Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 6 minuti fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniDai ComuniRavello: ancora "canone depurazione" su bollette dell'acqua il Comune se ne lava le mani

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Dai Comuni

Ravello: ancora "canone depurazione" su bollette dell'acqua, il Comune se ne lava le mani

Scritto da Emiliano Amato (Redazione), lunedì 6 maggio 2013 17:16:31

Ultimo aggiornamento martedì 7 maggio 2013 19:16:13

di Emiliano Amato - Sono in arrivo le bollette dell'acqua relative al saldo 2012. E come sempre la voce relativa al pagamento dei canoni di depurazione è lì, in bella mostra, nonostante è risaputo che la maggior parte dei comuni della Costa d'Amalfi sia sprovvista di veri e propri impianti di depurazione.

A Ravello, nonostante la consulenza tecnica di un CTU nominato dal Tribunale di Amalfi nell'ambito di un procedimento in appello, che dimostra l'inesistenza di depuratori sul territorio comunale, l'Ausino continua imperterrita a riscuotere i corrispettivi per la depurazione. E intanto sono ben sette le sentenze a sfavore della società di servizi idrici integrati, tutte comunque impugnate, perchà l'AUSINO impiegherebbe quelle quote a copertura delle spese sostenute per mantenere in funzione gli impianti di Atrani, Sambuco e Cigliano, in realtà semplici vasche di pre-trattamento dove i liquami vengono separati dalla parte liquida chefinisce direttamente in mare con una carica batterica molto alta. La sentenza definitiva è attesa per il giugno 2014 (difficilmente il giudice si potrà mostrare contrario al parere del CTU).

Dopo la sentenza della Corte Costituzionale n. 335/08 il legislatore, con legge 13/09, ha individuato i parametri e i criteri per la sola restituzione della quota di tariffa riferita al servizio di depurazione ponendo i termini per la restituzione "entro 120 giorni dall'entrata in vigore della legge (la 13/09)"."La restituzione può avvenire anche in forma rateizzata entro il termine massimo di cinque anni a decorrere dal 1 ottobre 2009. Ciò al fine di evitare uno sconvolgimento dei conti pubblici degli enti e delle società che gestiscono il servizio idrico che si verificherebbe se gli stessi fossero costretti all'immediata restituzione di tutte le somme indebitamente percepite".

In attesa dei tempi biblici della giustizia (a Ravello la questione va avanti dal 2008), nella Città della musica da qualche anno a questa parte sono oltre 40 i contribuenti che si fanno giustizia da sè, pagando soltanto i consumi effettivi, poiché quello per la depurazione non è un tributo ma un corrispettivo che non deve essere saldato nel caso di un mancato servizio.

E il Comune di Ravello, che dovrebbe intervenire a tutela dei propri cittadini (potrebbe chiedere all'Ausino almeno di "congelare" la voce sulla depurazione in considerazione di quanto sopra), se n'è letteralmente lavate le mani. A sollevare il caso era stato il consigliere di opposizione Ulisse Di Palma lo scorso 30 novembre, ma l'argomento aggiunto in extremis all'ordine del giorno in Consiglio Comunale perchè imposto dal Prefetto di Salerno, non venne per nulla trattato e preso in considerazione dalla maggioranza suscitando le ire delle opposizioni. Non si comprende, infatti, perchè il Comune non intraprenda azioni contro la richiesta di pagamento dell'indebito onere che sembra rivestire addirittura aspetti estorsivi.

In ogni caso prosegue la battaglia dei soli cittadini. In prima linea c'è sempre l'avvocato Silvestro Cioffi, artefice di diverse azioni negli ultimi anni a tutela dei consumatori, pronto a ricevere tutti coloro che volessero richiedere la restituzione dei canoni.

Non tarda ad arrivare la replica di Matilde Milite, Presidente dell'Ausino SPA che dichiara quanto segue:

Corre l'obbligo di contestare integralmente il contenuto dell'articolo comparso su "Il Vescovado" il 06.05.2013, dal titolo "Ravello: ancora canone depurazione su bollette dell'acqua, il Comune se ne lava le mani".

L'articolo di cui innanzi, firmato dal sig. Emiliano Amato, contro il quale ci si riserva le azioni opportune nelle sedi deputate, traendo spunto da una causa intrapresa da una struttura alberghiera contro l'Ausino S.p.a., nonché dal comportamento assunto da circa 40 utenti (non 400), che hanno deliberatamente deciso di non pagare il canone di depurazione, appellandosi strumentalmente alla sentenza della Corte Costituzionale num.335 del 2008, la quale sancisce che, diversamente da quanto previsto nella legge n. 36 del 1994, la tariffa del servizio idrico integrato, articolato in tutte le sue componenti e, quindi, anche quella relativa al servizio di depurazione, ha natura di corrispettivo di prestazioni contrattuali e non di tributo.

Nella fattispecie l'Ausino gestisce una serie di impianti e di rapporti contrattuali, che la obbligano a condurre le attività di gestione degli impianti di trattamento e a riscuotere i relativi canoni, indipendentemente dall'efficacia dei medesimi. Sulla mancata esistenza di impianti di trattamento adeguati e sul mancato rispetto dei parametri delle acque effluenti, come previsto dalle vigenti normative, si sta sviluppando la causa civile.

