'Amalfi realizzato esclusivamente con limoni IGP della Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaLettera aperta di Ulisse di Palma al Sindaco: «Per amore della mia gente»

Sulle Onde del Mediterraneo - Amalfi - Piazza Municipio - Capodanno Bizantino - Valentina Stella 27 settembreLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pelletRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Lettera aperta di Ulisse di Palma al Sindaco: «Per amore della mia gente»

Scritto da Emiliano Amato (redazione), mercoledì 10 febbraio 2010 08:36:18

Ultimo aggiornamento mercoledì 10 febbraio 2010 08:36:18

Riceviamo e pubblichiamo missiva del Consigliere di opposizione al Comune di Ravello dottor Salvatore Ulisse di Palma. Una sorta di sfogo rivolto al Sindaco, critica priva di rancore per le scelte attuate dall’Amministrazione Comunale nella querelle che tiene banco in questo rovente febbraio ravellese: le sorti gestionali dell’Auditorium.

Attraverso questa lunga riflessione il cardiologo-scrittore torna sulla scena politica dopo un lunghissimo silenzio e soprattutto dopo l’assenza alla cerimonia di inaugurazione dell’opera che non è certo passata inosservata, con il gruppo di opposizione di Insieme per Ravello -che ha tenuto a rivendicare fortemente la paternità dell’opera-, rappresentato dall’impavido Vuilleumier, da Fiore e Cioffi.

Con questo ennesimo intervento di Palma esprime i propri personali pensieri, non rappresentante il gruppo di "Insieme per Ravello" (si firma come Consigliere Comunale).

Difficile da comprendere la reale collocazione di di Palma (PDL) all’interno del sodalizio di minoranza (per tradizione di chiara ispirazione di centrosinistra) che continua a non avere una leadership riconosciuta. Proprio da quando il suo leader carismatico evidentemente non impersona (probabilmente per questioni di impegni, presenza o volontà) quel collante capace di tenere unito il gruppo.

