Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Bibiana vergine e martire

Date rapide

Oggi: 2 dicembre

Ieri: 1 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaIl Panettone artigianale della Pasticceria Gambardella, da oggi a portata di click. Gambardella, Minori, Costiera AmalfitanaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniEconomia & TurismoTurismo Religioso in Costa d’Amalfi: la chiesa di San Cosma e Damiano a Ravello

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di Click

Economia & Turismo

Turismo Religioso in Costa d’Amalfi: la chiesa di San Cosma e Damiano a Ravello

Scritto da (ilvescovado), martedì 17 gennaio 2017 15:21:48

Ultimo aggiornamento martedì 17 gennaio 2017 15:21:48

Di Giuseppe Liuccio

Sono stato a Ravello di recente. Mi sono fermato (non lo facevo da tempo) sulla spianata del piazzale esterno dell’Auditorium, tolda di una nave a varo ardito sulle rotte dell’infinito, con lo sguardo di stupore che si perdeva, espandeva e posava sui limoneti che esponevano ciondoli d’oro nel verde del fogliame e caracollavano a sbalzi sul cobalto del mare di Minori in lontananza. Ma la nuvolaglia migrante, a batuffoli aggrovigliati era perforata da fiotti di luce a festonare onde paciose nel lago della rada: trombe d’angeli in coro a raggiera a postazione d’amore della Costa Divina. Non ho resistito alla seduzione e in pochi minuti ero sul sagrato della chiesa di Torello. Che spettacolo di piazza, chiesa e "chiazze" di limoni nell'abbaglio della luce! Che meraviglia Il Santuario di San Cosma che minaccia di frantumarsi sulle campagne verdi arabescate da case e ville con porticati ariosi e piscine esclusive nella gloria della luce che scivolano caracollando a valle! Che fantasia di creatività e di voli arditi la nube bianca della Rondinaia, dipinta nel vero della falesia dove ancora aleggia, folle di genio e sregolatezza, lo spirito di Gore Vidal. Sarebbero l'una e l'altro contenitori da visibilio di piacere per eventi di straordinario impatto mediatico se solo si decidesse di spalmare eventi musicali e letterari (sogno da decenni un meeting di Nobel dei Paesi dell’Area Mediterranea!) su tutto il territorio comunale della "Città della Musica".

Nella terza settimana di settembre Torello scarica terremoti di emozioni uniche ed irripetibili altrove con l’incendio di chiesa, campanile e case con uno straordinario spettacolo di fuochi pirotecnici che lacerano i silenzi della sera e cannoneggiano con granate multicolori cielo e mare della costiera, da un avamposto di paradiso a volo sulle acque di Marmorata e di Minori. E nei giochi di luci ed ombre i maestri artificieri simulano l’incendio del borgo ad opera dei Pisani nei primi decenni del 1300 o giù di lì: una pagina di storia che gli eredi dell’Antica Repubblica Marinara spettacolarizzano nelle serene e profumate campagne di una piccola comunità, a settembre avanzato, appunto, quando l’acre delle fantasmagoriche bizzarrie di fuochi d’artificio si confonde e fonde con i profumi dei limoneti e dei vigneti con pergolati sulle "chiazze" e le nocciolate dello zucchero filato e del torrone delle bancarelle colorate al neon delle luminarie. È un gioiello di borgo Torello e meriterebbe di essere inserito, a pieno titolo, nell’elenco dei Borghi D’Italia, dove starebbe in ottima compagnia con Atrani, Furore ed Albori di Vietri, che già ne fanno parte. Ma, soprattutto, se avessi potere decisionale, farei il possibile e l’impossibile, perché la piccola comunità, luminosa di grazia e di bellezza, avesse più protagonismo nell’offerta del turismo di qualità (concerti di musica classica e colta, trattorie d’autore nel verde profumato della campagna, magari con menu musicali !!!). Se Modena fa quelli di filosofia non vedo perché Ravello non possa ipotizzare quelli ispirati alla musica.

