Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Maurizio martire

Date rapide

Oggi: 22 settembre

Ieri: 21 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Ristorante Pizzeria Al Valico di Tramonti - Ristorante Al Valico di Chiunzi Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Hotel Panorama Maiori - Roof Terrace - Ristorante vista mare - Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi Ceramiche Casola Positano - Fratelli Casola nuova Factory a Ravello e Scala - Casola Ravello - Casola Scala Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa

Tu sei qui: SezioniPoliticaAmalfitano predica concordia e illustra il suo «sogno» per Ravello

Turismo e promozione. La Costiera Amalfitana presente in Giappone con Sunland per l'edizione 2017 del Tourism Expo Japan

Maiori: 6-8 ottobre il Campionato Italiano di Tipo Regolamentare e Coastal Rowing. Ecco campo di gara

Canoa: ad Atrani la prima di tre mini-gare della Federazione regionale Kayak

Maiori, dissequestrata la piscina dell'hotel San Pietro

Casa del Gusto Costa d'Amalfi, ecco bando per la gestione: dovrà valorizzare tipicità locali

"Serate Musicali al Duomo di Ravello", domenica 24 ultimo evento col duo Meroni-Ambrosino

Ravello Concert Society, pianoforti d'autore nel week-end

Truffe ad anziani, Cirielli: «Bene approvazione legge»

Paesi nella luce, la Costiera Amalfitana negli acquerelli del giovane Giuseppe Proto

"Puliamo il Mondo": a Tramonti giornata ecologica con gli alunni dell'Istituto Comprensivo

Incidente tra scooter a Maiori, due giovani in ospedale

'In viaggio con Francesco', su Rai Radio1 una nuova rubrica radiofonica a cura di padre Enzo Fortunato da Assisi

‘Malversazione e appropriazione indebita’: sequestrati 75mila euro a presidente Riferimenti – Gerbera Gialla

Colto da infarto 72enne di Conca dei Marini salvato a Castiglione

Isola ecologica di Furore, dopo 7 anni giustizia per il sindaco Ferraioli

Laurea da 110 e lode in Beni culturali per l'amalfitana Luana Dipino

Ravello, proiezioni mappate a Villa Rufolo: spettacolo gratuito per studenti della Costiera

Salerno, cambio alla Capitaneria di Porto: Menna nuovo comandante, Angora a Napoli

Da Mamma Agata ecco Fred Whitfield, presidente dei Charlotte Hornets

Ucciso durante Seconda Guerra Mondiale, ritornano a Minori le spoglie del marinaio Salvatore Amatruda [FOTO]

Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Centro estetico FRAI FORM Costa d'Amalfi del dottor Franco Lanzieri. In Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Politica

He has a drem

Amalfitano predica concordia e illustra il suo «sogno» per Ravello

Dopo la bagarre delle ultime tre settimane l'ex sindaco parla al cuore dei ravellesi e sceglie un testimonial d'eccezione: Salvatore Di Martino

Scritto da (Redazione), lunedì 16 febbraio 2015 20:58:15

Ultimo aggiornamento martedì 17 febbraio 2015 10:51:48

«Tentare di riportare un po' di serenità. La situazione richiede un po' di lucidità e condivisione di obiettivi». Esordisce così il segretario generale della Fondazione Ravello, Secondo Amalfitano, alla conferenza stampa "chiarificatrice" sui recenti fatti che hanno interessato Ravello e l'ente che organizza il Festival divenuti un ordigno mediatico.

Il "one man show" di Amalfitano prende forma man mano e parte da lontano, da quel sogno immaginato tredici anni fa, un sogno (il vocabolo più volte citato nelle tre ore di seduta) chiamato Fondazione Ravello.

Assente, come annunciato, il sindaco Paolo Vuilleumier e l'amministrazione comunale.

«Quando nel manifesto abbiamo scritto "auspichiamo la presenza di" era per far dialogare tra loro i protagonisti, memori dei bei tempi di una volta - spiega Amalfitano - . Mi aspettavo un dibattito fuori dall'ufficialità del Consiglio comunale perché quando parliamo degli argomenti di un paese nessuno ha il diritto di accaparrarsi l'esclusiva. Io non mi sono mai sottratto ad alcun dibattito».

