Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 ore fa B. Vergine Maria regina

Date rapide

Oggi: 22 agosto

Ieri: 21 agosto

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaGusta Minori 2019 "Accussì Natalea" 29 - 30 - 31 agosto 2019La Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaRistorante Giardiniello Cucina mediterranea gourmet in Costiera Amalfitana a MinoriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniCultura, Eventi & SpettacoliSanta Trofimena negli scatti di Giuseppe Proto

"Accussì Natalea" il tema 2019 del Gusta Minori il 29, 30 e 31 agosto prossimoFrai Form è il centro benessere per la cura della bellezza del tuo corpo, a Ravello epilazione laser permanente e indoloreD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line le specialità del Maestro Pasticciere più amato d'Italia. Sal De Riso in Costa d'Amalfi realizza capolavori di dolcezza.

Cultura, Eventi & Spettacoli

La mostra

Santa Trofimena negli scatti di Giuseppe Proto

Il 5 novembre a Minori

Scritto da (Redazione), giovedì 1 novembre 2018 16:13:34

Ultimo aggiornamento giovedì 1 novembre 2018 16:13:34

di Bruna Autuori

Giunge dal mare Santa Trofimena, divina come la terra che l'accoglie: la Costiera amalfitana. Sguardo profondo e salvifico, mediterranea nei lineamenti, germanica nei colori, porta con sé il mistero delle acque, la Santa giunonica e rassicurante, bionda e paffuta come la Venere di Botticelli. È donna guerriera che regge la croce come a volerne mostrare il trionfo. La regge nella mano destra, in un gesto naturale di benevola ostentazione, la stessa di chi ha appena sconfitto le tenebre, emergendo da un fondale marino imperscrutabile.

C'è chi la vede con gli occhi di un curioso turista, chi la vede con gli occhi commossi del fedele, chi la vede, invece, attraverso l'obiettivo di una macchina fotografica, da pittore che approda all'arte della fotografia. Giuseppe Proto si lancia così nel tentativo di cogliere, di Santa Trofimena, l'aspetto umano che la lega al territorio che l'accoglie. È la Santa raccontata attraverso i gesti della gente, le vite che a lei si ispirano, come per effetto di un amore incondizionato e inconsapevole.

È la fede vissuta nella ciclicità del rito, raccontata attraverso la fotografia come ritratto di una città di mare, Minori, in un meridione amatissimo. Storie di ordinaria tradizione, direbbe qualcuno, in cui la fede, quella folcloristica, poco ha a che fare con la divinità. Eppure, quando l'elemento religioso si intreccia a quello leggendario, mitico, il risultato è un quadro dal sapore partenopeo dall'indiscusso valore antropologico.

Se proprio non riusciamo ad apprezzarne il lato religioso, perché ci risulta difficile aderire a quel preciso stile di fede, fatto di rappresentazioni terrene che si allontanano dal concetto di spiritualità nel senso più universale del termine, dobbiamo pur fare i conti con un sentire popolare, antico e vitale, il cui cuore pulsante batte in un territorio di indiscutibile bellezza. E proprio quel sentire ci arriva dalle immagini di Giuseppe Proto, nel tentativo di cogliere, di Santa Trofimena, proprio quei dettagli universalmente godibili anche ad occhi critici e scettici di non credenti.

Come le mani, ad esempio.

In uno scatto infatti una mano di donna, forse moglie, madre e nonna, si accinge a prendere petali di rose, quei petali che di lì a poco cadranno a pioggia sulla Santa, la Santa dea delle acque che porta al suo seguito un ricco stuolo di fedeli che avanzano fieri e silenziosi, come apostoli, trovatori di tesori, pescatori di anime devote. Attraversa le strade di un presepe vivente, dove, a fare da padrone, c'è sempre lui: il mare. E Giuseppe Proto la immortala, la Santa patrona, con l'occhio di giovane commosso, come a imitare la scena di un addio. Malinconia e gioia insieme, che portano alla gola l'emozione di una partenza. Storie di vita vissute attraverso una divinità, storie di genti e popoli in un ciclico viaggio verso la salvezza.

