Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 8 ore fa S. Priscilla martire

Date rapide

Oggi: 16 gennaio

Ieri: 15 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCultura Eventi & Spettacoli"Ercole Aldemio e il portale presbite" il libro della preside Solange Hutter

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Cultura, Eventi & Spettacoli

"Ercole, Aldemio e il portale presbite", il libro della preside Solange Hutter

Scritto da prof. Giuseppe Gargano (Redazione), lunedì 15 aprile 2013 16:36:06

Ultimo aggiornamento lunedì 15 aprile 2013 16:36:06

di Giuseppe Gargano - Epos è una singolare casa in un bosco, immersa in un paesaggio dalla vegetazione lussureggiante e variegata, al limite tra la realtà e l'immaginazione. Epos è grande, occupa ampi spazi orizzontali e verticali, ricca di ambienti particolarmente adatti all'intelletto creativo della fanciullezza; in essa vi è, quindi, posto per pasticceria e gelateria, la stanza dei giocattoli, la camera del disegno e della poesia (l'infanzia dell'umanità, secondo Vico), gli specchi magici. Epos è Anteria, perché indaga il passato al fine di preparare il futuro, in una lettura einsteiniana dell'univocità dello scorrere del tempo, dal passato al futuro, dove il presente è un attimo fuggente, una sorta di carpe diem istantaneo, un punto geometrico adimensionale, un punto materiale: praticamente il presente non esiste. Ma, comunque, è dal nostro presente, il quale si regge sull'affannosa corsa ad un inutile e assurdo arricchimento di cose materiali e su di un progresso tanto celere da non lasciarci il tempo di pensare e di fantasticare, che la nostra Autrice intende scappare, per viaggiare con la parte destra del cervello, quella della creatività intuitiva e fantastica, alla volta di un mondo surreale, popolato da creature composite di elementi biologici della natura reale, molto cari, soprattutto per il loro multiforme cromatismo, al pennello di un Diodoro Cossa.

Così, dando vita ad una relazione tra fantastico e tecnologico, l'Autrice pone le basi per la creazione di un ponte ideale che possa collegare il genere fantasy alle concezioni scientifiche, attraverso una rilettura libera da ogni vincolo delle dimensioni spazio-temporali in chiave cosmogonica. Nei magici luoghi del suo racconto si ascoltano suoni della natura armonica, come quelle delle acque scroscianti o cascanti, melodie che molti uomini di oggi hanno dimenticato o non hanno addirittura conosciuto, note che è possibile, comunque, captare con le nostre orecchie nell'Eden preistorico della Valle del Chiarito di Amalfi, tra rocce calcaree levigate dal flusso idrico, le quali assumono forme leggiadre e misteriose, e felci di qualche milione di anni fa, ormai congelate nella dimensione temporale. I suoni d'acqua del racconto della Hutter richiamano quelli della "Pioggia nel pineto" di D'Annunzio, mentre il Bolero di Ravel funge da sveglia per uno dei protagonisti, immerso nell'equilibrio cromatico e sonoro di un giardino da favola, come quello di Klingsor che Wagner trovò nella Villa Rufolo di Ravello.

Ercole, il bambino prodigio, una specie di ET, assume il ruolo del protagonista-guida, che permette di seguire le trame del racconto grazie ai suoi movimenti e alle sue trovate geniali; il suo compagno Aldemio funge da aiutante. Ercole, abilissimo matematico, "aveva scoperto la Via Extensa, una particolare equazione che consentiva di centrare il punto preciso dell'origine del pensiero a flusso, quella condizione tanto estatica quanto rara di concentrazione perfetta così agognata dagli studiosi di ogni tempo".

I capitoli in cui è distinta la storia presentano suggestivi numeri, contrassegnati da punti esclamativi, forse per anticipare la sorpresa al cospetto della quale si troverà il lettore. Essi sono accompagnati da illustrazioni dei personaggi delineate a matita dall'artista Giulia Moncelsi in una semplice ma esaustiva rappresentazione di quei soggetti che nel bene e nel male rendono dinamica e intricante la vicenda. La copertina di Alfonso Violante è sostanzialmente dominata solo da due colori, il rosso e il blù, alla stregua della matita bicroma con la quale De Vanna tratteggiò qualche quadro degli anni '50 del secolo appena trascorso. Verso la fine del racconto i personaggi positivi, con le loro fattezze disegnate, si autopresentano come gli attori sul palcoscenico dopo la rappresentazione.

