Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Luca evangelista

Date rapide

Oggi: 18 ottobre

Ieri: 17 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Festa della Castagna a Scala in Costiera Amalfitana nei week end del 12 e 13 ottobre e del 19 e 20 ottobre

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeHotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi CoastLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniL'EditorialeCapone sindaco di Maiori: non è mai troppo tardi

Pellet a euro 4,50 fino al 31 ottobre 2019Frai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

L'Editoriale

Maiori, Costiera Amalfitana

Capone sindaco di Maiori: non è mai troppo tardi

i risultati elettorale del centro costiero di più complessa gestione

Scritto da (admin), martedì 2 giugno 2015 14:00:25

Ultimo aggiornamento mercoledì 2 gennaio 2019 21:14:33

Ad un appuntamento ci si può presentare puntuali ma, molto spesso, accade che si arrivi in ritardo. Tonino Capone ha impiegato cinque anni in più per indossare la fascia tricolore ma, alla fine, è riuscito nel suo intento. Nel 2010, infatti, doveva essere lui il candidato di quella che era la compagine rappresentativa dell'amministrazione comunale uscente: un passo laterale che, fatto in extremis a favore di Giuseppe Confalone, lo vide essere comunque il candidato più votato sebbene a gioire, di appena 26 voti, fu Antonio Della Pietra. C'è chi ritiene che Capone avrebbe vinto, nel caso in cui fosse stato lui a guidare la lista. E, forse, l'ha pensato anche lui, a caldo e ciclicamente, nel corso dell'ultimo quinquennio. Con i se e con i ma, però, non si fa la storia e Tonino l'ha capito, iniziando a lavorare con uno scopo preciso: evitare la frammentazione del 2010 e possibilmente allestire una compagine nuova. "Obiettivo Maiori" è tutto questo: mette insieme l'esperienza pluriennale del leader con l'apertura a nuovi gruppi che si sono fatti avanti nel paese, in particolare a diversi giovani alla prima esperienza che potranno da ora recitare un ruolo da protagonisti. L'elettorato ha gradito ed ha premiato ampiamente la scelta di agire in questo modo.

Finito l'entusiasmo delle prime ore, però, il nuovo sindaco dovrà convivere con la solitudine del potere. Via le feste, via le bandiere e le bottiglie di spumante, arriveranno le carte bollate ed i districati nodi da sciogliere: i lavori di Corso Reginna, che l'ex assessore Fiorillo dal palco annunciava come imminenti e non interrompibili; la vicenda del porto turistico, da anni cavallo di battaglia dell'opposizione consiliare; l'ubicazione del depuratore, contestata da una larga parte della popolazione; il futuro del complesso di San Domenico, troppo spesso oggetto di promesse mancate. Capone non si farà spaventare da tutto questo, essendo già entrato come vicesindaco nella "stanza dei bottoni". Forse negli ultimi anni sono cambiate un po' di cose, soprattutto da quando a Roma hanno deciso che la speding review doveva iniziare dai comuni: i tagli ai trasferimenti hanno ridotto i margini di azione dei sindaci ed anche su questo il nostro dovrà misurarsi.
Il nuovo primo cittadino, poi, sarà chiamato alla prova più importante che il risultato elettorale gli impone: essere il sindaco non solo dei 1318 Maioresi che gli hanno dato fiducia ma anche di tutti gli altri, compresi quelli che sono rimasti a casa o hanno preferito andare al mare (affluenza pari solo al 69,90%). Se riuscirà in tutto questo, il consenso non potrà che continuare a salire.

E gli altri? Quando c'è qualcuno che vince in maniera netta, inevitabilmente qualcun altro perde malamente. La bocciatura più grande arriva per "Civitas 2.0" e Valentino Fiorillo, assessore uscente candidato in rappresentanza dell'ultima amministrazione comunale. I 577 voti raccolti sono pochi, troppo pochi, se confrontati con le 896 preferenze di cinque anni fa che, in un contesto decisamente diverso, portarono Antonio Della Pietra alla guida del paese. L'elettorato non ha gradito l'operato degli ex amministratori, colpevoli con ogni probabilità di essersi arroccati troppo sulle proprie posizioni. L'ex sindaco, una volta indossata la fascia tricolore, ha ben pensato di concentrarsi sul lavoro, limitando fortemente la sua presenza sul territorio. Il problema, però, è che la democrazia impone un rapporto diretto tra gli eletti e coloro che il consenso l'hanno determinato: un rapporto che, se viene meno, si manifesta rovinosamente compromesso nel momento in cui gli elettori sono invitati nuovamente ad esprimersi. Nella scontata resa dei conti interna, forse, i giovani del gruppo rinfacceranno tutto questo a coloro che gli hanno passato un testimone decisamente bollente.

