Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 36 minuti fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniDai ComuniA Positano i tesori della Villa romana: partito lo scavo archeologico

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Dai Comuni

A Positano i tesori della Villa romana: partito lo scavo archeologico

Scritto da (Redazione), sabato 15 novembre 2014 13:59:22

Ultimo aggiornamento sabato 15 novembre 2014 13:59:22

di Mario Amodio* - Per secoli si è costruito con pietre e calce, occultando ciò che l'impeto del Vesuvio, delle alluvioni e dei maremoti andavano distruggendo. Si è costruito disegnando paesaggi che oggi incantano. Anche le piccole città di mare, come quelle della Costiera, sono così cresciute verticalmente. Sui lembi delle vallate, con grappoli di case e volte a botte. Mentre a pochi passi dal mare sono stati eretti palazzi e chiese. Qui, per secoli, si è camminato sulla storia, inconsciamente. Su quei tesori nascosti da pietre e calce e che riconducono ai primi secoli avanti Cristo. A Positano, anche lo struscio degli anni Sessanta lungo la via del Palazzo, è avvenuto su antiche vestigia romane. Tanto era grande la domus distrutta nel 79 d.C. dalla terribile eruzione del Vesuvio. Le tracce di quella villa sono state rinvenute nel corso degli anni grazie a indagini tecniche e carotaggi che hanno consentito di rilevare un'ampiezza maggiore dei resti della civiltà romana rispetto a quelli originariamente scoperti al di sotto della chiesa della Madonna Assunta. Ora, grazie a un nuovo finanziamento della Regione Campania di circa 2,5 milioni di euro appartenenti a fondi europei, la Soprintendenza riporterà alla luce ciò che la natura e l'uomo hanno per secoli distruto e occultato. Da qualche giorno, infatti, hanno preso il via i lavori di scavo sia nel sottosuolo della Chiesa Madre ma anche al di sotto del cento di Positano dove la domus si estendeva. Gli scavi, che dureranno all'incirca un anno, potranno consentire nuove e importanti scoperte. Già, perchè pare che qualcosa sia stato già individuato e tutto di grande valore storico architettonico. Che i romani avessero buon gusto anche nell'individuare i luoghi era cosa risaputa. Basti pensare a Capri o alla vicina Minori. Ma anche ad Amalfi, dove alla fine degli anni Novanta fu scoperto nel sottosuolo, quasi all'inizio del cento storico, una porzione di divinarium.

A Positano la notizia dell'esistenza di una domus risale alla fine del 2003 quando il sindaco dell'epoca, Ottavio Fusco, comunicò l'inizio degli scavi in seguito alla scoperta di tratti di affreschi emersi in seguito all'avvio dei lavori di recupero dell'area ecclesiastica. La domus venne alla luce in seguito ai lavori di restauro della cripta e durante gli scavi vennero alla luce numerosi scheletri oltre a resti settecenteschi dell'antica abbazia benedettina. Col tempo, si susseguirono anche una serie di scontri sullo stanziamento di ulteriori fondi necessari al proseguimento delle opere di scavo e di musealizzazione della cripta. In particolare, nel 2008 quando la richiesta di quattro milioni relativa a un progetto presentato dalla giunta Marrone fu oggetto di uno scontro tra regione e comune con quest'ultimo che decise di ricorrere al Tar per l'esclusione dalla graduatoria per i finanziamenti destinati al settore turistico. Fu Bassolino a evitare che lo scontro si acuisse. La giunta regionale, infatti, qualche tempo dopo deliberò il sussidio dando così il via libera al proseguimento dei lavori presso la villa romana di Positano utili a portare alla luce parte del tesoro archeologico composto anche da affreschi di incomparabile bellezza. Affreschi dinanzi ai quali si incantò nella primavera del 2007, Fausto Bertinotti, che da presidente della Camera si concesse alcuni giorni di relax a Positano. Accompagnato dall'allora soprintendente Guzzo e dal sindaco dell'epoca, Domenico Marrone, Bertinotti fu tra i pochi a visitare quell'incanto. «E' così forte l'impatto della scoperta che non avrei dubbi sulla continuazione dell'opera» replicò a chi gli paventava l'ipotesi di una chiusura del cantiere per carenza di fondi. Bertinotti in quei giorni era reduce dalla visita agli scavi di Pompei e forse mai avrebbe immaginato di trovare quel tesoro a Positano. «Può accedere di tutto ovunque - disse - Bisogna essere sempre fiduciosi in queste risorse straordinarie che il paese ha e che sono molte di più di quelle che il paese ufficiale conosce». Già, molte di più di quelle che il Paese conosce. Anche se tracce di storici resti sono presenti in numerosi studi. Come quelli di Matilde Romito che ricostruì uno dei tasselli della storia di Positano. Secondo quanto appurato dall'archeologa e dirigente dei musei provinciali di Salerno, di questa villa si parla nel rapporto stilato il 23 aprile 1758 da Carlo Weber, addetto agli scavi di Pompei, Ercolano e Stabia all'epoca di Carlo III di Borbone.

