Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 2 minuti fa S. Vincenzo Ferrer

Date rapide

Oggi: 5 aprile

Ieri: 4 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado - Il giornale della Costa d'Amalfi
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Sicme Energy e Gas, il tuo partner per l'energia, Gas e Luce elettrica in Costiera AmalfitanaLauro & Company, Amalfi, Ravello, pitture e porte per interni, Idropittura, Porte blindate, ferramenta, casseforti, prodotti per alberghi, solventi, Boero, Vernici, OIKOS, BOEROLa Tramontina, prodotti caseari di eccellenza, caseificio dal 1952, tradizione, sapori, esperienza casearia, prodotti unici, mozzarella, ricotta, bufala campanaVendita prodotti alimentari, Supermercati Maiori, Supermarket Amalficoast, Offerte Costiera Amalfitana, prodotti per la casa, gastronomia, ViniLa più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'AmalfiMielePiù il più grande showroom della Campania, vendita anche on lineGenea Consorzio Stabile, Energia, Efficientamento energeticoTerra di Limoni, produttore Limoncello con limoni IGP Costa d'Amalfi, eccellenze a portata di clickPalazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai

Tu sei qui: SezioniChiesaSan Pantaleone Profeta della Misericordia

Frai Form a Ravello il centro di medicina estetica Dottor Franco Lanzieri - Epilazione Definitiva Laser 808 indolore di ultima generazione in Costa d'AmalfiSupermercati Netto Maiori, Pagina ufficiale offerte FacebookCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoParcheggio San Lorenzo Ravello, Scala, Costiera Amalfitana, Servizio Navetta gratuito per Ravello, Parcheggio Custodito e videosorvegliatoD'Amato Design - progettazione di interni, arredamento e forniture per alberghi e strutture ricettive, architettura d'interni, arredamenti casa, D'Amato Home DesignCardine SRL, Lavori in quota, Protezione, Sicurezza, Pannelli in fune d'acciaio, lavori edili, interventi post frana, perforazione pareti rocciose, messa in sicurezza costone rocciosoSalvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'AmalfiGenea Consorzio energetico, efficienza energeticaHotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'AmalfiGranato Caffè, è leader in Costiera Amalfitana nella commercializzazione e nella distribuzione di macchine per caffè a cialde e capsule con il miglior caffè napoletanoLa Tramontina, Caseificio dal 1952, la tradizione dei buoni sapori e l'esperienza casearia creano prodotti unici da gustare ogni giornoFerrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazioneIl Limone IGP Costa d'Amalfi Villa Eva Wedding location in Ravello - Matrimonio da favola in villa esclusiva che domina la Costiera AmalfitanaPorti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il portoAmalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana

Insieme a Voi - la Colomba di Sal De Riso è buona e sa di buono. Aiuta gli ospedali della Campania acquistando le colombe pasquali di Sal De Riso

Chiesa

San Pantaleone Profeta della Misericordia

Scritto da (Redazione), lunedì 4 luglio 2016 13:41:27

Ultimo aggiornamento sabato 27 luglio 2019 08:10:45

di Mons. Giuseppe Imperato

Nella conclusione della Bolla di Indizione dell'Anno Santo straordinario della Misericordia Papa Francesco ha scritto: "La nostra preghiera si estenda anche ai Santi e Beati che hanno fatto della Misericordia la loro missione di vita".

In questa efficace esortazione del Santo Padre mi sembra di cogliere un efficace invito rivolto anche alla comunità di Ravello che venera San Pantaleone come Patrono principale e ne custodisce la preziosa Reliquia del Sangue.

Nella prima biografia del martire, attribuita a Simone Metafraste, infatti, si legge che il giovane medico e martire Pantaleone, poco prima dell'estremo supplizio, riceve un nuovo nome. Da colui che è simile in tutto al leone, Pantaleon, egli diviene Pantaleimon, colui che è tutto misericordia.

La graziosa leggenda della "Passio" del santo martire racconta che "mentre i carnefici convertiti per la preghiera del martire chiedono perdono al santo, una voce dall'alto cambia il nome del giovane e gli predice il destino futuro: "non ti chiamerai più Pantaleon, ma il tuo nome sarà Pantaleimon, perché avrai compassione di molti: tu infatti sarai porto per quelli sballottati dalla tempesta, rifugio degli afflitti, protettore degli oppressi, medico dei malati e persecutore dei demoni".

Sarà utile e doveroso, quindi, durante la preparazione della Solennità del Martirio del Santo Medico e Martire, Patrono principale della città di Ravello che celebreremo il prossimo 27 luglio di quest'anno giubilare, riconsiderare la splendida figura di San Pantaleone di Nicomedia.

Alla luce della tradizione storica, San Pantaleone dunque merita di essere chiamato, venerato, imitato ed invocato come Profeta e Testimone della Misericordia.

Questo specifico aspetto della personalità e missione del nostro Santo Patrono è attestato ampiamente anche dalla tradizione liturgica ravellese affidata alla preghiera detta "Novena a San Pantaleone" riportata da don Ferdinando Mansi in appendice alla Vita del glorioso Martire San Pantaleone medico, protettore della Città di Ravello, con brevi cenni sulla venuta del suo sangue in detta Città per Monsignore D. Ferdinando Mansi, edita nel 1867.

In questa preghiera popolare che riflette la notevole formazione biblica e dottrinale dell'autore e costruita con il racconto anche di alcuni episodi tipici della vita del Martire, si evidenziano in modo semplice ed efficace i sentimenti profondi della fede del popolo ravellese legato al culto e alla devozione verso il Santo.

