Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Mansueto vescovo

Date rapide

Oggi: 19 febbraio

Ieri: 18 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a MaioriAntica pasticceria Pansa ad Amalfi, caffetteria, sala da thè in Piazza Duomo con specialità dolciarie in Costiera Amalfitana. Acquista on line i dolci tipici della Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casaFrai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiVilla Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera AmalfitanaPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera AmalfitanaiLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaContract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury HotelIl Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniCronacaAmalfi, Fondazione M. Bianco vince ricorso contro Comune per parcheggio Luna Rossa

Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiMarilù Moda Positano, acquista on line i capi esclusivi made in CostadAmalfiHotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera AmalfitanaLa bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco LanzieriVilla Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazionePorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoD'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamentoRistorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad AmalfiMetti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOKAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera AmalfitanaI Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by ConnectiviaIl Limone IGP Costa d'Amalfi

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Cronaca

Amalfi, Fondazione M. Bianco vince ricorso contro Comune per parcheggio Luna Rossa

Scritto da (Redazione), mercoledì 9 gennaio 2013 11:03:22

Ultimo aggiornamento venerdì 11 gennaio 2013 09:11:50

Con sentenza numero 2266/2012, depositata il 10 dicembre 2012, la Seconda Sezione del Tar Campania Salerno (Presidente Esposito, Relatore Gaudieri) ha accolto il ricorso proposto dalla Fondazione Mariano Bianco Onlus (difesa dall'avvocato Giovanni Maria di Lieto) contro il Comune di Amalfi per l'annullamento della nota prot. 195 del 03/03/2011 del Responsabile Comando Polizia Municipale del Comune di Amalfi avente ad oggetto "Disposizione allo sgombero per libero accesso a garage pubblico Luna Rossa" e dell'ordinanza n. 30 del 12/03/2011 emessa dal Sindaco di Amalfi, quale Ufficiale di Governo (l'ex Sindaco, Antonio De Luca - scarica sentenza a lato).

IL FATTO - In occasione dei lavori intrapresi dal Comune di Amalfi per la realizzazionedell'ascensore di accesso al Cimitero Monumentale e per la realizzazione del parcheggio in roccia "Luna Rossa", la Fondazione concedeva l'usotemporaneo e gratuito dell'area pertinenziale alle ditte appaltatrici delleopere pubbliche, senza trasferire, dismettere o limitare il proprio pienopossesso sull'area in questione. Tant'è che l'area pertinenziale in questioneera contemporaneamente occupata dal cantiere relativo ai lavori dimanutenzione straordinaria intrapresi dalla Fondazione Mariano Bianco perl'eliminazione delle barriere architettoniche.

In data 12/03/2011, il Sindaco del Comune di Amalfi, nella qualità di Ufficiale di Governo, "preso atto che già da tempo sono stati ultimati i lavori di realizzazione del garage pubblico in roccia denominato "Luna Rossa" con accesso carrabile dalla ss 163 amalfitana km 30+420 lato sinistro e adiacente cunicolo di deflusso pedonale, carrabile per i soli mezzi di soccorso e polizia, con sbocco su Piazza Municipio"; "preso atto infine

che come risulta dalla relazione prot. 228 del 11/03/2011 redatta dal Comando di P. M. la citata disposizione (nota prot. 195 del 03/03/2011) non è stata adempiuta anzi il materiale accumulato risulta essere addirittura aumentato"; "rilevato che tale accertata circostanza ostruttiva se protratta e sussistente all'atto dell'apertura funzionale del precitato garage pubblico costituisce grave pericolo che minaccia l'incolumità dei

cittadini nonché degli utenti della medesima struttura", ordinava alla impresa appaltatrice (ordinanza inviata solo per conoscenza alla Fondazione), ai sensi dell'art. 54 DLgs 267/2000, di provvedere ad horas a rimuovere materiali edili, baracche di cantiere, mezzi, attrezzature ed automezzi allo stato insistenti sull'area.

L'impresa era costretta a sospendere i lavori di manutenzione straordinaria in corso, essendole impedito di utilizzare l'area pertinenziale, indispensabile supporto operativo e logistico per il regolare andamento del cantiere, in fase di avanzata esecuzione lavori.

La Fondazione Mariano Bianco Onlus (difesa dall'avvocato Giovanni Maria di Lieto) proponeva ricorso al Tar Campania Salerno c/ il Comune diAmalfi per l'annullamento dell'ordinanza sindacale.

