Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 4 ore fa Assunzione di Maria vergine

Date rapide

Oggi: 15 agosto

Ieri: 14 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai La Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campana Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniNecrologiAmalfi: addio a Don Peppe De Luca protagonista dello sviluppo industriale salernitano

Gusta Minori edizione 2018, Varietà il 24, 25 e 26 agosto a Minori in Costiera Amalfitana Marilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfi Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello La Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giorno Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Necrologi

Amalfi: addio a Don Peppe De Luca, protagonista dello sviluppo industriale salernitano

Scritto da Sigismondo Nastri (Redazione), lunedì 4 novembre 2013 16:35:56

Ultimo aggiornamento martedì 5 novembre 2013 11:33:00

di Sigismondo Nastri - Proprio un brutto periodo, questo. Mannaggia! Stamane, all'alba, una telefonata del figlio Andrea mi ha dato la notizia della morte di Peppino De Luca. Un altro pezzo della mia vita che mi lascia. Come si fa a non essere angosciato per la perdita di un amico caro, insostituibile, come lui? Il tempo di vestirmi e mi sono precipitato nella Zona Industriale di Salerno a rendergli il mio doveroso tributo d'omaggio e di riconoscenza per l'affetto, la vicinanza che mi ha sempre dimostrato. C'era fra noi un rapporto di fratellanza che la morte non potrà cancellare. Non riesco nemmeno a piangere, tanto sono agitato e nervoso.

Con Giuseppe De Luca - Peppino, o don Peppe, come molti confidenzialmente lo chiamavano - se n'è andato uno dei maggiori protagonisti dello sviluppo industriale di Salerno dalla metà degli anni sessanta del secolo scorso, quando l'azienda di famiglia, fondata nel 1924 dal padre, Andrea De Luca, fu trasferita da Amalfi al capoluogo, trovando sede prima in via S. Leonardo, poi nella zona industriale, dove ha raggiunto una estensione di oltre trentamila metri quadrati, proiettandosi sempre più verso i mercati internazionali. La De Luca Industria Grafica e Cartaria Spa opera nel settore della stampa ma, soprattutto, in quello della cartotecnica ed è uno dei fiori all'occhiello della imprenditoria salernitana in Italia e nel mondo. Questo si deve alla intelligenza, alle capacità manageriali, alla lungimiranza di Giuseppe De Luca. Sono qualità che, fortunatamente, costituiscono anche i tratti caratterizzanti dei figliuoli, chiamati a continuarne il lavoro. Nonostante si sapesse della malattia che lo aveva colpito, la sua scomparsa ha suscitato profonda emozione in quanti lo conoscevano, lo stimavano e gli volevano bene. Perché non si poteva non voler bene a uno come Peppino: intelligente, brillante, affabile, con uno spiccato senso dello humour, sempre disponibile. Una persona che aveva sacro il sentimento dell'amicizia. Il 24 gennaio prossimo avrebbe compiuto ottant'anni. Le esequie si svolgeranno, domattina, in due fasi: alle ore 9, nella chiesa di san Leonardo a Salerno; poi, alle ore 12.00, nella cattedrale di Amalfi. Giuseppe De Luca non era soltanto un imprenditore di successo, ma un appassionato d'arte, competente e attento, zelante raccoglitore di patrie memorie. In lui c'era uno sviscerato amore per il bello: una particolare sensibilità, rafforzata dall'attaccamento alla propria terra, che gli ha fatto da stimolo e da guida nel collezionare stampe antiche, reperite in lunghi giri per le botteghe d'antiquariato di mezza Europa, e dipinti dei Costaioli e degli altri pittori che hanno attraversato Salerno e la sua provincia, soprattutto la Costiera amalfitana. Questo ha evitato la dispersione e la ‘fuga' di testimonianze vive e concrete che fanno parte della storia, della tradizione, della cultura del territorio. Un amore trasmessogli dal padre, don Andrea, che nella piccola tipografia di Amalfi, quando egli era ancora un ragazzo, manteneva rapporti molto stretti con intellettuali, pittori, letterati. Basti ricordare che a lui facevano capo, per la stampa, o semplicemente per la fornitura di supporti cartacei, Giovanni Zagoruiko e Basilio Necitailov, i pittori russi esuli rispettivamente a Positano e ad Amalfi, Irene Kovaliska, Domenico De Vanna, artisti locali quali Ignazio Lucibello e Luca Albino. A quest'ultimo è legato un episodio che ha "segnato" la formazione umana e professionale di Peppino. Risale a quando l'Italia - firmato l'armistizio - appariva divisa in due, economicamente e politicamente. Le truppe alleate, sbarcate ad Amalfi nel settembre del 1943, avevano fissato il loro "Rest Camp" nell'ex pastificio, sul lungomare. La gente cercava di arrangiarsi come meglio poteva. Tra le tante cose non disponibili sul mercato, i quaderni scolastici. Andrea De Luca pensò che si poteva far fronte a quella mancanza stampandoli. La difficoltà, se mai, era di "inventare" una copertina accattivante e adatta a dei ragazzini. Luca Albino frequentava l'hotel Cappuccini, occupato da ufficiali americani, ai quali vendeva, per poche lire, i suoi luminosi dipinti. Un pomeriggio, terminato il lavoro, Andrea De Luca lo vide che si stava recando, con la cassetta dei colori in mano, alla fermata dell'autobus per far ritorno a Maiori. Lo indicò a Peppino, che gli era accanto, e gli disse di correre a chiamarlo, perché voleva parlargli. "Ti raccomando - sottolineò -, rivolgiti a lui con rispetto, è un artista". Peppino, di corsa, lo raggiunse e gli trasmise il messaggio: "Professore, mio padre vuole parlarvi". "E chi è tuo padre, che cosa vuole da me?", replicò Albino, un po' infastidito. Il ragazzo precisò: "Sono il figlio di Andrea De Luca". Il pittore tornò indietro. Don Andrea gli espose la sua idea. Desiderava illustrare i quaderni con immagini ispirate alle favole di Fedro ed Esopo. Qualche giorno dopo Luca Albino portò i disegni in tipografia. I quaderni andarono a ruba. Quelle parole del genitore: "Rivolgiti a lui con rispetto, è un artista" Giuseppe De Luca non le ha più dimenticate. Ne sono prova i rapporti di stima e di viva cordialità che lo hanno legato a Mario Carotenuto, Paolo Signorino, Virginio Quarta, Antonio Petti, Cosimo Budetta, Pietro Lista, Romolo Apicella e tanti altri protagonisti del mondo della pittura e della ceramica. Con lo stesso rispetto, non disgiunto dall'ammirazione, ha sempre accolto artisti emergenti, svolgendo opera di mecenatismo e di promozione culturale. Ha stampato monografie, cataloghi di mostre e una serie di calendari che, anno dopo anno, ha rappresentato (e rappresenta) un omaggio doveroso ai protagonisti di una intensa, a volte esaltante stagione d'arte che a Salerno, dalla fine dell'Ottocento, non s'è mai interrotta.

