Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 minuti fa S. Bernardetta Soubirous

Date rapide

Oggi: 18 febbraio

Ieri: 17 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoSchermaglie di Amalfi, sindaco Milano: «Nessuna emergenza sicurezza»

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NataleSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Lettere al Vescovado

Schermaglie di Amalfi, sindaco Milano: «Nessuna emergenza sicurezza»

Scritto da (Redazione), mercoledì 21 marzo 2018 10:38:32

Ultimo aggiornamento mercoledì 21 marzo 2018 16:39:35

Sui fatti della notte tra sabato e domenica scorsi, avvenuti ad Amalfi, interviene il sindaco di Amalfi Daniele Milano, critico sulla posizione assunta dal Vescovado. Segue testo integrale del primo cittadino e replica del direttore responsabile Emiliano Amato.

 

Caro Direttore,

ho letto con attenzione il tuo editoriale "Delinquenza dilagante ad Amalfi: problema di ordine pubblico che investe tutti" pubblicato il 18 marzo.

 

Nel rispetto della tua libertà di opinione e lungi dal voler giustificare qualsivoglia episodio di violenza, mi corre l'obbligo di prendere le distanze soprattutto dal titolo utilizzato, che restituisce una visione sideralmente lontana dalla realtà.

 

Ritengo infatti che ad Amalfi non vi sia nessuna "emergenza" legata alla violenza o alla sicurezza in generale.

 

Senza entrare nel merito di quanto hai riportato, appare evidente che quanto accaduto non scaturisca affatto da situazioni di emergenza sociale diffusa, quanto da controversie tra le (poche) persone coinvolte. Dunque, episodi che, seppur deprecabili, restano occasionali e che da soli non possono far apparire Amalfi una realtà difficile, in cui fronteggiare presunti fenomeni dilaganti o, peggio ancora, in balia di una escalation criminale.

 

Voglio rassicurarti che, di fronte alle preoccupazioni da te espresse, nessuno ha intenzione di restare inerme: dall'Amministrazione comunale alle Forze dell'ordine, sino a quella stragrande maggioranza di cittadini che si è sentita profondamente estranea all'atto di accusa contenuto nel tuo articolo, sferrato all'indirizzo del tessuto sociale della città.

 

Grazie all'opera encomiabile delle forze dell'ordine, in primis dei Carabinieri e della Polizia Locale, sono state stroncate sul nascere anche incursioni esterne di atti delinquenziali di piccolo cabotaggio. E non solo.

 

Sai bene che stiamo facendo la nostra parte di supporto al controllo del territorio, anche con l'installazione progressiva di un efficiente sistema di video sorveglianza, già in funzione sul litorale e che quanto prima verrà esteso alle zone interne ed alle frazioni. O attraverso la felice sperimentazione di un servizio di vigilanza notturna della Polizia Municipale negli scorsi mesi estivi.

 

C'è tanto da fare in termini di "prevenzione" ed è per questo motivo che ci stiamo impegnando a supportare l'operato delle associazioni culturali e sportive sul territorio, così come nel creare nuovi spazi per l'aggregazione sana. A partire dai lavori che consentiranno di convertire l'edificio della ex Pretura in nuovo centro di aggregazione comunale, auspicabilmente già da quest'anno.

 

Noi tutti vorremmo che determinati episodi non accadessero mai, ma - al di là delle ragioni emotive che legittimamente animano il tuo scritto - le scene che quasi quotidianamente dominano le pagine di cronaca nazionale sono fortunatamente ben lontane dalla nostra realtà.

 

Daniele Milano

Sindaco di Amalfi

 

Caro Sindaco,

comprendo la difesa che fai alla Tua Città, alla civile Amalfi che ha poco a che vedere con questo manipolo di delinquenti. Non è stato complesso esercizio capire, però - per chi conosce da quasi undici anni lo stile di questo giornale e di chi lo dirige -, che da queste pagine alcun attacco è stato sferrato al buon nome di Amalfi, sporcato soltanto dai suoi pochi "cittadini" sabato notte.

Il mio editoriale ha suonato un campanello d'allarme dopo l'ennesimo episodio di violenza in pubblico consumatosi sempre ad Amalfi. Non è difficile comprendere, quindi, che anche qui, come in altri paesi della Costiera, esiste un focolaio delinquenziale, naturalmente proporzionato al luogo, alle sue caratteristiche morfologiche, al contesto sociale ed economico. Si sa bene che le nostre cronache sono lontanissime da quelle nazionali, viviamo in un'isola felice. Ma se vogliamo continuare a mettere la polvere sotto il tappeto o, peggio, la testa sotto la sabbia, di fronte a quanto accaduto fai pure. Un giornale è coscienza critica della comunità e il Vescovado - e parlo al di là delle ragioni emotive che pure hanno animato il mio scritto - continuerà, senza paura e per amore di verità, civiltà e di rispetto della legalità, a condannare con fermezza fatti come quelli, deplorevoli, avvenuti sabato scorso, in un contesto che si definisce "civile".

