Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 5 ore fa S. Agostino v. di Canterbury

Date rapide

Oggi: 27 maggio

Ieri: 26 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Hotel Santa Caterina Amalfi - Lifestyle Luxury Hotel on the Amalfi Coast Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniDai ComuniRavello: carenze idriche assessore Palumbo illustra provvedimenti adottati

Isola Felice, 11 ottobre processo d’appello per alcuni degli imputati

Maiori: incidente all’altezza della Badia, centauro in ospedale [FOTO]

Conca dei Marini: Pino Corrias “incanta” al Premio Com&Te

Piaccia o no, una maggioranza in Parlamento s’è formata

USA, Franco Nuschese per la ricerca contro l’AIDS porta Dionne Warwick all’Istituto di Baltimora [FOTO]

Vietri: 1° giugno Vito Pinto protagonista alla Congrega Letteraria con “Irene Kowaliska – 1939”

Sub colto da malore ad Amalfi, trasferito in ospedale

"Amalfi romantica": Emiliano Russo espone le sue fotografie ad Azov, in Russia

Relax ad Amalfi per Paolo Bonolis tra Caravella e Santa Caterina

Restringimento sull'A2 Autostrada del Mediterraneo: disagi tra Fratte e Salerno centro

Gina Lollobrigida "raggirata": sequestrati beni riconducibili al manager

Annino Gargano ispettore generale all'Ufficio Centrale Ispettivo di Roma

Ravello, Villa Barluzzi in vendita per 2,7 milioni [FOTO]

Vietri sul Mare, ripristinata fermata bus a Piazza Matteotti

Tramonti, Istituto "Giovanni Pascoli" premia le classi del progetto "Enpa per la scuola"

Maiori, il duro sfogo di un cittadino: "Le frazioni sono sempre più lasciate a se stesse"

Giuseppe Conte sbaraglia la stampa sgrammaticata e becera

La frutta e i suoi benefici nella stagione estiva

Ancora tagli all’Ospedale Costa d’Amalfi: stop a reperibilità notturna del secondo autista ambulanziere

Marco Palmieri, l'attore di Sorrento tra i vincitori del Premio Malafemmena 2018

Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Dai Comuni

Ravello: carenze idriche, assessore Palumbo illustra provvedimenti adottati

Scritto da (Redazione), mercoledì 7 settembre 2011 16:56:10

Ultimo aggiornamento giovedì 8 settembre 2011 12:38:54

Pasquale Antonio Palumbo, assessore all'ambiente affida al social network Facebook la replica ai recenti attacchi ricevuti dal gruppo Campana Ravellesi Protagonisti sulle carenze idriche riscontrate nel corso della stagione estiva. Di seguito il testo integrale redatto da Palumbo.

Il primo ad avere sentore che era necessario separare l'acqua che beviamo da quella che "evacuiamo" fu il medico inglese Bob Snow (all'epoca famoso per aver utilizzato il cloroformio per anestetizzare la regina Vittoria durante il parto) quando nel 1854 volle indagare sul perché le vittime dell'ennesima epidemia di colera si concentravano in alcune zone di Londra mentre in altre i casi erano più rari. Grazie a pazienti ricerche e ad un intuito non comune riuscì a collegare la variazione del numero degli ammalati alle aziende di distribuzione dell'acqua (non si era propriamente in regime di monopolio): chi utilizzava l'acqua della Southwark & Vauxhall aveva dieci volte più possibilità di morire di colera rispetto a chi beveva quella fornita dalla Lambeth Company. La differenza nei casi era data dal diverso punto di captazione delle acque: la prima società attingeva in prossimità degli sbocchi delle fogne l'altra da una sorgente più a monte e quindi (relativamente) più pura.

Dopo questa piccola premessa, che forse apparirà più chiara man mano che si procede con la lettura, chi volesse arrivare a Scala da Ravello, magari per poi inerpicarsi fino al pianoro di Santa Maria dei Monti evitando di passare per la rotabile, può utilizzare i sentieri che, lasciando quello che va a Fontana Carosa, scendono nella valle del torrente Dragone per poi risalire sul versante di opposto.