In sintesi, il legale sosteneva che difettassero nel caso di specie i presupposti per l'adozione della nota del Responsabile del Comando P. M. e dell'ordinanza contingibile e urgente del Sindaco.

E' noto che il potere di urgenza può essere esercitato dal Sindaco solo per affrontare situazioni di carattere eccezionale ed impreviste (eventi straordinari), costituenti concreta minaccia per la pubblica incolumità, per le quali sia impossibile utilizzare i comuni mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico, situazioni da esternare con congrua motivazione e unitamente in presenza di un preventivo e puntuale accertamento della situazione. Sicché non si ammette che l'ordinanza in oggetto venga emanata per fronteggiare esigenze prevedibili e permanenti (l'ordinanza è consentita solo se temporalmente delimitata) ovvero per regolare stabilmente una situazione o assetto di interessi.

Nel caso di specie, la situazione non presentava carattere di eccezionalità perché l'area era sempre stata nel possesso esclusivo della Fondazione Mariano Bianco e seppure parzialmente concessa in uso alle imprese appaltatrici delle opere pubbliche, era comunque sempre occupata dal cantiere relativo ai lavori volti all'eliminazione delle barriere architettoniche; il cantiere non costituiva pericolo per la pubblica incolumità ("le collocazioni di quanto accantonato nell'ambito del cantiere consentivano comunque facile e comodo transito veicolare e pedonale relativo alle opere pubbliche; in ogni caso, l'accesso principale dalla statale 163 amalfitana al parcheggio "Luna Rossa" consentiva comunque l'accesso a mezzi di soccorso e pedoni"); l'area poteva essere preventivamente espropriata dal Comune, o comunque il Comune poteva imporre una

servitù di passaggio sull'area, cioè la situazione era fronteggiabile con un procedimento amministrativo "ordinario". Nel caso di specie, la P.A. avrebbe esercitato un potere per un fine diverso da quello tipico, finendo per regolare stabilmente una situazione o assetto di interessi.

E' importante anche sottolineare che il progetto esecutivo [originario] considera[va] un unico accesso dalla S. S. 163 "amalfitana" agli ascensori per il "Cimitero Monumentale" ed al parcheggio "Luna Rossa" escludendo, o non considerando, il collegamento con la Piazza Municipio. Il progetto del Comune contempla[va], quindi, solo interventi con collegamenti diretti ed esclusivi con la Strada Statale 163 (sul lato Atrani) "amalfitana".

LA SENTENZA - Con sentenza n. 2266/2012, depositata il 10/12/2012, la Sez. II^ del Tar

Campania Salerno (Presidente Esposito, Relatore Gaudieri) accoglie le tesi del legale della Fondazione Mariano Bianco Onlus, Avv. Giovanni Mariadi Lieto, annullando gli atti impugnati.

«Nel caso in esame non risulta desumibile né la gravità né l'attualità del pericolo e, comunque, la particolarità della situazione era rimediabile nell'immediato con gli strumenti ordinari. In sostanza il Comune ha utilizzato lo strumento dell'art. 54, secondo comma, d.lgs n. 267/2000 in carenza dei presupposti richiesti dalla legge, ponendo in essere un atto illegittimo che, pertanto, va annullato con tutte le conseguenze di legge». «Ad avviso del Collegio l'ordinanza sindacale incorre in mala applicazione dei poteri extra ordinem delineati dall'art. 54 d. lgs n. 267/200 e come tale va annullata.

La giurisprudenza amministrativa è da tempo consolidata su posizioni che, ex multis, risultano espresse da Cons. St Sez. V 13 giugno 2012 n. 3490 che di seguito si riporta in quanto condivisa: "Ai sensi dell'art. 54 comma 2, d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267, le ordinanze contingibili ed urgenti possono essere adottate dal Sindaco nella veste di ufficiale di governo solamente quando si tratti di affrontare situazioni di carattere eccezionale e impreviste, costituenti concreta minaccia per la pubblica incolumità, per le quali sia impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico: tali requisiti non ricorrono di conseguenza, quando le pubbliche amministrazioni possono adottare i rimedi di carattere ordinario.

