Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Pacifico da S. Severino

Date rapide

Oggi: 24 settembre

Ieri: 23 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoRavello, scuola: Di Palma interroga Sindaco su disaccordo tra genitori per monte ore

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Lettere al Vescovado

Ravello, scuola: Di Palma interroga Sindaco su disaccordo tra genitori per monte ore

Scritto da (Redazione), mercoledì 30 aprile 2014 17:11:21

Ultimo aggiornamento giovedì 1 maggio 2014 16:45:46

Riceviamo e volentieri pubblichiamo testo integrale dell'interrogazione avanzata nel corso del Consiglio Comunale di stamani dal capogruppo di "Ravello nel Cuore" Salvatore Ulisse Di Palma, che si fa interprete delle preoccupazioni di alcuni genitori di alunni che l'anno prossimo dovranno frequentare la prima classe della scuola secodaria di primo grado. Diversi sono i nodi da sciogliere in quest'ambito, legati al monte ore settimanale che gli alunni sono chiamti a sostenere: il vero pomo della discordia.

leggi pure:

Ravello: in disaccordo anche sulle iscrizioni dei figli a scuola

Al sig. Sindaco del Comune di Ravello

La tensione relativa alla pre iscrizione dei ragazzi alla prima classe della scuola media inferiore genera in molti perplessità, amarezza e tristezza.

Nove genitori su sedici, in fase di iscrizione on line all'anno scolastico 2014/2015, avevano optato per la scelta del piano formativo da 30 ore settimanali da far svolgere ai propri figli, come previsto dal regolamento, in sette erano orientati per le 40 ore settimanali che, tradotto, avrebbe previsto 8 ore giornaliere in classe dal lunedi al venerdi.

A imporsi nel confronto democratico è stato il fronte delle 30 ore.

Amarezza, perplessità e amarezza, i motivi signor sindaco glieli rappresenterò non appena ricevuta la risposta a questa interrogazione che tende a conoscere quanto segue:

1) Quali sono i motivi di tali dissapori?

2) Cosa è stato fatto o s'intende fare da parte dell'amministrazione comunale per salvaguardare livelli occupazionali, visibilità e storia di gloriosa istituzione scolastica?

3) Si è pensato all'eventuale danno psicologico che si potrebbe arrecare a questi ragazzi dividendoli?

4) Il signor sindaco lo sa che oltre il rischio della soppressione della classe si perde anche l'ora di strumento musicale dato che tale attività il numero minimo di ragazzi è fissato in 12 unità?

Concludo l'interrogazione dicendo che un contributo alla discussione è stato trasmesso dal gruppo consiliare " Ravello nel Cuore " al quotidiano on line "Il Vescovado" di cui vi allego copia a ogni singolo consigliere comunale.

Chiedo al signor sindaco congiuntamente alla risposta verbale di poter aprire eventualmente anche la discussione considerata l'importanza della problematica.

 

Il gruppo consiliare " Ravello nel Cuore "

Dott. Salvatore Di Palma

PROPOSTA RAVELLO NEL CUORE

INSIEME ... NO GRAZIE!

C'è una tristezza di fondo nella querelle che vede impegnati su opposte scelte le mamme di Ravello, schierate appassionatamente sul monte ore che i propri figli dovrebbero effettuare.

La tristezza va letta nella non capacità di disporre di strutture scolastiche degne di tale nome, della approssimativa gestione della refezione, della divisione tra compaesani che dovrebbe essere all'unisono accompagnamento affettuoso al passaggio dalla scuola elementare a quella che è l'istruzione successiva della cosiddetta scuola media.

Tristezza sempre più accentuata perché in questo benedetto paese, neanche nella scelta scolastica ci si trova d'accordo, segno che mancano gli uomini di buona volontà, manca un accompagnamento amministrativo, manca la lungimiranza che lascia intravedere la soppressione di una classe di un'Istituzione storica e gloriosa.

E da qui a breve la perdita di un occasione di far vivere scolasticamente assieme bambini che vivono nello stesso paese, che potrebbero avere vincoli di parentela , consuetudini di attività extrascolastiche, un intero mondo, in buona sostanza in comune.