«L'obiettivo è di fare chiarezza, tracciare una strada, una soluzione, un percorso. Non serve a nessuno mettere al muro responsabili. Per tagliare la testa al toro tutti abbiamo meriti e colpe. Vi dico che io ho più colpe di tutti». Cerca così di distendere gli animi prima di cominciare a parlare al cuore attraverso il canale dell'orgoglio ravellese l'ex sindaco. «Spero che oggi si possa scrivere una nuova pagina per Ravello. Teniamo fuori i rancori. Il mio merito è stato quello di aver immaginato un sogno, fare una cosa unica, eccezionale, che per trovarla devi andare a Ravello. L'attuale maggioranza ha sostenuto questo progetto per otto anni, Salvatore Di Martino e Paolo Imperato non hanno fatto danni. Sul progetto nella sua interezza mai nessuno si è messo di traverso».

Amalfitano, a cui gli si riconoscono grandi idee e voglia di fare (sono i suoi comportamenti ad essere contestati) si concede un vanto: «Permettetemi una nota autocelebrativa: il bene pubblico più importante di Ravello (Villa Rufolo ndr) ha visto me come responsabile, il primo ravellese dopo duecento anni. Questa cosa mi inorgoglisce tanto. Dalla morte di Nevile Reid gli unici interventi strategici, importanti per il complesso si stanno sviluppando ora. Un disegno complesso che un Ravellese ha immaginato. Tra due mesi inaugureremo la scala della torre maggiore. Tredici anni fa ho sognato di portare tutti i Ravellesi in cima a quella torre per poter mostrare il loro paese sotto un'altra prospettiva, dall'alto. Sarà uno dei musei più all'avanguardia a livello europeo (la torre maggiore ndr)».

«Quando sento parlare di centralità del Comune e centralità del Comune penso che non tutti possono fare tutto. Per portare avanti il progetto serve una squadra che remi nella stessa direzione ci vogliono persone di qualità ai vertici. Nello statuto della Fondazione sta scritto che ai vertici ci debbano essere personalità di comprovata capacità tecnico-scientifica nel settore dei beni culturali».

Amalfitano ricorda quando in passato da più parti gli si chiedeva di diventare il presidente della Fondazione. «La ucciderei» dice riuscendo a contenere tutet le ire maturate nelle ultime settimane. «Quattro anni fa ho sostenuto Paolo Vuilleumier - ricorda Amalfitano - ma non credo che sia la persona giusta (per il ruolo di presidente ndr)».

«Brunetta di fare il presidente non gliene può fregar di meno come dicono a Roma, tranne che per partecipare a una cosa bella. Brunetta è entrato come consigliere della Fondazione nel 2004 con Bassolino presidente. Brunetta ha sempre lavorato e fino al 23 gennaio tutti avevano chiesto a Brunetta di continuare. Da Bassolino a Caldoro tutti hanno finanziato la Fondazione Ravello».

Amalfitano, che cerca l'applauso dalla platea senza mai riuscire a strapparlo, al termine della lista dei sogni realizzati e degli incubi imminenti spiega lo stile Fondazione Ravello, che va oltre conta, i numeri, i partiti, le tessere.

«Mimmo Palladino, artista, comunista convinto, rappresenta la Regione. Caldoro disse che non aveva preferenze e biglietti in tasca. Brunetta chiese a Caldoro soltanto di confermare Paladino e la Miraglia che avevano lavorato molto. Il sindaco di Ravello disse che ognuno nominava i propri rappresentanti. Oggi gli enti più importanti in Fondazione sono la Regione e il Ministero, gli altri non mettono una lira».

Oggi si arriva alla conta, 5 è più grande di 4, ma la conta non è mai stata fatta - dice Amalfitano -. E' democratico ma non opportuno. Confrontiamoci sulle idee. Se si vuole fare una bagattella politica diciamocelo».

Poi il segretario generale comincia, con il supporto del carteggio proiettato a parete, a ricostruire il pastrocchio burocratico che ha portato all'impasse cominciata il 24 gennaio, giorno dell'insediamento del consiglio. Ma ci pensa il membro del collegio dei revisori dei conti, Lupi, a illustrare "l'illegittimità" rintracciata sabato scorso.

