Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Elisa vergine

Date rapide

Oggi: 26 giugno

Ieri: 25 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Epilazione indolore Laser 808, le tue gambe liscie in modo permanente e indolore

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiParcheggio Sal Lorenzo a Scala, Servizio Navetta gratuito, Parcheggi Custodito e videosorvegliato

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeIncendi in Costa d'Amalfi: sarà un'altra estate d'inferno?

Frai Forma augura a tutti i lettori de Il Vescovado una serena e Santa Pasqua con il sistema di epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Con il Cuore: aiuta i Francescani in Italia e nel Mondo dal 1 giugno al 1 luglio 2019 telefonando al 45515Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

L'Editoriale

Incendi in Costa d'Amalfi: sarà un'altra estate d'inferno?

Scritto da (Redazione), lunedì 22 gennaio 2018 10:38:30

Ultimo aggiornamento lunedì 22 gennaio 2018 10:43:51

di Sigismondo Nastri

Giovedì scorso s'è tenuto a Minori il convegno "Campania in fiamme - criticità e proposte". Ringrazio Donato Bella che ha pubblicato sul Vescovado un servizio sui lavori con sintesi audio video annessa.

E' a questa che mi riferisco. A parte le conclusioni - Donato lo conosco bene: è sempre puntuale nelle sue analisi, senza peli sulla lingua -, m'è sembrato che si fosse prestata più attenzione al "fatto", a come fronteggiarlo, ai rischi che ne derivano, che alle cause. Mancano pochi mesi all'estate. Sarà una nuova estate di fuoco? Io penso di no. Dopo tutto quello che s'è bruciato l'anno scorso resta poco da fare. Si aspetterà che la vegetazione riprenda vigore per ripartire all'attacco. Farlo adesso sarebbe come buttare su una scottatura "acqua vullente". I piromani possono essere definiti criminali, in effetti lo sono, fessi no. A meno che non si orientino su altre aree fino a oggi risparmiate.

Tornando al convegno di Minori condivido in pieno l'analisi e le proposte di Donato Bella. La pensiamo allo stesso modo da quando, diciassette-diciotto anni fa, dedicammo un intero numero di èCostiera al problema. Senza ricevere, allora, osservazioni, proposte e neppure critiche dai palazzi del potere. Rimanemmo vox clamantis in deserto. Non mi sorprende, perciò, che, fatta salva la presenza del sindaco padrone di casa, a Minori le istituzioni pubbliche non si siano fatte vedere. Del resto non ebbi neppure io solidarietà quando ricevetti oscure e pesanti minacce proprio per quella inchiesta di èCostiera, che allora dirigevo, e per l'editoriale pubblicato il 28 agosto 2000 sul "Nuovo Mezzogiorno" di Gigi Casciello, dal titolo "Consigli agli 007" (un gruppo di investigatori creato dal ministro dell'Agricoltura Pecoraro Scanio dopo che era stato introdotto nel codice penale, per sua iniziativa, il reato di incendio boschivo). Non ci può essere prevenzione se non si parte dalle origini del fenomeno.

Ho tra le mani il numero 2 di "Infiniti mondi", la rivista bimestrale che ha al timone il mio amico Massimiliano Amato (direttore responsabile) e Gianfranco Nappi (direttore editoriale). Alle pagine 137-142 trovo un articolo dal titolo: "Dopo i roghi dell'estate. Attendiamo la nuova?". L'autore, Ugo Leone, presidente del Parco nazionale del Vesuvio, è uno studioso di problemi ambientali, autore di decine di pubblicazioni scientifiche. Dunque, uno che se ne intende. «Il fenomeno - scrive - ha radici lontane [una mia sottolineatura: non ricordo incendi boschi in Costiera fino alla metà del secolo scorso] e la "riparazione" dei danni può essere lunga, non facile e molto costosa. Certamente non sono brevi i tempi. Non quelli umani che devono fare i conti con il censimento dei problemi, l'individuazione dei responsabili nell'appiccare il fuoco; nello spegnere gli incendi; nel procedere alla bonifica delle aree distrutte; lo stanziamento dei fondi; le gare (al lordo dei ricorsi delle ditte escluse e dei loro accoglimenti da parte del TAR) per l'affidamento dei lavori. Tutti tempi che a mala pena consentono di arrivare alla vigilia dei prossimi incendi».

Leone riporta dati statistici impressionanti sul numero di incendi che hanno devastato l'Italia nel 2017 e sulla vastità delle superfici bruciate. E quanto alla «ricorrente domanda volta a sapere perché si incendia e perché uno o più delinquenti organizzati lo fa, mettendo da parte la piromania, cioè il personale piacere del fuoco che divampa», richiamandosi a quanto già rilevato da Mario Tozzi su La Stampa dell'8 agosto 2017, punta il dito su chi ne trae vantaggio. Perché «nell'azione di spegnimento vi è certamente l'interesse anche economico. D'altra parte come si potrebbe mantenere una flotta di aerei ed elicotteri che non servono ad altro che a spegnere incendi... se non sapendo che la spesa viene recuperata con gli interventi? Allora? Allora, poiché quando intervengono elicotteri e aerei la battaglia contro l'incendio è già perduta - conclude Ugo Leone, l'importante è farne intervenire il meno possibile». Condivido e sottoscrivo.

Leggi:

La Campania martoriata dalle fiamme, da Minori criticità e proposte [VIDEO]

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Le notti della vergogna

di Antonio Schiavo Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori. Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato...

Positano piange il suo "Re"

di Umberto Belpedio Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo...

In 34 giorni il futuro della Fondazione Ravello

di Antonio Schiavo Negli ultimi tempi mi è capitato di non essere quasi mai d'accordo con le opinioni e le azioni del Sindaco di Ravello. Forse per colpa mia, forse perché da troppi anni sono lontano da Ravello e faccio fatica a comprendere le dinamiche della politica locale, fors'anche perché fuorviato...

Una sinfonia stonata dalla Città della musica

di Umberto Belpedio* In queste ore Ravello è tutta sprofondata nella dolce atmosfera pasquale ed appare quasi incredula, pur essendo "la città della musica" alla intelligente iniziativa di quel genio che si rivela ancora una volta, Mauro Felicori. Stavolta in qualità di Commissario della Fondazione "firma"...

Mentre il medico studia, il malato muore

di Raffaele Ferraioli* L'estate è ormai vicina e la Divina si accinge a vivere un'altra stagione di fuoco. Il male più grande di questo territorio, benedetto da Dio e troppo spesso maltrattato dall'uomo, è stato diagnosticato da anni: l'inadeguatezza del sistema di mobilità che continua a essere costituito...