Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 37 minuti fa S. M.Maddalena di Marsiglia

Date rapide

Oggi: 22 luglio

Ieri: 21 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Ravello Festival 2018 #Ravello18 laltrolato, l'altro lato, barcatering, events, cocktail bar, wine selection, champagne, spirits corner, bottle hunting, bar in villa, eventi esclusivi, catering cocktail Auditorium Oscar Niemeyer a Ravello tutto il piacere dei grandi eventi in Costa d'Amalfi Geljada Costiera Amalfitana - Apertura stagione 2018 giovedì 8 febbraio - Il festival del gelato artigianale a Maiori Palazzo Avino Ravello, Luxury Hotel on the Amalfi Coast, Hotel di Lusso per eventi esclusivi in Costiera Amalfitanai Contract Arda, arredamento e progettazioni di interni, Hotel contract, forniture alberghiere, Charming and Luxury Hotel La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniChiesaDa mezzo secolo contadino nella vigna del Signore

Ravello Festival 2018, cultura, lifestyle, musica in Costiera Amalfitana Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Centro estetico FRAI FORM del dottor Franco Lanzieri in Costiera Amalfitana Epilazione Definitiva con Laser 808 di ultima generazione - FRAI FORM a Ravello Divin Baguette Maiori Costiera Amalfitana Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Pasticceria di eccellenza in Costa d'Amalfi, Pansa pasticceri dal 1830 in Costiera Amalfitana, Dolci tipici della Costa Amalfitana, Specialità Gastronomiche Amalfitane in Piazza Duomo ad Amalfi D'Amato Home & Design a Maiori in Via nuova chiunzi tutto quanto necessario per il vostro nuovo arredamento Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK La bellezza e la cura del vostro corpo a Ravello in Costiera Amalfitana. Modellamento Viso e Corpo, Frai Form Ravello del Dott. Franco Lanzieri Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Il Limone IGP Costa d'Amalfi

Acquista on line i Panzuppati di Sal De Riso, il piacere deciso di un lievitato di grande qualità intriso con liquori di eccellenza. #Panzzuppati #CostadAmalfi

Chiesa

Da mezzo secolo contadino nella vigna del Signore

in onore di Don Vincenzo Taiani, parroco

Scritto da Alberto Quintiliani (Redazione), giovedì 11 luglio 2013 14:31:23

Ultimo aggiornamento giovedì 11 luglio 2013 19:44:41

di Alberto Quintiliani* - Questa mattina (domenica 7 luglio, ndr) - nonostante fossi a conoscenza che la S. Messa officiata da Don Vincenzo sarebbe stata ripresa, a livello nazionale, da Rete 4 - entrando nella nostra splendida Collegiata di S.Maria a Mare ho avuto la sensazione di trovarmi sul set di una "fiction televisiva" per la presenza di una miriade di luci, cavi, parabole, telecamere, microfoni, sceneggiatore, che distribuiva i posti secondo le esigenze televisive, regista ecc. con al centro dei riflettori un "festeggiato" particolare: Don Vincenzo, appunto.

Si, perchè oggi, domenica 7 luglio 2013, la nostra cittadina ha tributato, nella Collegiata, un affettuoso, sincero, caloroso saluto e ringraziamento al parroco Don Vincenzo, per la sua appassionata opera prestata - in 50 anni di Sacerdozio al servizio della Comunità - e che oggi festeggiava appunto le sue importanti "nozze d'oro con la Chiesa".

Resomi conto, e stupito, dal sofisticato apparato scenografico messo in opera, ho pensato tra me: ‘stai a vedere che per esigenze televisive hanno anche "truccato" Don Vincenzo, per farlo apparire al meglio - nel ruolo di primo attore - durante le riprese?'.

Dopo averlo rintracciato e salutato frettolosamente gli ho subito chiesto: ‘Don Vincenzo, ma per caso Vi hanno passato al "camerino del trucco" prima della ripresa televisiva? Vi trovo infatti.... più bello!'. Don Vincenzo, con fare da consumato attore, mi ha "professionalmente" risposto: "no, non mi hanno truccato, perché io sono bello di mio!", senza tuttavia precisare se intendeva riferirsi alla bellezza fisica (come sospetto!) o a quella dell'anima!.

Dopo l'apprezzamento e la valutazione degli aspetti tecnici, il cerimoniale ha avuto inizio, come meglio non si sarebbe potuto implementare: alle 10 in punto la Collegiata è stata infatti "avvolta e permeata", in una raccolta atmosfera mistica, da "celestiali" melodie sprigionate dall'organo liturgico della Chiesa e dalle sublimi interpretazioni del coro "Ave maris Stella" di Maiori, mix che - a giudizio di chi scrive - raggiungevano e penetravano direttamente l'anima dei fedeli presenti.

