Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 3 ore fa S. Mansueto vescovo

Date rapide

Oggi: 19 febbraio

Ieri: 18 febbraio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniChiesaDomenica il Corpus Domini

Da Maiori agli Emirati Arabi, la straordinaria parabola di Carlo Laiso in Four Seasons

Maiori piange Vincenzo D'Uva (Vicienz ra' benzin)

Unesco e Miur premiano Istituto "Marini Gioia" di Amalfi: è primo in Campania a “Futuro presente”

Costa d'Amalfi, contro il Valdiano un pareggio pieno di rimpianti

Maiori, la pioggia non ferma il Carnevale: tanta gente sotto ombrelli per ultima sfilata

Elizabeth Lee Martinez, per il console USA a Milano tappa di gusto alla Torre Normanna di Maiori

Allerta Mateo, da stasera criticità idrogeologica gialla

Tara Bernerd, la nota designer celebra il Caruso di Ravello: «Uno dei luoghi più belli al mondo»

Viabilità, rischio idrogeologico e turismo al centro del dibattito di Liberi e Uguali ad Amalfi

Trovati con la coca, arrestati due giovani amalfitani

Il progetto "La rosa antica di Pompei"

La Salernitana non sa più vincere

Il menù degustazione del benessere: da Otium Spa Costa d'Amalfi un viaggio esclusivo nel mondo del wellness

Canottieri Amalfi, prove convincenti al Challenge Albert II di Monaco

La super modella Samantha Hoopes: «Costiera Amalfitana tra i luoghi più romantici»

Incidente a Tramonti, coinvolto bus turistico diretto al Carnevale di Maiori

Si continua a guardare alla pagliuzza, non alla trave nell’occhio dei soliti vecchi protagonisti della (non) politica

Enel, 21 febbraio interruzione fornitura elettrica a Tramonti

Minori, lunedì 19 concerto corale Italia-USA alla Basilica di Santa Trofimena

Tramonti e Maiori piangono la Signora Caterina Arpino, vedova Ferrara

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Chiesa

Domenica il Corpus Domini

Scritto da Emiliano Amato (redazione), giovedì 3 giugno 2010 23:00:00

Ultimo aggiornamento giovedì 3 giugno 2010 23:00:00

Domenica prossima il calendario liturgico ci propone la solennità del Corpus Domini (espressione latina che significa Corpo del Signore), una delle principali solennità Cattoliche.

In questa ricorrenza si porta in processione, racchiuso in un ostensorio, il Santissimo Sacramento, esposto alla pubblica adorazione: viene adorato Gesù vivo e vero, presente nell'Ostia che passa sui pittoreschi tappeti naturali costituiti da petali di fiori e fogliame, allestiti lungo il percorso processionale.

Alcune tradizioni vogliono che i petali utilizzati per la realizzazione delle opere floreali debbano essere freschi; a Ravello questa usanza è ancora molto radicata e portata avanti dai giovani dell’ACR e del Coro che, durante il pomeriggio di sabato, si cimenteranno nella ricerca di petali e fogliame nei giardini in fiore del paese.

Domenica, poi, a partire dalle ore 14,30, avrà luogo il vero e proprio allestimento dei tappeti in Piazza Duomo, in via San Giovanni del Toro (nella foto) e a Piazza Fontana Moresca. Alle 19 la Funzione vespertina precederà il corteo processionale che calcherà i tappeti floreali.

Testi della Liturgia

della SOLENNITA’ DEL CORPUS DOMINI

Dio Padre buono,
che ci raduni in festosa assemblea
per celebrare il sacramento pasquale
del Corpo e Sangue del tuo Figlio,
donaci il tuo Spirito,
perché nella partecipazione al sommo bene
di tutta la Chiesa,
la nostra vita diventi un continuo rendimento di grazie,
espressione perfetta della lode
che sale a te da tutto il creato.
Per il nostro Signore Gesù Cristo...

Prima lettura
Gen 14,18-20
Offrì pane e vino.

Dal libro della Gènesi

In quei giorni, Melchìsedek, re di Salem, offrì pane e vino: era sacerdote del Dio altissimo e benedisse Abram con queste parole:
«Sia benedetto Abram dal Dio altissimo,
creatore del cielo e della terra,
e benedetto sia il Dio altissimo,
che ti ha messo in mano i tuoi nemici».
E [Abramo] diede a lui la decima di tutto.

Parola di Dio

Salmo responsoriale
Sal 109

Tu sei sacerdote per sempre, Cristo Signore.