Naturalmente nel racconto agisce anche l'anti-eroe con i suoi collaboratori; si tratta di Putrido, un essere che in principio era stato senza macchia, ma che poi era diventato brutto nell'aspetto e perfido nel carattere. Egli, con i predatori pelasgi, aveva rapito due "gabbiani alteri", i saggi regolatori dell'equilibrio cosmico, provocando il rischio della trasformazione di un paradiso in un inferno. Putrido potrebbe essere identificato in quegli uomini che sono stati travolti dal progresso rapido, avvolgendosi nell'onda della corsa all'arricchimento facile e procurando il graduale inquinamento del pianeta, in modo da creare nell'umanità intera uno stato confusionale senza passato e senza futuro, che fa pensare soltanto al presente illusorio e conduce all'autoestinzione mediante la "stanchezza della specie". Il surriscaldamento dell'atmosfera sta producendo violenti uragani anche nel Mediterraneo: la Tortora Grigia d'Altro Tempo è, nella storia della Hutter, mediante il suo canto, presagio infausto, che preannuncia una violenta e improvvisa tempesta. Vento forte, tuoni, lampi, pioggia, mare molto agitato sono gli effetti di quel fortunale, che richiama alla mente la lopa ‘e mare tradizionale del nostro mare, ben nota a marinai e pescatori d'altri tempi, descritta da Petrarca il 26 novembre del 1343 nella lettera al cardinale Giovanni Colonna.

L'universo della Hutter immaginato nel suo racconto è composto da tre parti, collegate tra di loro mediante porte speciali; esse sono le dimensioni esterna, interna, imperviale, ciascuna abitata da esseri diversi, uomini e animali provvisti di particolari intelligenze e capacità. La dimensione secondaria è governata dai gabbiani alteri, saggi e giusti. Essa assomiglia all'Utopia di Platone e Moore, alla Città del Sole di Campanella, all'Elea concreta di Parmenide, dove la cultura al potere determinò una specie di socialdemocrazia ante litteram, come afferma l'amico filosofo Vincenzo Ferrazzano, il quale nel filosofo eleate vede la "porta del tempo". La porta che collega le dimensioni è vista dall'Autrice nella Porta Basale: "la porta si apre sulla conoscenza, coloro che la attraversano capiranno le verità cosmiche e torneranno significativamente modificati nell'animo". Quindi è una porta metafisica, che collega il mondo dello spirito con quello della materia.

L'universo immaginario della Hutter non dev'essere molto diverso da quello concepito a seguito di due grandi teorie fisiche, la relatività generale e la meccanica quantistica. E' vero che "Dio non gioca a dadi con il mondo", come è pur vero che il vuoto non decade; la materia è energia e viceversa ed è forse eterna, prodotta dalla particella di Higgs. D'altronde è la materia che crea l'universo nello spazio-tempo a n-dimensioni: "la materia dice allo spazio-tempo come curvarsi e lo spazio-tempo dice alla materia come muoversi".

Il viaggio tra i mondi degli eroi della Hutter avviene come l'ascesi dal cielo della Luna a quello di Mercurio nel V canto del Paradiso. Un' "accelerazione molteplice parossistica" è come il "transumanar" dantesco; essa si produce alla prima notte di Luna calante, confermando i collegamenti astrali con il mondo corruttibile della Terra. Ma nelle dimensioni hutteriane vige anche la tecnica del teletrasporto atomico e molecolare, ferma restante la coscienza spirituale dell'essere umano decomposto. Di notevole aiuto è il Portale Presbite, una minuscola porticina che ha quasi la funzione di un buco nero, il punto di contatto tra universi paralleli, nei quali si accede mediante il buco bianco, in una fluttuante deformazione retta dalla "teoria delle stringhe", che considera la gravitazione come la quinta essenza.

La narrazione è pregna di simboli, che hanno la funzione di molteplici chiavi di lettura dell'affascinante vicenda.

In primo luogo il simbolismo cromatico, fatto di numerosi colori evidenti in tutte e tre le dimensioni (il "colore" insieme al "sapore" è una proprietà dei quarks, i mattoni della materia); persino le tre dimensioni sembrano essere colorate: il bianco dell'Infanzia, l'azzurro dell'Estate, il nero del Mistero, quasi per individuare le età principali dell'esistenza.

