Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 35 minuti fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaLa pasticceria Pansa augura a tutti i nostri lettori felice Natale, visita il portale dedicato allo shopping on lineLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOSMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a Minori

Tu sei qui: SezioniLettere al VescovadoA proposito dei gioielli di famiglia

Cardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoFrai Form Ravello ed il dott. Lanzieri augurano a tutti i lettori de Il Vescovado un sereno NatalePalazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'AmalfiParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Lettere al Vescovado

A proposito dei gioielli di famiglia

Scritto da (Redazione), lunedì 17 febbraio 2014 09:49:52

Ultimo aggiornamento lunedì 17 febbraio 2014 09:49:52

di Salvatore Ulisse Di Palma* - Il decisionismo sembra l'atteggiamento più caratterizzante o che più caratterizza il nostro tempo.

Decisionismo che risolve o che, frutto d'improvvisazione manda tutto alla malora.

Decisionismo che è apprezzabile quando sbagliando si paga in prima persona ma, deprecabilissimo quando a pagare è Pantalone ovvero i poveri contribuenti e solo loro.

Niente contro questa categoria come niente abbiamo contro chi ha ricevuto dal buon Dio una marcia in più e che si confronta per migliorarsi ulteriormente con la povera gente, con i quozienti intellettivi appena di sufficienza.

Quando si hanno le intuizioni non si pontifica ex cattedra ma ci si confronta perché è solo dal dialogo che non sempre esce il meglio ma, almeno è difficile che si commettano errori.

Non è poca cosa!

Noi, che secondo alcuni siamo più persone semplici, forse sempre secondo alcuni rei di non saper volare e far volare alto, noi siamo quelli abituati ad intrattenerci con il vecchietto del poggio di piazza Vecovado, con il giovane disoccupato che taluni, sempre gli stessi noti neanche vedono , perché pensiamo alla maniera socratica che da essi c'è sempre da imparare.

Il decisionista persegue un suo disegno in cui ogni spazio, ogni personaggio è chiaro e conosciuto solo da lui e, talvolta i soliti noti, in questo progetto hanno anche cittadinanza e ruolo predefinito.

A ben guardare il decisionismo sembra avere il volto del nepotismo e del clientelismo.

Con il dialogo, invece, ci lasciamo talora convincere, con la possibilità di crescita della comunità e, per essa, dei componenti tutti che ne fanno parte integrante.

L'ansia, la perdita di pazienza talora nascondono una necessità di realizzare che è quella del pesce che si vede scappare dalla padella.

Preferisco, allora il dialogo, il così parlò il vecchietto del poggio di piazza Vescovado.

In questa logica anche una banalità o forse un'intuizione darebbe ulteriore lustro e lavoro alla mia terra e ai miei amati concittadini, aduso come sono a vedere le realizzazioni faticose della mia gente che si ammazza nella coltivazione dei terrazzamenti o che per andare a lavorare come pendolari, lasciando temporaneamente il proprio Eden, si sobbarca a maratone che sfiancherebbero atleti allenati.

Non ho niente contro i cospicui finanziamenti pubblici a patto che rispondano alle esigenze della comunità, a patto che con la mentalità contadina come secondo qualcuno si avrebbe, i gioielli di famiglia restino alla famiglia ravellese e, da essi, possano trarne vantaggi in ogni forma.

Il recente passato ci ha insegnato con prove provate che molte volte il decisionista o per esso l'astrattezza di una qualsivoglia istituzione giuridica, sembra abbia pensato solo a se stesso o a pochi eletti, lasciando il territorio nella non partecipazione.

Le biglie colorate le poteva usare Cristoforo Colombo nell'incontro con i poveri indigeni, nell'era dell'informazione immediata ci vogliono fatti concreti e non solo parole.

Fatti concreti che valorizzino i gioielli di famiglia e tra essi l'Auditorium gestito da un'amministrazione comunale, da un capo che proprio un'aquila sembra non essere ma, forse solo uno sprovveduto in balia delle onde che, ironia della sorte sembra si lasci incantare dal suono melodioso di sirene di omerica memoria.

*Capogruppo consiliare "Ravello nel Cuore"

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Lettere al Vescovado

La Fondazione Ravello come il cubo di Rubik

di Nicola Amato* Fondazione Ravello, negli ultimi tre lustri, è paragonabile al cubo di Rubik, un gioco, un vero e proprio rompicapo per tanti, i soliti, che ha interessato tutte le ultime legislature, facendo passare in second'ordine i problemi reali del paese, impegnati come si era a trovare le soluzioni...

«Il movimento ha perso la sua originaria identità», anche Marco Conte lascia Ravello nel Cuore

Riceviamo lettera a firma di Marco Conte, candidato, alle scorse elezioni amministrative, nelle fila di Ravello nel Cuore. Anche Conte, come Luigi Mansi e altri reduci di quella esperienza, hanno manifestato la volontà di lasciare il gruppo capeggiato da Nicola Amato, precisando di non essere confluito...

La Costiera Amalfitana che crolla: quando il vero nemico è la burocrazia

Riceviamo e volentieri pubblichiamo lettera a firma dell’ingegnere amalfitano Bonaventura Fraulo, che risponde all’appello unitario del sociologo Domenico De Masi, dello scrittore Antonio Scurati e di Padre Enzo Fortunato lanciato il 28 dicembre scorso dalle pagine dal Corriere della Sera circa l’impegno...

Se non ci sono disgrazie, la notizia non fa share

Riceviamo e pubblichiamo lettera a nome di Carlo De Riso, presidente dell'organizzazione di produttori in Costa d'Amalfi "Costieragrumi" che affronta l'annoso problema della fragilità del nostro territorio. Segue testo. Da poco più di un anno l'UNESCO ha iscritto "l'arte dei muretti a secco" nella lista...

Fondazione Ravello, interviene Lelio Della Pietra: «Mio memoriale non c'entra con conflitti attuali»

A Ravello sono giorni caldi, determinati dalle note vicende che stanno investendo la Fondazione Ravello con le forti frizioni tra il sindaco Salvatore Di Martino e il Commissario straordinario Mauro Felicori, acuite dalla sospensione di Secondo Amalfitano da Villa Rufolo. Sul delicato momento è intervenuto...