Il primo di questi lo si incontra sulla sinistra, alla fine della stradina rotabile e conduce alla vecchia sorgente del "Lavatoio", una piccola cavità murata situata appena più in alto del greto del fiume ed in cui si innestano alcuni tubi in plastica che scendono verso il basso. Da alcune bocche è possibile riempire la borraccia e, volendo, proseguire il cammino.

Attratti dalla frescura del fondovalle ombreggiato, si potrebbe essere tentati di risalire con un po' di attenzione il corso del fiume. A pochi metri in alto a destra si vede la condotta che dal vicino pozzo di Santa Caterina (da alcune settimane inattivo) rifornisce i serbatoi dell'acquedotto di Ravello e che ha fatto venire meno negli scorsi giorni il suo non indifferente apporto.

Superato il primo salto del torrente ci si imbatte in qualcosa che proprio lì non dovrebbe esserci: rifiuti accumulati fra la vegetazione (e che nemmeno la piena del Dragone è riuscita a portare via) ed, alzando lo sguardo, evidenti segni di "antropizzazione" sui pendii circostanti. Dopo un quarto d'ora si raggiunge l'altro sentiero che taglia la valle e si può proseguire il cammino su un fondo meno insidioso.

Questa è la sorgente più prossima al paese. Le altre sono invece poste più in alto in un contesto che potremmo presumere meno critico, se non altro per la lontananza dagli insediamenti abitati . Basta invece una passeggiata, magari per il pic-nic di Pasquetta, per vedere animali al pascolo nelle immediate vicinanze dei punti di captazione e, considerata poi l'adiacenza delle sorgenti ai castagneti, risulta difficile non preoccuparsi delle possibili conseguenze sulle sorgenti di eventuali trattamenti antiparassitari effettuati a protezione delle piante.
Percorrendo la SP1 verso il Passo è anche difficile non notare, soprattutto in inverno quando la vegetazione è più rada, i rifiuti fatti cadere dalla strada lungo le pendici sovrastanti le sorgenti: un elettrodomestico è scivolato fin giù ed ora la carcassa arrugginita troneggia proprio su un punto di derivazione.

Ma non c'è solo questo. Recentemente ho chiesto al Comando della Polizia Locale e all'Ufficio Tecnico di sbarrare l'accesso dei mezzi meccanici alla località "Acqua Sambucana" (dove sono presenti punti di captazione dell'acquedotto comunale), diventata nel corso degli anni sito di discarica abituale di rifiuti, anche pericolosi come ethernit.

Eppure un decreto legislativo del 1999 (il n.152) impone agli enti preposti l'imposizione di area di salvaguardia delle fonti di approvvigionamento idrico che vanno dal quella di tutela assoluta (entro i 20 metri dal punto di captazione da recintare) a quella di rispetto (200 metri salvo diversa valutazione) dove tutta una serie di attività (gestione rifiuti, pascolo e stanziamento animali, dispersione di fanghi e acque reflue etc.) sono vietate e se preesistenti andrebbero allontanate. L'autorità competente (ATO Sele) nel 2002 ha pubblicato il proprio piano operativo dove sono indicati i criteri per la definizione delle aree di salvaguardia e dandosi il limite temporale "stante l'obbligo di adempimento ad una prescrizione di legge" di sette anni. Siamo evidentemente in ritardo.

A questo aggiungerei anche l'incognita dei mutamenti climatici, se cioè si stia (come sembrerebbe) o meno passando dal clima temperato a cui eravamo abituati, con piogge frequenti ma di bassa intensità che riuscivano ad alimentare le falde, ad un clima senza "mezze stagioni" dove la violenza degli eventi atmosferici provoca solo gravi danni al territorio.

