Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 minuti fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

A Scala è tutto pronto per la Festa dedicata alla Castagna, Costiera Amalfitana, Sagre, Gusto GiustoGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera AmalfitanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaFondazione Ravello, torna il caos: divisioni nette su Capitale della Cultura, Gianpaolo Schiavo: «Maffettone dimentica facilmente»

La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiCentro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a RavelloDivin Baguette Maiori Costiera AmalfitanaHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaPABA Srl pellet al prezzo più basso, offerta pellet per stufe, stufe a pellet euro 4,30 per 15KGRavello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoLa bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'AmalfiD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Politica

Fondazione Ravello, torna il caos: divisioni nette su Capitale della Cultura, Gianpaolo Schiavo: «Maffettone dimentica facilmente»

Scritto da (Redazione), domenica 10 settembre 2017 08:58:10

Ultimo aggiornamento domenica 10 settembre 2017 09:08:31

Dopo un lungo periodo di calma apparente tornano le tensioni in casa Fondazione Ravello. Terminato il Festival, al centro della polemica il progetto "Ravello Capitale Italiana della Cultura 2020" che internamente all'ente divide due fazioni.

Da una parte i tre consiglieri d'indirizzo rappresentanti il Comune di Ravello (Giuseppe Liuccio, Gianpaolo Schiavo e Lelio Della Pietra) che denunciano illegittimità proprio da parte del Comune nelle procedure di individuazione del rup, Secondo Amalfitano, dall'altra il presidente della Fondazione Sebastiano Maffettone che mai come stavolta sembra essersi schierato dalla parte del sindaco Salvatore Di Martino e del direttore di Villa Rufolo Secondo Amalfitano convinto che bisogna badare alla bontà del progetto e non troppo alle procedure.

Intanto a cercare di fare ulteriore chiarezza nella vicenda è il consigliere Gianpaolo Schiavo attraverso una lettera inviata al nostro giornale che pubblichiamo integralmente di seguito in cui "bacchetta" il presidente Maffettone.

Per una questione di stile risponderemo approfonditamente e nello specifico direttamente e personalmente al Presidente Maffettone, evitando di continuare a rinfocolare polemiche attraverso gli organi di stampa. Lo avremmo già fatto evitando quest'ulteriore brutta pagina, se, come suo dovere, il Presidente avesse convocato il Consiglio Generale d'Indirizzo, anche a seguito di motivate richieste da parte degli scriventi, reiterate e sollecitate a più riprese e attraverso varie modalità in questi ultimi sei mesi. Risale infatti al 18 marzo l'ultima seduta dell'importante Organo statutario, mentre nel frattempo diverse decisioni e impegni sono stati assunti, senza la benché minima consultazione e in spregio alle prerogative del Consiglio, a colpi di riunioni con cadenze ravvicinate del solo CdA con Ordini del Giorno contenenti qualsiasi argomento anche di pertinenza del Consiglio d'Indirizzo, spesso raffazzonati, imprecisi o assemblati all'ultimo momento alla bene e meglio (come i mobili dell'IKEA!). Già è da considerarsi un assurdo dover interloquire o avere l'unica possibilità di confronto tra componenti di una stessa Istituzione solo sulle pagine dei giornali, pur avendo a disposizione luoghi e strumenti deputati a ciò; ma le regole del confronto nelle sedi statutarie, come tanti altri aspetti non solo formali, in Fondazione sono state puntualmente e scientemente disattese e ignorate dal Presidente e dal Segretario Generale. Però a questo punto una considerazione di carattere sostanziale e dirimente va fatta leggendo l'intervento del Presidente Maffettone: ancora una volta, alle nostre puntuali segnalazioni, denunce, richieste, diffide presentate regolarmente e secondo procedura alla Governance della Fondazione si è preferito, in modo arrogante e miope, non dover dare alcun seguito o riscontro (verbale o scritto - formale o informale). A quelle stesse segnalazioni, alle motivazioni autentiche e legittime che le avevano ispirate, riprese poi dai giornali, il Presidente Maffettone ha nuovamente ritenuto di non risponderci nel merito, eludendo i contenuti e la portata delle segnalazioni. Non ci ha detto neppure stavolta se queste nella sostanza sono fondate e appropriate (anche se poi, nei fatti, è stato costretto a fare marcia indietro, a rivedere decisioni già assunte in maniera superficiale, a risistemare e completare atti palesemente pasticciati e illegittimi, a smentire cose già dette e annunciate, mettendo "pezze" che evidenziano ancor più il vestito sdrucito!). Ha preferito, invece, la strada più comoda e popolare, distraendo l'attenzione da queste riflessioni, accusandoci di essere mossi da interessi di parte, di volontà e desiderio di destabilizzare una gestione di successo, di essere più attenti ai dettagli (sic!) e alla procedura che ai risultati conseguiti o da conseguire. A questo proposito in primo luogo è da chiarire che se qualsiasi cosa anche positiva poggia su basi irregolari, o quanto meno imprecise, non si può e non si deve far finta di niente o passarci sopra, specie se si hanno delle responsabilità e degli incarichi pubblici, a maggior ragione se questo procedere può nuocere a persone o Istituzioni che condividono questi percorsi. Sarebbe interessante conoscere, per esempio, il pensiero dei Sindaci dei Comuni della Costiera aderenti al Progetto "Capitale Italiana della Cultura" riguardo quanto accaduto, e se ritengono sia stato importante riportare a regolarità (si spera) l'iter della pratica, anche per le loro Amministrazioni e le loro Comunità. Non è pensabile non sistemare gli atti o ritenere questi ultimi secondari e superflui in nome solo di un obbiettivo (quale obbiettivo?). Per queste ragioni, lungi da noi l'intenzione di voler fare affondare progetti, a maggior ragione se meritori e condivisibili, ma non ci si può chiedere di fare le scimmiette che non vedono, non sentono e non parlano. Questo tentativo maldestro di farci passare per degli "sfascisti", del resto, è lo stesso più volte tentato e messo in atto da altri "personaggi", che continuano a operare più o meno nell'ombra, è un linguaggio già ascoltato da chi si è incoronato come difensore e baluardo unico dei valori e del
bene della collettività ravellese o del territorio, e poi si assicura e si ritaglia ruoli e incarichi diretti o indiretti in più contesti. Dal Presidente Maffettone certo non ci aspettavamo un grazie per aver evitato, con il nostro doveroso intervento, a lui e alla Fondazione conseguenze gravi e spiacevoli, ma neppure avremmo immaginato questa sua reazione con i toni così accesi e veementi. Neppure quando non tanto tempo fa lo stesso professore Maffettone fu attaccato violentemente dall'Avvocato Di Martino e dalla sua amministrazione (vedi delibere, assemblea pubblica, profili Facebook del movimento Rinascita Ravellese, ecc., ecc.) con accuse e offese sgradevoli alla sua persona, alla sua onorabilità professionale e alla sua funzione di Presidente della Fondazione, ai risultati artistici del Festival 2016, lo abbiamo visto così reattivo e stizzito. Allora venne a chiedere solidarietà e appoggio in Consiglio Generale d'Indirizzo, sostegno che ricevette immediatamente e incondizionatamente soprattutto da parte di noi tre reprobi. Ma se si sa che la politica e i loro rappresentanti dimenticano subito, mettendo da parte posizioni e coerenze a ogni cambio di scenario o di convenienze strategiche, i filosofi dovrebbero avere una memoria del passato sempre presente e lucida. Un altro elemento di verità che ci preme riaffermare, confutando le convinzioni del Presidente Maffettone, è che noi tre Consiglieri d'Indirizzo abbiamo da sempre rappresentato l'anima critica della Fondazione, e se c'è stato da protestare o da evitare abusi, irregolarità o ingerenze proprio della politica lo abbiamo fatto in qualsiasi stagione, in prima persona, mettendoci la faccia, con argomentazioni valide e coerenti (vedi ricorso al TAR e annullamento del Commissariamento), proprio perché non siamo lì per motivi o "meriti" politici, ma per le nostre storie personali e professionali, a prescindere dai colori e dalle fazioni. Non votiamo, né abbiamo residenza a Ravello, né tantomeno abbiamo interessi personali o professionali in loco. Il professor Maffettone non ha mai ascoltato un nostro intervento verbale o scritto a difesa di questa o quella posizione politica, ma soltanto osservazioni e contributi sempre in ragione di aspetti squisitamente tecnici, formali, di profilo culturale e nei colloqui tra noi (anche nelle scarne risposte ai nostri quesiti), erano ben altre o rivolte ad altri le sue doglianze in tal senso. Ora sembra aver acquisito la stessa prosa e i medesimi argomenti tirati in ballo in tante occasione dai "soliti noti", assuefacendosi a una pax generica e a una apparente condivisione di facciata che è solo un equilibrismo di convenienza.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Politica

