Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Elisa vergine

Date rapide

Oggi: 26 giugno

Ieri: 25 giugno

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Epilazione indolore Laser 808, le tue gambe liscie in modo permanente e indolore

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelGeljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiParcheggio Sal Lorenzo a Scala, Servizio Navetta gratuito, Parcheggi Custodito e videosorvegliato

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeIl Paese delle assurdità

Frai Forma augura a tutti i lettori de Il Vescovado una serena e Santa Pasqua con il sistema di epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Con il Cuore: aiuta i Francescani in Italia e nel Mondo dal 1 giugno al 1 luglio 2019 telefonando al 45515Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

L'Editoriale

Il Paese delle assurdità

Scritto da (Redazione), giovedì 15 febbraio 2018 17:08:16

Ultimo aggiornamento giovedì 15 febbraio 2018 17:08:16

di Antonio Schiavo

Io mi chiedo: " ma che razza di paese è questo" nel quale un'Autorità che ci dicono indipendente (beato chi ci crede) ha la bella pensata di spolverare sui cittadini onesti e puntuali l'onere di pagare le bollette di quelli morosi o addirittura evasori, sfilando dalle loro tasche qualcosa come 200 milioni di euro del miliardo e più che gli altri hanno pensato di non pagare.

E ciò, non dico chiedendone preventivamente l'assenso ai malcapitati ma senza nemmeno informarli.

Verrà un giorno che qualche altro signore, investito chissà come, chissà da chi e chissà perchè, di un qualsivoglia potere deciderà di risolvere così anche il problema dell'evasione fiscale.

Che ci vuole? Basterà spalmare i miliardi di euro quotidianamente sottratti al fisco su tutti i contribuenti onesti di cui lo Stato conosce vita e miracoli (la Fornero pensò di conoscere anche la data di morte) e tutti vivranno felici e contenti .

Io mi chiedo : " che razza di paese è mai questo", che se un insegnante viene malmenato da un pargolo o dal suo amato genitore , piuttosto che espellere l'infante per sempre da ogni ordine di scuola e padre e madre dal consesso civile, decreta che i maestri dovrebbero partecipare a corsi di formazione per imparare (sic!) a rapportarsi con questi elementi con (letterale) qualche criticità comportamentale, abolendo tra una lacrima accondiscendente e l'altra, magari il voto di condotta.

Che, se basso, potrebbe nuocere irrimediabilmente alla psiche del poverino, manesco per colpa della società matrigna.

Io mi chiedo: "che razza di paese è mai questo" dove i nostri governanti non hanno saputo far meglio per i pensionati che vivono sulla soglia della povertà e che ora tutti blandiscono con promesse preelettorali, di spingerli ad accedere - per arrivare a fine mese- al prestito ipotecario vitalizio impegnando nuovamente una casa che magari è l'unico frutto di anni di sacrificio.

Io mi chiedo: "che razza di paese è mai questo" che consente a un figlio di p...., volevo dire figlio di papà (come scriveva già Pasolini), protetto in quei covi di delinquenti chiamati centri sociali, di massacrare a calci, pugni e bastonate un carabiniere la cui unica colpa è stata quella di evitare infami gazzarre scatenate da questi soggetti che, ci potete giurare (è capitato altre volte) saranno lasciati a piede libero con tante scuse.

In fondo cosa fanno di male: manifestano solo "pacificamente" con spranghe e bastoni coperti da passamontagna e danno la caccia (a quasi cent'anni dalla marcia su Roma) al mostro fascista di turno. Sono o non sono solo loro i difensori senza se, senza ma e senza distinguo degli immigrati fingendo di non sapere che fra tanti onesti ci sono anche quelli che un attimo prima hanno fatto a pezzettini una ragazza?

O che permette a un mascalzone esaltato di svegliarsi la mattina e decidere di fare pulizia etnica a Macerata nascondendosi dietro un paravento ideologico magari nemmeno conosciuto?

Mi chiedo: "che paese è mai questo" che se un malvivente ti entra in casa o sta per svaligiarti un negozio gli puoi solo dire di accomodarsi (se di giorno) e se di notte, puta caso, vuoi difendere te e i tuoi cari e malauguratamente hai un'arma devi prima avere la certezza che sia lui a spararti e poi semmai puoi difenderti.

Stai pur tranquillo che nel migliore dei casi un giudice dirà che hai ecceduto in legittima difesa, nel peggiore ti condannerà oltre che per omicidio o per lesioni volontarie gravissime anche a risarcire i danni a quei galantuomini o alle loro famiglie perbene.

E mi chiedo ancora: "che razza di paese è questo" in mano a politici che invece di mettere in atto provvedimenti risolutivi contro la disoccupazione giovanile che marginalizza milioni di ragazzi non trovano di meglio che offenderne la dignità, appellandoli di volta in volta come bamboccioni, sfigati, choosy (che vuol dire schizzinosi), rompicoglioni e, questa è l'ultima, intenti solo a dormire fino a tardi e bivaccare nelle discoteche..

Si potrebbe continuare all'infinito però, tranquilli, fra venti giorni tutto cambierà. Le nuove elezioni ci consegneranno parlamentari che si faranno certamente carico di questi problemi con onestà, integrità morale, lungimiranza politica e senso civico.

Non ci considereranno più popolo bue da blandire durante la campagna elettorale con proclami mirabolanti, contratti da Vespa, overdose di promesse magari su piattaforme on line gestite da burattinai occulti oppure elemosine di ottanta euro (lordi si capisce) per lavoratori dipendenti da anni senza contratto e bonus bebè con i quali a malapena compri qualche confezione di latte in polvere.

O, più verosimilmente, saranno ancora come i giostrai che gridano "nuovo giro, nuova corsa" in questo perenne luna park che è la nostra povera Italia dove, parafrasando il buon Flaiano: "La situazione è sempre grave, ma non è seria".

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Le notti della vergogna

di Antonio Schiavo Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori. Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato...

Positano piange il suo "Re"

di Umberto Belpedio Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo...

In 34 giorni il futuro della Fondazione Ravello

di Antonio Schiavo Negli ultimi tempi mi è capitato di non essere quasi mai d'accordo con le opinioni e le azioni del Sindaco di Ravello. Forse per colpa mia, forse perché da troppi anni sono lontano da Ravello e faccio fatica a comprendere le dinamiche della politica locale, fors'anche perché fuorviato...

Una sinfonia stonata dalla Città della musica

di Umberto Belpedio* In queste ore Ravello è tutta sprofondata nella dolce atmosfera pasquale ed appare quasi incredula, pur essendo "la città della musica" alla intelligente iniziativa di quel genio che si rivela ancora una volta, Mauro Felicori. Stavolta in qualità di Commissario della Fondazione "firma"...

Mentre il medico studia, il malato muore

di Raffaele Ferraioli* L'estate è ormai vicina e la Divina si accinge a vivere un'altra stagione di fuoco. Il male più grande di questo territorio, benedetto da Dio e troppo spesso maltrattato dall'uomo, è stato diagnosticato da anni: l'inadeguatezza del sistema di mobilità che continua a essere costituito...