Del giovane medico e martire, con grande fiducia, se ne implora l'intercessione, e con immagini e personaggi del Primo Testamento si orientano i devoti all'imitazione di Cristo di cui Pantaleone è stato esemplare discepolo e testimone.

Nella preghiera il popolo orante confessa la fede in Gesù Cristo, ne chiede l'intercessione per il suo cammino verso la Patria celeste, facendo memoria della passione e morte del Santo protettore, a cui fu assegnata da Dio, nel giorno del martirio, la missione di essere misericordioso verso coloro che ricorrevano a Lui.

La Novena è la preghiera di un popolo che, nella celebrazione annuale del martirio del suo protettore, avverte la consapevolezza della sua situazione di non perfetta relazione con Dio Padre Figlio e Spirito Santo e, cosciente della propria infedeltà, chiede l'aiuto e l'intercessione del Santo Patrono, il Misericordioso.

Le invocazioni allora assumono le caratteristiche di una sentita, ardente e forte preghiera, rafforzata dal richiamo al Sangue che biblicamente è un mezzo capace di ristabilire la relazione con Dio.

I fedeli pregano così: "Ti preghiamo umilmente ad impetrarci il perdono della colpa e della pena dovuta a quella; per essere le nostre preghiere più accette, impetraci un cuore pieno di fede sincera, speranza ferma e carità perfetta": un esplicito richiamo questo al Privilegio della Indulgenza plenaria concessa con bolla del 29 aprile 1783 dal Papa Pio VI alla Chiesa di Ravello per i fedeli che visitavano la reliquia del Sangue dai primi Vepri della Festa del Santo Patrono. In questa preghiera il popolo desideroso di riconciliazione, impossibile a realizzarsi con le sole forze umane e che, di necessità va implorata e ottenuta dalla divina misericordia, si presenta davanti alla Maestà di Dio, implorante misericordia con il pegno dell'ampolla prodigiosa del Sangue del Martire che, unendosi a quello versato dal primo Martire, Cristo, implora la divina Bontà e implora misericordia e "attende il perdono".

Dalla Novena emerge chiaramente che per la comunità di Ravello, San Pantaleone è presso Dio il Patrono potente e misericordioso, rappresentante e interprete del popolo a lui affidato. Acclamato come avvocato, intercessore, campione della fede, valoroso soldato, coraggioso trionfatore del principe delle tenebre, inclito medico, generoso guerriero, fortissimo difensore del vangelo, San Pantaleone è il potente protettore, misericordioso e clemente del popolo di Ravello.

Meditando attentamente la vita di San Pantaleone siamo stimolati ad emularne la fede, l'amore, la speranza, la fermezza verso le passioni, la vita, la perseveranza fino a dare la vita per la fedeltà a Dio.

Il culto e la venerazione verso San Pantaleone, il Misericordioso, che con più intenso fervore vogliamo intensificare in questo Anno della Misericordia, ci ottenga la grazia di sperimentare la Misericordia di Dio nella celebrazione fruttuosa dei Sacramenti della Riconciliazione e dell'Eucaristia, per poter condurre una rinnovata vita cristiana, spesa al servizio del prossimo nelle opere della misericordia e nel coraggioso e generoso proposito di imitare il Nostro Celeste Patrono San Pantaleone, il Misericordioso, diventando anche noi profeti e icone viventi di misericordia.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Il Vescovado!

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android

Galleria Fotografica

rank:

Chiesa

Scala si affida al “suo” Signore: il Crocifisso esposto sull’Altare Maggiore

di Alfonsina Amato In questo difficile momento storico in cui l'Italia ed il mondo sono duramente provati dalla terribile pandemia da coronavirus o Covid-19, la Comunità di Scala ancora una volta ha affidato le sue preghiere al proprio Cristo Crocifisso e Redentore che in più occasioni nei secoli passati...

Settimana Santa 2020, il messaggio e le indicazioni di Mons. Orazio Soricelli

di Mons. Orazio Soricelli* Carissimi fratelli e sorelle, presbiteri e diaconi, consacrate e consacrati, "la Pasqua verrà" al di là di ogni difficoltà e situazione di emergenza che stiamo vivendo. La Pasqua verrà, perché la vita è più forte della morte e Cristo è il Signore dei vivi e non dei morti. La...

La Settimana Santa ai tempi del Coronavirus a Maiori [PROGRAMMA]

A causa delle restrizioni governative per l'epidemia da Covid-19, il parroco di Maiori Don Vincenzo Taiani presiederà, dalla Collegiata di S. Maria a Mare, tutte le celebrazioni pasquali in diretta streaming sulla pagina ufficiale Facebook dell'ente ecclesiastico. Dopodomani, 5 aprile, in occasione della...

“Dio, non lasciarci in balia della tempesta”: in Incontro di aprile le parole di Papa Francesco

È disponibile (scaricabile in allegato) il numero di aprile 2020 di "Incontro per una Chiesa Viva", periodico della Comunità ecclesiale di Ravello. Con l'articolo di prima pagina si riportano le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione dello storico straordinario momento di preghiera, celebrato...

Coronavirus, la benedizione straordinaria di Papa Francesco: «Signore, sappiamo che Tu hai cura di noi»

«Dio onnipotente e misericordioso guarda la nostra dolorosa condizione: conforta i tuoi figli e apri i nostri cuori alla speranza». Comincia così la preghiera che Papa Francesco ha recitato sul sagrato della Basilica di San Pietro, davanti a una piazza deserta, trasmessa in mondovisione, per invocare...