Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 46 minuti fa Gesu Cristo Re

Date rapide

Oggi: 20 novembre

Ieri: 19 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniPoliticaFondazione Ravello: Brunetta invia richiesta di commissariamento ecco il testo

Fiorello arriva a Minori con il suo "Angolo Antitrust" dai Fratelli Mandara

Cibo e salute: mangiare in fretta favorisce malattie cardiovascolari, lo afferma studio giapponese

L'ultimo saluto a Maria Lampo, sindaco De Lucia: «Se ne va un pezzo di storia di Positano»

Da Maiori alla Cina, chef Pierfranco Ferrara testimonial dello yogurt “Ambpoeial” [VIDEO]

Apre “La Fabbrica” di Salerno, al via selezioni per 700 posti di lavoro

Incentivi caldaia: ultimi giorni per detrazioni fiscali Irpef 2017

A Minori in Costiera Amalfitana l’Accademia Mediterranea del Corno

Sorrento, Punto Cliente Inps di Sorrento aperto anche il giovedì

Siamo un po’ tutti poveri di cose o di umanità

Enel, 21 novembre interruzione fornitura elettrica a Praiano

I grandi pasticcieri d'Italia insieme per aiutare Artecarta di Scafati

Maiori: trovato con una pistola scacciacani in auto, denunciato 27enne napoletano

Salernitana-Cremonese, finisce in parità il match delle meno battute del campionato

A Sorrento col crowdfunding restaurato il quadro "La morte di San Giuseppe"

A Bergamo nuova attività made in Costa d'Amalfi cerca pasticciere campano

Blitz di Lotito in Costiera Amalfitana: cena al Mammato di Maiori col pensiero al futuro della Federcalcio [FOTO]

“La gazza golosa”, al contest de La Gazzetta dello Sport i panettoni di Sal De Riso

La Costa d'Amalfi dice addio a Maria Lampo, la donna che ha contribuito alla creazione del mito della "Moda Positano"

Christoph Bob, la sua stella una scommessa d'amore (vinta)

Ambasciatore Rydberg: «Scala è parte della lunga amicizia tra Italia e Svezia» [VIDEO]

Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Politica

Fondazione Ravello: Brunetta invia richiesta di commissariamento, ecco il testo

Scritto da (Redazione), lunedì 9 febbraio 2015 09:50:52

Ultimo aggiornamento lunedì 9 febbraio 2015 11:40:09

E' stata pubblicata sulle pagine web della Fondazione Ravello il testo trasmesso da Renato Brunetta alla Regione Campania attraverso il quale chiede il commissariamento dell'Ente.

Lo fa ripercorrendo gli eventi che si sono succeduti dal 24 gennaio scorso, giorno della convocazione del primo Consiglio di Indirizzo chiamato anche a eleggere il nuovo presidente e il cda.

Dalla ricostruzione si evincono le assenze del presidente in un momento così importante, con chi ne ha fatto le veci dimostratosi non proprio disponibile ad eseguire le volontà dei rappresentanti di due soci fondatori (Comune e Regione).

Il Consiglio di insediamento (la cui composizione è contestata da Brunetta con "gravi dubbi di legittimità"), dopo la ratifica di urgenti provvedimenti, deliberò di riaggiornarsi in altra seduta la settimana successiva (31 gennaio). Lo testimonia anche un comunicato stampa ufficiale redatto dalla Fondazione stessa.

Dunque, ci si chiede, a chi dover additare le responsabilità per la presunta invalidità della seconda adunanza, alla quale non si presentarono i rappresentanti della Regione? C'era o no un segretario a verbalizzare in entrambi i casi, in applicazione delle norme? E dove sono i verbali?

Poi paradossali le critiche mosse solo oggi (e non in fase di nuove nomine lo scorso novembre) verso la presenza del rappresentante dell'EPT (proprietario di Villa Rufolo) che di fatto, negli ultimi due Consigli di indirizzo, ha consentito il raggiungimento del numero legale. Di seguito testo integrale della richiesta di commissariamento.

