Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 24 minuti fa S. Mario martire

Date rapide

Oggi: 19 gennaio

Ieri: 18 gennaio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Il Vescovado Costiera Amalfitana

Il giornale della Costa d'Amalfi

Il Vescovado
Direttore responsabile: Emiliano Amato

Supermercati Netto Maiori - METTI “MI PIACE” E SFOGLIA IL VOLANTINO ONLINE - le offerte della settimana - i migliori supermercati della Costa d'Amalfi - La convenienza da noi è di casa Il Gelato a Maiori: Geljada gelateria artigianale in Costa d'Amalfi, il gelato a Maiori è Geljada, Yogurt e gelati artigianali, Lungomare di Maiori Costiera Amalfitana

Sal De Riso Pasticceria in Costiera Amalfitana. I Dolci e le specialità gastronomiche dello Chef Pasticciere Salvatore De Riso Costa d'Amalfi La più antica pasticceria della Costiera Amalfitana, scoprite il nuovo sito web on line e la possibilità di acquistare comodamente da casa vostra le specialità della Costa d'Amalfi Villa Romana Hotel & SPA a Minori in Costiera Amalfitana Il Giardiniello Minori dal 1955 eccellenza gastronomica in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: SezioniAttualitàRavello storici poggi di piazza Vescovado "occupati" dalle fioriere

Palazzo Avino - Dimora di Lusso e Charme in Costa d'Amalfi La bottega di Capone in Corso Reginna, 30 a Maiori e in via Pasitea 380 a Positano Porti di Amalfi, Pontile Coppola, Ormeggi in Costa d'Amalfi, Amalfi approdo turistico, Amalfi il porto Hotel Marina Riviera Amalfi - Charming Luxury Hotel in Costiera Amalfitana Ferrara Impianti - Servizi idraulici, impiati per alberghi e strutture ricettive, manutenzione caldaie ed impianti di riscaldamento e condizionamento - Aria condizionata, climatizzazione Ristorante Sensi - il gusto della grande cucina della Costa d'Amalfi Villa Eva Ravello - Villa esclusiva per eventi e matrimoni, il fascino dello stile, le comodità di una struttura ricettiva con il massimo della privacy Salvatore De Riso - Pasticceria - Caffetteria - Gelateria - American Bar - Pizza - Bistrot - Sal De Riso Minori Costa d'Amalfi Ristorante Il Giardiniello Costa d'Amalfi a Minori dal 1955 Hotel Villa Romana a Minori in Costiera Amalfitana - Hotel Benessere in Costa d'Amalfi Positano Discover the beauty of the Amazing Amalfi Coast - Discover Positano is the ultimate web site for Positano Alfa Romeo Stelvio Q4 First Edition - Costiera Amalfitana la prova di endurance al servizio di AB Tech informatica e de Il Vescovado Metti “MI PIACE” ai Supermercati NETTO e resta aggiornato sulle OFFERTE FACEBOOK Parcheggio Mandara Maiori Costa d'Amalfi, parcheggi custoditi in costiera Amalfitana Capri Tourism - Accommodation, Hotels, Restaurants in Capri Island - Social Stream - Insta Capri Il tuo sito web al costo più conveniente, grafia e design di ultima generazione al prezzo più competitivo, web d'autore, siti d'autore I Nuovi profili a banda ultra larga per le attività turistiche powered by Connectivia Assogiornalisti Cava de' Tirreni - Costa d'Amalfi "Lucio Barone" Amalfi Coast Private Car, Tour, Transfer ed escursioni in Costiera Amalfitana Il Portico on line il giornale web della Città di Cava de' Tirreni aggiungi mi piace alla nostra pagina Facebook Ristorante Incrocio Montegrappa, Pizzeria in centro a Bologna, Cucina tipica Emiliana Il Limone IGP Costa d'Amalfi Sapori mediterranei, enoteca, alimentari, Ravello, Costa di Amalfi