Oracolo del Signore al mio signore:
«Siedi alla mia destra
finché io ponga i tuoi nemici
a sgabello dei tuoi piedi».

Lo scettro del tuo potere
stende il Signore da Sion:
domina in mezzo ai tuoi nemici!

A te il principato
nel giorno della tua potenza
tra santi splendori;
dal seno dell'aurora,
come rugiada, io ti ho generato.

Il Signore ha giurato e non si pente:
«Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchìsedek».

Seconda lettura
1Cor 11,23-26
Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore.

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi

Fratelli, io ho ricevuto dal Signore quello che a mia volta vi ho trasmesso: il Signore Gesù, nella notte in cui veniva tradito, prese del pane e, dopo aver reso grazie, lo spezzò e disse: «Questo è il mio corpo, che è per voi; fate questo in memoria di me».
Allo stesso modo, dopo aver cenato, prese anche il calice, dicendo: «Questo calice è la Nuova Alleanza nel mio sangue; fate questo, ogni volta che ne bevete, in memoria di me».
Ogni volta infatti che mangiate questo pane e bevete al calice, voi annunciate la morte del Signore, finché egli venga.

Parola di Dio

Sequenza

[Sion, loda il Salvatore,
la tua guida, il tuo pastore
con inni e cantici.

Impegna tutto il tuo fervore:
egli supera ogni lode,
non vi è canto che sia degno.

Pane vivo, che dà vita:
questo è tema del tuo canto,
oggetto della lode.

Veramente fu donato
agli apostoli riuniti
in fraterna e sacra cena.

Lode piena e risonante,
gioia nobile e serena
sgorghi oggi dallo spirito.

Questa è la festa solenne
nella quale celebriamo
la prima sacra cena.

È il banchetto del nuovo Re,
nuova Pasqua, nuova legge;
e l'antico è giunto a termine.

Cede al nuovo il rito antico,
la realtà disperde l'ombra:
luce, non più tenebra.

Cristo lascia in sua memoria
ciò che ha fatto nella cena:
noi lo rinnoviamo.

Obbedienti al suo comando,
consacriamo il pane e il vino,
ostia di salvezza.

È certezza a noi cristiani:
si trasforma il pane in carne,
si fa sangue il vino.

Tu non vedi, non comprendi,
ma la fede ti conferma,
oltre la natura.

È un segno ciò che appare:
nasconde nel mistero
realtà sublimi.

Mangi carne, bevi sangue;
ma rimane Cristo intero
in ciascuna specie.

Chi ne mangia non lo spezza,
né separa, né divide:
intatto lo riceve.

Siano uno, siano mille,
ugualmente lo ricevono:
mai è consumato.

Vanno i buoni, vanno gli empi;
ma diversa ne è la sorte:
vita o morte provoca.

Vita ai buoni, morte agli empi:
nella stessa comunione
ben diverso è l'esito!

Quando spezzi il sacramento
non temere, ma ricorda:
Cristo è tanto in ogni parte,
quanto nell'intero.

È diviso solo il segno
non si tocca la sostanza;
nulla è diminuito
della sua persona.]

Ecco il pane degli angeli,
pane dei pellegrini,
vero pane dei figli:
non dev'essere gettato.

Con i simboli è annunziato,
in Isacco dato a morte,
nell'agnello della Pasqua,
nella manna data ai padri.

Buon pastore, vero pane,
o Gesù, pietà di noi:
nutrici e difendici,
portaci ai beni eterni
nella terra dei viventi.

Tu che tutto sai e puoi,
che ci nutri sulla terra,
conduci i tuoi fratelli
alla tavola del cielo
nella gioia dei tuoi santi.

Canto al Vangelo (Gv 6,51)

Alleluia, alleluia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo, dice il Signore,
se uno mangia di questo pane vivrà in eterno.
Alleluia.

Vangelo
Lc 9,11-17
Tutti mangiarono a sazietà.

+ Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure.
Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta».
Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C'erano infatti circa cinquemila uomini.
Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti.
Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla.
Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.

Parola del Signore


Commento

Il pane donato nella moltiplicazione sovrabbondante alla folla bisognosa è figura della sovrabbondanza Eucaristica del Giovedì Santo.
Figura, segno anticipazione e richiamo.
Tuttavia Gesù sta bene attento che il suo posto tra la gente non venga confuso con una dimensione sociale, taumaturgica, politica.
Gesù lo dice chiaramente. Egli è venuto per far vedere il volto del Padre non per risolvere i problemi di questo mondo.