Una scampagnata fuori porta a Torello di Ravello è consigliabile ai tanti che risiedono a Salerno, Napoli e nel vicino agro nocerino-sarnese, soprattutto di domenica perché la contrada seduce con la sua bellezza incomparabile e, oltretutto, dispone di una bella chiesa, che consente la pratica del precetto della messa domenicale. Un vasto portico, con volte a crociera bombate introduce all’interno, e l’esterno del portico s’innalza fino agli spioventi del tetto, così che tutto il corpo della chiesa risulta arretrato. Su due superbe colonne di granito con capitelli corinzi di classica fattura poggiano tre archi. L’interno è a tre navate, la centrale con volta a botte, sei diseguali colonne di granito scuro, con capitelli romanici. Al centro della conca absidale è posta una grande immagine raffigurante San Michele Arcangelo che rigetta agli inferi il demonio. Nel 1954 divenne parroco della chiesa, dove si venera anche la Madonna Addolorata, il dotto e combattivo sacerdote don Pantaleone Amato, che io ebbi il privilegio di conoscere e al quale si deve il recupero della chiesa e l’accessibilità al Santuario di San Cosma e Damiano. Ci vollero ben 15 anni di lavoro non facile per conseguire e salutare, nel 1975, la conclusione dell’opera. Una lapide di travertino murata nella facciata ne rievoca l’evento. il grande mosaico dell’abside, opera del pittore Liotti, fu eseguito in due fasi dai maestri di Pietrasanta di Lucca e terminò nel 1970. Nel Santuario era venerata una statua dorata di San Cosma, con reliquia risalente al 1425. Nel 1659 era conservata nel Monastero della SS. Trinità di Ravello (oggi scomparso) e, solo in occasione della festa del Santi veniva trasportata nella sua chiesa. Nel 1710 il vescovo dell’epoca ne ordinò la restituzione al Santuario, dove si conserva tuttora.

Bella pagina di storia religiosa di Ravello questa! E chi ne volesse sapere di più non ha che da leggere la pregevole e documentata guida di Guido Fulchignoni. "Ravello - Le cento chiese" costituisce uno strumento utile per documentarsi non solo, ma anche e soprattutto per motivarsi a percorrere altri itinerari di storia, arte e fede nella città di Ravello, che non cessa mai di stupire con le sue sorprese conservate nello scrigno inesauribile dei suoi tesori. Ma di sicuro non è assolutamente da perdere lo spettacolo dal sagrato del Santuario, come, d’altronde, quello offerto da uno qualsiasi dei finestroni della navata della chiesa dove è fin da subito Paradiso! Io ho avuto il privilegio di esserci stato a più riprese nel corso della mia non breve esistenza e spero di tornarci ancora.

 

Leggi anche:

Turismo Religioso in Costa d’Amalfi: il Duomo di Ravello

Turismo Religioso in Costa d’Amalfi: le chiese di San Francesco e Santa Chiara a Ravello

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Economia & Turismo

Al Palazzo Avino di Ravello il Premio Industria Felix - L’Italia che compete [VIDEO]

Sono 122 le società con sede legale in Italia che si sono distinte per performance gestionali, affidabilità finanziaria e talvolta per sostenibilità. Queste imprese sono state scelte in 18 settori strategici e sono state insignite dell'Alta onorificenza di bilancio del Premio Industria Felix - L'Italia...

Coldiretti e Dieta Mediterranea: scatta il bonus per salvare made in Italy

Scatta il bonus di filiera per menu 100% Made in Italy nei ristoranti duramente colpiti dall'emergenza Covid a 10 anni esatti dal riconoscimento UNESCO della dieta mediterranea come patrimonio immateriale dell'umanità. Lo rende noto la Coldiretti nel sottolineare che sarà possibile presentare le domande...

Turismo, italiani scelgono la vacanza di prossimità. Positano e Amalfi regine dell’estate 2020

I piani di viaggio sono cambiati drasticamente nel 2020, a causa dell'emergenza Covid. Si è puntato a esplorare luoghi più vicini a casa. Approfondendo i modelli di viaggio di questa estate, Booking.com ha calcolato che la distanza media percorsa dagli italiani (giugno - agosto) è diminuita del 60% rispetto...

Vito Cinque nel Consiglio Generale di Confindustria Salerno. Unico rappresentante della Costa d'Amalfi

Si è svolta ieri pomeriggio l'assemblea ordinaria dei soci di Confindustria Salerno per le elezionidegli organi statutati. Le votazioni per il rinnovo dei 24 componenti il Consiglio Generale, dei sei probiviri e dei tre revisori dei conti secondo la procedura straordinaria per l'emergenza sanitaria da...

Costa d'Amalfi, la stagione coraggiosa al tempo del Covid "salvata" dal turismo di prossimità. L'esempio dell'hotel Miramalfi

La stagione turistica ancora in corso è cominciata con grosse perplessità e incertezze a causa dell'emergenza sanitaria da Covid-19. Gli alberghi della Costa d'Amalfi hanno riaperto tra la seconda metà di giugno e gli inizi di luglio non senza difficoltà ma soprattutto incognite, sapendo di non poter...