Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 minuti fa S. Vincenzo de' Paoli

Date rapide

Oggi: 27 settembre

Ieri: 26 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoLa Programmazione negoziata in Costa d’Amalfi: un’esperienza da non dimenticare

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

Lettere al Vescovado

La Programmazione negoziata in Costa d’Amalfi: un’esperienza da non dimenticare

Scritto da Raffaele Ferraioli (Redazione), lunedì 26 gennaio 2015 12:14:06

Ultimo aggiornamento lunedì 26 gennaio 2015 12:14:06

di Raffaele Ferraioli*

Il grande balzo in avanti dell'area collinare della Costa d'Amalfi affonda le sue radici in una feconda stagione di progettualità concertata: quella della programmazione negoziata. Gli effetti positivi di quella esperienza vissuta circa dieci anni fa emergono oggi con il consolidarsi di certe forme di investimento nuove e di alcune iniziative imprenditoriali piuttosto inedite per la nostra area (vedi ad esempio agriturismi, ospitalità diffusa etc.) e bisognevoli di essere in qualche modo metabolizzate.

La straordinaria esperienza vissuta con i due Patti Territoriali ha consentito di sperimentare, per la prima volta nella nostra area, un'intesa feconda tra soggetti pubblici e privati, che è valsa ad individuare in maniera condivisa e a realizzare in tempi concomitanti una serie di interventi di natura diversa, ma tutti concorrenti allo sviluppo socio-economico locale. Una concertazione che, abiurando la gerarchia a "piramide", come amano defininirla gli esperti, ha introdotto il modello collaborativo del "tempio greco". Ne è scaturita di una vera rivoluzione culturale, che è servita a promuovere su tutto il territorio la capacità di cooperare, di fare sistema, in un clima di solidarietà e di coesione sociale.

Per capire meglio i grandi benefici che ne sono derivati, basta far parlare i numeri, (atteso che la matematica non è un'opinione!):

  • Patto Territoriale Costa d'Amalfiper il turismo e l'artigianato: importo complessivo pari a 99 miliardi di Lire, di cui 73 miliardi per n°71 iniziative imprenditoriali private e 26 miliardi per n°12 interventi infrastrutturali pubblici;
  • Patto Verde Monti Lattari per l'agricoltura e la pesca: importo complessivo pari a 28 miliardi di lire, di cui 16 miliardi per n°50 iniziative imprenditoriali private e 12 miliardi per n°10 interventi infrastrutturali pubblici.

Mai come in questa occasione il territorio della Costa d'Amalfi, nella sua interezza e con le appendici di Agerola e Cava de Tirreni, ha potuto avvalersi di una messe di finanziamenti tanto cospicua, con investimenti importanti per la riqualificazione del sistema d'ospitalità, il miglioramento dei contesti urbani, la valorizzazione dei prodotti tipici, la creazione di nuove forme di ospitalità rurale. Borghi collinari come Raito, Albori, Tramonti, Scala, Furore, Montepertuso, Nocelle hanno potuto potenziare le loro attrezzature e attrarre flussi turistici sempre più corposi e qualificati: da quelli modaioli del "non posso non esserci" a quelli consapevoli della "total leisure experience".

Questo miracolo è stato possibile - bisogna dirlo - anche grazie ad un'encomiabile azione dei pubblici amministratori locali e ad un'ammirevole capacità imprenditoriale degli operatori privati. Da questo intreccio è scaturita una nuova attenzione per l'ambiente, una maggiore cura dei luoghi, un'illuminata politica di promozione e tutela delle eccellenze.

Oggi questa effervescenza diffusa nelle comunità locali impone un rinnovato impegno per l'intero apparato istituzionale, chiamato a consolidare le posizioni conquistate e ad assecondare i processi di ulteriore sviluppo in atto. A questo punto sorge, spontanea, la domanda di sempre: "Chi? Fa che cosa?, Come e quando? Con quali mezzi?"

Al primo interrogativo si può rispondere agevolmente: "Gli Amministratori Pubblici d'intesa con gli imprenditori privati".

Il secondo quesito, molto più complesso, suggerisce la seguente risposta: "Qualificare il sistema d'ospitalità in base alle esigenze della domanda, con un'azione concertata fra pubblico e privato."

La terza domanda attualizza l'esigenza dello snellimento delle procedure, da tutti invocato, e il valore della risorsa tempo.

L'ultima risposta sembra la più facile, ma impone l'obiettivo più difficile da perseguire: "Una più oculata allocazione delle risorse disponibili, specialmente di quelle europee, nonché il ricorso senza ulteriori indugi ai sistemi più avanzati di finanziamento privato nel pubblico (vedi finanza di progetto, leasing e dintorni)."

Le potenzialità tuttora inespresse, nonché i processi di ulteriore sviluppo in atto sull'intero territorio e, in particolare, nelle aree collinari fino a poco tempo fa emarginate e neglette, comportano una grande responsabilità per i pubblici amministratori, chiamati ad interpretare i bisogni delle popolazioni residenti, sostenerne le ansie di sviluppo, fornire loro risposte efficaci e puntuali, costruire percorsi di crescita al passo con i tempi e in sintonia con le continue evoluzioni in atto. Tutto questo sarà possibile solo se si riesce a ritrovare la coesione sociale del passato e a riproporre la concertazione territoriale già felicemente sperimentata.

*Sindaco di Furore

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Istituto Comprensivo Amalfi: genitori contestano scelte preside su mensa e lezioni al sabato [LA LETTERA]

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di un gruppo di genitori dell'Istituto Comprensivo Statale "Gerardo Sasso" di Amalfi e dei relativi plessi di Pogerola, Conca dei Marini e Furore, che contestano alcune scelte attuate dalla dirigente scolastica, professoressa Rosa Viscardi. "Ci rivolgiamo a questa...

Ravello, riecco gli schiamazzi notturni: la lettera di un’operatrice turistica

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Giulia Schiavo, operatrice turistica di Ravello con cui denuncia gli schiamazzi della scorsa notte in Piazza Vescovado da parte di un gruppo di turisti stranieri "allegri", reduci da un banchetto nuziale, che fino alle 4 del mattino hanno intonato canzoni di...

Non parlerò a favore di nessuno, ma di tutti. Non parlerò contro nessuno, ma contro tutti

di Salvatore Sorrentino* Siamo ormai alla campagna elettorale. Dopo quella del 2006, non ho più partecipato attivamente alle campagne elettorali, specie a quelle locali. Per motivi vari, che non sto qui a indicare, non ne vale la pena, e sono facilmente intuibili, non ho potuto. Ne ho sofferto molto....

Trasporto pubblico: i disagi dei giovani bagnanti ravellesi

Riceviamo e pubblichiamo lettera dell'ex sindaco di Ravello, Salvatore Sorrentino. Caro Direttore, ho avuto modo di ascoltare alcuni ragazzi, dai 12 ai 16 anni, i quali si lamentavano di una vera e propria disfunzione del servizio di trasporto pubblico di persone della Società che lo gestisce in esclusiva,...

Maiori, screzi condominiali e carenza di sicurezza abitativa

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma di Maria Assunta Carmosino di Maiori che denuncia la condizione del condominio in cui vive il quale necessita di immediati interventi di manutenzione straordinaria a garanzia della pubblica sicurezza. Segue testo. Mi chiedo se sia possibile che due volte al mese...