Non mi si venga detto che si tratta di episodi isolati o controversie personali: gli autori delle schermaglie, poco più che ventenni, con qualche "chioccia", sono persone già note alla società e alle Forze dell'Ordine, per fatti analoghi.

Mi viene da ricordare, andando a memoria, gli atti vandalici ingiustificati ai complementi d'arredo pubblico del lungomare, due anni fa, o la rissa per futili motivi che coinvolse diversi giovani di Ravello e Amalfi lo scorso agosto, proprio nello stesso luogo e con le stesse modalità delle ultime.

Elementi già noti per consumo e spaccio di sostanze stupefacenti che escono di casa per dare fastidio, per far male, proprio come stile di vita. Questa la realtà, suffragata dai fatti.

La mia preoccupazione, come quella di tanti genitori e cittadini perbene che in questi giorni hanno apprezzato il mio intervento, è che questi facinorosi possano fare proseliti.

Caro Sindaco, ad Amalfi, come in altri paesi, il problema esiste, è reale, è concreto e si materializza pure. Spiace apprendere che Tu non ammetta l'esistenza, nel Tuo paese, di un gruppo ben individuato di delinquenti, cani sciolti capaci di creare disordini in qualsiasi momento.

Sono sicuro che l'elenco delle attività che hai appena illustrato, a garanzia della pubblica sicurezza e dell'ulteriore crescita sociale, verrà presto attuato. Nel frattempo, d'intesa con Carabinieri, Polizia Locale e gestori dei locali notturni mi auguro si possa imbastire, già in concomitanza con l'inizio della nuova stagione turistica, un discorso sinergico atto a debellare da subito il fenomeno, che porti anche all'isolamento di queste mele marce. In questo modo riuscirai a preservare il buon nome di Amalfi e soprattutto la tranquillità dei tuoi cittadini e ospiti di cui sei prima autorità locale di pubblica sicurezza.

E.A.

IL DIBATTITO E' APERTO. SPAZIO AI LETTORI PER I PROPRI COMMENTI NELLA FASCIA DI FACEBOOK IN BASSO

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

La Fondazione Ravello come il cubo di Rubik

di Nicola Amato* Fondazione Ravello, negli ultimi tre lustri, è paragonabile al cubo di Rubik, un gioco, un vero e proprio rompicapo per tanti, i soliti, che ha interessato tutte le ultime legislature, facendo passare in second'ordine i problemi reali del paese, impegnati come si era a trovare le soluzioni...

«Il movimento ha perso la sua originaria identità», anche Marco Conte lascia Ravello nel Cuore

Riceviamo lettera a firma di Marco Conte, candidato, alle scorse elezioni amministrative, nelle fila di Ravello nel Cuore. Anche Conte, come Luigi Mansi e altri reduci di quella esperienza, hanno manifestato la volontà di lasciare il gruppo capeggiato da Nicola Amato, precisando di non essere confluito...

La Costiera Amalfitana che crolla: quando il vero nemico è la burocrazia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma dell’ingegnere amalfitano Bonaventura Fraulo, che risponde all’appello unitario del sociologo Domenico De Masi, dello scrittore Antonio Scurati e di Padre Enzo Fortunato lanciato il 28 dicembre scorso dalle pagine dal Corriere della Sera circa l’impegno...

Se non ci sono disgrazie, la notizia non fa share

Riceviamo e pubblichiamo lettera a nome di Carlo De Riso, presidente dell'organizzazione di produttori in Costa d'Amalfi "Costieragrumi" che affronta l'annoso problema della fragilità del nostro territorio. Segue testo. Da poco più di un anno l'UNESCO ha iscritto "l'arte dei muretti a secco" nella lista...

Fondazione Ravello, interviene Lelio Della Pietra: «Mio memoriale non c'entra con conflitti attuali»

A Ravello sono giorni caldi, determinati dalle note vicende che stanno investendo la Fondazione Ravello con le forti frizioni tra il sindaco Salvatore Di Martino e il Commissario straordinario Mauro Felicori, acuite dalla sospensione di Secondo Amalfitano da Villa Rufolo. Sul delicato momento è intervenuto...