Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 36 secondi fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaNaufragio Costa arrestato comandante. E' di Meta di Sorrento

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Cronaca

Naufragio Costa, arrestato comandante. E' di Meta di Sorrento

Scritto da (Redazione), domenica 15 gennaio 2012 00:37:41

Ultimo aggiornamento lunedì 16 gennaio 2012 17:51:05

La Procura di Grosseto ha disposto il fermo del comandante della nave Costa Concordia, Francesco Schettino. Il comandante (CLICCA QUI E GUARDA L'INTERVISTA DEL TGCOM A SCHETTINO) secondo le notizie fornite dalle agenzie sarebbe stato trasferito nel carcere di Grosseto in attesa dell'udienza di convalida che dovrebbe svolgersi all'inizio della prossima settimana. Il fermo è stato disposto dal procuratore di Grosseto Francesco Verusio. I capi d'imputazione sono omicidio colposo plurimo, naufragio e abbandono della nave.

Secondo l'accusa degli inquirenti il comandante, 52 anni originario di Meta di Sorrento, già verso le 23:30 avrebbe lasciato la nave. Lo riferisce l'Ansa, secondo cui a quell'ora ancora gran parte degli ospiti e dell'equipaggio stava ancora aspettando di essere evacuata. Gli ultimi a lasciare la Costa Concordia lo hanno fatto non prima delle 2,30-3:00 della notte scorsa. Ma Schettino rigetta questa accusa e si difende nell'intervista concessa al Tgcom.

In Penisola Sorrentina intanto è sconcerto per il terribile naufragio verificatosi al largo della Versilia ma anche per le conseguenze a cui rischia di andare incontro il comandante Schettino, persona nota in Penisola Sorrentina e considerata tra i più esperti così come confermato nel pomeriggio dal direttore generale di Costa Crociere
Schettino, secondo quanto riferisce l'Ansa, avrebbe chiamato la mamma, un signora di ottanta anni, stamani alle 5: "E' successa una tragedia.

Ma stai tranquilla, ho cercato di salvare i passeggeri. Per un po' non vi potrò telefonare. Ma state tranquilli" avrebbe detto l'uomo stando al racconto fornito dalla sorella Giulia Schettino ai colleghi dell'Ansa. Sempre secondo l'agenzia, che ha sentito la famiglia Schettino, il comandante della Costa Concordia, avrebbe chiesto di parlare con il fratello Salvatore, anche lui marittimo. E gli avrebbe spiegato, sempre secondo il racconto di Giulia Schettino, la sorella del comandante, cosa era successo alla nave della Costa.

Il procuratore di Grosseto ha anche specificato che, al momento dell'impatto, ''c'era Schettino al comando della nave'', e che è stato il comandante ''ad ordinare la rotta: questo è quanto ci risulta. E' stata - ha spiegato il procuratore Verusio - una manovra voluta''.

Il comandante Schettino non è stato interrogato, mentre invece sono stati sentiti altri membri dell'equipaggio, tra cui il primo ufficiale in plancia, indagato, e il terzo ufficiale in plancia che è interrogato in queste ore dai magistrati.

Gli inquirenti hanno infatti deciso per Schettino il fermo di pg ed aspettano l'udienza di convalida davanti al gip che potrebbe tenersi martedì o mercoledì prossimi. Sempre nell'ambito delle indagini vengono sentiti come testimoni anche altri membri dell'equipaggio, per ricostruire la dinamica dell'incidente e l'organizzazione dei soccorsi a bordo. Al vaglio degli inquirenti anche il fatto che il passaggio molto vicino all'isola del Giglio sia stato deciso per far ''salutare'' ai croceristi i paesi dell'isola illuminati nel buio.
A 24 ore dall'incidente, infatti, ancora nulla di definitivo si sa per quanto riguarda il numero di chi non risulta dagli elenchi dei sopravvissuti soccorsi e fatti rientrare alle proprie abitazioni o ospitati negli alberghi.

Il prefetto di Grosseto Giuseppe Linardi in serata ha parlato di 41 persone da rintracciare: "Delle 4.232 persone che, secondo gli elenchi forniti, erano a bordo della nave al momento ne sono stati rintracciati 4.191. La verifica fra gli elenchi va avanti ed è un lavoro lungo che ritengo si protrarrà fino a stanotte''.

E il sindaco dell'Isola del Giglio, Sergio Ortelli, spera che il bilancio delle vittime non salga ulteriormente: "Prima di 24 ore non si potrà dire nulla di sicuro. Io continuo a sperare. Per ora non si può dire nulla. Il conto non torna e la compagnia sta riconteggiando - ha spiega Ortelli - E' possibile che qualcuno, addirittura un gruppo consistente di persone, sia stato soccorso in mare e trasportato direttamente sulla costa. Nella parte squarciata della nave l'acqua non era alta, e la Costa si è inclinata lentamente, quindi c'è stato tempo per scappare".

