Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 minuto fa S. Rufo martire

Date rapide

Oggi: 28 novembre

Ieri: 27 novembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Natale Adesso! Prenota adesso il tuo panettone artigianale firmato Pansa, dal 1830 patrimonio della Costa d'AmalfiGenea Consorzio Superbonus 110%, Ristrutturazioni, Lavori edili, Partner, Risparmio energetico, OttimizzazioneCardine lavori in quota, opere edili, ripristino costoni rocciosi, pagina social ufficialeConnectivia Back To School, l'offerta dedicata alle famiglie e agli studentiMielepiù S.p.a. - EcoBonus 65% con sconto in fatturaIl Panettone artigianale della Pasticceria Gambardella, da oggi a portata di click. Gambardella, Minori, Costiera AmalfitanaContract AR.DA Arredamenti ed architetture per Alberghi e Resort - Hotel FornitureVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa Tramontina, Mozzarella di Bufala Campana, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, Qualità

Tu sei qui: SezioniDall'Italia e dal MondoOffendere su Facebook può farvi finire in carcere fino a 3 anni: ecco perchè

MielePiù, la scelta infinita. Ecobuonus 65% con sconto diretto in fattura, migliora l'efficienza energetica della tua abitazione, fonditalFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiLIRA TV e il protagonista sei tu. La TV di Salerno e ProvinciaTerra di Limoni - il limoncello della Costa d'AmalfiGenea Consorzio, Super Bonus 110 percento, lavori di ristrutturazione, efficientamento energetico, Credito d'impostaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSoluzioni di connettività a banda ultra larga. Connectivia Fibra e soluzioni WirelessCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoIl Limone IGP Costa d'Amalfi Granato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletano

Acquista on line i panettoni artigianali realizzati dal Maestro Pasticcere Sal De Riso. Da oggi a portata di Click

Dall'Italia e dal Mondo

Offendere su Facebook può farvi finire in carcere fino a 3 anni: ecco perchè

La decisione della Corte di Cassazione prende atto della potenza enorme di Facebook e della rete

Scritto da (Redazione), martedì 9 giugno 2015 15:01:12

Ultimo aggiornamento mercoledì 20 novembre 2019 18:09:08

Offendere qualcuno su Facebook è un reato di diffamazione aggravata esattamente come l'offesa pubblicata dalle colonne di un giornale. A stabilirlo è la Prima Sezione Penale della Corte di Cassazione che, con la sentenza numero 24431 del 2015, ha sostanzialmente equiparato un post sulla bacheca di Facebook ad una diffamazione proveniente da un giornale qualsiasi. Occhio, quindi, a quando scrivete sul noto social network perché, come è giusto che sia, potreste essere chiamati a rispondere penalmente di quanto asserite.

Il caso giudiziario e la decisione della Corte

La controversia è nata in seguito alla querela di un privato cittadino nei confronti di un "amico" virtuale che era intervenuto sul suo profilo Facebook in maniera poco cortese, pubblicando un post sulla bacheca. La vicenda si è sviluppata dinanzi al giudice di pace di Roma che, due anni fa, si era dichiarato incompetente dopo aver ipotizzato la fattispecie della diffamazione aggravata, disciplinata dal terzo comma dall'articolo 595 del Codice penale. Chiamato in causa, quindi, il Tribunale che, però, aveva a sua volta escluso la sua competenza a giudicare, in particolare a causa dell'aggravante "giornalistica" che, secondo i giudici, non c'era in virtù del fatto che la persona offesa ha gestito male i meccanismi di tutela della propria privacy in base ai quali, come è noto, si può impedire ad altri di pubblicare sulla propria bacheca.

A questo punto, inevitabile, è stato necessario l'intervento della Corte di Cassazione che ha restituito gli atti al tribunale monocratico, ponendo quindi sul medesimo piano giuridico la vicenda della diffamazione giornalistica con l'offesa su Facebook. La Suprema Corte ha ritenuto lecito ragionare in questo modo sottolineando che il fondamento dell'aggravante giornalistica è da ricercarsi «nella potenzialità, nella idoneità e nella capacità del mezzo utilizzato per la consumazione del reato a coinvolgere e raggiungere una pluralità di persone (...) con ciò cagionando un maggiore e più diffuso danno alla persona offesa». La Corte ha sostenuto che lo «strumento principe della fattispecie in esame» (diffamazione, ndr) è la stampa quotidiana e periodica ma la stessa norma, di contro, prevede una fattispecie analoga quando si è di fronte a «qualsiasi altro mezzo di pubblicità». Pertanto è applicabile l'aggravante che porta la pena fino a 3 anni di carcere.