La "crisi da siccità" di fine agosto (poche ore di mancata erogazione per tre-quattro giorni in alcune zone del paese, e di certo non le autobotti a soccorso degli esercizi alberghieri avvenuto in passato o le settimane "a secco" come poco dignitosamente ingigantito dal manifesto citato in apertura) è poca cosa rispetto a quella che potrebbe effettivamente accadere se, per incancrenita incuria, dovessimo dismettere una dopo l'altra le sorgenti locali e dover fare quindi affidamento unicamente sull'apporto dell'Acquedotto dell'Ausino che, utilizzando l'acqua captata nel territorio di Acerno, rifornisce 22 comuni in un territorio che va Roccapiemonte a Positano comprendendo anche la città di Salerno.
I servizi essenziali dovrebbero essere garantiti da un sistema di gestione ridondante: nel caso dell'acqua la disponibilità di sorgenti locali permette di far fronte a crisi nel circuito generale e viceversa.

Le maggiori esigenze idriche del periodo estivo sono ovviamente prevedibili così come era lampante che l'apertura di nuovi alberghi con relative piscine e le tante strutture extra alberghiere attivatesi in questi ultimi anni avrebbero messo a dura prova un sistema idrico che, sostanzialmente, è lo stesso da decenni con i tre serbatoi del Lacco-San Martino-Monte. Quest'ultimo - non collegato a sorgenti locali - viene alimentato solo con il pompaggio da quello posto più in basso.

Ora non comprendo perché si voglia, sfruttando e ingigantendo i disagi dei cittadini, additare chi sta amministrando solo in questo momento a responsabile di uno stato di cose che è il risultato di anni e anni di disattenzione e superficialità. Superficialità nelle parole e nei fatti visto che sono non pochi i tratti di acquedotto e di fogna che viaggiano tutt'oggi ancora sulla superficie stradale.

Un situazione di certo non risolvibile in 100 giorni, molto probabilmente nemmeno in un mandato. Ma i tempi lunghi non possono farci dimenticare che le sorgenti sono sacre oggi come lo erano ritenute nell'antichità e in virtù di ciò vanno quasi religiosamente protette perché si può essere costretti ad utilizzare il cloro per garantire la potabilità all'acqua ma non continuare a cloroformizzare le coscienze.

Alla prossima per una breve considerazione su un paese "pattumiera" , su come sia possibile far volare la percentuale della raccolta differenziata semplicemente applicando le regole predisposte da chi ha amministrato precedentemente, senza stravolgerle, orari di raccolta compresi.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Dai Comuni

Ravello, Comune promuove nuovo ciclo di cure termali per anziani residenti

L'Amministrazione Comunale di Ravello intende organizzare nel periodo dal 5 al 12 novembre 2018 un ciclo di cure termali a fini terapeutici e riabilitativi per cittadini residenti ultrasessantacinquenni, autosufficienti. Per questo, mercoledì 30 maggio, presso la Casa Comunale (Palazzo Tolla), si terrà...

Rifiuti ingombranti a Vietri sul Mare: multe salate per chi non rispetta modalità di conferimento

Costerà molto caro ai cittadini vietresi l'abbandono selvaggio dei rifiuti che non rispetti il corretto conferimento, nel giorno, nell'orario e secondo le modalità di ritiro. Molti cittadini hanno segnalato, nei giorni scorsi, l'abbandono per niente decoroso di rifiuti lungo le piazzole di sosta della...

Interventi riqualificazione arenile di Maiori: se ne parla giovedì 24 a Palazzo Mezzacapo

I fenomeni di erosione costiera nonché le recenti mareggiate stanno provocando un costante e progressivo arretramento del tratto di spiaggia di Maiori, da sempre il litorale più ampio e spazioso della Costiera Amalfitana. Di questo ed altro si parlerà giovedi 24 maggio, alle 17, presso il Salone degli...

Anche Minori adotta il Testamento Biologico

Anche il Comune di Minori, con delibera di Consiglio Comunale, ha adottato il registro per il deposito e l'archiviazione delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT), conosciute anche come "testamento biologico". Con questa dichiarazione, in base alla legge 219/17, ogni cittadino maggiorenne residente...

Amalfi: pronti a entrare in servizio i nuovi scuolabus

Seppur al termine dell'anno scolastico, sono pronti ad entrare in servizio i nuovi scuolabus del Comune di Amalfi. L'Amministrazione guidata dal sindaco Daniele Milano ha fissato una cerimonia di inaugurazione e benedizione dei mezzi, un momento di "benvenuto" che precede il convegno sulla mobilità sociale...