fonte: www.mondosigi.com

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Necrologi

Amalfi dice addio a Nina Fronda, una vita spesa al bene

Amalfi piange Gaetana "Nina" Fronda, venuta a mancare all'alba di oggi, 11 agosto. Madre esemplare, lascia ai suoi cari e a quanti l'hanno conosciuta l'esempio fulgido di una vita spesa al bene e al culto della famiglia. La piangono il figlio Rosario, i fratelli Andrea e Gerardo, le sorelle Lena e Maria,...

Maiori, oggi pomeriggio i funerali di Raffaele Pastore. Si attende verità su cause morte

Si svolgeranno oggi pomeriggio, alle 17 e 30, nella Collegiata di Santa Maria a Mare di Maiori, i funerali di Raffaele Pastore, il 70enne deceduto lo scorso 28 luglio all'Ospedale Ruggi d'Aragona di Salerno in seguito a causa di una complicanza seguita a un intervento cardiaco. La Procura della Repubblica...

Ravello, si è spenta Nicoletta Mansi "Zì Coletta". Oggi i funerali

RAVELLO - Si è conclusa ieri, nel giorno di San Pantaleone, l'esistenza terrena di Nicoletta Mansi. "Zia Coletta", 95 anni appena compiuti, è ricordata per la sua affabilità e simpatia nei meriggi al poggetto poco distante dalla propria abitazione, in via Boccaccio. Memoria storica di Ravello (tanti...

Amalfi dice addio alla professoressa Gerarda Ebarone

E' un giorno triste per Amalfi che dice addio alla professoressa Gerarda Ebarone, deceduta nella tarda mattinata all'ospedale "Agostino Gemelli" di Roma presso cui era ricoverata in seguito al peggioramento delle sue condizioni di salute. L'insegnate di Italiano alla scuola di secondo grado di Amalfi...

Amalfi: addio a Gaspare Di Lieto, il "Di Lieto vivere d'arte"

Ieri, 23 luglio, dopo una lunga vita spesa per la famiglia, il lavoro, gli amici, si è serenamente spento Gaspare Di Lieto, "memoria dell'arte" di Amalfi, persona conosciuta e ben voluta, che ha dedicato la sua vita alla città ed alla Chiesa amalfitana. Aveva 95 anni. E' stato un vero gentiluomo: si...