Perché per la Corte di Cassazione Facebook è "la stessa cosa" di un giornale?

Provando a tradurre dal burocratese, prendendo atto ancora una volta dell'inadeguatezza della legislazione italiana all'evoluzione dei tempi, il ragionamento che viene fuori è molto lineare: i giudici hanno decretato quanto nella prassi esiste già. Un social network, infatti, consente di raggiungere migliaia di persone grazie ad amicizie "a catena": ogni contatto può averne fino a 5 mila ma se il titolare non imposta le limitazioni per tutelare la propria privacy, di fatto chiunque può leggere. Un post pubblicato su una bacheca "pubblica" (cioè un profilo privato che ha la condivisione "pubblica" delle informazioni) può potenzialmente raggiungere un pubblico vasto quanto un giornale. E noi, nel nostro piccolo, raccontiamo spesso di episodi nati in rete e divenuti fenomeni mediatici: vicende che i giornali riprendono ma non determinano come quando, in passato, godevano del monopolio dell'informazione insieme alla tv ed alla radio.

Al di là dell'aspetto giuridico, quindi, la vicenda ci dice una cosa: oggi tutti, nel piccolo (ma nemmeno tanto!), possiamo fare informazione e raggiungere un numero di persone talmente vasto che nemmeno possiamo immaginare se non abbiamo adeguata cognizione delle potenzialità del mezzo.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Scegli il tuo contributo con

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Dall'Italia e dal Mondo

E' morto Maradona. Addio al più grande campione di tutti i tempi

Maradona è morto. Il calciatore argentino, il più forte di tutti i tempi, legato all'Italia e a Napoli, sarebbe stato stroncato da un infarto all'età di 60 anni. Non più tardi di qualche giorno fa era stato oprerato alla testa. E' la storia del calcio, del Napoli e di Napoli, città sotto choc, che ha...

Il patto di Assisi, è tempo di osare. Papa Francesco ai giovani: «Avviate nuovi processi con gli ultimi, non lasciatevi schiacciare dalla storia»

Grazie per essere lì, per tutto il lavoro che avete fatto, per l'impegno di questi mesi, malgrado i cambi di programma. Non vi siete scoraggiati, anzi...». Inizia così il videomessaggio che Papa Francesco ha inviato ai giovani partecipanti di The Economy of Francesco. Un patto che il Santo Padre ha voluto...

Solidarietà digitale, “Vicini e connessi” porta l’e-commerce nei negozi di prossimità

Vicini e Connessi è il progetto di Solidarietà Digitale, promossa dal Dipartimento per la Trasformazione digitale, che permette a commercianti locali e negozi di prossimità di promuovere le proprie attività attraverso piattaforme e servizi digitali. Lo scopo, in tempi di limitazioni dei movimenti dovuti...

Capitale Italiana della Cultura 2022, ecco le dieci città finaliste

Sono stati svelati i nomi delle dieci città finaliste per il titolo di Capitale Italiana della Cultura 2022. Si tratta di Ancona, Bari, Cerveteri, L'Aquila, Pieve di Soligo, Procida, Taranto, Trapani, Verbania e Volterra. Le dieci finaliste hanno avuto la meglio su una batteria di 28 partecipanti. Il...

Covid: Moderna annuncia vaccino efficace al 94.5%. Agenzia europea del farmaco avvia iter per approvazione

Moderna, società con sede nel Massachus, ettsspecializzata nella scoperta e nello sviluppo di farmaci basati sull'RNA, ha annunciato in un comunicato che il suo vaccino contro il Covid ha una efficacia del 94.5%. Dopo quello di AstraZeneca e Università di Oxford, l'Ema (Agenzia europea del farmaco) ha...