Attualità

Ravello, storici poggi di piazza Vescovado "occupati" dalle fioriere

Scritto da Maria Carla Sorrentino (Redazione), martedì 31 maggio 2011 19:35:30

Ultimo aggiornamento venerdì 3 giugno 2011 09:48:53

di Maria Carla Sorrentino - Ho letto con un pizzico di curiosità l'articolo scritto dalla brava Iolanda sul palazzo "di Liberato", apparso qualche settimana fa sul Vescovado e nel quale c'è l'augurio che gli eredi sappiano cogliere lo spirito di quel palazzo e ho sentito la necessità di sottolineare qualche aspetto che sicuramente potrà essere un po' più illuminante.

Come diretta interessata di quell'augurio ringrazio Iolanda e voglio rassicurare tutti che lo spirito della casa del nonno (così l'ho sempre chiamata e così sarà sempre per me)mi è stato insegnato a coglierlo, a rispettarlo e a custodirlo come la più grande ed importante eredità che nessuna offerta economica mi può spingere a rinunciare.

Troppo poco tempo sono stata in quella casa quando ancora accoglieva con cordialità e familiarità amici e ospiti, troppo poco ho conosciuto i tanti che per quella casa hanno fatto sacrifici e hanno lavorato, ma i racconti e soprattutto il rispetto per i valori che mi sono stati insegnati mi pongono nella condizione di conoscere tutto, fin nei minimi particolari. I sacrifici di un tempo sono stati quelli che hanno permesso ora a me di godere di un bene e da questa consapevolezza deriva la forza che mi spinge ogni giorno a difendere i miei diritti e a non perdere di vista le priorità nella vita.

Spesso incontro ravellesi che mi raccontano che non solo per occasioni festive che si svolgevano sulla piazza sono stati ospiti del balcone della casa del nonno, accolti con un sorriso da nonna Maria, custode di tradizioni non sue ma abilmente apprese dalle numerose cognate e cognati che con lei condividevano la casa, ma anche di aver assistito ad un vero e proprio rito che non si svolgeva però nella casa centrale bensì nel locale che si affaccia su Via Roma, la grande cucina con tavolo centrale e fornaci in muratura.

La cucina, dove ci si riuniva a mangiare, era aperta a tutti e nel senso letterale del termine: se passando, ci si affacciava, l'invito era assicurato ed era un invito sincero senza convenevoli e con grande familiarità. Essendo un famiglia molto numerosa non si cucinava per un numero preciso di persone per cui qualcosa rimaneva sempre e quindi non ci si tirava mai indietro.

Lo spirito di quella casa parla ancora di questa ospitalità, di questa accoglienza che si concretizza con i famosi poggetti; "il poggio", dove Iolanda annovera amori nati e chiacchiere curiose, che oggi un termine molto in voga chiama gossip, è la realizzazione di questa attenzione per gli altri, il condividere con gli altri il potere stare insieme, sulla piazza, è quasi una continuazione del balcone soprastante.

E proprio a proposito dei poggi devo far rilevare una stranezza che forse ai più attenti osservatori non deve essere sfuggita. Quei poggi che cominciano dallo sbocco di Via Roma sulla piazza fino all'angolo con Via Della Marra sono diventati in alcuni punti opportuni sorreggi vasi delle attività commerciali da poco aperte. Il poggio che è il primo verso Via Roma, che fino a qualche settimana fa offriva riposo a chi con le borse cariche di spesa arrivava sulla piazza ora serve a reggere una rigogliosa petunia per far desistere dal sedersi chi per caso si trova a passare di là.

Ugualmente è stato sottratto all'opportuna sosta e alla possibilità di assaporare le giornate di bel tempo il poggio tra la vecchia salumeria di papà e il negozio "Ricordi di Ravello" dove al posto dei ravellesi che si fermavano a chiacchierare c'è un bel quadro che occupa in tutto lo spazio. Più avanti altre due bei vasi di fiori sono apparsi sul poggetto della vecchia edicola. Io non ne faccio questione di occupazione di suolo perché tra l'altro quei poggi appartengono al palazzo, ma una questione di opportunità e di rispetto: alle persone sempre ben accolte sono stati sostituiti i vasi.