-----------------------------------------------------

Devo informare degli ultimi accadimenti nel Consiglio Generale di Indirizzo della Fondazione Ravello, quale Ente riconosciuto dalla Regione Campania con D.D. n. 562 dell'11 settembre 2003 e successivamente modificato con D.D. 12 23/'7/2014 dipart. 54 direzione G12 Unità O.D.7.

Lo Statuto della Fondazione prevede che l'ente sia retto da due organismi, ossia il Consiglio Generale di Indirizzo, che nomina, al suo esterno, il Presidente, ed il Consiglio di Amministrazione. Vi è poi un Collegio dei revisori dei conti ed un Segretario Generale.

Essendo venute a scadenza le cariche della Fondazione, gli enti fondatori, ossia Regione Campania, Comune di Ravello e Provincia di Salerno, in uno al Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed all'E.P.T., hanno designato i propri rappresentanti in seno al Consiglio di Indirizzo. A seguire, con mia nota del 20 gennaio 2015, ho convocato la riunione del Consiglio di Indirizzo per il 24 gennaio 2015, con diversi argomenti all'ordine del giorno, tra i quali la nomina del nuovo Presidente.

Alla riunione non ho partecipato, ma so che, dopo la trattazione di alcuni degli argomenti all'ordine del giorno, sono sorte discussioni in merito alla nomina del Presidente senza alcuna convergenza e determinazione, tant'è che i Consiglieri si sono aggiornati ad altra riunione, da tenersi il successivo 31 gennaio 2015, senza alcuna richiesta al Presidente ancora in carica (il sottoscritto) per una formale, legittima, nuova convocazione ai sensi dello statuto.

Non è seguita, invero erroneamente, una nuova convocazione ed infatti alla riunione del giorno 31 gennaio, hanno partecipato solamente sei (6) consiglieri su undici (11), i quali hanno nuovamente aggiornato la riunione, stavolta per il 5 febbraio 2015 e in altra sede rispetto a quella delle prime due sedute.

Avendo appreso di tali accadimenti da una puntuale determina del Segretario Generale, il giorno 5 febbraio 2015, alle ore 12.00, ossia in concomitanza con la ripresa dei lavori degli autoconvocati, mi sono presentato presso la sede della Fondazione e ho redatto e sottoscritto un mio verbale/determina, del quale, alle ore 12.05, ho dato lettura agli unici astanti, nelle persone del Segretario Generale Dott. Secondo Amalfitano, il Consigliere di Amministrazione Adriano Bellacosa, il Direttore Generale del Ravello Festival Stefano Valanzuolo, la dipendente Anna Ernestina Fiore. In tale verbale, ho dato atto della irregolarità delle procedure seguite dal 24 gennaio al 5 di febbraio e mi sono riservato di convocare, nel rispetto delle regole di legge e statutarie, un nuovo consiglio di indirizzo.

D'altro canto, avevo verificato che gli altri Consiglieri già assenti alla riunione del 31 gennaio 2015, non avrebbero potuto partecipare alla nuova adunanza ed anzi, alcuni di questi, avevano espressamente manifestato il loro dissenso rispetto a convocazioni irrituali ed in contrasto con le previsioni statutarie.

Sta di fatto che, dopo il mio allontanamento, ho appreso dal Segretario Generale che cinque Consiglieri di Indirizzo si sono presentati presso la sede della Fondazione ed avevano ritenuto di tenere una loro riunione, nonostante mancasse il numero legale e fosse stato esplicitamente dichiarato dal Presidente la illegittimità di qualsiasi adunanza così come comunicato ufficialmente ai presenti dal Segretario Generale che ha provveduto finanche a distribuire copia del mio verbale

Lo stesso Segretario Generale si è dunque allontanato, per poi essere informato del fatto che i Consiglieri presenti avevano ritenuto di proseguire comunque una riunione nei locali della Fondazione.

