Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 9 minuti fa S. Fabio martire

Date rapide

Oggi: 11 maggio

Ieri: 10 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

La Salernitana torna in Serie A - BENTORNATA

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Egea Luce e Gas. La casa delle buone energie, in Costiera Amalfitana aperto il nuovo punto energia a MaioriConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureGambardella Pasticceria e Liquorificio artigianale, a Minori in Costiera Amalfitana i dolci della tradizioneVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, QualitàAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Sal De Riso

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoIl Tempo è galantuomo

Edil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

MielePiù la scelta infinita, arredo bagno, Clima, Riscaldamento, azienda leader in Campania per la vendita e distribuzione di soluzioni tecniche per la climatizzazione

Lettere al Vescovado

Il Tempo è galantuomo

Scritto da Secondo Amalfitano (Redazione), martedì 2 aprile 2013 18:52:55

Ultimo aggiornamento martedì 2 aprile 2013 18:52:55

di Secondo Amalfitano - Caro Direttore

Mi ritrovo a scrivere l'ennesima lettera con preghiera di ospitalità sul tuo giornale. Questa volta, però, il destinatario diretto della lettera sei proprio tu, il direttore de "Il Vescovado".

Come mai questa decisione ti chiederai? E' presto detto! Poiché i soliti noti, ma anche i soliti e conosciuti "anonimi" (fortunatamente per Ravello sommando gli uni agli altri non si arriva a una decina di persone), continuano a sostenere che il Direttore de Il Vescovado è "troppo sensibile" alle cose che dico e che penso, mi sono detto : "Bene, allora scriviamole queste cose, rendiamole pubbliche e vediamo se il Direttore è sensibile o no".

Ho da sempre riconosciuto a Il Vescovado un ruolo ed una funzione importantissimi per un paese come Ravello; la crescita di una comunità passa anche attraverso la capacità che essa ha di interrogarsi, di mostrarsi, di criticarsi, di conoscersi intimamente; quindi la presenza di un giornale locale è strumento potente per realizzare un processo di crescita.

Ho da sempre riconosciuto a Emiliano Amato una "voglia di fare" straordinaria, una caparbietà nel portare avanti l'impresa del giornale praticamente da solo. Non è facile trovare tanta tenacia nei nostri giovani e in specie in quelli della Costiera, i quali, forse, appagati da un agio abbastanza diffuso, spesso si siedono e non trovano gli stimoli per proseguire il cammino soprattutto se la strada è in salita.

Nel mio piccolo ho cercato di dare una mano al giornale facendo sentire la mia voce con scritti e commenti; ho cercato di dare una mano ad Emiliano distribuendo consigli (quasi mai richiesti), suggerimenti e critiche. Quali ? Provo a fare una sintesi dei suggerimenti e delle critiche:

  • Suggerimento : Guai a far passare l'idea che il giornale è l'equivalente dell'albo pretorio on line, dove tutto DEVE essere pubblicato. Il giornale, come tutti i giornali del mondo, deve avere una sua linea editoriale e scrivere o non scrivere quello che vuole e quello che l'Editore e il Direttore ritengono. E' ovvio che della sua linea editoriale il giornale risponde al pubblico dei lettori, i quali hanno l'unica ma straordinaria arma di non leggere i giornali che ritengono falsi, che alterano la realtà, che hanno altri scopi oltre all'informazione. L'unico limite che un giornale ha e deve rispettare è rappresentato dall'insieme delle leggi che regolano la stampa e l'informazione, superando i quali, si incorre nelle sanzioni previste dai Codici.

Critica : spesso e volentieri, in nome di una presunta terzietà, Emiliano si lascia prendere dalla mania dell'albo pretorio.

  • Suggerimento : Non consentire i commenti anonimi; sono il nemico della civiltà, sono il germe della camorra e della mafia, sono la piaga di una società non seria. Lo ha fatto ! Nessuna critica.
  • Suggerimento : Un direttore di giornale deve essere equilibrato e ponderato, l'irruenza e le reazioni a caldo mal si addicono a chi dispone di un'arma potente.

Critica: Emiliano è ancora troppo "fiammifero", qualche volta si accende al semplice strofinio.

  • Suggerimento : Se veramente si vuole bene a Ravello bisogna far salire il livello del dibattito, quello che si legge sui social locali è basso tendente all'infimo; non mi è dato trovare un solo scambio di opinioni su temi pubblici e politici che non sfoci nell'aggressione verbale e nell'offesa personale. Rovistando nella mia memoria ho difficoltà a trovare livelli così bassi nella gioventù ravellese di qualche anno fa. E' pur vero che una volta non c'era "Facebook" e l'anonimato era più difficile da mantenere anche nelle illazioni meno infamanti.

Critica: Il Direttore è troppo preso dai social locali e ogni tanto dimentica di avere un giornale e non una bacheca di Face book.

  • Suggerimento: Il giornale dovrebbe ospitare più sondaggi di opinione e organizzare dibattiti aperti al pubblico. Uno in particolare potrebbe aprire il percorso: un dibattito moderato dal Direttore fra i Sindaci di Ravello ex e non. Le stesse domande e lo stesso tempo assegnato a ciascuno di loro sui problemi e i progetti del paese. Sarebbe un "Porta a Porta" ravellese, costruttivo e formativo.