Al secondo posto nella corsa verso Palazzo Mezzacapo si è piazzato Francesco Amato, alla guida di "Città Nuova". L'ex sindaco manca ancora una volta l'appuntamento con la vittoria, nonostante il grande consenso personale ed una squadra aperta ad Enrico Califano e Bonaventura Sorrentino: questi non entrano in consiglio comunale, superati da Maria Teresa Laudano che si aggiudica il secondo scranno riservato alla compagine. Il risultato non è molto negativo se confrontato a quello degli altri ma il trionfo di Capone non è stato mai messo in dubbio. Buona parte della lista appartiene al gruppo progressista, da anni spaccato a causa di divisioni e rancori personali in larga parte iniziati proprio con la caduta dell'amministrazione di Amato, nel lontano 2004. La sconfitta, in prospettiva futura, potrebbe agevolare il passo indietro dei vecchi interpreti ed il ricompattamento dell'area culturale, sempreché ci sia qualcuno disposto e capace di fare tutto questo.

Non può di certo gioire Lucia Mammato, unica donna della partita ad ambire alla poltrona di sindaco. 696 voti sono un premio ragguardevole alla tenacia ed all'impegno di chi, rompendo con il passato, ha sfidato apertamente le sue origini. «Il problema è che ci sono io» aveva detto, con forza, dal palco la Mammato al suo ex alleato Tonino Capone. Non c'è stato alcun problema, o meglio, il risultato di "Insieme per Maiori" non ha impedito l'affermazione del nemico giurato come invece qualcuno poteva pronosticare. Tuttavia, però, Lucia Mammato è anagraficamente giovane, nonostante una pluriennale esperienza politica. Il consenso raccolto potrebbe legittimarla ad assumere la leadership dell'opposizione per lavorare alla costruzione di un'alternativa alla maggioranza uscita vittoriosa dalle urne. Smaltito l'insuccesso, ci penserà sicuramente.

Leggi anche:

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

L'Editoriale

Un eroe moderno

di Antonio Schiavo Non importa il colore della pelle, non importa il Paese di provenienza, non importa che qualche avvoltoio si è fiondato sul caso per le proprie speculazioni politiche, non importa che il solito buonista in servizio permanente effettivo ci abbia inondato con la consueta litania roussoiana...

La calma apparente di Ravello: qui anche Wagner è sotto esame

di Umberto Belpedio Richard Wagner, partendo da Amalfi a dorso di un mulo, per salire fino a Ravello, oggi difficilmente scoprirebbe "il giardino incantato di Kinglsor". Sarebbe difficile a quel genio della musica districarsi nel dedalo di lamiere roventi al bivio di Castiglione, dove tra bisonti e auto...

Le notti della vergogna

di Antonio Schiavo Chissà quando a Cupertino realizzeranno una APP che consenta di percepire odori e sapori. Facevo questo ragionamento domenica scorsa: era un bel po’ che non capitavo a Ravello di questi tempi. Piazza Vescovado odorava di buono, di pulito; i tigli riempivano l’aria di un profumo delicato...

Positano piange il suo "Re"

di Umberto Belpedio Stava ora a Nuova York, ora a Londra o Parigi o in capo al mondo per allestire un'opera teatrale o per dirigere uno dei suoi tanti film, tra una "prima" alla Scala, all'Arena di Verona dove tra pochi giorni ritornava di nuovo, Franco Zeffirelli riusciva a trovare comunque il tempo...

In 34 giorni il futuro della Fondazione Ravello

di Antonio Schiavo Negli ultimi tempi mi è capitato di non essere quasi mai d'accordo con le opinioni e le azioni del Sindaco di Ravello. Forse per colpa mia, forse perché da troppi anni sono lontano da Ravello e faccio fatica a comprendere le dinamiche della politica locale, fors'anche perché fuorviato...