«Il problema è che la riunione del 5 febbraio (seduta in cui Vuilleumier era stato eletto presidente) convocata il 2 febbraio poi revocata non ha previsto i sette giorni di anticipo per chi era assente il 31 gennaio (5 consiglieri ndr). Non si poteva convocare il 2 per il 5 febbraio».

«Senza la Regione e il Ministero - ricorda Amalfitano - parliamo di un incubo. Angelini e Alemi sono persone serie e si sono defilati perché non partecipano a questa bagarre e hanno espresso solidarietà a Caldoro, Brunetta e al Segretario generale».

Comunque sul futuro della Fondazione ci sono ancora molte incognite.«Stiamo discutendo se dopo 45 giorni (dalla data di scadenza della presidenza Brunetta nda) decade tutto o meno. Brunetta ha fatto l'unica cosa legale possibile: il commissariamento. Commissariamento evoca situazioni brutte, dissesto, fallimento, liquidazioni. In questo caso il Commissario significa salvezza perché azzera tutto, anche le nomine. Ma chiederò a Renato Brunetta un ennesimo atto di amore per Ravello e i Ravellesi convocando a Roma un tavolo con ministero per i Beni Culturali, il Presidente della Regione Campania, il Presidente della Provincia di Salerno e il Sindaco di Ravello. Perché solo da quel tavolo ne uscirà il rafforzamento del sogno».

In sala anche l‘ex sindaco Salvatore Di Martino, nemico giurato di Amalfitano, la cui presenza era già stata annunciata a inizio conferenza.

«Ieri, dopo tanti anni (con ogni probabilità 23 ndr) ho avuto una telefonata con l'avvocato Di Martino - rivela Amalfitano - abbiamo passato in rassegna tanti problemi. Ci vuole la concordia. Al prossimo cdi e cda il segretario generale rimetterà tutte le deleghe e farete tutto quello che volete - annuncia - Non sono mai stato attaccato alla poltrona ma ai sogni si».

Prima di concludere Amalfitano ha annunciato che venerdì prossimo parteciperà all'assemblea pubblica indetta dall'amministrazione comunale presso l'auditorium. Prevista anche la presenza di Salvatore Di Martino. Ne varrebbe il costo di un ipotetico biglietto.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Politica

Truffe ad anziani, Cirielli: «Bene approvazione legge»

«Il provvedimento approvato dalla Camera a tutela dei soggetti vulnerabili colma un vuoto legislativo e tutela gli anziani e i minori, prevedendo anche l'arresto in flagranza di reato. Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale è stato il primo gruppo che, con una mia proposta di legge, ad inizio legislatura...

Ravello, Vuilleumier attacca Amalfitano su facebook: «Rup avrebbe percepito compensi per legge». Una storia già vista

«Un certo nervosismo serpeggia all'interno delle Torri della nostra Villa Rufolo». A dirlo - e a scriverlo - è l'ex sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier che dal proprio profilo facebook persevera sull'azione dei tre consiglieri di Indirizzo della Fondazione Ravello (Liuccio, Schiavo e Della Pietra) che...

Ravello-Costa d'Amalfi Capitale italiana Cultura 2020, presentato il dossier [FOTO]

Presentato stasera, a Villa Rufolo, del dossier di candidatura di Ravello-Costa d'Amalfi a Capitale italiana della Cultura 2020, presentato gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Al termine del vernissage della mostra Sandro Chia/Ravello a cura di Gianluca Riccio...

Ravello Capitale Cultura, carte a posto: Amalfitano "declassato" da rup a responsabile progetto

Un documento corposo e ricco di interventi, per ogni comune della Costiera, specie in materia urbanistica e architettonica. È il dossier di candidatura di Ravello-Costa d'Amalfi a Capitale italiana della Cultura 2020, presentato gli uffici del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo....

Costa d'Amalfi: nasce il movimento "Noi con Salvini"

In Costiera Amalfitana nasce il movimento politico "Noi con Salvini". L'intento dei fautori è quello di «ripartire dalle esigenze dei cittadini, dalla salvaguardia del territorio e dalla risoluzione delle gravi problematiche che da troppi anni affliggono il territorio costiero». Il movimento, che vede...