2019: cinque comuni della Costiera Amalfitana al voto

Sono cinque i comuni della Costiera Amalfitana chiamati, nella primavera 2019, al rinnovo di Sindaco e Consiglio comunale. Si tratta di Atrani, Furore, Minori, Tramonti e Vietri sul Mare, per un totale di circa 15mila elettori aventi diritto (previsti in 11 mila alle urne). Mentre dal Ministero dell'Intero...

Elezioni provinciali, per Centrodestra è Roberto Monaco il candidato presidente

A poche ore dalla scadenza del termine per la presentazione delle candidature, il centrodestra salernitano trova la quadra sul nome del candidato che andrà a sfidare il dem Michele Strianese, sindaco di San Valentino Torio, per la presidenza della Provincia di Salerno. Si tratta di Roberto Monaco, primo...

Elezioni provinciali 31 ottobre: PD candida Michele Strianese a presidenza

Sarà Michele Strianese, sindaco di San Valentino Torio, il candidato alla presidenza della Provincia di Salerno per il Partito Democratico. Ieri sera l'assemblea degli amministratori e dei dirigenti del Partito provinciale, con in testa il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, lo ha indicato...

Edmondo Cirielli nell’assemblea parlamentare Nato: «Guerra a terrorismo impone ammodernamento e rafforzamento apparati militari»

Il deputato salernitano Edmondo Cirielli nella delegazione italiana presso l'assemblea parlamentare della Nato. Il presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico ha nominato Cirielli (già Questore della Camera) in rappresentanza di Fratelli d'Italia. L'assemblea parlamentare della NATO è un'organizzazione...

Amalfi, vendita ex Confettificio Pansa. Mormile: «Sindaco eserciti diritto prelazione»

Sulla vendita del Confettificio Pansa di Amalfi interviene il consigliere provinciale di Forza Italia Fulvio Mormile: «All'indomani del mio interessamento per la gara sull'affidamento dell'asta del confettificio Pansa di Amalfi apprendo con soddisfazione che la procedura affidata al notaio viene nuovamente...