In questo scenario di mistica atmosfera Don Vincenzo, forte della sua "cinquantennale"esperienza, ha dato inizio alla "Sua" Santa Messa, con il punto forte, come sempre, rappresentato dalla coinvolgente omelia che, per l'occasione, è stata partecipata direttamente ai fedeli e non per il tramite dei "comprimari" bambini, come da prassi consolidata nelle domeniche normali (per inciso osservo che Don Vincenzo - mi viene riferito - come professore era molto severo e piuttosto "tirchio" nei voti, mentre agli "aiutanti delle omelie" ho con stupore verificato di persona l'attribuzione di voti elevatissimi: anche 11 e 12 (con una media di 10!). Nell'omelia Don Vincenzo, commentando il complesso passo del vangelo di Luca - che ha molti punti di contatto con la realtà odierna - ha sottolineato, tra l'altro, il diritto del prestatore d'opera di ottenere la giusta retribuzione per la sua opera, amplificando concetti sociali già espressi dal Santo Padre, come pure ha spronato i fedeli a rivolgersi a Dio ed alla fede, come unica ed insostituibile barriera per fronteggiare un mondo sempre più senza anima. La conclusione - con accorati appelli analoghi a quelli del Santo Padre - è stata quella di invitare i fedeli ad alimentare una vocazione interiore, presente in tutti, verso un fine soprannaturale ed unico: la speranza.

Con il termine della S. Messa si sono spente anche le luci della televisione, con la conclusione mattutina della intensa giornata di "gloria" di Don Vincenzo. Pausa tecnica, in attesa della ripresa del cerimoniale nel tardo pomeriggio, per consentire al tempo atmosferico di "bagnare" con la pioggia il festeggiato ed invitati, come nelle migliori tradizioni: "...Sacerdote bagnato...Sacerdote fortunato..!".

Alle 19, in un'atmosfera più raccolta (si fa per dire in quanto anche senza televisione la Collegiata era stracolma di fedeli), alla presenza delle autorità civili e militari, Don Vincenzo si è presentato all'appuntamento con le Sue "pecorelle" forte della presenza del Vescovo di Amalfi-Cava de' Tirreni S. E. Mons. Orazio Soricelli, Don Nicola Mammato, Monsignor Luigi Capozzi, membro dello staff del Santo Padre ed altri numerosi collaboratori.

Analogamente alla cerimonia mattutina anche la sera l'effetto combinato dei virtuosismi canori del coro "Ave maris Stella" e del duo violino-organo liturgico, hanno contribuito a far scendere nella Collegiata un'atmosfera di serenità e di intensa partecipazione religiosa.

La S. Messa è stata presieduta dal Vescovo, con il "clou" rappresentato - come sempre - dalla lettura e commento del Vangelo di Luca. Il Vescovo Orazio ha diviso il suo intervento in due parti: nella prima ha praticamente toccato gli stessi argomenti oggetto dell'omelia mattutina di Don Vincenzo, con l'importante aggiunta di un pensiero al protettore dei Parroci S. Giovanni Maria Vianney, sottolineando la centralità della figura del Parroco, come tutore, compagno di vita e sicuro punto di riferimento dei fedeli, dalla nascita fino a tutto il percorso della vita. Ha sottolineato come una Chiesa, priva della figura del parroco nel giro di vent'anni, si ritroverebbe ad adorare le "bestie".

La seconda parte dell'omelia è stata naturalmente dedicata a Don Vincenzo. Il Vescovo ha illustrato una sorta di "curriculum vitae"del festeggiato, partendo dalla dispensa papale ottenuta dal giovanissimo Don Vincenzo per essere ordinato Sacerdote (a 23 anni, in luogo dei canonici 24) per proseguire poi con il racconto, su un binario parallelo, dei suoi studi, delle sue due lauree in filosofia e teologia e dell'attività di Professore su un piano, che possiamo definire laico, per narrare poi i suoi molteplici incarichi, anche di prestigio, ricoperti nell'attività religiosa. Al termine dell'omelia un "tifo da stadio" ha avvolto il felicissimo ed emozionato Don Vincenzo, testimonianza palpabile dell'affetto che lega i Maioresi al"Suo" parroco.

A seguire tutta una serie di messaggi di saluto, a partire da Don Nicola Mammato, da Don Luigi Capozzi, che ha consegnato al festeggiato messaggi di congratulazione da parte del Vaticano, nella persona del Cardinale Bagnasco, ma soprattutto quello personale del Santo Padre, Papa Francesco. Poi la consegna di una targa ricordo offerta dall'amministrazione comunale, rappresentata dal Vice Sindaco Prof. Antonio Romano, saluto di altre associazioni locali, per finire con un messaggio di profondo affetto, partecipato, a nome della famiglia Taiani, dal nipote Francesco.