All'esito, si è appreso dalla stampa del fatto che i Consiglieri di Indirizzo, rimasti indifferenti rispetto ad ogni sollecitazione finalizzata a ripristinare le condizioni di Diritto e di legittimità, che permettessero la partecipazione democratica di tutti quanti i membri del Consiglio di Indirizzo ed anche del Collegio dei revisori (mai formalmente e legittimamente convocati per quella adunanza), hanno deliberato, per tutte le ragioni sopra esposte illegittimamente, la sola nomina del nuovo Presidente della Fondazione, nella persona del Sindaco di Ravello.

Devo precisare che nessuna norma di legge o di statuto ammette la possibilità che, a fronte di una unica e valida convocazione, da parte del Presidente, possano seguire ben due "autoconvocazioni", come nel nostro caso, per il 31 gennaio 2015 e poi per il 5 febbraio 2015, con soluzione di continuità nello spazio e nel tempo.

Peraltro, anche ad ammettere che, per una sola volta ed entro uno spazio temporale contenuto, si rinvii la trattazione di alcuni argomenti all'ordine del giorno, tutti gli assenti devono essere necessariamente informati col sistema previsto dallo statuto e dunque col preavviso di cinque giorni, riducibili a due solo nel caso di dichiarata e deliberata urgenza, circostanza quest'ultima che non è stata né dichiarata, né comunicata. Di contro, non risulta essere stato richiesto allo scrivente di attivare una nuova convocazione, quand'anche sulla base di argomenti, date e luoghi da quel consesso proposti. Va sottolineata, a tal proposito, la già richiamata nota del Segretario Generale, inviata a tutti gli aventi titolo, che ben sintetizza alcune circostanze in termini di fatto e di diritto, soprattutto laddove sottolinea la contrarietà di Consiglieri di Indirizzo a tutto quanto loro notiziato per evidenti illegittimità. A questo è da aggiungere che non pochi dubbi residuano sulla legittimità della nomina di almeno uno dei membri del Consiglio di Indirizzo, secondo quanto già rappresentato alla attenzione della Regione Campania, avendo compiuto la nomina il Commissario dell'EPT, cui una tale prerogativa sembra impedita dall'art. 22, comma 2, della legge regionale 8 agosto 2014, n. 18, lì dove, peraltro, è stata proprio la partecipazione del membro del consiglio nominato dall'EPT a permettere agli altri Consiglieri di ritenere raggiunto il quorum costitutivo, necessario a rendere l'organismo collegiale (asseritamente) idoneo a deliberare. Tale circostanza, laddove verificata, riguardando l'E.P.T., ente strumentale della Regione Campania disciplinato da una recentissima legge di riordino regionale che lo vede disciolto, realizzerebbe il gravissimo paradosso di vedere lo stesso soggetto-Regione Campania da una parte vigilante e garante della legalità e della legittimità degli atti della Fondazione (d.P.G.R.C. 22 settembre 2003, n. 619) e dall'altra soggetto che, sia pure indirettamente, determina e innesca percorsi illegittimi.

Ad oggi, ed in mancanza di un formale atto di esecuzione della deliberazione assunta dal Consiglio di Indirizzo così malamente composto, da parte del Segretario Generale (che è l'unico soggetto autorizzato e legittimato a redigere i verbali deliberativi delle adunanze e, congiuntamente al Presidente, a sottoscriverli, nonché a mettere in esecuzione le deliberazioni, ai sensi dell'art. 13 dello Statuto), la Fondazione è posta in una condizione di assoluta precarietà e pericolo.

