Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 38 minuti fa S. Priscilla martire

Date rapide

Oggi: 16 gennaio

Ieri: 15 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniPoliticaFini blocca Cosentino candidato impresentabile

Ravello, ristorante 'Locanda Moresca' cerca personale

Direttore nel lusso della semplicità: per Flavio Colantuoni  del Monastero un premio alla carriera dal “suo” Veneto

A Nusco la Notte dei falò: 19-21 gennaio la tradizione del fuoco con musica, folclore e tipicità

Campania terza regione "riciclona" d’Italia. Record raccolta plastica

Nuove opportunità per i "Distretti del cibo"

Chiesa Costa d'Amalfi, sacerdoti verso trasferimento: Don Nello Russo va a Positano, a Ravello Don Angelo Mansi

Salerno, dal Fantady le prime novità Fantaexpo 2018: youtuber Marco Merrino direttore artistico

Addio a Dolores O'Riordan, è morta la cantante dei Cranberries

Buona la prima per i “Dolci al cioccolato” di Sal De Riso

Incredibile sulla Napoli-Salerno: cavallo a galoppo in autostrada [VIDEO]

Sorrento: aggressione a due ragazzi di Positano, condanna e solidarietà da sindaco Cuomo

Il teatro a Minori e in Costiera: una ricchezza per tutti  

Musica: 26-28 gennaio a Minori le lezioni del Maestro Guido Corti

«Debito elevato e fatture non pagate entro scadenze», Ausino spiega perchè ha chiuso i rubinetti a Villa Cimbrone

Ravello-Costa d'Amalfi esclusa, non sarà Capitale Italiana Cultura 2020

Enel, 17 gennaio interruzione fornitura elettrica a Maiori

"Atrani Muse al... borgo": martedì 16 il libro di Corrado De Rosa

Fabio Borgese, l'omaggio sul campo della sua squadra e della Figc Campania

Ravello, ritorna il deserto dei Tartari: un solo ristorante aperto

15 gennaio, oggi è Blue Monday: giorno più triste dell'anno

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Politica

Fini blocca Cosentino, candidato impresentabile

Scritto da Alessandro De Angelis (redazione), mercoledì 21 ottobre 2009 11:37:47

Ultimo aggiornamento mercoledì 21 ottobre 2009 11:37:47

E il presidente della Camera blocca Nicola Cosentino, il candidato in pectore del Pdl alla regione Campania, sospettato di essere colluso coni clan di Gomorra. Al termine di una lunghissima riunione nel suo studio di Montecitorio con i triunviri del Pdl, è Ignazio La Russa a comunicare che il tavolo è saltato: «C’è stata un’indicazione del partito per Cosentino, ma credo che si arriverà con una rosa di candidati». Parola d’ordine: tempo. E per risolvere il caso campano, i big del Pdl il tempo lo prendono su tutte le candidature: «Saranno ufficializzate a inizio di novembre» dichiara La Russa.

E il tentativo per trovare un candidato alternativo a Cosentino: rose, discussioni, riunioni. Un iter lungo, per ricominciare da capo: «Nei prossimi giorni – ha spiegato La Russa – incontreremo i coordinamenti delle regioni interessate per arrivare ad un quadro riassuntivo che tenga conto della valutazione di Fini come di quella di Berlusconi». Una bella frenata, dopo la quasi ufficializzazione della sua candidatura al termine della riunione dei parlamentati campani di sabato.

Al primo giro di tavolo, nello studio del presidente della Camera, si capisce che a difendere il potente sottosegretario all’Economia con delega al Cipe c’è solo Denis Verdini: spiega che Cosentino ha una valanga di voti. Con tanto di elenco: parlamentari, dirigenti, nonché i presidenti della provincia di Napoli (Luigi Cesaro), Salerno (Edmondo Cirielli), di Avellino (Antonio Sibilia). Cosentino, e non è un dettaglio, avrebbe pure una valanga di soldi, argomento cui è sensibile il Cavaliere visti i costi delle campagne elettorali: il gruppo di aziende che fa capo ai tre fratelli, e si occupa di carburanti, è infatti una miniera d’oro.

Gli alti big del Pdl sono rimasti però più che perplessi rispetto a queste valutazioni. Perché in discussione non sono ci solo i voti e la nota spese. Da tempo Cosentino è coinvolto in inchieste su camorra, rifiuti é politica, da quando cioè una serie di pentiti hanno parlato dei suoi legami con il Clan dei casalesi. C’è di più. Sembrerebbe che gli inquirenti avrebbero raccolto nuovi elementi. Pesanti. Tanto che proprio la paura di un arresto alimenta le perplessità degli altri capi del Pdl. Come Ignazio La Russa e Sandro Bondi. Ma soprattutto di Gianfranco Fini.