Di certo c'è che in mare non si sono trovati altri corpi che quelli delle tre vittime, anche perchè la zona dove la nave si è "spiaggiata" è stata ispezionata da sub, elicotteri e imbarcazioni. Diverso il discorso per l'interno della nave: il personale speleo-alpino-fluviale dei vigili del fuoco ha ispezionato i ponti che sono fuori dall'acqua, che sono però in verticale, visto che la nave è capovolta a quasi 90 gradi.

Non è stato, invece, ancora possibile entrare nella parte sommersa per motivi di sicurezza. Pertanto tutta quella zona che è stata riempita d'acqua dovrà essere controllata, presumibilmente dopo che saranno state aspirate le oltre duemila tonnellate di gasolio che sono presenti nei serbatoi della Concordia. Le difficoltà di contare tutti i naufraghi sono state dimostrate dalla storia di quattro turisti americani: dati inizialmente per dispersi erano in realtà ancora all'isola del Giglio e sono partiti senza problemi con il traghetto per Porto Santo Stefano.

Le operazioni dei sommozzatori, che oggi hanno dato esigo negativo, riprenderanno domani con le prime luci dell'alba.

Per tutta la giornata, e fino all'imbrunire, è apparso come un gigante ferito il gioiello della Costa. Un gigante ferito da uno squarcio che ha dilaniato settanta metri di carena: e anche se a volte il destino esiste, non e' stato un iceberg, come nel Titanic, ma uno scoglio ad affondarlo. Tra tre mesi sarà un secolo (era la notte tra il 14 e il 15 aprile 1912) dal naufragio più famoso e maledetto della storia.

La Concordia non parla, parleranno le sue scatole nere. Ma lo squarcio sulla carena di sinistra fa impressione ed è un libro aperto: la nave, trotterellando a 300 metri dalla costa a venti nodi, si è piantata sull'ultimo baluardo de 'Le Scole', isolotti capaci di far paura ai gommoni dei turisti e non di più.

E invece l'impatto è stato violentissimo: la Concordia ha letteralmente strappato il suo assassino dal fondo del mare. E s'è trascinata lo scoglio, ormai parte di lei, almeno per mezzo chilometro. Prima di arrestarsi. Prima di mostrare al mondo intero la sua ferita. ''Mai vista una cosa simile'' dicono i pescatori sul molo mentre guardano quell'assurda composizione: un taglio netto che finisce dove inizia lo scoglio.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Cronaca

Ravello, sequestro a un albergo per abusivismo

Nell'ambito dei servizi di polizia ambientale e controllo del territorio, gli agenti della Polizia Locale del Comune di Ravello, coordinati dal comandante Giuseppe Capuano, nella giornata di mercoledì 10 gennaio scorso hanno effettuato controlli presso un albergo della Città della musica. La struttura...

Tentano truffa ad Amalfi, turiste spagnole nei guai

Due turiste spagnole in vacanza ad Amalfi sono state denunciate per tentata truffa ai danni del Comune. A smascherare il ragiro messo in atto dalle due le telecamere del sistema di videosorveglianza. Le due turiste, nel periodo natalizio, avevano noleggiato un'auto per una gita in Costiera. Arrivate...

Villa Cimbrone-Ausino: è battaglia legale sui canoni della depurazione (che non c'è)

Non ci sta il direttore di Villa Cimbrone, Giorgio Vuilleumier che la scorsa settimana si è visto privata la fornitura idrica per mancati pagamenti dei canoni di depurazione (pari a circa 37mila euro) per un servizio, lo ricordiamo, non garantito. E in una nota trasmessa alla nostra Redazione replica...

Causò incendio in cui morì la madre, condannato 53enne di Tramonti

Travasò della benzina da una tanica ad una bottiglia fumando una sigaretta causando l'incendio dell'abitazione ed la morte, per ustioni, della madre, la 77enne Ida De Rosa. Ieri mattina, dinanzi al Gup Vincenzo Pellegrino, Paolo Pisacane, per quel rogo avvenuto il 16 luglio scorso a Tramonti, che uccise...

Baby gang, l’allarme di Lembo: «Serial Tv non formano coscienza civile» [VIDEO]

«Dei segnali di violenza dei mass media e dei serial televisivi non contribuiscono alla formazione di una coscienza civile. Bisognerebbe fare serial su altre tematiche non quelle che affascinano, purtroppo i giovani senza prospettive e senza futuro. Le baby gang sono l'anticamera di comportamenti che...