Critica : Il Direttore ha sempre detto SI ma non è mai partito, per la verità adducendo a sua giustifica il poco tempo e le poche risorse.

  • Suggerimento: Il giornale, fra i suoi appuntamenti più o meno fissi, ospita una specie di "Articolo di Fondo" che è un'antologia di pessimismo nostalgico frammisto a saccenteria. Orbene, poiché uno dei proverbi che circolano a Ravello recita "vir a qua pulpito ven a prereca", mi chiedo e chiedo al Direttore: l'articolista (pulpito), in nome di quali sue attività pubbliche realizzate a Ravello, sparla di tutto e di tutti quelli che operano in questo paese? Io non ricordo suoi impegni pubblici verso la collettività, ma è mai possibile che nessuna delle migliaia e migliaia di cose, fatte da me e da tanti altri suoi bersagli abituali per Ravello e a Ravello, gli vada bene? E ancora: Ma perché tanto pessimismo e disfattismo? Suvvia a Ravello ce ne sono di cose buone, e non solo quelle fatte dai nostri progenitori e antenati; Sferziamo pure i nostri giovani e i meno giovani, ma non togliamo loro l'entusiasmo e la speranza, e, soprattutto, ogni tanto, almeno una volta, riconosciamo loro qualche cosa di buono; o devo pensare che a chi sta fuori da Ravello e oramai vive poco o nulla questa realtà, arrivano solo cose negative?

Critica: Nulla è successo nonostante abbia più volte sottolineato che un Direttore di giornale scrive lui gli articoli di fondo, o li affida a PULPITI riconosciuti tali dai più e non sedicenti.

Su tale suggerimento forse è meglio precisare (sempre per la decina dell'incipit) che dico queste cose perché le penso serenamente e in positivo, e non perché risentito dalle perpetue critiche a me rivolte dal PULPITO, né tanto meno per l'ultima ennesima caduta di stile (non ha scritto un FONDO lo ha solo toccato) allorquando ha ritenuto di sciacquarsi la bocca con il mio Cognome; su questo, avendo avuto il piacere e l'onore di collaborare con tale Giulio Andreotti, il mio pensiero è: parlate di me, pur se male, purché parlate.

Come sempre nelle mie cose, da ogni processo o insieme di azioni, cerco di ricavarne una risultante, nel caso de Il Vescovado, la risultante è sicuramente positiva. A parere mio lo sarà ancora di più se ciascuno farà la sua parte dai ruoli che occupa e nel rispetto di quelli occupati dagli altri. Se poi il Direttore, ma questo pensiero è ancora più personale e intimo, smetterà sempre più i panni del depositario del giusto e del vero, e indosserà sempre più quelli di chi vuol dare un servizio importante al proprio Paese, con la consapevolezza che sono panni difficili da portare perché devono essere impermeabili agli attacchi gratuiti dall'esterno, ma anche impermeabili agli attacchi di collera dall'interno, allora sicuramente la risultante crescerà ancor più nel suo valore assoluto di positività. Ravello ringrazierà! Forse non subito, ma, ancora una volta ripeto prima a me stesso, IL TEMPO E' GALANTUOMO.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

Maiori, alla scoperta della Valle del Demanio

di Gioacchino Di Martino* Nelle frequenti trasmissioni (le più recenti: "Il Provinciale" Rai 2 del 27/02/2021 e " Melaverde Canale 5 del 28/02/2021), che la tv di Stato e quelle commerciali dedicano alla Costiera amalfitana, viene dato ampio risalto agli aspetti caratteristici e tradizionali del nostro...

Non habemus Papam

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma dell'avvocato Lelio Della Pietra, già componente il Consiglio Generale d'Indirizzo della Fondazione Ravello, che commenta l'annunciata nomina del nuovo presidente dell'ente che organizza il Ravello Festival senza decreto di nomina. Segue testo. Caro Direttore,...

Nuovo statuto Fondazione Ravello, l’analisi dell’avvocato Della Pietra: «Comanda chi finanzia»

Riceviamo e pubblichiamo lettera a firma dell'avvocato Lelio Della Pietra, già componente il Consiglio Generale d'Indirizzo della Fondazione Ravello, che in concomitanza con designazione del nuovo presidente dell'ente che organizza il Ravello Festival, fa un'analisi dello statuto e delle modifiche approvate...

Riapriamo il centro vaccinale di Castiglione

di Nicola Amato* Domenica, presso il Presidio Ospedaliero Costa d'Amalfi, si sono concluse le attività di somministrazione del vaccino di richiamo agli ultraottantenni. I ringraziamenti si sono sprecati in questi giorni soprattutto da parte di chi, scevro da ogni preconcetto, ha visto in quelle donne...

Se amiamo la Costiera voliamo alto

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma di una nostra assidua lettrice, la professoressa Olimpia Gargano, nata a Castiglione di Ravello, ricercatrice in Letteratura Comparata dell'Université Nice Côte d'Azur (Francia), con particolare riguardo alla letteratura di viaggio, e traduttrice letteraria...