Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa SS. Cornelio e Cipriano

Date rapide

Oggi: 16 settembre

Ieri: 15 settembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Santarosa Pastry Cup 2019

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeLa Sovranità limitata

Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

L'Editoriale

La Sovranità limitata

Scritto da (ranews), lunedì 28 maggio 2018 15:19:37

Ultimo aggiornamento lunedì 28 maggio 2018 15:19:37

Di Antonio Schiavo

Non ho mai votato, né lo farò, per la Lega. È troppo vivo ancora il ricordo delle offese, della trita e becera propaganda contro il Sud "zavorra d'Italia", le cartine geografiche con la nostra nazione tagliata a metà a sud di Firenze, i meridionali fannulloni buoni solo a cibarsi - a scrocco - delle uova di una prosperosa gallina padana (né più né meno di quello che oggi fanno i giornali tedeschi con tutti noi).

Altrettanto dicasi per il Movimento 5 Stelle, non tanto per le imbarazzanti prove di governo amministrativo in città grandi e piccole, per le epurazioni decretate via web, quanto perché eterodiretto da un attore in disarmo multimilionario che, all'improvviso si è scoperto santone e per la cuspide della loro piramide organizzativa in mano a guru più o meno oscuri della Rete.

Non si può però tacere e non indignarsi di fronte a quanto successo ieri con un Presidente della Repubblica, la cui funzione nel tempo era stata bellamente ridotta quasi a quella di autorevole maestro di cerimonie che, improvvisamente, si erge a paladino della nostra Costituzione. O, meglio, di quello che adesso torna comodo non tanto a lui quanto a chi ha un terrore folle del promesso cambiamento, abbarbicato com'è alle poltrone foderate dalla stoffa del potere per il potere. A quelli anche avvezzi a rimanere supini al cospetto delle tecnocrazie e degli interessi finanziari di Bruxelles o di Strasburgo o, peggio, delle tentacolari agenzie di rating.

Il Capo dello Stato boccia senza appello un governo già formato solo perché nella lista dei ministri compariva il nome di un economista che si era permesso di esprimere considerazioni critiche contro la sudditanza nazionale ai trattati di una Unione Europea a trazione franco-tedesca.

E aveva avuto l'ardire di prospettare legittimamente una revisione degli stessi perché non ci penalizzassero oltremodo.

Governo mandato a monte, quindi, per un'opinione di un ministro in pectore?

«Era una mia prerogativa», ha asserito Mattarella.

È vero, la Costituzione lo prevede, mi chiedo e se lo chiedono i milioni di italiani che hanno votato Lega, 5 Stelle e non solo, ma le stesse prerogative perché non sono state richiamate da tutti gli inquilini del Quirinale quando a ministri e sottosegretari sono stati nominati indagati, incompetenti, personaggi accusati dei peggiori reati, servi dei poteri forti che hanno fatto strame di questo nostro disgraziato Paese?

«L'ho fatto per tutelare i risparmiatori!» è stata l'altra pietosa bugia.

Ha dimenticato, Mattarella, che altri ministri o altri Presidenti del Consiglio hanno messo, indisturbati, le mani nelle nostre tasche?

Ricordate il prelievo forzoso, di notte come fanno i mariuoli, del 6 per mille da tutti i conti correnti e libretti di risparmio all'epoca, se non sbaglio, del governo Amato? Le tasse sulla casa, bene primario realizzato - questo sì - con i sacrifici e i risparmi nostri e dei nostri genitori?

I clienti ridotti sul lastrico e portati alla disperazione dalle banche governate dai papà (anzi dai babbi) e dagli amici degli amici di coloro che stanziavano a palazzo Chigi?

Non erano risparmiatori anche quelli?

Si sono girati tutti dall'altra parte i "buoni governanti" al pari degli odierni Robin Hood, fottendosene (mi si scusi il francesismo) dei drammi causati ad intere famiglie, dei soldi polverizzati in investimenti spazzatura propinati a clienti spesso ignari!

In questi giorni tutti si sono sentiti in diritto di parlare (o straparlare) della necessità di osservare e difendere la Costituzione della Repubblica Italiana.

Il cui articolo 1, se non erro, prevede che la sovranità appartenga al popolo. A quello che lavora, che risparmia, che va, non si sa ancora per quanto, a votare. Che avrebbe il sacrosanto diritto di vedersi rappresentato da quelli che ha scelto nella cabina elettorale anche quando non sono i preferiti da chi tiene da decenni i fili delle nostre sorti.

A pensarci bene, secondo lorsignori, c'è una altro comma non scritto, ma subdolamente e costantemente applicato nella Costituzione materiale, che recita più o meno così: «La sovranità appartiene al popolo che la esercita solo se non disturba il manovratore».

O, a pensar male, era già tutto previsto e pianificato se, come pare l'uomo della provvidenza, Carlo Cottarelli, incaricato solo stamattina, stasera potrebbe risalire al Colle con la lista dei ministri già bell'e confezionata.

Solo un caso?

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Un eroe moderno

di Antonio Schiavo Non importa il colore della pelle, non importa il Paese di provenienza, non importa che qualche avvoltoio si è fiondato sul caso per le proprie speculazioni politiche, non importa che il solito buonista in servizio permanente effettivo ci abbia inondato con la consueta litania roussoiana...

La calma apparente di Ravello: qui anche Wagner è sotto esame

di Umberto Belpedio Richard Wagner, partendo da Amalfi a dorso di un mulo, per salire fino a Ravello, oggi difficilmente scoprirebbe "il giardino incantato di Kinglsor". Sarebbe difficile a quel genio della musica districarsi nel dedalo di lamiere roventi al bivio di Castiglione, dove tra bisonti e auto...

Le notti della vergogna

di Antonio Schiavo Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori. Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato...

Positano piange il suo "Re"

di Umberto Belpedio Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo...

In 34 giorni il futuro della Fondazione Ravello

di Antonio Schiavo Negli ultimi tempi mi è capitato di non essere quasi mai d'accordo con le opinioni e le azioni del Sindaco di Ravello. Forse per colpa mia, forse perché da troppi anni sono lontano da Ravello e faccio fatica a comprendere le dinamiche della politica locale, fors'anche perché fuorviato...