Essendo stata da sempre educata a comprendere quanto sia importante l'eredità morale lasciata dagli altri, eredità che ci rende persone migliori, né mio padre, che prima di me ha avuto la fortuna di essere custode di questi valori, né io abbiamo mai pensato che si potesse vendere qualcosa per cui altri hanno sacrificato le loro energie e le loro risorse, perché tra le varie cose che la casa del nonno mi ha sempre insegnato è che i soldi, per quanto tanti, possono sempre finire ma i ricordi e la consapevolezza di vivere tra pareti dove l'affetto, il rispetto e l'amabilità erano la regola dei rapporti interpersonali nessun tempo può consumare né ladro sottrarre.

Quindi ... cara Iolanda non preoccuparti il palazzo "di Liberato" continuerà ad essere custode dello spirito di accoglienza e ospitalità che lo ha sempre contraddistinto e sebbene contingenze non dovute alla volontà né di papà né mie non hanno permesso ancora di riportare al vecchio splendore i muri, sicuramente io e chi mi accompagna in queste vicende siamo pronte a far rivivere i ricordi e a costruirne di nuovi perché questo mi è stato consegnato e non posso disperderlo al vento delle richieste economiche.

Per rimanere costantemente aggiornati con le notizie del Vescovado, in tempo reale sul tuo smartphone, scarica la App!

Per dispositivi
Apple
Per dispositivi
Android
Per dispositivi
Windows

Galleria Fotografica

rank:

Ultimi articoli in Attualità

Sorrento, istituita la Consulta Comunale sulla Sanità

Il Comune di Sorrento ha varato l’istituzione della Consulta Comunale sulla Sanità. L'organismo opererà nei seguenti ambiti: tutela della salute, diritti del malato, servizi sanitari ed ospedalieri, edilizia sanitaria, campagne di sensibilizzazione e di prevenzione, igiene del lavoro e degli alimenti,...

Quello show di Beppe Grillo nel 1994 a Ravello, contro politici e luoghi comuni [VIDEO]

Si pubblica pezzo d'archivio, de "Il Mezzogiorno" datato 7 agosto 1994, a firma del giornalista Antonio Nastri (figlio di Sigismondo), cronaca dello show che il comico Beppe Grillo tenne nella piazza Vescovado di Ravello la sera del 5 agosto. In basso il video di integrale dell'esibizione. Non ha gradito...

2018 Anno europeo del patrimonio culturale, Centro Universitario di Ravello ancora protagonista

Il 2018 è stato dichiarato "Anno europeo del patrimonio culturale". Il Centro Universitario Europeo per i Beni Culturali di Ravello, istituzione sovranazionale dalla forte ispirazione europeista nato 35 anni fa per iniziativa del Consiglio d’Europa, da tempo guarda a questo appuntamento con particolare...

«Le vere capitali non concorrono», Vittorio Sgarbi commenta l'esclusione di Ravello-Costa d'Amalfi

«Le vere capitali non concorrono; si distinguono per quello che sono e per quello che fanno». A ribadire il concetto, suo personale, è Vittorio Sgarbi alla notizia della mancata inclusione di Ravello tra le dieci città candidate al titolo di capitale italiana della Cultura 2020. «Ho sempre risparmiato...

«Debito elevato e fatture non pagate entro scadenze», Ausino spiega perchè ha chiuso i rubinetti a Villa Cimbrone

L'Ausino spa, società che gestisce i servizi idrici integrati di Ravello, rappresenta le proprie ragioni in relazione al distacco forzato delle fornitura idrica operato al complesso di Villa Cimbrone lo scorso 12 gennaio. Per la società presieduta da Mariano Agrusta si tratta di una questione di morosità...