«Giunto il giorno 16 di quel mese a Positano, diede subito inizio allo scavo che continuò fino al giorno 20 - scrive la Romito - Il Weber dice di aver osservato che al lato della chiesa con campanile, di fronte alla spiaggia che è ai piedi dei monti chiamati Santa Maria a Castelli e S. Angelo, alla profondità di 30 palmi si trova un famoso edificio antico il cui primo mosaico è in marmo bianco molto pregiato. Riporta inoltre quanto gli aveva raccontato Giuseppe Veniero, il parroco, che alla fine del 1600 si era scavato per molto tempo diverso materiale antico e che vari reperti erano stai venduti alle monache di S. Teresa a Napoli e in tal modo si ricavò il necessario per ingrandire la chiesa». Quanto il Weber descrisse fu riscontrato in seguito a dei lavori realizzati a quel tempo da un macellaio del paese nella parte retrostante la sua bottega attigua alla piazzetta Regina Giovanna, nel Vallone di Fiume. Qui, ai piedi della scala della chiesa, si imbatté proprio nei resti della villa romana.

* Il Mattino

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Dai Comuni

Ravello, Soprintendenza blocca lavori rampa Auditorium. Disagi viabilità continuano

Nel corso del consiglio comunale del 16 luglio scorso, con all'ordine del giorno la salvaguardia degli equilibri di bilancio, il consigliere di minoranza del gruppo "Ravello nel cuore", Nicola Amato, ha sollecitato il sindaco Salvatore Di Martino a riferire circa le problematiche emerse nel corso dei...

A Ravello è lotta ai procacciatori di clienti per negozi e ristoranti. Sindaco: «Ne va della buona reputazione del paese»

A Ravello è lotta ai procacciatori di clienti per gli esercizi commerciali. Con ordinanza numero 42 del 20 luglio, il sindaco Salvatore Di Martino bandisce comportamenti, specie per le vie del centro storico, atti a «molestare o disturbare la libera e tranquilla circolazione delle persone pe le vie cittadine...

Colatura Alici di Cetara Dop, adesso tocca alla Commissione del Parlamento Europeo

La pubblica audizione con relativa lettura del disciplinare di produzione conclude l'iter "italiano" verso l'ottenimento del marchio Dop per la Colatura di Alici di Cetara. Il prezioso liquido ambrato è stato oggetto di discussione nella sala polifunzionale "Mario Benincasa" del comune della Costiera...

Amalfi, architetti e ingegneri bocciano il nuovo PUC. Ecco perchè

L'Associazione Professionisti Costiera Amalfitana (APCA) ha disertato l'incontro pubblico di stasera al Comune di Amalfi per discutere del Piano Urbanistico Comunale (il vecchio Piano Regolatore) adottato già dall'attuale amministrazione e che sta per intraprendere l'iter di approvazione definitiva....

Colatura Alici di Cetara verso la Dop, 16 luglio riunione di registrazione marchio

La colatura di alici di Cetara finalmente sarà DOP. Si va verso la positiva conclusione dell'iter di registrazione del marchio. Un lavoro portato avanti dall'omonima Associazione, presieduta da Lucia Di Mauro. Il riconoscimento DOP significherà la difesa dell'identità territoriale e della tipicità di...