Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 37 minuti fa S. Ireneo martire

Date rapide

Oggi: 15 dicembre

Ieri: 14 dicembre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

La pasticceria Pansa augura le più dolci festività 2017 a tutti voi e ricorda che sul nuovo portale pasticceriapansa.it è possibile acquistare i dolci più buoni delle feste Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Il Sottocosto di Natale da Euronics a Maiori e Positano alla Bottega di Capone I super mercati Netto di Maiori augurano a tutti i lettori de Il Vescovado Auguri di buon Natale e di Felice anno Nuovo. Consulta le nostre offerte natalizie Frai Form a Ravello il centro estetico del Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 di ultima generazione in Costiera Amalfitana Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi

Tu sei qui: SezioniChiesaSantuario di fatto giammai di diritto

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Ristorante Pizzeria Al Valico di Chiunzi a Tramonti in Costiera Amalfitana, Pizza a Metro, Camere e Colazione, Ospitalità B&B in Costa d'Amalfi Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Villa Minuta Scala Costa di Amalfi, Villa con piscina in Costiera Amalfitana Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi Il Vangelo della Domenica. Ravello e le sue Chiese: Ravello, storia, matrimoni religiosi in Costiera Amalfitana, Religiosità in Costa d'Amalfi, Comunità Cristiana a Ravello Costa di Amalfi

Chiesa

Santuario di fatto giammai di diritto

Scritto da Nicola Amato (Redazione), venerdì 28 settembre 2012 09:05:34

Ultimo aggiornamento martedì 2 ottobre 2012 09:48:23

di Nicola Amato* - Era il 26 settembre del 2007 quando il popolo di Ravello e i tantissimi devoti dei Santi Medici Cosma e Damiano si raccoglievano nel Santuario per assistere alla firma del decreto vescovile col quale veniva istituito il Santuario Diocesano con personalità giuridica.

Tanta fu la delusione degli addetti ai lavori, ancor più dello scrivente, per la soluzione pilatesca con la quale il Pastore Diocesano, accogliendo il desiderio più volte espresso dal compianto Mons. Pantaleone Amato, sottoscrisse un atto di intenti nel quale veniva riconosciuta l’importanza del Santuario e l’impegno a dotarlo di personalità giuridica. Nel documento si auspicava che "con questo nuovo riconoscimento il Santuario diventi per i consacrati e per i fedeli laici un centro di irradiazione di vita cristiana e un modello che esprima fedelmente l’azione pastorale della Diocesi nella triplice dimensione di annuncio del Vangelo, di celebrazione liturgica e di testimonianza della carità".

Ad oggi, nonostante il nulla osta del Consiglio dei Presbiteri del 19 giugno 2007, e l’espressa previsione del decreto vescovile "dispone che si perfezionino le pratiche di rito per dare al più presto la personalità giuridica al nuovo Ente" nulla è stato fatto! Alla beffa iniziale, dovuta alla superficialità curiale nell’affrontare il problema, nonostante le continue sollecitazioni da parte di molti, anche nell’ambito curiale, permane oggi la delusione per il lungo temporeggiare del nostro Arcivescovo su motivazioni risibili e problematiche inesistenti o di facile supero.

Se è vero che a noi laici non è dato intervenire nelle beghe canoniche, di fatto, la presenza dei laici nella vita pastorale, nei diversi organismi voluti dal diritto canonico, l’essere anche e soprattutto parrocchiani, ma anche volontari a servizio della Chiesa, impone, attualmente, da parte di quest’ultima, rispetto, coerenza nelle scelte, risposte precise al di là delle effimere promesse. Il quadro, visto dal retro, ci fa intravedere una chiesa chiusa in se stessa, conservatrice, ma vuota. Quel vuoto che non vorremmo mai trovare nel nostro Santuario, quella solitudine che giammai faremo mancare ai nostri due Santi fratelli Medici, ma che la Curia amalfitana, per certi versi, meriterebbe.

Il Santuario dei Santi Medici è Santuario di fatto risalente, nella documentazione archivistica, agli anni antecedenti il 1397, in cui fiorente era il culto per i martiri provenienti dall’oriente, per cui la firma sotto un documento non ne modificherebbe la destinazione o il culto.

