Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Pacifico da S. Severino

Date rapide

Oggi: 24 settembre

Ieri: 23 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

EGEA l'energia che ti fa sentire a casa, da oggi in Costiera AmalfitanaMielePiu, Professionisti dell'arredo bagno con show room ad Avellino e Salerno, promuove il nuovo sistema di purificazione dell'aria Air BeeConnectivia Internet in fibra fino a 200MBit a 22,90 al mese Antica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiPasticceria Artigianale Gambardella, a Minori in Costiera Amalfitana, tutto il gusto e la dolcezza della tradizioneGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeSchiamazzi post matrimoni a Ravello: qualcuno, alla buon’ora, se n’è accorto

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiEdil Bove Marrazzo, lavori pubblici, edilizia privata, interventi tecnici, Ristrutturazioni, Consolidamenti, Costiera Amalfitana, TramontiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Autenthic Amalficoast il blog sulla Costiera Amalfitana

L'Editoriale

Schiamazzi post matrimoni a Ravello: qualcuno, alla buon’ora, se n’è accorto

Scritto da (Redazione), mercoledì 25 luglio 2018 10:08:00

Ultimo aggiornamento mercoledì 25 luglio 2018 10:12:47

di Antonio Schiavo

Quando torno a Ravello ho la fortuna di abitare nella casa dei miei suoceri, praticamente in Piazza Vescovado.

Un privilegio raro: di fronte la nostra Chiesa Madre, il campanile che, austero, ci guarda da quando eravamo bambini, le due torri di Villa Rufolo a presidio della grandezza del nostro paese non del tutto svanita.

Di questa dimensione fatta di fasti antichi siamo tutti orgogliosi e, in misura diversa, attenti alla sua salvaguardia.

Sulla piazza si sedimenta veramente quello che è stato a ragione chiamato "lo spirito di Ravello", incantevole mistura di bellezza dello scenario, odori dei tigli in fiore, incanto di essere crocevia di lingue, culture, sentimenti.

Un unicum quindi stupefacente che da anni (non da qualche giorno) rischia di essere brutalizzato da caciare incontrollate, bagordi figli di sbornie diurne e notturne prodromo o esito della smodata abitudine di avvinazzarsi - se va bene - a corredo di sponsali indigeni e foresti.

Qualcuno, alla buon'ora, se n'è accorto solo oggi quando la situazione gli è apparsa insostenibile ma il malvezzo ha radici antiche e i disturbatori sono stati di stanza in piazza praticamente almeno da un paio di decenni.

Nessun parroco si è dimesso (fortunatamente nemmeno il nostro buon Don Angelo), raramente qualche amministratore ne ha preso coscienza, solo chi subiva questo oltraggio ne era coinvolto.

Ricordo che un po' di anni fa mio suocero fu minacciato con una pistola, reo soltanto di aver richiamato, alle tre di notte, un tamarro che bivaccava sotto casa gridando canzoni neomelodiche.

Assistiamo da tempo immemorabile a concerti di tammorra o percussioni che annullano completamente il silenzio altrimenti rotto solo dal frinio sinfonico di grilli insonni.

Per non parlare delle transumanze di greggi di invitati a matrimoni che ci servono, in tutte le notti d'estate, una compilation di hits internazionali, accompagnata talvolta da improvvisate pizziche e tarantelle.

Senza dimenticare - due o tre volte a settimana - il segnale orario dato dalla cascata di bottiglie in via dei Rufolo per la raccolta del vetro o i musicisti di strada che, comodamente seduti all'ingresso della Cappella di Villa Rufolo, si esibiscono con un repertorio insistente e vocalizzi nel bel mezzo della controra.

Azioni a contrasto da parte delle autorità competenti succedutesi nel tempo? Poche ed estemporanee.

Zelo degli attuali sepolcri imbiancati? Ad essere benevoli, a corrente alternata a seconda degli interessi coinvolti, degli inquilini sullo scranno più alto di Casa di Tolla, della simpatia o antipatia verso i malcapitati segnalatori delle molestie acustiche h 24.

Legittima adesso la levata di scudi che appare, però, come spesso capita nelle vicende ravellesi, a scoppio... strumentalmente ritardato.

E al nostro caro Don Angelo, ignara vittima di questo malcostume, tollerato in nome della pecunia che non olet, ci permettiamo di suggerire: «Resta fra noi e se questi burini nottambuli suonano le loro trombe, tu rispondi con le tue campane!».

Leggi anche:

Ravello, piazza ostaggio di turisti ubriachi dopo matrimoni. Don Angelo alza la voce e Sindaco convoca titolari dei bar

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

VERGOGNA SENZA FINE

di Antonio Schiavo "What happens?" Vaglielo a spiegare alle due turiste americane dai tratti orientali dirette ad Amalfi che quel serpentone di auto davanti a noi appena dopo Minori arrivava proprio fino alla loro mèta agognata. "Traffic", tentava di giustificarsi, in un inglese maccheronico l'autista...

Mons. Giuseppe Imperato: novant'anni sulla breccia

di Francesco Criscuolo Oggi, 22 luglio 2021, Mons. Giuseppe Imperato, esponente di punta del clero della diocesi di Amalfi - Cava de' Tirreni, compie 90 anni. È un giorno che va annoverato, secondo il costume degli antichi romani, tra i "dies fasti" e che assume una connotazione di grossa rilevanza non...

Il dissolvimento dei beni comuni tra l’indifferenza generale

di Francesco Criscuolo* Ci sono snodi di valenza istituzionale e di prassi quotidiana, la cui importanza decisiva per la vita del comprensorio della Costiera amalfitana non trova adeguato riscontro nel dibattito politico - mediatico e, di conseguenza, nell'opinione pubblica. Colpisce la scarsa attenzione,...

Abbiamo bisogno di una nuova stagione culturale a casa nostra

di Antonio Schiavo Confesso, per quanto possa valere la mia opinione, che non amo particolarmente Saviano. Non per le cose che dice o scrive, si intende, ma per il baraccone mediatico che si è creato, o gli hanno creato intorno. Sotto la furbesca regia del plurimilionario (coi soldi del canone e quindi...

Benvenuto Presidente

di Antonio Schiavo Certo, è strano dare il benvenuto ad Antonio Scurati nel momento in cui assume un importante incarico praticamente a casa sua, però ci sembra giusto farlo perché, negli anni lo abbiamo conosciuto come amico, come compaesano, come autore di chiara fama e pluripremiato, come concittadino....