Sono passati giorni, mesi dalla firma congiunta della dichiarazione d’intenti e del comodato d’uso dell’Auditorium "Oscar Niemeyer" fra il Sindaco di Ravello, il Presidente della Fondazione Ravello ed il Governatore della Regione Campania e, nessuna comunicazione e/o informazione anche di massima, è stata fornita a noi Consiglieri Comunali e ai cittadini Ravellesi. Nessun consiglio comunale è stato convocato sull’argomento. Solo incontri intercorsi nella massima riservatezza fra esponenti di maggioranza (Sindaco e viceSindaco) con rappresentanti della Regione Campania.
E poi, inaugurazione faraonica dell’Auditorium con un impegno spese per la Regione Campania di circa 600.000 euro per i giorni 29-30-31gennaio 2010, con un calendario di eventi per l’inverno 2010 con tanto di proclami su giornali e televisioni.
Oggi la festa è finita e, l’Auditorium "Oscar Niemeyer" resta chiuso con annullamento degli eventi previsti.
Che bel colpo di scena!
A chi dobbiamo questo grande colpo di scena?
Per esemplificare devo far riferimento al povero coniglio che esce, a sorpresa, dal cilindro del prestigiatore.
Ho sperato che Lei sig. Sindaco non arrivasse a tanto,
che Lei non perseguisse furbizie che sono patrimonio di un venditore ambulante (senza offesa per la categoria) ma che non devono appartenere a chi democraticamente è stato scelto dal popolo.
La sua politica, quella del suo gruppo di maggioranza e, non credo di tutti i suoi componenti, è una politica che ha messo in ginocchio il paese.
Lei conosce molto bene l’impegno profuso nella battaglia a favore dell’Auditorium, ci siamo sempre battuti, in questi anni, noi del gruppo di minoranza e molti cittadini ravellesi perchè unanimamente si arrivasse a decidere del futuro di quest’opera, non solo dal punto di vista amministrativo ma, molto, molto ancor di più di quanto il contenitore avrebbe potuto e dovuto ospitare.
Per tutti quelli che ci hanno creduto e ci credono questa è la più grande occasione di decollo culturale ma, ancor più economico della nostra Ravello.
sig. Sindaco, l’amministratore attento con largo anticipo, avrebbe dovuto pensare a tutto questo.
Non avete saputo costruire nulla.
Vi siete chiusi nella torre eburnea come se si fosse trattato di un fatto privatistico e non pubblico.
Altro che buon governo della città!
Su una tematica così importante e vitale per il paese avete preferito temporeggiare senza confrontarvi, senza dialogare anche con i cittadini.
Chi è abituato o si è abituato alla sola quotidianità, al tirare a campare sicuramente non ha problemi.
Chi invece attento, preoccupato pensa all’avvenire di questa città vive momenti di vera angoscia.
Amministrare è arrovellarsi il cervello, cercare il consenso e, anche quando va operata una scelta nel tempo deve necessariamente essere convinto chi ci ha votato contro.
Questo è quanto ci ha insegnato Don Lorenzo Milani, il quale amava dire che risolvere il problema della comunità è fare politica, mentre risolvere il proprio problema è egoismo.
Lamentele, sfoghi, mezze parole, tutte finalizzate al malcontento che oggi è il sentimento che alberga in molti, moltissimi ravellesi.
Mi viene chiesto frequentemente, nelle mie visite domiciliari: "dottore cosa stà succedendo a Ravello? Perché non si cerca attraverso una pacificazione sociale il bene di Ravello? Perchè, caparbiamente si ostacolano opere che possono produrre occupazione e ricchezze per il territorio?".
E, parafrasando l’invito di un noto principe della Chiesa, per amore della mia gente non tacerò né potrei farlo perché la mia coscienza mi impone di parlare e denunciare.
Questo paese vive, da diverso tempo, una strana atmosfera fatta di silenzi, di rassegnazione.
Non ci si confronta più!
Non si parla più!
Si viene ignorati e basta!
Un amministratore prima era, anche se non votato, sempre l’amico al quale affidare disapprovazione o incentivazione.
È questa un’area grigia e cupa che francamente non ci appartiene.
In questi anni di governo della città non siete stati capaci di far ragionare la gente sulle proposte fatte, non siete stati capaci di appassionare i giovani.
Noi non ci stiamo, ve lo gridiamo, costringendovi sempre al dialogo, convinti come siamo che solo dal dialogo riescano le migliori soluzioni operative per il paese.
Abbiamo, in questi ultimi tempi occupato le pagine dei giornali, si sono interessati delle nostre denunce pubbliche i nuovi sistemi di comunicazione ma, mai si è letto di qualcosa di veramente operativo, solo polemiche, quelle sì, veramente tante.
Non abbiamo diritti di primogenitura da rivendicare su nessuna pietra eretta in questo Comune, perché chiunque si è adoperato lo ha fatto perché doveva rispondere a quello che era il mandato amministrativo affidatogli dagli elettori.
La politica è servizio.
La politica è abnegazione.
La politica è anche sapersi fare da parte per l’interesse del paese ma, ancor più la politica è lungimiranza.
Nel momento in cui si compra un grosso pullman granturismo, io amministratore devo già pensare a chi dovrà guidarlo, a chi dovrà fare da assistente, ma ancor più alle persone che dovranno servirsi di tale mezzo.
Ieri battaglia cruenta sulla realizzazione o meno di un’opera, da pochi mesi accapigliamento per la gestione.
Mai e poi mai abbiamo sentito con spirito altruistico parlare di addetti ai lavori pronti, preparati per l’occorrenza.
In questi anni quale formazione è stata fatta per preparare giovani e meno giovani ad un posto di lavoro in loco?
Possibile che dobbiamo essere sempre colonizzati?
Possibile che un’Amministrazione Comunale sia così miope e, non veda che nel paese ci sono tanti giovani bravi che hanno voglia di apprendere, formarsi ed inserirsi nei vari ruoli del tessuto sociale della città?
Questo sarebbe stato amministrare attentamente e disinteressatamente.
Ogni cittadino, con le elezioni, dà al Sindaco una forza ed una capacità notevole per la risoluzione dei problemi del paese.
Forse i cittadini di Ravello hanno dato una forza e una capacità sicuramente superiore a quella realmente posseduta dal signor Sindaco.
I cittadini di Ravello si erano persuasi che la presenza del sig. Sindaco nel Consiglio di Amministrazione della Fondazione Ravello sarebbe valsa sicuramente molto ma molto di più degli altri componenti, perché demandato a difendere gli interessi della sua gente e, quindi eroicamente pronto a sacrificarsi e scatenarsi per una qualsivoglia distrazione amministrativa.
Non gliene facciamo colpa anzi, il ravvedimento o l’impotenza numerica, l’avremmo potuta anche capire se, con spirito francescano, l’avesse partecipata.
Ma, l’arroganza, quella dei numeri di ieri, tanto sbandierati è cattiva consigliera.
In questi anni siete stati capaci di spegnere le speranze della gente e, come prima ho detto, dei giovani.
Le opere pubbliche?
Che bel capitolo!
Ma di quali talenti evangelici andate parlando?
Se negli ultimi mesi sono stato costretto a pubblicizzare e a polemizzare sullo stato di abbandono e degrado di un luogo di culto per eccellenza, l’ho fatto come amministratore attento, come cittadino e come medico.
E, la risposta del sig. Sindaco?: "Il cimitero di Ravello attualmente è in uno stato dignitoso…".
Mai una derattizzazione, loculi aperti, ratti di fogna che corrono su e giù, loculi invasi da sterpaglie, impianto elettrico a vista non rispondente ai minimi requisiti di sicurezza, accumuli di materiale edile mai rimosso, frammisto a siringhe da insulina, precarietà statica dei loculi del cimitero superiore e, per finire, non più disponibilità di loculi.
Vergogna!
Ed ancora, le frazioni.
Veramente pensate di usare le biglie colorate per catturare la benevolenza dei concittadini che vivono in periferia?
Andate in questi posti, andateci con umiltà, interrogate quella gente, cercate di farli parlare in libertà e, sono sicuro, ne sentirete delle belle.
Guai a farsi trovare impreparati; guai a non aver le idee chiare sul futuro immediato della nostra comunità.
Mi rendo conto che non è semplice operare e fare delle scelte.
Mi rendo conto che questa nostra era è frenetica e narcisistica ma, credo che bisogna operare un bagno di umiltà, bisogna soprattutto sig. Sindaco prestare ascolto.
Questo non deve essere un gioco al massacro.
Viviamo emotivamente questi attuali tempi con la sola ansia di proiettarci positivamente nel futuro con la nostra gente.
Tutti siamo utili, nessuno è indispensabile, non frase fatta ma imperativo categorico che ci deve spingere a ben operare per la nostra amata città.
Sentinelle al servizio per il ruolo datoci dagli elettori della comunità, abbiamo il dovere di segnalarvi gli allarmi, giustificati o meno perché, in coscienza, da diverso tempo abbiamo fagocitato, recepito, le difficoltà diffuse dei nostri concittadini.
Senza rancore……