E' stato naturalmente il festeggiato, DonVincenzo, a prendere per ultimo la parola, rivolgendo un ringraziamento affettuoso a tutti i partecipanti alla cerimonia: a S.E. il Vescovo Orazio, ai suoi confratelli, alle autorità presenti, al coro e a tutti i fedeli, assicurando la sua costante opera al servizio della Comunità, chiedendo nel contempo ai fedeli la loro preghiera per consentirgli di adempiere al meglio la sua opera spirituale, ma anche pratica, in quanto ha sollecitato i fedeli ad alimentare il "Fondo di solidarietà" da lui creato, quale aiuto alle famiglie bisognose della parrocchia.

A conclusione dei festeggiamenti, durati l'intera giornata, dopo aver nutrito lo spirito, Don Vincenzo, sommerso dai saluti e abbracci dei fedeli, ha pensato anche a nutrire il loro corpo con una gigantesca ed apprezzata (data anche l'ora) torta e bibite varie.

Approfittando del "rompete le righe" sono riuscito ad avvicinare il Vescovo S. E. Orazio Soricelli per parlare brevemente di due argomenti su cui mi interessava conoscere l'opinione della "periferia" rispetto, soprattutto ad una, per me lodevole, iniziativa assunta recentemente dal Santo Padre, quando ha censurato aspramente il comportamento e lo strapotere della finanza speculativa internazionale, che ormai domina il pianeta e condiziona i destini delle nazioni. Poi mi interessava sapere se l'opera del Santo Padre, così vicino alla gente comune, poteva suscitare un effetto "calamita" per nuove vocazioni religiose. Il Vescovo ha risposto subito alla seconda domanda facendomi presente che la vocazione religiosa rappresenta un intimo ed individuale dono divino e non l'effetto emulativo di una personalità, anche di grandissimo spessore come è il Santo Padre.

Sulla prima domanda mi ha "confessato" di non conoscere affatto la materia, ma è convenuto con il Papa e con me sui guasti che sta procurando nel mondo il dio denaro e che occorre pertanto una sempre maggiore presenza della chiesa per evitare che il mondo si riduca ad adorare questa bestia, "il vitello d'oro", riprendendo alcuni concetti espressi nella sua omelia.

Rinnoviamo i nostri auguri a Don Vincenzo, il quale si è già incamminato alacremente nel cammino del .... Suo secondo 50°.

*ex Dirigente Centrale MPS

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Chiesa

22 luglio, Atrani festeggia la Maddalena: fuochi alle 23,45 [PROGRAMMA]

Domenica 22 luglio Atrani festeggia Santa Maria Maddalena, patrona del borgo marinaro. Appuntamento immancabile nel novero delle feste religiose della Costiera Amalfitana, tra fede e tradizione. Alle solenne funzione delle 18 e 30, celebrata dall'Arcivescovo Orazio Soricelli, animata dal coro polifonico...

Ravello festeggia la Madonna del Carmine: storia di un culto secolare

di Salvatore Amato Anche quest'anno, il 16 luglio, presso il Duomo di Ravello, la Confraternita del SS. Nome di Gesù e della Beata Vergine del Monte Carmelo, fondata il 1° giugno del 2008, celebrerà, insieme alla comunità ravellese, la festa della Madonna del Carmine, uno dei culti più popolari dell'Europa...

Santa Trofimena, domenica 8 luglio la Santa Messa su Rai Uno in diretta da Minori

Domenica 8 luglio la Santa messa della 10 e 30 su Rai Uno sarà trasmessa dalla Basilica di Santa Trofimena a Minori. La celebrazione, nell'ambito del 225esimo anniversario del secondo ritrovamento delle Reliquie della Santa, sarà presieduta dall'arcivescovo Orazio Soricelli. Concelebreranno il parroco...

Le reliquie di Santa Trofimena a Maiori e Cetara

In occasione del 225esimo Anniversario del Secondo Ritrovamento delle Sacre Reliquie di S. Trofimena, procede - dopo la tappa a Ravello - la Peregrinatio della Statua e delle Venerate Reliquie della Santa Martire in tutte le Parrocchie dell'Arcidiocesi di Amalfi-Cava de' Tirreni. Anche la Città di Maiori...

Ravello, "Incontro" di luglio introduce alla festa patronale

È disponibile, in allegato, il numero di luglio 2018 di "Incontro per una Chiesa Viva", Periodico della Comunità Ecclesiale di Ravello. Questa edizione si apre con due articoli sul tema del martirio che preparano il nostro animo alla prossima celebrazione della Festa Patronale di San Pantaleone Medico...