Ciò non toglie che il vangelo illumina socialmente e se vogliamo anche politicamente tutto l'uomo.
Ma il Vangelo è altro: è la caparra di ciò che siamo chiamati ad essere presso Dio.
Se l'uomo cambia, si converte, riconosce al Padre il suo posto e vive da figlio.
Allora, si cambia "il mondano", l'essere nel mondo dell'uomo.
Ma questo è una conseguenza della scelta del cuore: essere amato da Dio in Cristo e amare come Dio ama e smettere con il peccato.
Tutto il resto viene dopo e tutto il resto si cerca solo se viene dopo.

La festa Eucaristica del Corpus Domini, del Corpo del Signore è la festa della presenza di Gesù nel mondo.
Egli è l'Emmanuele, il Dio che regna nella povertà del pane e del vino; Dio che si manifesta nella povertà del sacerdote sull'altare.
E' dunque festa della fede, cioè delle cose che si credono perché si vedono con la sapienza del cuore.
Il collirio di questa fede, pura, sana, recta è quanto mai necessario per vedere Dio.
Amarlo nella Chiesa (povera e misera, grande e meravigliosa allo stesso tempo), amarlo dove si nasconde, amarlo nelle situazioni più piccole ed umili, amarlo nella difficoltà e nella tribolazione.
Amarlo nella sconfitta e nella gioia.
Amarlo nell'umiliazione e nella grandezza.

L'Eucarestia dunque si comprende nella fede e genera fede.
Alimenta la sapienza del cuore. La illumina di Scienza.
Stuzzica l'intelletto.
Per questo il tempo passato davanti a Lui nell'adorazione silenziosa è il più fecondo sia per chi lo vive,
che per la Chiesa, che per l'umanità intera.

E' quel silenzio adorante che cambia i cuori. Trasforma i deserti in oasi. I peccatori in santi.
E' quel silenzio che moltiplica la grazia e nutre del pane che non perisce.
E' quel silenzio che sprigiona dall'impotenza nostra la potenza di Dio.
E' quel silenzio che azzittisce satana nel nostro cuore e trasforma l'uomo vecchio nell'uomo vero e nuovo.
E' li, davanti all'Eucarestia, che Dio regna con la disarmata innocenza di un bimbo.
E' li che ognuno finalmente conosce se stesso e volentieri si fa servo inutile dell'amore del Padre.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Chiesa

Ravello: al via le prove dei Battenti, una tradizione consolidata

di Salvatore Amato Sabato 17 febbraio, alle 19.30, presso la Pinacoteca del Duomo di Ravello, avranno inizio le prove dei tradizionali canti dei Battenti. Un'occasione, questa, che offre lo spunto per ritornare su un tema caro alla storia sociale e religiosa del territorio, perché idealmente la processione...

Sambuco, Comitato Feste rischia scioglimento: «Ridotti al lumicino, ci arrendiamo»

A Sambuco, frazione di Ravello, rischia di sciogliersi il Comitato per i festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Pomice. A darne notizia alla cittadinanza il presidente Daniele Cioffi con gli ultimi superstiti, Luigi Cioffi (cassiere), Vincenzo Ferrara ed Emilio Ruocco che attraverso un manifesto...

Don Luigi De Martino nuovo parroco di Vettica, domenica 18 l'ingresso

Sarà don Luigi De Martino il nuovo parroco della chiesetta di San Michele Arcangelo di Vettica Minore, frazione di Amalfi. A darne notizia la cura arcivescovile che annuncia, su Fermento, l'ingresso del giovane sacerdote di Positano, che sostituisce don Angelo Mansi chiamato a guidare il Duomo di Ravello,...

Don Angelo nuovo parroco di Ravello: «Non voglio collaboratori ma persone corresponsabili. Chiesa non è palcoscenico di Sanremo»

«Accanto a me non voglio collaboratori, non mi servirà la collaborazione perché è qualcosa di transitorio. Non richiederò da voi la collaborazione perché è offensiva verso chi è chiamato a svolgere qualcosa solo se il parroco ne ha bisogno. Voglio, invece, accanto a me, persone corresponsabili». È senza...

L'abbraccio di Positano a Don Nello Russo, festa grande per il ritorno a casa

Don Nello Russo è la nuova guida della Chiesa di Positano. Si è svolta ieri (sabato 10 febbraio), nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Assunta a Positano, la Celebrazione liturgica durante la quale il sacerdote positanese ha accolto dalle mani dell'arcivescovo della Diocesi di Amalfi-Cava de'Tirreni,...