Dr. Salvatore Ulisse di Palma (Consigliere Comunale di minoranza)

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

Provincia, Mormile chiede rimozione transenne e newjersey da strada Maiori-Tramonti

Il capogruppo provinciale di Forza Italia alla Provincia di Salerno, Fulvio Mormile, scrive al responsabile del settore viabilità di palazzo Sant'Agostino, Domenico Ranesi, circa l'eliminazione di delimitazioni dalla strada Provinciale 2 Maiori-Tramonti, poco distante dal distributore di carburanti....

Maiori, consigliere Esposito replica a Fiorillo: «Non scendo su tuo terreno di gioco»

Riceviamo e pubblichiamo, a garanzia del diritto di replica, lettera a firma del consigliere comunale di Maiori Salvatore Esposito, indirizzata al collega di minoranza Valentino Fiorillo che qualche giorno fa, da questa tribuna, lo aveva sollecitato sull'iniziativa di evidenziare pagamenti non eseguiti...

Fondazione Ravello, Maffettone risponde a duo De Masi-Brunetta: «Disinformati e pretestuosi»

Toh chi si rivede. Anzi, chi si risente. Bisognava che si scomodassero i due ex presidenti della Fondazione Ravello, Brunetta e De Masi per stimolare l'intervento dell'attuale presidente (ma ancora per poco) Sebastiano Maffettone. Fine intellettuale e filosofo, persona perbene e dallo spiccato senso...

Fondazione Ravello, De Masi e Brunetta scrivono a De Luca: «Occorre nuova governance, capace e appassionata»

«Occorre individuare urgentemente una nuova governance, degna della mission altissima che Ravello ha il dovere di svolgere: realizzare un mix in cui livello culturale e capacità manageriali si fondano con una tensione appassionata». È l'appello che gli ultimi due ex presidenti della Fondazione Ravello...

Maiori, spiaggia libera attrezzata: consigliere comunale chiede verifiche concessione di suo zio [FOTO]

A Maiori il consigliere di maggioranza Salvatore Esposito ha inviato una nota al sindaco, al segretario comunale, al responsabile del settore demanio e, per conoscenza, ai capigruppo consiliari con cui ha chiesto di "verificare il rispetto del contratto di concessione" del tratto di spiaggia libera attrezzata...