Infatti, è urgente provvedere alla approvazione del bilancio preventivo, in mancanza del quale non si potrà procedere alla organizzazione del prossimo Festival, che rappresenta il principale scopo fondativo, anche partecipato dalla Regione Campania, che ha pure riconosciuto la personalità giuridica al nostro Ente. Tale atto fondamentale allo stato non è adottabile per mancanza degli Organi deputati e preposti alla sua legittima approvazione: CdA (decaduto e non rinnovato), Collegio dei revisori (decaduto e non rinnovato), CdI (decaduto e forse rinnovato con gravi dubbi di legittimità per la sua composizione). A tale ultimo proposito si rappresenta che la eventuale illegittima presenza di membri nel Consiglio Generale di Indirizzo renderebbe nulli tutti gli atti adottati in specie laddove, con la loro presenza, hanno determinato la validità della seduta e il risultato delle votazioni. Solo per memoria si sottolinea che tutti i Consiglieri assegnati e nominati nel CdI concorrono alla elezione del CdA, del Collegio dei revisori e a formare il numero legale per la validità delle sedute.

E' per tutti questi motivi, non disgiunti dalla ferma volontà di evitare che atti illegittimi possano determinare gravissimo nocumento ad una Istituzione per la quale per dodici anni le Istituzioni socie in primis, ma anche importanti e prestigiose Istituzioni pubbliche e private, hanno concorso a realizzare un modello di efficienza e sicuramente un prototipo di gestione dei beni culturali, sento il dovere richiedere come con la presente espressamente

CHIEDO

alla Regione Campania, ai sensi dell' art. 25 cod. civ., del d.P.G.R.C. 22 settembre 2003 n. 619 e di tutte le leggi e regolamenti richiamati e collegati, a porre in essere, con l'urgenza del caso, ogni azione finalizzata ad assicurare il rispetto delle regole di funzionamento della Fondazione e della legge e, soprattutto, a garantire la immediata operatività e legittimità della stessa Fondazione, stante le urgenze e la rilevanza delle azioni da attivare, anche con la nomina di un Commissario.

Resto a disposizione, con la intera struttura della Fondazione, per rendere ogni chiarimento, ogni utile informazione e atto, per il più efficace raggiungimento e perseguimento dello scopo fondativo.

Con cordiali saluti

Il Presidente Renato Brunetta

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Sanità, Cirielli (Fratelli d'Italia): «Su rimozione Cantone presenterò esposto alla Procura della Repubblica»

«Apprendiamo dai quotidiani locali che la rimozione del direttore generale dell'azienda universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona Nicola Cantone potrebbe essere collegata alla mancata nomina a primario di Enrico Coscione, consigliere per la Sanità del presidente della Regione Campania Vincenzo...

Ravello e la rampa dei veleni: sindaco Di Martino vuole querelare Vuilleumier

Arriva dopo circa una settimana la replica del sindaco di Ravello Salvatore Di Martino al duro attacco subito dal gruppo di minoranza "Insieme per Ravello" che aveva lo aveva accusato di aver mentito alla cittadinanza circa la comunicazione dell'iter che ha portato all'ottenimento dei fondi regionali...

Depuratore unico per la Costiera a Maiori: contrario Circolo PD chiede consiglio comunale ad hoc

«Non avremo quattro depuratori ma un impianto importante a Maiori. Un grande progetto che risolverà definitivamente i problemi della Costiera amalfitana», aveva detto il governatore della Campania Vincenzo De Luca lo scorso primo novembre ad Atrani. Ma non tutti i maioresi sono contenti di ospitare l'impianto...

Vietri sul Mare: cittadini lamentano anomalie nelle bollette Tari, Davide Scermino (FI): «Criteri di calcolo errati»

Bollette Tari anomale ai cittadini di Vietri sul Mare, che lamentano un eccessivo aumento della somma da pagare. A segnalare il caso è il coordinatore cittadino di Forza Italia, Davide Scermino che, nei giorni scorsi, ha ricevuto diverse segnalazioni da parte dei cittadini. «Diversi cittadini - racconta...

Maltempo e colate di fango in Costiera, FdI-An: «Occorre tavolo tecnico per situazioni di emergenza»

«Solidarietà alle comunità della provincia di Salerno colpite dal maltempo delle ultime ore e in particolare a quelle dell'Agro e della Costiera amalfitana». È quanto dichiarano in una nota Nanni Marsicano, Ugo Tozzi e Imma Vietri, coordinatori provinciali di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale. «Dispiace...