Seguono, quindi, le variegate pietanze di cui vanno ghiotti i personaggi della storia, magistralmente elencate dall'Oste indeciso nella sua locanda.

Manifesto è pure il simbolismo di carattere apocalittico tanto caro all'Evangelista Giovanni.

Una scala con pioli di ghiaccio sembra ricondurci nel lontano Oriente, sull'isola nipponica di Naoshima, dove un tempio scintoista dedicato ad un imperatore divinizzato nell'VIII secolo d.C. mostra i gradini di una scala fatti di cristallo trasparente.

Di certo il simbolo principale è rappresentato dal numero 16, che potrebbe ricordare il 4 al quadrato o meglio le dimensioni dello spazio-tempo delle recenti elaborazioni di fisica teorica: sedici è il giorno del compleanno di Aldemio, sedici le fontane, sedici le sorelle di Camassia, sedici le sale didattiche, sedici i materassi, sedici le strutture cilindriche del Palazzo Consiliare con altrettanti colori assegnati di Rivularia, sedici il numero del "veliero" del comandante Lazaro.

L'ospite della camera 17 della Locanda dell'Oste impreciso è Bertrand Russell, il vero personaggio-chiave dell'intera vicenda, non filosofo, bensì esperto in Meccanica Quantistica Intradimensionale. Così la Filosofia diventa, come ha voluto Rita Levi Montalcini, il ponte d'unione tra l'Umanesimo letterario e la Ricerca scientifica.

L'Autrice, grazie ad una meravigliosa creatività immaginativa, non ha voluto, come si legge sulla copertina, soltanto produrre un "racconto per ragazzi", ma una valida riflessione cosmica al di là della limitata realtà del percepibile e dell'angusta dimensione terrestre.

E' giusto, altresì, aggiungere alla nostra interpretazione della sua qualificata opera letteraria quanto ha scritto Montaigne: «La nostra saggezza è meno saggia della nostra follia; i nostri sogni valgono più dei nostri discorsi ».

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cultura, Eventi & Spettacoli

Salerno, dal Fantady le prime novità Fantaexpo 2018: youtuber Marco Merrino direttore artistico

Grande partecipazione di pubblico per la giornata dedicata al FantaDay, che si è svolta presso il Centro Sociale di Salerno, attirando tantissimi fan del FantaExpo e non solo. Nel corso dell'evento sono state annunciate diverse novità, che riguardano la prossima edizione della fiera del fumetto dell'animazione...

Il teatro a Minori e in Costiera: una ricchezza per tutti

di Paolo Russo Stanno per terminare a Minori le repliche di "Natale in casa Cupiello", messo in scena da una storica compagnia di dilettanti, il "Proscenio". Vorrei spenderci due parole, approfittando dell'ospitalità del Vescovado, perché si è trattato di un evento non irrilevante per tutto il comprensorio,...

Musica: 26-28 gennaio a Minori le lezioni del Maestro Guido Corti

Il Maestro Guido Corti, considerato un innovatore della didattica del Corno di livello mondiale, sarà ospite, dal 26 al 28 gennaio, dall'accademia Mediterranea del Corno di Minori. Oltre 60 professionisti attualmente in attività nei più prestigiosi teatri internazionali e nelle più importanti orchestre,...

"Atrani Muse al... borgo": martedì 16 il libro di Corrado De Rosa

Al via la terza edizione di "Atrani Muse al...borgo". Martedì 16 gennaio, presso la Casa della Cultura di Atrani, alle 18.30, la 12° edizione di ..incostieraamalfitana.it Festa del Libro in Mediterraneo, in collaborazione con il Forum dei Giovani di Atrani, ed il patrocinio del Comune costiero, presenta...

Salerno: Luci sull'Arte. Stasera inaugurazione della mostra a Palazzo Genovese

Sarà inaugurata stasera, a partire dalle 18, a Palazzo Genovese, Largo Campo, la rassegna "Salerno: luci sull’Arte", promossa da Bell’Arte e Promuoviamoarte con il patrocinio del Comune di Salerno. Giunta oramai alla quinta edizione, la mostra presenterà i recenti percorsi artistici di otto autori contemporanei...