Scegliere una soluzione piuttosto che un'altra è cosa abbastanza riduttiva e per le premesse penalizzante.

Potrebbero aver ragione i fautori delle 40 ore o, perché no, quelli delle 30 ore ma è poca cosa rispetto allo spettro di dividere bambini che hanno cementato la loro crescita durante questo ciclo di 5 anni, bambini che diventati adulti un domani, ricorderanno sempre e comunque non l'Università, né i compagni di corso ma solo e semplicemente gli amichetti degli otto anni di frequenza obbligatoria.

A nessuno è passato per un attimo per la mente il danno anche di tipo psicologico che potrebbe capitare a qualcuno di questi ragazzi?

Pensate solo per un attimo al distacco - tradimento del compagno di banco, del trauma che potrebbe crearsi dividendoli in quella tenera età.

Perché ciò non avvenga c'è bisogno di ritrovarsi, di riunirsi, di esperire nuovi tentativi volti al raggiungimento dell'obiettivo comune che deve essere solo quello di non dividere questi ragazzi.

Incontratevi ancora amici genitori, incontriamoci per trovare una soluzione che potrebbe essere possibile.

Sig. sindaco non so quanto abbia fatto o stia facendo per evitare che si abbiano danni irreparabili dalla eventuale soppressione della prima classe della scuola media di Ravello o dalla divisione dei ragazzi ma, ci viene di pensare e proporle quanto segue: " la quadratura del cerchio potrebbe trovarsi nel convincere tutti a scegliere le trenta ore, lasciando a quanti hanno optato per le 40 ore di lasciare i figli a scuola per le restanti ore in attività ludiche, ricreative e/o di sostegno che " motu proprio" la civica amministrazione potrebbe organizzare e finanziare, favorendo associazioni del territorio adatte allo specifico.

Ci sarà da firmare un protocollo d'intesa con l'associazione o le associazioni.

Ci sarà un progetto specifico.

Sig. sindaco lei è disposto a parlarne con i genitori , il dirigente scolastico, con le associazioni e con i consiglieri comunali?

Sig. sindaco è disposto a farle proprie tali proposte?

E' possibile risolvere tale problema solo se uniti partoriremo il progetto.

Il gruppo consiliare " Ravello nel Cuore "

Dott. Salvatore Di Palma

Dott. Luigi Mansi

 

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Istituto Comprensivo Amalfi: genitori contestano scelte preside su mensa e lezioni al sabato [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano alcune scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi. "Ci rivolgiamo a questa...

Ravello, riecco gli schiamazzi notturni: la lettera di un’operatrice turistica

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Giulia Schiavo, operatrice turistica di Ravello con cui denuncia gli schiamazzi della scorsa notte in Piazza Vescovado da parte di un gruppo di turisti stranieri "allegri", reduci da un banchetto nuziale, che fino alle 4 del mattino hanno intonato canzoni di...

Non parlerò a favore di nessuno, ma di tutti. Non parlerò contro nessuno, ma contro tutti

di Salvatore Sorrentino* Siamo ormai alla campagna elettorale. Dopo quella del 2006, non ho più partecipato attivamente alle campagne elettorali, specie a quelle locali. Per motivi vari, che non sto qui a indicare, non ne vale la pena, e sono facilmente intuibili, non ho potuto. Ne ho sofferto molto....

Trasporto pubblico: i disagi dei giovani bagnanti ravellesi

Riceviamo e pubblichiamo lettera dell'ex sindaco di Ravello, Salvatore Sorrentino. Caro Direttore, ho avuto modo di ascoltare alcuni ragazzi, dai 12 ai 16 anni, i quali si lamentavano di una vera e propria disfunzione del servizio di trasporto pubblico di persone della Società che lo gestisce in esclusiva,...

Maiori, screzi condominiali e carenza di sicurezza abitativa

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Maria Assunta Carmosino di Maiori che denuncia la condizione del condominio in cui vive il quale necessita di immediati interventi di manutenzione straordinaria a garanzia della pubblica sicurezza. Segue testo. Mi chiedo se sia possibile che due volte al mese...