Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Vincenzo de' Paoli

Date rapide

Oggi: 27 settembre

Ieri: 26 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoPer uno sviluppo ordinato

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Lettere al Vescovado

Per uno sviluppo ordinato

Scritto da (Redazione), domenica 2 novembre 2014 15:47:20

Ultimo aggiornamento domenica 2 novembre 2014 15:47:20

di Raffaele Ferraioli*

L'aggettivazione del termine sviluppo è in continua evoluzione: locale, integrato, equo, durevole, endogeno, compatibile, sostenibile e chi più ne ha più ne metta. A mio avviso un attributo è, invece, fondamentale quanto trascurato: ordinato. Esso esprime una qualità irrinunciabile, ma non ricorre quasi mai. D'altronde come si può parlare di ordine in un apparato istituzionale improntato al caos più totale? Alessandro Baricco ama definirlo "sistema dei poteri impotenti" ed a giusta ragione. Basti considerare che enti, organismi e istituzioni diversi competono, anziché collaborare, producono lungaggini burocratiche, palleggi di responsabilità, conflitti di competenze, mentre tutti continuano invocano, invano, lo snellimento delle procedure e la sburocratizzazione.

Il fenomeno è di dimensioni nazionali, ma è esplosivo soprattutto in sede locale, dove la corretta governance della cosiddetta dimensione intermedia è un'esigenza da tutti riconosciuta; un problema serissimo, la cui mancata soluzione causa danni enormi sotto tutti i punti di vista.

In Campania la situazione è a dir poco paradossale. Basta dare un'occhiata alla marea di enti che operano (si fa per dire!) su ambiti territoriali ad assetto variabile: Province, Parchi nazionali, Parchi regionali, Camere di Commercio, Comunità montane, Consorzi di bacino, GAL, Distretti turistici, Distretti industriali, Patti Territoriali, Contratti d'area, Unioni di Comuni e, prossimamente, Aree Metropolitane, Poli turistici, Distretti Rurali, Distretti Agroalimentari di qualità, Distretti di Filiera. Un grande ginepraio, ideato come cimitero degli elefanti, rifugio per trombati politici o, ancora peggio, sottobosco per clientele e corti dei miracoli.

Eppure la Regione si è dato, oltre dieci anni fa (L.R. n. 16/2004), un Piano Territoriale Regionale (P.T.R.) di straordinaria validità. Uno strumento di programmazione a carattere strategico, che, oltre a fornire line guida e indirizzi quanto mai validi per una coerente e ordinata politica di sviluppo , stabilisce gli ambiti territoriali omogenei, gli S.T.S. (Sistemi Territoriali di Sviluppo) e le loro vocazioni dominanti.

La Costa d'Amalfi è stata individuata come "Sistema costiero a dominante paesistica, ambientale eculturale" - F7, il cui ambito territoriale comprende i tredici comuni da Positano a Vietri sul Mare, con la successiva annessione di Cava de Tirreni. E' questo il contesto ottimale sul quale operare, ma la realtà è ben altra ed è sotto gli occhi di tutti.

L'8 Agosto scorso la Regione Campania ha promulgato due nuove leggi: la n. 18 e la n. 20. Con la prima ha, fra l'altro, istituito i Poli Turistici e con la seconda i Distretti Rurali, riservandosi di emanare, entro i successivi 90 giorni, distinti Regolamenti per l'individuazione degli ambiti omogenei di riferimento, "coerentemente con le previsioni della pianificazione territoriale regionale".

Stando così le cose tutto dovrebbe filare liscio: i due nuovi ambiti dovrebbero coincidere con quello dell'S.T.S.- F7 del P.T.R., ma siamo in Campania e qui da noi le sorprese, come gli esami, non finiscono mai. Basti pensare a certe fughe in avanti, che hanno visto protagonisti le scorse settimane finanche qualche consigliere regionale nel proporre soluzioni a dir poco fantasiose, specie in tema di distretti rurali e agroalimentari di qualità. In u svariati incontri a Ravello, si è parlato di un Distretto comprendente quasi l'intera provincia di Salerno, ovvero dalla Costa d'Amalfi all'area del Sele e dei Picentini e addirittura al Cilento.

Ci vuole poco per capire che una scelta del genere introdurrebbe nuovi elementi di confusione nel già caotico apparato istituzionale e, come tale, è improponibile. E' tempo di innescare un processo progressivo di ridelimitazione delle diverse suddivisioni territoriali, coerentemente con le previsioni della pianificazione regionale. Per fare questo occorre rinunciare alla distrettualizzazione ad assetto variabile, individuare gli ambiti omogenei sulla base della storia e della geografia, valorizzare azioni, piani e programmi omogenei e integrati, rispettare l'autoriconoscimento delle identità culturali, locali.

*sindaco di Furore

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Istituto Comprensivo Amalfi: genitori contestano scelte preside su mensa e lezioni al sabato [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano alcune scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi. "Ci rivolgiamo a questa...

Ravello, riecco gli schiamazzi notturni: la lettera di un’operatrice turistica

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Giulia Schiavo, operatrice turistica di Ravello con cui denuncia gli schiamazzi della scorsa notte in Piazza Vescovado da parte di un gruppo di turisti stranieri "allegri", reduci da un banchetto nuziale, che fino alle 4 del mattino hanno intonato canzoni di...

Non parlerò a favore di nessuno, ma di tutti. Non parlerò contro nessuno, ma contro tutti

di Salvatore Sorrentino* Siamo ormai alla campagna elettorale. Dopo quella del 2006, non ho più partecipato attivamente alle campagne elettorali, specie a quelle locali. Per motivi vari, che non sto qui a indicare, non ne vale la pena, e sono facilmente intuibili, non ho potuto. Ne ho sofferto molto....

Trasporto pubblico: i disagi dei giovani bagnanti ravellesi

Riceviamo e pubblichiamo lettera dell'ex sindaco di Ravello, Salvatore Sorrentino. Caro Direttore, ho avuto modo di ascoltare alcuni ragazzi, dai 12 ai 16 anni, i quali si lamentavano di una vera e propria disfunzione del servizio di trasporto pubblico di persone della Società che lo gestisce in esclusiva,...

Maiori, screzi condominiali e carenza di sicurezza abitativa

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Maria Assunta Carmosino di Maiori che denuncia la condizione del condominio in cui vive il quale necessita di immediati interventi di manutenzione straordinaria a garanzia della pubblica sicurezza. Segue testo. Mi chiedo se sia possibile che due volte al mese...