L’ex capo di An ha svolto un ragionamento che suona più o meno cosi: «Soprattutto nel sud dobbiamo esprimere candidature inattaccabili sotto il profilo della legalità e della trasparenza, dal momento che dinanzi a sorprese giudiziarie non si può gridare sempre alle toghe rosse». Una impostazione che, di fatto, ribalta la linea finora seguita nel Pdl su Cosentino: indifferente alla questione morale. Fini ha invece provato a elencare i criteri minimi della presentabilità politica. Anche imponendo un surplus di riflessione. Anche a costo di ritardare la chiusura del puzzle delle candidature, a partire da quella di Renata Polverini nel Lazio. E il presidente della Camera lo ripeterà nell’incontro definitivo con il Cavaliere: la faccia la possiamo mettere sui tuoi guai giudiziari ma non su quelli di Cosentino. Punto.

Non è tutto.Perché è vero che Cosentino ha un bel po’ di consensi e di sponsor tra Caserta e Casal di Principe ma la sua candidatura ha spaccato il Pdl campano, e non solo. Ad esempio, gli europarlamentari Aldo Patriciello, Erminia Mazzoni e Enzo Rivellini lo considerano praticamente impresentabile. Oltre ai rischi che vengono dalle procure, le sue connessioni familiari sono, infatti da brivido: un fratello sposato con la sorella dì un boss, un altro con la figlia di un camorrista passato a miglior vita.

Ieri nel Palazzo non si parlava d’altro: «Certo ha i voti, però…». Segnali di un clima avvelenato. Pure la ministra Mara Carfagna è furiosa perché Cosentino le sta portando via un po’ di truppe sul campo, come Cirielli. Un tempo lei lo sponsorizzò molto alla provincia di Salerno, ora lui non le fa mettere bocca su nulla. Anche per questo nella cerchia ristretta di Berlusconi stanno salendo le quotazioni dell’ex ministro socialista Stefano Caldoro: avrebbe sia una faccia spendibile sia il via libera di Fini. Per ora è l’unico anti-Cosentino in campo visto che il capo non ha intenzione di imporre a forza la Carfagna: «Mara da Roma non si sposta» ha detto più volte ai suoi.

Del resto una via d’uscita occorre. Perché il pantano casalese rischia di rendere ancora più complicato tutto il capitolo candidature. Che è tutt’altro che chiuso. Tanto che i triumviri, dopo aver ascoltato i dirigenti regionali, andranno dal premier Ma alla fine le somme le tireranno in tre: Bossi, Berlusconi e Fini. Un percorso a ostacoli. Tanto ché ieri Fini nel faccia faccia con Calderoli si è proposto pure nel ruolo di mediatore tra Galan e la Lega di fronte al rischio che salti tutto.

Il governatore infatti non ha intenzione di farsi da parte. Meno che mai dopo che ha incassato il sostegno di mezzo governo da Sacconi a Brunetta a Scajola, manifestato alle agenzie proprio mentre Fini era impegnato sull’affaire casalese. Ma la Lega vuole, nel Nord, due regioni di peso. Altrimenti è difficile che possa mollare un ministero. L’ipotesi su cui Fini lavora invece è una regione importante – Veneto o Piemonte – e una di seconda fascia, tipo Emilia-Romagna. Se ne riparla al ritorno di Berlusconi. Dalla magia della dacia di Putin al pantano di Casal di Principe.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Nuove opportunità per i "Distretti del cibo"

di Raffaele Ferraioli* La legge finanziaria di quest'anno, la n. 208/2017 - art. 1, ha fra l'altro, riformato il D.Lgs n. 228/2001, rilanciando i "distretti del cibo". Questa iniziativa è senz'altro apprezzabile e apre nuovi scenari di sviluppo per i settori agroalimentare ed enogastronomico. Le novità...

Maiori, assessore Raffaele Cipresso verso le dimissioni

MAIORI - La notizia è da giorni nell'aria ma nelle ultime ore circola con insistenza non soltanto negli ambienti della politica: l'assessore Raffaele Cipresso starebbe meditando le dimissioni dall'esecutivo del sindaco Antonio Capone. Stando ai bene informati, la scelta dell'assessore con deleghe a Demanio,...

Minori, case popolari. Mormile replica ad avv. Di Lieto: «La legge si applica per gli avversari e si interpreta per gli amici»

Prosegue a Minori il dibattito politico relativo ai fitti delle case popolari al parco San Paolo innescato dal consigliere comunale di minoranza Giovanni Proto (clicca qui) che aveva generato l'intervento dell'avvocato Giovanni Maria Di Lieto (clicca qui) il quale, a sua volta, aveva tirato in ballo...

Minori, su questione case popolari interviene l'avvocato Giovanni Maria di Lieto

Riceviamo lettera a firma dell'avvocato Giovanni Maria di Lieto di Minori in riferimento all'ultima uscita del consigliere comunale di minoranza Giovanni Proto riferito ai fitti delle case popolari (clicca qui per approfondire). E pubblichiamo. Caro Direttore, mi riferisco allo scritto a firma del Sig....

Ravello, i veleni della vigilia di Natale

Gli auguri di Natale dell'Amministrazione comunale "Rinascita Ravellese", guidata dal sindaco Salvatore Di Martino, sono accompagnati dal velenoso attacco alla minoranza di Insieme per Ravello senza risparmiare frecciate alla stampa, quella libera, non asservita. Festività da nervi tesi a Palazzo Tolla,...