Perché tanta sollecitudine da parte mia, ma altrettanta chiusura o, vorrei sperare, disattenzione, da parte dell’ Arcivescovo? Mons. Pantaleone Amato, Rettore del Santuario per circa 60 anni, la cui presenza, testimoniata dalle tante opere fatte, è un macigno sulla testa dei più, nel suo testamento spirituale auspicava sia l’elevazione del Santuario a Santuario Diocesano dotato di personalità giuridica, sia la realizzazione di una Casa di accoglienza per religiosi, a modifica della Casa del pellegrino, a ciò demandando come esecutore testamentario chi scrive, non senza aver più volte prospettato alla Curia tali suoi intendimenti.

Curia cui aveva donato ben sei appartamenti e un deposito sottostanti lo stesso Santuario, e alla Parrocchia, per la quale aveva costruito la Casa del Pellegrino, oggi suddivisa in 4 appartamenti, una Casa di Accoglienza, un deposito e un bar. Tant’è che nel decreto si legge: "Mons. Pantaleone Amato … lo ha anche dotato di un patrimonio proprio, sì da poter essere elevato a Santuario Diocesano". Il nostro è un Santuario povero che a stento riesce a pagare i servizi contando soprattutto sul volontariato. Ma spesso, troppo spesso, le porte del Santuario sono chiuse! Tantissime volte ai pellegrini, ai visitatori, ai curiosi, non viene consentito di accedere al Santuario.

Spesso quelle persone, devote, vengono per pregare, per chiedere un aiuto spirituale, per ricevere un sorriso e parole di speranza, per dare testimonianza. Unitamente a Don Luigi si era immaginato, attraverso il riconoscimento giuridico del Santuario, di poterlo dotare di quel patrimonio che lo zio prete, in tanti anni, aveva realizzato, in modo che i proventi dei canoni di locazione garantissero introiti tali da consentire l’assunzione di due o tre unità lavorative allo scopo di tenere aperto il Santuario, la Casa di Accoglienza e dare un servizio continuo ai pellegrini.

Non so quant’altro tempo passerà, ma questa mia critica al nostro Arcivescovo, con cui vi è cordialità di rapporto, vuole essere un appello e una ulteriore sollecitazione a che senta fortemente questo assordante silenzio come un fardello che gli impedisca il cammino, di cui possa liberarsi e volare alto nel momento stesso in cui, con atto di forte volontà, avrà compiuto ciò che egli dispose dinanzi ai Santi Medici Cosma e Damiano e al popolo di Dio quella sera di cinque anni fa. Nel frattempo continueremo ad accogliere con il sorriso i tanti pellegrini che, rinnovandosi di anno in anno, testimoniano la grande devozione verso i Santi.

Quella porta cercheremo di tenerla sempre aperta, a costo di sfondarla, per ora solo con la forza della nostra fede.

*Presidente Associazione "Borghi in festa"

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Chiesa

Ad Amalfi arriva la lampada con la luce di Betlemme

Nella Chiesa della Natività a Betlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall'olio donato a turno da tutte le Nazioni cristiane della Terra. Ogni anno, nel mese di dicembre, da quella fiamma ne vengono accese altre per essere diffuse su tutto il pianeta come...

A Santa Lucia frittelle di mais e riposo per donne gravide

Oggi, 13 dicembre, si venera il culto di Santa Lucia Vergine e Martire. La protettrice degli occhi e della vista venne martirizzata il 13 dicembre del 304 d.C. sotto Diocleziano, ai tempi delle persecuzioni ai cristiani, dopo aver subìto l'asportazione degli occhi e la successiva decapitazione. L'antica...

Tramonti, domenica 17 a Gete il ritorno del quadro trafugato 25 anni fa [VIDEO]

Tornerà domenica 17 dicembre, nella chiesa di San Michele Arcangelo a Gete, la tela raffigurante della Madonna del Rosario. Dopo 25 anni dal trafugamento la parte centrale dell'opera, abilmente trasformata, sarà restituita al culto. L'opera, ritrovata nel maggio scorso in vendita presso una casa d'aste...

10 dicembre, Ravello festeggia la compatrona Santa Barbara

Domenica 10 dicembre la comunità ecclesiale di Ravello celebra la memoria liturgica di Santa Barbara da Nicomedia, Vergine e Martire, compatrona della città. Una figura venerata per antica tradizione popolare e sempre presente nella storia religiosa di Ravello, come attestano le numerose testimonianze...

Minori: restaurata la statua San Nicola, 6 dicembre festa grande

di Angelo Sammarco C'è grande attesa per la funzione del sei dicembre presso la Basilica di Santa Trofimena per i festeggiamenti in onore di San Nicola Vescovo e per il restauro della scultura dopo oltre sessanta anni di abbandono. L'associazione Ora et Labora ha provveduto per la riparazione della statua...