A dimostrazione dell'errore concettuale in cui cade il redattore nell'affermare il principio secondo il quale "solo gestire un impianto di depurazione perfettamente adeguato alle normative faccia nascere l'obbligo del pagamento del corrispettivo della prestazione contrattuale", valgano le seguenti considerazioni:

a) nessuna legge stabilisce quali siano le caratteristiche strutturali di un impianto di trattamento o di depurazione, bensì determina l'obiettivo, che è sempre quello di garantire la tutela delle acque dall'inquinamento in riferimento a specifici obiettivi di qualità ambientale e del rispetto dei valori limiti allo scarico fissati dallo Stato, anche in relazione al corpo idrico ricettore. La valutazione delle soluzioni tecniche per il rispetto di tali limiti non è definita dal quadro normativo. L'art. 74 del D. Lgs 152/06 e ss.mm.ii. riporta, infatti la definizione di trattamento appropriato: ‘ii) trattamento appropriato: il trattamento delle acque reflue urbane mediante un processo ovvero un sistema di smaltimento che, dopo lo scarico, garantisca la conformità dei corpi idrici recettori ai relativi obiettivi di qualità ovvero sia conforme alle disposizioni della parte terza del presente decreto;'

In altri termini il legislatore non indirizza all'esecuzione di trattamenti specifici, ma pone degli obiettivi di qualità allo scarico, opportunamente differenziati in funzione delle caratteristiche di qualità e produzione delle acque reflue (domestiche, urbane, industriali) e degli obiettivi di tutela del corpo idrico ricettore. E' banale evidenziare come tale approccio segua integralmente la direttiva quadro comunitaria, Water Framework Directive UE 2000/60, di cui il D.Lgs. 152/06 è il recepimento italiano.

b) L'Ausino S.p.a. è obbligata contrattualmente a svolgere le manutenzioni degli impianti di trattamento esistenti e consegnateli dal Comune di Ravello nonché a partecipare alle analoghe spese di gestione di impianti condotti da terzi (impianto di Atrani). Le spese relative a tali attività, come si può evincere dai bilanci dell'Ausino spa, sono addirittura superiori alla tariffa incassata per la gestione di tale servizio. Quindi non ci si riferisce ad un tributo per un servizio non reso, ma al pagamento del corrispettivo di una prestazione svolta.

c) D'altra parte, volendo seguire il principio secondo il quale "un servizio di trattamento delle acque reflue non perfetto non debba essere pagato dall'utenza, si dovrebbe giungere ad una delle due seguenti conclusioni:

1) appare possibile che una società di capitale pubblico possa svolgere un servizio senza alcun corrispettivo, senza incorrere in sanzioni da parte della Corte dei Conti?

2) per evitare di incorrere in sanzioni da parte della Corte dei Conti e considerato che il servizio non viene svolto presso impianti perfettamente adeguati, si potrebbe essere legittimati a non svolgere più il servizio e, quindi, a scaricare le acque reflue senza alcun trattamento?

Bastano queste semplici riflessioni per dimostrare che il servizio deve essere svolto e deve essere pagato. Non può prevalere la posizione qualunquistica di chi, trincerandosi strumentalmente dietro una scusa idealistica vuole evitare di pagare un servizio che, per quanto imperfetto e non per colpa ne' del Comune ne' dell'Ausino, deve essere svolto in ogni caso.

Per concludere, non si comprende quale addebito si intenda sollevare nei confronti dell'amministrazione comunale, considerato che la gestione del s.i.i. è stata affidata dall'Autorità d'Ambito Sele con apposita convenzione sottoscritta nel mese di novembre scorso.

L'impressione che si riceve dalla lettura dell'articolo sembra più una propaganda a vantaggio di un avvocato, che l'avvio di un'azione a tutela dei cittadini, i quali ricevono ancora un servizio a fronte di un canone talmente basso da essere anacronistico, sia in relazione alle medie tariffarie nazionali ed ancor più europee.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Dai Comuni

Tramonti: al via i lavori di completamento della rete fognaria col miglioramento dell’impianto di depurazione

Sono stati consegnati oggi, 18 gennaio, i lavori del Grande Progetto "Appalto integrato per la realizzazione degli interventi di risanamento ambientale dei corpi idrici superficiali nel Comune di Tramonti - Comparto attuativo n.6". Un milione e trecento mila euro per il nuovo depuratore al servizio dei...

Sorrento. Veicoli elettrici: ordinanza per gli orari di carico e scarico merci

Maggiori benefici per le attività commerciali in termini di approvvigionamento, ma anche e soprattutto per l'ambiente, grazie all'utilizzo di mezzi elettrici. Sono gli obiettivi dell'amministrazione comunale di Sorrento, contenuti in una ordinanza firmata oggi dal sindaco, Giuseppe Cuomo, relativa ai...

Vietri sul mare: per sindaco Benincasa scatta Legge Severino, guida del Comune a vicesindaco

L'atto è giunto a Palazzo di Città mercoledì sera e ieri è stato notificato ai consiglieri comunali. Il sindaco di Vietri sul Mare Francesco Benincasa, dunque, per effetto della legge Severino, lascia tutto nelle mani del vicesindaco Marcello Civale, che già da qualche giorno guida l'amministrazione....

A Sorrento un incontro pubblico su Naspi e genitorialità

Sabato 20 gennaio, alle 17.30, nella sala Tasso del Palazzo Municipale di Sorrento, si svolgerà un incontro pubblico relativo alla proposta di legge di iniziativa popolare in tema di Naspi e di genitorialità. L'appuntamento è promosso dall'amministrazione comunale di Sorrento e dalla Uila Campania e...

A Tramonti la festa di San Sebastiano, protettore dei Vigili Urbani

TRAMONTI - Sabato 20 gennaio, alle 18, presso la Chiesa di San Giovanni Battista, nella frazione Campinola, si svolgerà la tradizionale manifestazione in onore di San Sebastiano Martire, protettore del Corpo Nazionale dei Vigili Urbani. Saranno presenti autorità civili, militari e religiose, i Sindaci...