Infatti le ordinanze in questione presuppongono una situazione di pericolo effettivo in cui si possono configurare anche situazioni non tipizzate dalla legge e ciò giustifica la deviazione dal principio di tipicità degli atti amministrativi, la possibilità di deroga rispetto alla disciplina vigente e la necessità di motivazione congrua e peculiare, la configurazione anche residuale, quasi di chiusura, delle ordinanze contingibili ed urgenti. I rimedi di carattere ordinario, al contrario, sono i provvedimenti tipizzati atti a fronteggiare le esigenze prevedibili ed ordinarie e costituiscono l'elemento "normale" rimesso dalla legge ai poteri pubblici per gestire usualmente le materie a questi rimesse (Cons. St., sez IV, 13 luglio 2011 n. 4262; Cons. St., sez. IV, 24 marzo 2006 n. 1537). Caratteristiche preminenti di tali provvedimenti sono l'atipicità, il potere derogatorio rispetto agli strumenti "ordinari",

l'eccezionalità e la gravità del pericolo presupposto, la generalità degli interessi cui sono volti e, naturalmente, un adeguato supporto motivazionale. In quest'ottica, dunque, dinanzi ad una situazione di pericolo solo potenziale e territorialmente del tutto delimitato,

l'Amministrazione, prima di adottare il provvedimento dovrebbe compiere ogni accertamento volto a fissare, a cristallizzare la "gravità" e la "contingenza" del pericolo stesso. Ciò rientra nella natura eccezionale e derogatoria degli atti in analisi, i quali si pongono nell'ordinamento giuridico come strumenti di extrema ratio, in quanto tali utilizzabili esclusivamente al verificarsi dei presupposti legislativi, e quando i mezzi ordinari si palesino come insufficienti ed inadeguati.

L'Amministrazione deve accertare la sussistenza di una situazione di effettivo pericolo di danno grave ed imminente per la incolumità pubblica, non fronteggiabile con gli ordinari strumenti di amministrazione attiva, a seguito di approfondita istruttoria con adeguata motivazione circa il carattere indispensabile degli interventi immediati ed indilazionabili imposti a carico del privati (Cons. St., sez. V 16 febbraio 2010 n. 868): l'accertamento, cioè, deve fondarsi su prove concrete e non mere presunzioni (Cons. St., sez. V, 11 dicembre 2007 n. 6366)".

Nei sensi suesposti vedi anche Cons. St. Sez. V, 18.10.2012 n. 5361; 19.9.2012 n. 4968».

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

File Allegati

Amalfi, Fondazione M. Bianco vince ricorso contro Comune per parcheggio Luna Rossa
Sentenza Tar Luna Rossa.pdf

rank:

Cronaca

Scala, insistenti richieste di carità: questuante allontanato reagisce in malo modo

Un episodio increscioso di sabato mattina a Scala. Un questuante di origini straniere, in giro per la piazza, ha reagito in modo spropositato al rifiuto delle sue insistenti richieste di carità. Tanto che il titolare di un esercizio commerciale, in seguito all'invito a evitare di infastidire i propri...

Trovato con la droga a Positano: arrestato 19enne

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Positano hanno tratto in arresto un 19enne locale per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Il giovane è stato trovato in possesso di 90 grammi circa di marijuana e hashish nonchè materiale per confezionare le dosi. Il giovane, trattenuto...

Incendio nei boschi di Tramonti: elicottero per operazioni spegnimento [FOTO]

Un incendio si è sviluppato nel primo pomeriggio a Tramonti, sulle montagne della frazione e di Cesarano. Sul posto sono prontamente intervenuti i volontari della Protezione Civile "I Colibrì" che sono riusciti a controllare e circoscrivere il rogo. In fiamme parte della vegetazione, per lo più castagni....

NCC abusivo multato in aeroporto. E' dipendente di Bed and Breakfast a Positano

Nell'ambito delle operazioni di contrasto all'abusivismo a Napoli, la Polizia Municipale Unità Operativa Aeroporto ha proceduto al controllo di circa 200 veicoli tra taxi e N.C.C. (noleggio con conducente). E' stato sorpreso ad esercitare abusivamente l'attività di noleggio con conducente, senza le prescritte...

Tramonti, operai al lavoro per aprire strada in sicurezza [FOTO-VIDEO]

Sono al lavoro gli operai del Comune di Tramonti con quelli dell'impresa "Cardine" per ottemperare alle direttive imposte dalla Provincia di Salerno al fine di garantire la celere apertura della Strada Provinciale 2 Tramonti-Maiori. A Pucara sono in via di installazione l'impianto semaforico e le barriere...