In un altro fermo immagine, fiduciosa esce dall'obiettivo la mano di un'anziana donna, in un cono di luce che punta dritto alle reliquie, si fa tutt'uno con esse e l'argento che le accoglie, in un gesto di estrema dolcezza, che per un attimo dimentichi che sei lì per Santa Trofimena. È così universale quel tendere di mano verso un qualcosa di salvifico, che lo scatto sembra non avere tempo. In che anno siamo? E se non a Minori, potremmo immaginare di essere in qualsiasi altra parte del mondo, dove anche chi non è cattolico, riuscirebbe certamente a percepire la sacralità del gesto. Canuta, ma non effimera, è la speranza di chi quasi si aggrappa all'argento vivo di una cornice, come ci si aggrappa al frutto di un albero in procinto di coglierlo.

E ancora le mani che reggono croci quotidiane, le mani che producono ricchezze inestimabili, le mani che lavorano, le mani che dal di qua dell'umano, sfondano l'intoccabile dimensione di un aldilà, in un michelangiolesco protendere verso il divino. Gesto di per sé tipico della tradizione cattolica, che ci vede protagonisti di peregrinazioni in cui possiamo baciare i piedi e le mani del santo, come allo scattare della mezzanotte del 24 dicembre di ogni anno, baciamo i piedi nudi del bambino di Betlemme. La statua immobile diventa, per un giorno, la raffigurazione umana e tangibile del miracolo che si compie. L'umano e il divino, uno di fronte all'altro, l'uno l'avatar dell'altro, in uno scambio terreno di anime in cammino.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Cultura, Eventi & Spettacoli

Ravello, Suoni del Sud: il 24 agosto in piazza c'è Antonio Onorato New Quartet

Nuovo appuntamento sabato sera a Ravello (24 agosto, ore 21) della Rassegna musicale «Suoni del Sud» organizzata dal Comune di Ravello e che animerà fino al 21 settembre alcuni degli angoli più suggestivi della Città della Musica. Protagonista del nuovo evento in cartellone (ingresso gratuito) in Piazza...

A Cetara la seconda tappa del tour “Sunnamisuna’”, il festival cantautorale a sostegno dei bambini prematuri

Dopo il primo incontro del 17 luglio all'Arena del Mare di Salerno, stasera, giovedì 22 agosto, a partire dalle 20, in Piazza San Francesco, nel borgo cetarese, è in programma la seconda tappa di "SunnammiSunà Tour", il Festival cantautorale di beneficenza promosso da Antonio Toradol Amatruda, infermiere...

Minori: 24 agosto “Musica & Poesia del XX secolo” con il musicista Roberto Ruocco

Il fenomeno dei Cantautori Italiani è il protagonista di "Musica & Poesia del XX secolo", momento di spettacolo con Roberto Ruocco, pianista, sassofonista, compositore, arrangiatore, sabato 24 agosto a Minori, in Piazza Cantilena alle 21.00, nell'ambito degli eventi estivi 2019 a Minori: un Unicum nel...

Agerola: domani il primo "festival della solidarietà"

Si terrà domani, 23 agosto, alle 21:00, in piazza San Pietro, ad Agerola, il primo "Festival della solidarietà", manifestazione canora organizzata dalle associazioni "Agerola nostra", "La voce di Agerola" e "Lunarmonica". L'evento vedrà la partecipazione del rapper Lele Blade e sarà dedicato ad una serata...

Agerola, "Sui Sentieri degli Dei": domani appuntamento con Alessandra Riccio e Giovanni Block

La storia dei leggendari rivoluzionari cubani fa da collante all'incontro Unplugged, giovedì 22 agosto, alle 21, presso il Parco Corona - Via Casalone, tra la cattedratica Alessandra Riccio, che legge I diari della motocicletta di Ernesto "Che" Guevara, e Giovanni Block, una delle rivelazioni più folgoranti...